Rimani in contatto con noi

ISCRIVITI

cucina

Da Ponza le ricette per Single del bravissimo chef Oreste Romagnolo: Filetto di orata al limone e capperi

Vi parliamo di un’altra ricetta  del bravissimo Chef Oreste Romagnolo che a Ponza gestisce l’Oresteria e che nel passato recente ha gestito anche il bellissimo Orestorante (link). Oreste inoltre attualmente fa anche consulenza in giro per il mondo su navi da crociera ed in Italia per la cucina sulle navi della Tirrenia (anche Moby) per la Sardegna.

Ecco un’altra ricetta per i Single, ossia per una sola persona:

Filetto di orata al limone e capperi

Ingredienti per 1 persona

  • 1 +1/2 filetto di orata
  • 20 grammi di capperi dissalati
  • mezzo bicchiere di vino bianco secco
  • il succo di mezzo limone
  • 40 grammi di olio extra vergine di oliva
  • 1 spicchio di aglio
  • un pizzico di sale

Preparazione

In una padella mettere l’olio, l’aglio e i filetti di orata con la pelle sul fondo. Sfiammate con il vino e fate andare per 5/6 minuti con un coperchio. Aggiungete i capperi (ben dissalati e tenuti in olio) e il succo di limone e girare i filetti. Fate cuocere per altri cinque minuti, aggiustate di sale e impiattate. Decorate il piatto con un fiore di buccia di limone.

 

Scritto da

Giornalista enogastronomico, una laurea cum laude in Economia e Commercio all'Università La Sapienza di Roma, Responsabile per l'Italia del Concorso Internazionale Grenaches du Monde, Giudice del Concorso Mondiale di Bruxelles e Giudice del Concorso Mondiale del Sauvignon, docente F.I.S.A.R.. Ha una storia che comprende collaborazioni con Guide di settore. Cito solo le ultime : Slow Wine (Responsabile per la Sardegna edizioni 2015 e 2016), I Vini de L'Espresso (vice-curatore e coordinatore nazionale edizioni 2017 e 2018), I Ristoranti d'Italia de L'Espresso (edizioni dalla 2010 alla 2018). Collabora con le testate: www.lucianopignataro.it , www.repubblica.it/sapori ed Epulae. Ha scritto alcuni articoli sul quotidiano "Il Mattino" e su www.slowine.it. Ha una passione sfrenata per quel piccolo continente che prende il nome di "Sardegna", per le sue terre e per la sua gente.

Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia

COMMENTA

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La classifica degli 8 migliori panettoni d’Italia del 2018 secondo Vinodabere

News

La ricetta della prelibata ciambella al mosto cotto

Cali di Zucchero

Il miele biologico dell'ape nera etnea

Gastronomia

La viticoltura eroica della Valtellina: l'azienda Gianatti Giorgio

Aziende

Connect
Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia