Rimani in contatto con noi

ISCRIVITI

cantina madrevite

News

Il Racconto dei nostri assaggi a Life of Wine 2019 – Nona Puntata: il Trebbiano Spoletino di Madrevite

Puntate precedenti: Prima Puntata, Seconda PuntataTerza PuntataQuarta PuntataQuinta Puntata, Sesta Puntata, Settima Puntata, Ottava Puntata.

Madrevite è una piccola realtà di cui si parla un gran bene negli ultimi anni. I loro vini, dalle colline sospese tra il Lago Trasimeno e il Lago di Chiusi, sono lavorati con grande attenzione e rispetto, secondo protocolli tradizionali ma dalla mano “leggera”. La “Madrevite” è infatti un antico arnese che veniva usato in cantina per fissare l’usciolo alle botti colme di vino: un legame col passato e con le tradizioni del posto che, unito alle moderne pratiche agronomiche e di cantina, costituisce la vera essenza dell’ azienda.

Il produttore a Life of Wine

 

I prodotti più interessanti sono quelli a base Gamay del Trasimeno, il rosso della famiglia delle Grenaches molto popolare in Umbria, e quelli da Trebbiano Spoletino, uno dei vitigni a bacca bianca più à la page tra gli appassionati. Un vitigno capace di dare vini molto versatili, che coniugano una larghezza di sapori e di profumi tipicamente mediterranea con una verve acida e rinfrescante che li fa apparire più “nordici”, restituendo, nelle migliori versioni, delle bevute veramente appaganti. Proprio lo Spoletino, con l’etichetta Reminore, è stato oggetto di una miniverticale durante Life of Wine 2019 a Roma. Tutti i vini assaggiati sono da uve Trebbiano Spoletino 100%, lavorate in maniera classica, con passaggio in acciaio prima e poi qualche mese di affinamento in bottiglia.
Qui di seguito le nostre impressioni.

reminore madrevite spoletino

Reminore Trebbiano Spoletino Umbria IGT 2018
Un vino che al naso si presenta con un profilo fresco e minerale, lievemente aromatico, con note di agrumi, frutta esotica, pepe bianco e nocciola fresca.
In bocca è saporito ed equilibrato, piacevolmente fruttato, coerente con i profumi. Non presenta note di particolare complessità, ma è senz’altro ben fatto e dalla beva trascinante. Perfetto per un aperitivo in compagnia.

Reminore Trebbiano Spoletino Umbria IGT 2017
Un miracolo se consideriamo l’annata, molto calda e complicata. In questo vino invece, nessuna secchezza, nessuna sensazione di “cotto” o di “stramaturo”. Il calore dell’annata si ritrova al naso, con un un profilo olfattivo molto aperto, in cui alla frutta matura si alternano note di grano e cereali. In bocca è sapido e intenso, con un gusto morbido che mantiene però una certa agilità.
Un vino di buona struttura che si può bere tranquillamente a tutto pasto.

Reminore Trebbiano Spoletino 2016
Un’annata equilibrata che regala oggi un vino in uno stato di piena godibilità. Nei profumi gioca più sull’intensità che sulla finezza, con una buona componente fruttata ancora presente e fresca, prevalentemente agrumata. In bocca ha un buon equilibrio, privo di sovrastrutture, dal gusto sincero e scorrevole, con un finale minerale e lievemente amaricante.
Da abbinare con preparazioni non troppo impegnative, a base di pesce o carni bianche.

Reminore Trebbiano Spoletino 2015
Vino mediterraneo, ampio e ricco, che odora di frutta matura, caramella all’arancia ed erbe aromatiche.
Al palato si presenta con una sensazione tattile evidente, a dimostrazione di una struttura non banale che però offre una beva piacevole e rilassante.
Si può abbinare con primi e secondi piatti di discreta intensità.

 

Life of Wine 2019

avatar
Scritto da

Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia

COMMENTA

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La classifica degli 8 migliori panettoni d’Italia del 2018 secondo Vinodabere

News

La ricetta della prelibata ciambella al mosto cotto

Cali di Zucchero

Il miele biologico dell'ape nera etnea

Gastronomia

La viticoltura eroica della Valtellina: l'azienda Gianatti Giorgio

Aziende

Connect
Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia