Rimani in contatto con noi
[the_ad id="81458"]

ISCRIVITI

News

Orerock a Ponza – quando piacere e divertimento sono assicurati

Ho mangiato bene in altri posti qui a Ponza, ma stasera mi sono proprio divertito!“. Questo è il complimento, semplice e sincero, che mi sono sentito di fare a fine serata ad Oreste Romagnolo, dopo una cena in cui mi ha fatto assaggiare alcuni piatti, vecchi e nuovi, della sua proposta nella nuova sede di Orerock, sulla spiaggia del borghetto di Santa Maria. L’esperienza che porto con me è quella di una continua sorpresa, negli accostamenti dei colori e degli ingredienti, che lavorati in maniera creativa conservano però sempre una loro identità. Nulla è banale da Oreste. Nulla è lasciato al caso. Qualche piatto può spiazzare, qualcun altro te lo ricorderai per tanto tempo, ma alla fine esci non solo sazio, ma soprattutto contento e divertito.

Partiamo dal locale. Coloratissimo, sembra un patchwork di pezzi di legno di varie forme e dimensioni accostati a caso. Ma in realtà ogni singolo elemento di arredo ha il suo perché, ed è funzionale all’effetto finale, che è quello di una bella veranda, intima e accogliente, direttamente sul porticciolo. Tutto è stato realizzato a mano da Oreste e i suoi, spesso con materiali di recupero, secondo un progetto originale e sostenibile.

Per i piatti lascio parlare le foto. Partiamo con un dettaglio dell’antipasto: gamberi rossi in pasta katajfi con maionese di ricci di mare.

Qui la panoramica: millefoglie di melanzane, verdure all’agro, parmigiana smontata al gorgonzola, insalata di mazzancolle con tartufo estivo perle di tartufo e brioche, parmigiana di fiori di zucca con alici e mozzarella di bufala.

Un misto di marinati non poteva mancare. Dall’alto a sinistra, anelli di pasta con gamberi marinati e guacamole, poi patata liquida con scampi marinati e perle di acciughe, poi trito di tonno con fingerlime uova di quaglia foglia d’ostrica e maionese di uova sode con bicchierino di gin tonic, in basso zuppetta di ricci e cannolo ripieno con dentice marinato con finto gelato di patate e Bloody Mary

Un assaggino di primo: spaghetti affumicati con tartufi di mare e prezzemolo.

E un altro, per non farsi mancare nulla: paccheri con spuma di burro, alici salate e tartufo estivo.

E una forchettata fuori-menu per completare la sorpresa: tagliolini al limone con scampi marinati perle di tartufo e tartufo estivo.

Ai secondi eravamo già pieni, per cui chiedo solo un “assaggino”: tre gratinati al limone – dentice, gamberi e cernia – con mollica di pane, crema di limone e scaglie di tartufo estivo.

Ma il goloso che è in me non può rinunciare al dolce. Da sinistra in alto: mousse al cioccolato fondente nella sua tarteletta e fragole favetta, tortino di mango candito e crema all’arancia, cassata fatta con frolla allo zenzero, mousse di ricotta siciliana con canditi e gocce di cioccolato, con sopra una mousse di pistacchio e granella, e cucchiaino di crema di limone. In basso a destra, infine, la tartufata, una mousse di cioccolato 70/% metà cotta e metà no, con bucce di arance candite …meglio non chiedersi nulla sul tasso glicemico post cena!

Che dire? Ho preferito un foto-racconto perché le immagini a mio avviso rendono meglio l’idea dell’atmosfera e dell’esperienza che si vive da Orerock. Un caro amico (molto legato a questa testata) mi aveva detto: “È come nella Formula 1: ci sono i campioni alla Alain Prost e quelli alla Senna. Io credo che il pilota vero sia quello che si prende i suoi rischi e ti emoziona e per questo preferivo Senna. Oreste è un tipo alla Senna!“. Dopo averlo provato sono perfettamente d’accordo con lui.

Orerock 
Via Spiaggia Santa Maria snc – 04027 – Isola di Ponza, Lazio
Facebook Orerock
Tel. 348 699 3820

 

 

avatar
Scritto da

Abruzzese, ingegnere per mestiere, critico enogastronomico per passione, ha iniziato a scrivere nel 1998 per L’Ente Editoriale dell’Arma dei Carabinieri, con cui ancora collabora. Vino, distillati e turismo enogastronomico sono la sua specializzazione. Nel tempo libero (poco) prova a fare il piccolo editore, amministrando una società di portali di news e comunicazione molto seguiti in Abruzzo e a Roma. Ha collaborato per molti anni con guide nazionali del vino, seguendo soprattutto la regione Abruzzo (ma va?), e con testate enogastronomiche cartacee ed online. Organizza eventi e corsi sul vino...più spesso in Abruzzo (si vabbè...lo abbiamo capito!).

Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia

La classifica dei migliori 10 Panettoni d’Italia del 2019 secondo Vinodabere

News

NELLA CLASSIFICA DEI 10 CAFFÈ PIU’ COSTOSI AL MONDO 4 DERIVANO DALLA MASTICAZIONE DEGLI ANIMALI

News

La classifica dei migliori 20 Panettoni d’Italia del 2021 secondo Vinodabere

News

La Classifica dei migliori Cannonau della Piccola Guida della Sardegna di Vinodabere – Seconda Edizione (assaggi effettuati nel 2019)

News

Connect
Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia