Rimani in contatto con noi
[the_ad id="81458"]

ISCRIVITI

La Sardegna di Vinodabere

Guida ai Migliori Vini della Sardegna 2023 di Vinodabere – I Migliori Cannonau

Dopo avervi parlato dei Migliori Vermentino della Sardegna (link), dei Migliori Nuragus di Cagliari (link), dei Migliori Vermentino della Gallura (link), delle Migliori Vernaccia Ossidative dell’Oristanese (link), dei Migliori Altri Vini Bianchi della Sardegna (link)dei Migliori Vini Rosati (link),  dei Migliori Vini Dolci (link), dei Migliori Bovale (link), dei Migliori Mandrolisai (link), dei Migliori Monica di Sardegna (link), dei Migliori Cagnulari (link), dei Migliori Carignano (link)  è il momento di passare ai Migliori Cannonau nella Guida ai Migliori Vini della Sardegna 2023 di Vinodabere.

Introduzione

Se c’è una cosa che la Sardegna rende facile e immediato – altre in questa terra antica e per certi versi ancora ancestrale lo sono meno – è percepirne l’identità, speciale e inconfondibile. Quella che ancora una volta – la quinta per la precisione, tante sono con questa le edizioni della nostra Guida – è emersa dagli assaggi dei suoi vini. Territorialità profonda, che va oltre la tipicità. Localizzazione delle vocazioni e delle appartenenze coerente ed eloquente. Per un racconto “liquido” tessuto di storia, tradizioni, luoghi, persone, paesaggi e apparentato ovviamente con la cucina (o meglio, “le cucine”) di qui. In un percorso scandito da vigne uniche come quelle del Mandrolisai – una delle doc più profondamente radicate – che danno luogo a rossi straordinari; le viti di montagna di Mamoiada con oltre 30 produttori attestati su risultati qualitativi incredibili; zone storiche del Cannonau come Oliena, Orgosolo, Dorgali (con la splendida Valle di Oddoene dal paesaggio lunare); l’Ogliastra; la Romangia; la Gallura con il suo granito, terra di fantastici Vermentino (la 2021 è annata da ricordare per i bianchi di Sardegna in genere e i loro in particolare);  il Carignano a piede franco del Sulcis; la Vernaccia dell’Oristanese, “madre” di alcuni tra i migliori vini ossidativi al mondo. E ancora altro (e di sicuro qualcosa da scoprire ancora). Il nostro auspicio è quello di non essere voci isolate nel coro della critica enogastronomica italiana ad approfondirne le unicità e gli esiti attuali con l’attenzione che è necessaria (e che la posizione defilata e non solo geograficamente “conchiusa” dell’isola non ha facilitato, ma che ora è strameritata). E che ci siano sempre più colleghi, appassionati, operatori e viaggiatori a scoprire le peculiarità e il fascino di questa straordinaria regione. I nostri test (su oltre 500 vini degustati) confermano intanto una qualità uniforme e diffusa, tradotta in oltre 200 vini recensiti (cioè ad alto punteggio, ben oltre la soglia dei 90/100). Ad accompagnarci nel nostro percorso stavolta è, in qualità di sponsor, il Consorzio per la Tutela del Formaggio Pecorino Romano (che ha sede in Sardegna, maestra assoluta di caseificazione di tutto il Centro tirrenico), formaggio dal forte profilo di cui esploreremo dopo la pubblicazione della Guida i migliori abbinamenti con le etichette premiate. Intanto mettetevi comodi e iniziate con noi – che, confessiamo, ne siamo divenuti un po’ “malati”, come certi personaggi hemingwayani del continente africano  – il nostro viaggio nella Sardegna top da bere.

 

Metodologia

L’impostazione vede confermate le scelte principali. L’obiettivo rimane quello di rivolgersi al consumatore finale, ai ristoratori e tutti gli esercenti dei circuiti commerciali che ruotano attorno al vino. Che abbiamo dunque messo al centro del nostro lavoro, creando delle classifiche per tipologia ed insiemi omogenei, provando a rispondere alle esigenze di chi vuole orientarsi nell’acquisto di una bottiglia o nella costruzione di una cantina o anche di una carta dei vini se titolare di un locale. Non mancano le descrizioni delle aziende e le loro storie, ma solo dopo ciascun vino recensito; per questo alcune – quelle di cantine presenti con più vini – saranno ripetute per non costringere il lettore ad andare a cercarle altrove nella Guida.

Utilizziamo alcuni simboli per spiegare ancora meglio le differenze qualitative tra i vini recensiti.

 

Abbiamo attribuito 1 applauso  a quelle etichette che si attestano tra i 90 ed i 94,9 centesimi (vini decisamente buoni), 2 applausi tra i 95 ed i 97,9 (vini ottimi), e la standing ovation  tra 98 e 100 (vini eccellenti). I punteggi, essendo frutto di una media di degustazione in panel, possono prevedere anche i decimi di punto. Le classifiche sono in ordine inverso (si parte dall’ultima posizione per arrivare alla prima).

Per rendere più compiutamente comprensibili e trasparenti le nostre valutazioni vi ricordiamo che abbiamo usato una scala di punteggio internazionale (quindi mediamente più alta di quelle in uso in Italia) e che tutti gli assaggi sono stati svolti rigorosamente alla cieca.

Qualora almeno la metà del panel abbia attribuito il punteggio di 100/100 ad un campione, si è provveduto ad un riassaggio per confermare o meno questo punteggio massimo.

La Squadra

Curatori: Maurizio Valeriani e Antonio Paolini.

I testi che leggerete in Guida sono di: Carlo Bertilaccio, Salvatore Del Vasto, Maurizio Gabriele, Luca Matarazzo, Daniele Moroni, Gianmarco Nulli Gennari, Antonio Paolini, Emanuela Pistoni, Franco Santini, Marco Sciarrini, Gianni Travaglini, Paolo Valentini, Maurizio Valeriani.

Hanno completato la squadra di assaggio: Ruggero Faliva, Carlo Fiori, Paolo Frugoni, Pino Perrone, Giuseppe Picconi.

 

Cannonau

Nelle classifiche che seguono prendiamo in considerazione tutti i vini realizzati con Cannonau indipendentemente dalla denominazione (quindi troverete anche etichette IGT).

In questa edizione della Guida, data la vastità di produzione dei vini derivanti da questa varietà nella Regione, abbiamo voluto introdurre una vista per territorio.

 

La Classifica dei migliori Cannonau del territorio di Alghero

5

Cannonau di Sardegna Mirau 2020 – Rigàtteri  95,3/100 prezzo a scaffale enoteca 10 euro circa.

 

Ottenuto da uve raccolte manualmente, provenienti da terreni argillosi alluvionali tipici della riviera del corallo nella piana della Nurra, a pochi chilometri dal golfo di Alghero. Il Mirau sorprende per carattere, equilibrio e spiccata impronta territoriale. Incisivi frutti rossi, macchia mediterranea, richiami terrosi, accenni balsamici, precedono un sorso pieno, materico, dinamico, sorretto da incisiva freschezza e sapidità e da una ritmata lunghezza iodata. Prodotto con un clone originale di Cannonau prelevato da antiche viti del territorio di Alghero, affina circa 10 mesi in vasche di acciaio inox e successivamente in bottiglia.

L’azienda: Rigàtteri

Str. Vicinale Nuraghe Flumene Longu,

ALGHERO

07041 (SS)

(+39) 379 180 9185

I vigneti dei Fratelli Pozzati sorgono nei pressi di un terreno agricolo indicato sui fogli catastali con il nome di Reigatile. C’era vicino, nei pressi di un nuraghe, un pozzo che il bisnonno Angelo e la bisnonna Ardelia utilizzavano per l’approvvigionamento di acqua per se stessi ed il loro bestiame. Nel tentativo di pronunciare correttamente i vocaboli della lingua sarda, per i nonni la traduzione “italiana” della parola Reigatile divenne presto Rigàtteri. L’Azienda è certificata in termini qualitativi e di rispetto dell’ambiente dal Parco Naturale Regionale di Porto Conte.

 

4

Cannonau di Sardegna Riserva Naramae 2018 – Cantina Santa Maria La Palma 95,9/100 prezzo a scaffale enoteca 20 euro circa.

Personalità e carattere per questa Riserva di Cannonau capace di sedurre e conquistare già al primo assaggio. Delicati sentori speziati, frutti rossi, accenni agrumati, intense percezioni di macchia mediterranea, anticipano un sorso corposo ed equilibrato, contornato da piacevole sensazione sapida e da una trama tannica di pregevole fattura. L’intensità e la persistenza caratterizzano un finale di bocca davvero intrigante con un grande allungo su richiami di macchia mediterranea.

 

L’azienda: Cantina Santa Maria La Palma

Loc. Santa Maria la Palma – 07040 Alghero (SS)

email: vini@santamarialapalma.it

tel. +39 079999008

Nata nel 1959 grazie all’accordo di un centinaio di viticoltori che lavoravano i terreni della Nurra di Alghero, dopo la bonifica e la riforma agraria del 1946, la cooperativa Santa Maria La Palma è oggi un gigante con più di 300 soci, 650 ettari e circa quattro milioni di bottiglie annue. Il Vermentino Aragosta è stato tra i primi vini sardi a raggiungere la popolarità fuori dall’isola e ancora oggi è tra i bianchi più venduti d’Italia.

3

Cannonau di Sardegna Riserva 2018 – Poderi Parpinello 96,3/100 prezzo a scaffale enoteca 17 euro circa.

Grande impatto olfattivo: intensità notevole, dove frutti a bacca rossa si sposano con note balsamiche e speziate, a costruire un bouquet di sicuro effetto. Al sorso si presenta ampio e corposo, di accentuata morbidezza. Chiude lungo e preciso, su ritorni di spezia e frutti rossi.

 

L’Azienda: Poderi Parpinello

 

Giampaolo Parpinello ed il figlio Paolo coltivano circa 20 ettari di vigneto. La cantina sorge in località Janna de Mare circondata da un oliveto e da vigneti che si estendono su un terreno con presenza di marne calcaree, conglomerati ed arenarie. Dopo aver conquistato gli onori della critica specializzata attraverso la produzione di tre etichette di Torbato, l’azienda sta concentrando la sua attenzione anche su Cannonau e Vermentino, con ottimi risultati.

 

2

Cannonau di Sardegna Serenata 2020 – Silvio Carta 96,5/100 prezzo a scaffale enoteca 15 euro circa.

Vino equilibrato, pieno di succo e sapore, con il consueto tocco di spezie ad intercalare un frutto vivo e croccante. Finezza e facilità di beva non mancano, rendendo l’esperienza nel bicchiere completa ed appagante.

 

L’azienda:  Silvio Carta

S.P. 12 km 7,800 , 09070 Zeddiani (OR) Sardegna – Italia

email: info@silviocarta.it

tel. +39 0783.410314

Fondata nel 1929 a Baratili San Pietro (OR), la cantina di Silvio Carta – oggi guidata dal figlio Elio – è nata con lo scopo di valorizzare la Vernaccia, il suo vino bandiera, di cui è uno dei massimi rappresentanti in Sardegna. Parallelamente ha sviluppato una gamma di vini e spirits derivati da vitigni (Vermentino, Cannonau, Monica, Cagnulari) e bacche locali (mirto e ginepro in primis). I vini rossi provengono da uve della zona di Alghero.

 

1

Cannonau di Sardegna Riserva Dimonios 2019 – Sella e Mosca 97,4/100 prezzo a scaffale enoteca 14 euro circa.

 

 

Da terreni sabbiosi di natura calcarea sul litorale di Alghero, dal clima caldo e secco. Naso molto pulito ed espressivo: fiori e frutti rossi (ribes), macchia mediterranea, spezie (pepe nero in grani). Sorso morbido e scorrevole, di grande freschezza e ottima estrazione tannica, l’amalgama tra le parti è già a buon punto. Finale lungo e avvolgente, la sapidità è esaltata da una bella scia iodata. Etichetta in costante crescita.

L’Azienda:  Sella e Mosca

Località:  I Piani – 07041 Alghero (SS)

Tel. +39 079 997700

email: welcome@sellaemosca.com

La Sella & Mosca, fu fondata nel 1899 dall’ingegnere Erminio Sella, nipote di Quintino Sella, e dall’avvocato Edgardo Mosca con la bonifica della località I Piani per la rimozione dei massi di arenaria, trachite e calcare. Conta oggi 550 ettari di vigneto, la sede dell’azienda è ad Alghero. Dopo essere stata nel 2002 di proprietà della Campari, dal 2016 fa parte del gruppo Terra Moretti. Il complesso ospita numerose strutture aperte al pubblico, come le cantine storiche, costruite nel 1903, l’enoteca e il museo, diviso nella sezione aziendale e in quella archeologica legata alla necropoli di Anghelu Ruju, scoperta negli stessi anni nell’area della neonata azienda.

 

 

La Classifica dei migliori Cannonau del territorio di Dorgali

5

Cannonau di Sardegna Riserva Nùrule 2019 – Cantina Dorgali 95,3/100     prezzo a scaffale enoteca 17 euro circa.

 

Appartenente alla linea dei “gioielli dorgalesi”, è un rosso su cui la cantina punta molto. Vino di importante confezione enologica, ampio e potente, con le consuete note di frutto, spezia e macchia mediterranea. In bocca è pieno e corposo, concentrato, con un bell’equilibrio tra morbidezza e tannicità. Finale lungo e pulito.

L’Azienda: Cantina Dorgali

Via Piemonte, 11, 08022 Dorgali (NU)

email: info@cantinadorgali.com

Tel.: 0784 96143

Un’eccellente realtà che testimonia la qualità produttiva e organizzativa delle cantine sociali in Sardegna. Fondata nel 1953, consta di 660 ettari appartenenti a 220 soci. I terreni, di origine granitica e vulcanica, si estendono dalla valle di Oddoene fin quasi al mare di Cala Cartoe, costituendo un terroir diversificato che dà origine ad una ampia gamma di vini, di cui però il Cannonau, trovandosi nella sua zona di elezione, è il principale beneficiario e protagonista assoluto.

 

 

 

4

Cannonau di Sardegna  Classico D53 2018 – Cantina Dorgali  96/100   prezzo a scaffale enoteca 18 euro circa.

Dall’Agro di Dorgali, a 450 metri di quota, provengono le uve di questo superbo Cannonau dall’apprezzata profondità gustativa. Profilo olfattivo elegante esaltato da incisivi sentori di frutta rossa, toni speziati (pepe e chiodi di garofano), erbe aromatiche e spiccata balsamicità. Al gusto è caldo e avvolgente, ben sorretto da vivida freschezza e da una fine e delicata scia sapida, si connota per un appagante allungo balsamico e speziato. Lunga e succosa la persistenza su ritorni di frutti rossi. Affina in acciaio e tini troncoconici per 2 anni e successivamente in bottiglia.

 

L’Azienda: Cantina Dorgali

Via Piemonte, 11, 08022 Dorgali (NU)

email: info@cantinadorgali.com

Tel.: 0784 96143

Un’eccellente realtà che testimonia la qualità produttiva e organizzativa delle cantine sociali in Sardegna. Fondata nel 1953, consta di 660 ettari appartenenti a 220 soci. I terreni, di origine granitica e vulcanica, si estendono dalla valle di Oddoene fin quasi al mare di Cala Cartoe, costituendo un terroir diversificato che dà origine ad una ampia gamma di vini, di cui però il Cannonau, trovandosi nella sua zona di elezione, è il principale beneficiario e protagonista assoluto.

 

 

 

3

Cannonau di Sardegna Baillanu 2019 – Berritta 96,4/100    prezzo a scaffale enoteca 20 euro circa.

Note floreali di viola e fruttate di ciliegia fragrante, introducono un profilo olfattivo elegante, corredato da echi balsamici e minerali, ed anticipano un sorso al contempo elegante e potente, con una scia sapida che ne esalta la fine componente aromatica.

L’azienda: Berritta

 

 

 

 

 

Viale Kennedy 108, 08022 Dorgali NU Sardegna

tel. +39 0784 95372, +39 377 325 6459

email: info@cantinaberritta.it,

Azienda che si estende su una decina di ettari vocati a vigneto con circa il 75% di Cannonau e per la restante percentuale di Syrah, Vermentino e Panzale (raro vitigno autoctono a bacca bianca). I terreni si estendono nella vallata di Oddoene nell’agro di Dorgali. Dal 2019 è presente in etichetta la certificazione biologica, a rimarcare che le vigne vengono coltivate rispettando le piante, l’ambiente, il terreno e le tradizioni.

2

Cannonau di Sardegna Terra Sorella 2020 – Atha Ruja 96,8/100    prezzo a scaffale enoteca 15 euro circa.

Nasce dai vigneti di Cannonau nella vallata di Oddoene, in un canale di natura alluvionale, contraddistinto da un suolo ricco di calcare. Macerazione sulle bucce per circa quindici-venti giorni e fermentazione in contenitori di acciaio inox, poi affinamento in vetro per circa tre mesi prima della messa in commercio. Si presenta con note speziate e di macchia mediterranea, tannini di grande finezza ed un lungo finale sapido iodato.

L’Azienda: Atha Ruja

 

 

Via Oddoene, Dorgali (NU) ITALY

email:info@viniatharuja.com

Tel. +39 347 8693936

La Cantina Atha Ruja Poderi di Dorgali nasce nei primi anni ‘90, dalla condivisione del sogno di Pietro Pittalis e Annita Salis. La storia non ha avuto il percorso lineare dei filari dei vigneti, non è stato un “amore a prima vista”, ma l’elaborazione di una tradizione di viticoltori da due generazioni. Insieme all’enologo Marco Bernabei,  i due hanno iniziato quest’avventura con l’entusiasmo di quando da bambini raccoglievano l’uva della vendemmia sui piccoli cesti di incannucciato. Oggi tutte le fasi e i processi, dalla raccolta dei grappoli alla fermentazione e maturazione, vengono costantemente monitorati grazie a protocolli interni di controllo qualità.

 

1

Cannonau di Sardegna Riserva Kuentu 2017 – Atha Ruja 98,4/100  prezzo a scaffale enoteca 25 euro circa.

Da viti di oltre 40 anni allevate ad alberello e cordone speronato nei dintorni di Dorgali. Rese bassissime (30 quintali/ettaro), due anni in barrique. All’olfatto risaltano note di frutti rossi, liquirizia, cannella, erbe aromatiche (timo, rosmarino). Bocca molto sapida, speziata, minerale. L’apporto del legno lo ha reso un vino equilibrato e pronto già da ora. Chiusura profonda su toni molto precisi di frutti di bosco maturi. Standing Ovation meritatissima.

 

L’Azienda: Atha Ruja

 

 

Via Oddoene, Dorgali (NU) ITALY

email:info@viniatharuja.com

Tel. +39 347 8693936

La Cantina Atha Ruja Poderi di Dorgali nasce nei primi anni ‘90, dalla condivisione del sogno di Pietro Pittalis e Annita Salis. La storia non ha avuto il percorso lineare dei filari dei vigneti, non è stato un “amore a prima vista”, ma l’elaborazione di una tradizione di viticoltori da due generazioni. Insieme all’enologo Marco Bernabei,  i due hanno iniziato quest’avventura con l’entusiasmo di quando da bambini raccoglievano l’uva della vendemmia sui piccoli cesti di incannucciato. Oggi tutte le fasi e i processi, dalla raccolta dei grappoli alla fermentazione e maturazione, vengono costantemente monitorati grazie a protocolli interni di controllo qualità.

 

 

 

La Classifica dei migliori Cannonau del territorio della Gallura

8

Cannonau di Sardegna Ruju Pirinu 2019 – Lu Colbu 94/100 prezzo a scaffale enoteca 16 euro circa.

 

I vigneti che danno origine al Ruju Pirinu giacciono in località di Trinità d’Agultu (SS), in prossimità della costa gallurese, in un terreno tendente al sabbioso e ricco di minerali di origine granitica. Il vino, Cannonau in purezza, affina in acciaio e riposa sei mesi in bottiglia. Mostra sentori di fiori ed erbe selvatiche, di piccoli frutti di bosco, frutta secca e agrumi, seguiti da una nota decisa di pietra focaia. Il sorso è ampio,vigoroso, caldo, i tannini fitti e levigati. Ottima progressione minerale accompagnata da freschezza e sapidità iodata.

L’Azienda: Lu Colbu

Viale Sardegna, 140

07030 Santa Maria Coghinas – Sassari

Alessandro tel. 328 0565548

email:Alessandro.oggiano87@gmail.com

Poco più di tre ettari suddivisi tra Cannonau e Vermentino, allevati attraverso un attento processo di operazioni colturali eseguite manualmente, con rese molto basse al fine di ottenere uve di elevata qualità. Questa è la connotazione dell’azienda Lu Colbu, fondata con l’obiettivo di produrre vini i cui sapori e profumi siano l’espressione di una terra segnata dalla sua storia, delle sue coste da sogno, della sua macchia mediterranea, dal suo odore inconfondibile di terra fertile ed incontaminata.

 

7

Cannonau di Sardegna Èrema 2021 – Siddùra 95/100 prezzo a scaffale enoteca 15 euro circa.

 

Macchia mediterranea (mirto, rosmarino e lentisco) e frutta rossa (ciliegia, prugne e susina) sono i marcatori di questo Cannonau, insieme a sentori terziari di cuoio, tabacco e spezie (pepe nero). Fresco, succoso e sapido, si fa ricordare per il grande equilibrio e la giusta acidità. Potenza ed eleganza, con un’apprezzabile chiusura agrumata, gli conferiscono originalità e grazia.

L’Azienda:  Siddùra

 

 

 

Località Siddura,07020, Luogosanto

Telefono: 079 657 3027

email: amministrazione@siddura.com

L’azienda è nata con l’ambizione di “rifondare” e restaurare i vigneti nei pressi del borgo medievale di Luogosanto in piena Gallura. I lavori di scasso hanno portato una decina di anni fa alla nascita di un vero e proprio punto di riferimento per la produzione locale. L’approccio punta alla valorizzazione dei vitigni locali attraverso un uso sapiente della tecnologia, in modo da produrre vini che siano espressione pura del territorio e, allo stesso tempo, facili da posizionare sul mercato. I progressi sono evidenti di anno in anno, con prodotti sempre più a fuoco.

 

6

Cannonau di Sardegna Sincaru 2020 – Surrau 96/100 prezzo a scaffale enoteca 16 euro circa.

Ottenuto da uve Cannonau in purezza, coltivate a spalliera a cordone speronato, in terreni derivanti da disfacimento granitico a medio impasto, tendente al sabbioso, che gli conferiscono grande equilibrio e mineralità. Profumi intensi di frutti rossi anticipano un sorso morbido, caldo, pieno, che si chiude con un lunghissimo finale di macchia mediterranea

L’azienda: Surrau

 

 

 

Località Chilvagghja, Strada Provinciale Arzachena, Km 1, 07021 Porto Cervo (OT)

email: info@vignesurrau.it

tel. 0789 82933

Le Cantine Surrau possiedono oltre 50 ettari di terreno, occupato in parte da vigneti, nella zona più orientale della Gallura, in vallate soleggiate accarezzate dal vento di maestrale e poste di fronte alle bocche di Bonifacio. I suoli sono composti da sabbie granitiche delle colline di Jannisolu e Capichera e argille delle pianure di Pastura e Cascioni. La cantina, dal design moderno, si trova all’inizio della strada che da Arzachena conduce a Porto Cervo ed è frutto di un progetto architettonico​ integrato nella natura.

5

Cannonau di Sardegna Dandelio 2020 – Cantine Tibulas  96,2/100 prezzo a scaffale enoteca 23 euro circa.

 

Carattere, mineralità, struttura, eleganza, persistenza sono le parole chiave per la descrizione del Dandelio che presenta note di spezie, frutti rossi  e macchia mediterranea. Il sorso è fresco e sapido e si chiude con un lungo finale su ricordi iodati e fumé.

L’azienda:  Cantine Tibulas

 

Località:  Li Cuponi, SP14 / strada Li Lolghi, 07021 Arzachena, OT

Tel.  +39 0789 81164

email:  info@tibulas.it

Tibulas è una piccola cantina in località Arzachena, in cui in vigna si lavora manualmente e nel rispetto della natura. I terreni sono tra le rocce granitiche, che quasi trasmettono i loro sentori nelle bottiglie prodotte. L’azienda produce vini di assoluto carattere che raccontano molto incisivamente i territori da cui provengono.

 

 

 

4

Cannonau di Sardegna Su Soi 2021 – Murales   96,5/100 prezzo a scaffale enoteca 16 euro circa.

Vino che presenta succosità e bevibilità senza rinunciare a materia e profondità di beva. Sentori di frutti rossi e macchia mediterranea anticipano sapidità, freschezza ed un piacevole allungo su ricordi di agrumi ed erbe aromatiche.

L’azienda:   Murales

Localita Piliezzu, 1,

07026 Olbia SS

Tel. +39 393 923 1011

email: info@vinimurales.com

Piero Canopoli, enologo e sommelier, e la moglie Giuliana Dalla Longa, si sono trasferiti quasi 20 anni fa, da Varese in Gallura per dar vita a questa azienda che spazia a tutto tondo tra diverse varietà sarde (soprattutto Vermentino, Cannonau e Carignano) e internazionali (Viognier, Merlot, Cabernet Sauvignon e Syrah). Molto originali ed esteticamente curate sono le etichette che riprendono appunto il concetto dei murales. Se vi recate in azienda non perdete l’occasione di fermarvi a pranzo alla Locanda Murales.

3

Cannonau di Sardegna Cerasio 2020 – Cantina Pedres 97,3/100 prezzo a scaffale enoteca 28 euro circa.

Il Cerasio nasce da vigneti di Cannonau in purezza del territorio gallurese (comune di Monti), posti a 300-350 metri di quota e affinato in botti di rovere per 6-8 mesi. Dal colore intenso tendente al granato, ha profumi penetranti di agrumi, erbe selvatiche, piccoli frutti di bosco e note speziate. Il sorso è ricco, dinamico, con una piacevole progressione fresco- sapida. Il finale è molto persistente, speziato, con ricordi di erbe amare (china) e frutti rossi.

 

L’azienda:  Cantina Pedres

Località: Via Mincio, 42, Zona ind.le Sett. 7, 07026 Olbia

Tel.   +39 0789 595075

email:  info@cantinapedres.it

Dalla tradizione vitivinicola della Famiglia Mancini, iniziata alla fine dell’800, e dalla perseveranza e lungimiranza del più giovane dei suoi discendenti, Giovanni Mancini, ha origine la Cantina Pedres. Situata in Gallura, più precisamente a Olbia, la Cantina Pedres è sul mercato dal 2002 con una produzione di vini ottenuti da uve selezionate di provenienza esclusivamente gallurese. Nel 2002 grazie ad Antonella, figlia di Giovanni, viene intrapreso un importante processo di rinnovamento tecnologico della Cantina, con investimenti che hanno interessato sia il sistema di produzione che i vigneti.

2

Cannonau di Sardegna Arcanos 2018 – Murales 97,5/100  prezzo a scaffale enoteca 26 euro circa.

Perfetto per chi cerca finezza ed eleganza, grazie alle nuance suadenti di macchia mediterranea, ribes rossi e ciliegie succose. La trama tannica coinvolge e rende dinamico l’assaggio, con scie sapide in chiusura di bocca.

L’Azienda:   Murales

Localita Piliezzu, 1,

07026 Olbia SS

Tel. +39 393 923 1011

email: info@vinimurales.com

Piero Canopoli, enologo e sommelier, e la moglie Giuliana Dalla Longa, si sono trasferiti quasi 20 anni fa, da Varese in Gallura per dar vita a questa azienda che spazia a tutto tondo tra diverse varietà sarde (soprattutto Vermentino, Cannonau e Carignano) e internazionali (Viognier, Merlot, Cabernet Sauvignon e Syrah). Molto originali ed esteticamente curate sono le etichette che riprendono appunto il concetto dei murales.  Se vi recate in azienda non perdete l’occasione di fermarvi a pranzo alla Locanda Murales.

1

Cannonau di Sardegna L’Ora Grande 2020 – La Contralta   98/100  prezzo a scaffale enoteca 29 euro circa.

Profumo intenso e gradevole dove spicca il sentore di piccoli frutti rossi e neri maturi come le ciliegie duracine. Speziato da pepe nero con sentori balsamici vegetali da erbe aromatiche come alloro, eucalipto e menta piperita fino alla resina di pino. Il sorso è caldo, sapido, avvolgente ed elegante e si chiude con un lungo finale iodato ed una scia salina quasi marina. Ne consegue la nostra Standing Ovation.

L’azienda: La Contralta

L’enologo Roberto Gariup, friulano di origine. ma ormai sardo di adozione, è l’amministratore delegato ma anche il factotum di questa nuova realtà gallurese. Il nome dell’azienda deriva dal toponimo di una piccola spiaggia adiacente a uno dei due poderi della Tenuta che si trova sotto il monumento naturale della Roccia dell’Orso a Palau. I vitigni allevati sono Vermentino, Cannonau e Carignano. Il logo nasce da un’idea dell’architetto e designer John Pawson, padre del minimalismo europeo, ispirato dal suo progetto di una cappella che sarà costruita nelle tenute di Palau.

 

La Classifica dei migliori Cannonau del territorio di Mamoiada

23

Ghirada Bakarru 2020 – Gian Piero Tramaloni 93,3/100    prezzo a scaffale enoteca 35 euro circa.

 

Da uve provenienti dalle parti più alte del comprensorio, dove la terra si lavora con grande sacrificio. Il risultato è un vino ricco di freschezze da ribes rossi e marasche croccanti, accompagnato da petali di viola mammola ed iris molto tenui. Prosegue in ordine verso note di lentisco e mirto, rosmarino e liquirizia. Da rivedere in futuro con qualche mese di riposo in bottiglia per domare le componenti di gioventù.

 

L’azienda: Gian Piero Tramaloni

Via Caprera 25A, 08024 Mamoiada NU

Tel. 3287388900

Azienda di lunga tradizione familiare. Tre vigneti distribuiti su 4 ettari. Il vigneto più antico dell’azienda ha circa 80 anni, sito in località “Bacarru”, è a circa 560 metri di altitudine. Quello situato il località “Vidihinzos”, anche questo di circa 80 anni, è a circa 750 metri, Il terzo, il più giovane (20 anni), si trova in località “Berei” a circa 540 metri di quota. L’azienda produce da sempre vino sfuso ma dalla vendemmia 2020 nasce la prima bottiglia Ghirada Bakarru.

22

Ghirada Garaunele 2020 – Vinzas Artas 94,1/100    prezzo a scaffale enoteca 35 euro circa.

 

Da un cru di vecchie vigne coltivate a 650 metri di altitudine su suoli di disfacimento granitico, affina per un anno in tonneau. Calore e intensità olfattiva rappresentano bene la storia e l’identità di Mamoiada: frutti rossi e scuri (prugna e ciliegia), scorza di agrumi, balsamico e speziato. Anche il sorso è molto espressivo, potente e denso ma di antica eleganza, con tannini fitti e ben integrati, sensazioni di frutta matura e giusta acidità; finale ampio e persistente dai toni ammandorlati. Carattere e complessità completano il quadro organolettico.

L’Azienda:  Vinzas Artas

via San Cosimo 2 – 08024 – Mamoiada Sardegna

Tel 3203754341

Giorgio Gaia collabora sin da ragazzo nelle vigne di famiglia dove si produceva Cannonau per lo stretto consumo familiare. Dopo una esperienza lavorativa dal 2003 al 2009 presso una rinomata cantina della zona ha preso coraggio per espiantare e reimpiantare le viti di proprietà che erano ormai poco produttive e a partire dal 2016 inizia a imbottigliare il vino rosso “Nigheddu” con una produzione limitata di 1500 bottiglie. Nel 2019 ha acquistato un vigneto quasi centenario adiacente ad una delle sue vigne. Piercarlo Sotgiu nella vita si è sempre occupato di tutt’altro, è titolare di un’azienda di impiantistica ma, avvicinatosi a mondo della viticoltura, ne è rimasto affascinato e nel 2016 ha acquistato il suo primo vigneto, circa mille piante degli anni ’70 circa. Poco tempo dopo acquista un altro di terreno di circa un ettaro dove ha impiantato 2000 piante di Granatza e 3000 di Cannonau. Nel 2021 Giorgio e Piercarlo, fondano la nuova Società Agricola Vinzas Artas.

21

Cannonau di Sardegna Riserva Ghirada Bruncu Boeli Brulleri 2019 – Osvaldo Soddu 94,3/100  prezzo a scaffale enoteca 36 euro circa.

Sentori di mirto, frutta disidratata e tostature (caffè), per un prodotto di buona evoluzione, pronto ad essere apprezzato al meglio. Confettura di visciole in apertura, per poi allargarsi verso una chiusura minerale quasi rugginosa da grande espressività. Una selezione che promette faville negli anni a venire.

L’Azienda:  Osvaldo Soddu

Loc. Badu Orgolesu snc – 08024 Mamoiada (NU)

Tel.: +39 3485264170
email: info@osvaldosoddu.it

La cantina Osvaldo Soddu si trova a un chilometro dal paese di Mamoiada in una zona chiamata Bruncu Boeli a 630 metri di altezza. Osvaldo, il penultimo di otto figli, cresciuto in una famiglia legata più alla pastorizia che alla coltivazione della vite, da ragazzo, non amava occuparsi dei lavori nel vigneto di famiglia. Scopre questa passione solo nel 2004, quando riceve in eredità dal padre un ettaro di terreno, dove si trovava un vigneto di ottant’anni ormai dismesso. A trent’anni ricomincia ad avvicinarsi al mondo del vino con uno spirito diverso: impianta il nuovo vigneto a Cannonau, ristruttura un’antica casa di campagna e costruisce la sua cantina proprio davanti alla vigna. Cresce il legame con la terra, le sue viti e la passione per il vino. Con l’annata 2019, il primo imbottigliamento ufficiale, circa 5000 bottiglie di Cannonau in purezza, vinificato in tre versioni: rosato, rosso e riserva. I vini sono ottenuti come da tradizione, da uve sane, lavorate in biologico, fermentazioni spontanee, pochi solfiti aggiunti.

20

Ghirada Dudùli 2020 – Beccoi 94,5/100 prezzo a scaffale enoteca 21 euro circa.

Da alberelli di 70 anni, affina in barrique usate. Vino raro e prezioso (appena 1.200 le bottiglie prodotte), offre un ampio ventaglio di aromi: arancia rossa, ciliegia, chiodi di garofano, peperone, tabacco, cacao. Ottima consistenza al palato, accompagnata dalla giusta acidità, tannini levigati. Ampio e avvolgente termina con una lunga chiusura salina e fruttata con leggera scia alcolica. Il vetro lo farà crescere ancora.

L’azienda:Beccoi

Via Tola 14A, 08024 Mamoiada (NU)

Tel. 3357827767

Email: pino.beccoi@gmail.com

Un dodicenne per fare una sorpresa al padre, vignaiolo di quell’incredibile terra da vino che è Mamoiada, contatta una designer di successo (Mara Damiani, cagliaritana con collaborazioni importanti anche con la Disney) e le commissiona la nuova etichetta del rosso di punta della piccola cantina. Nasce così, dal sogno, e dai piccoli risparmi di un intraprendente adolescente, il senso di un progetto enologico che ha portato alla nascita di Dudùli: un Cannonau in purezza nato a Mamoiada nella vallata da cui ha preso il nome. La Damiani ne ha firmato etichetta e logo, sorpresa forse più di tutti dell’anomala richiesta e ben felice di dare il suo contributo a questa bella storia. A fare il resto, e dare quindi “sostanza” al tutto, ci ha pensato Pino Beccoi. Dudùli è il toponimo della zona dove è ambientato il vigneto, con viti ad alberello di circa 70 anni, esposto a nord-est, oggetto di escursioni termiche importanti durante il periodo estivo.

19

Nigheddu 2020 – Vinzas Artas 95/100    prezzo a scaffale enoteca 25 euro circa.

A differenza di molti vini di Mamoiada, non deriva da un cru (qui chiamato “ghirada”) ma da una selezione proveniente da impianti giovani e da vecchie vigne. Affina un anno in botti di rovere. È il classico Cannonau di alta collina, con un naso segnato da frutti di bosco, agrumi rossi, spezie ed erbe balsamiche; fresco e agile in bocca, sfaccettato, succoso e profondo, mostra buona persistenza su toni ematici e inchiostrati. “Nigheddu” significa “nero”.

L’Azienda:  Vinzas Artas

via San Cosimo 2 – 08024 – Mamoiada Sardegna

Tel 3203754341

Giorgio Gaia collabora sin da ragazzo nelle vigne di famiglia dove si produceva Cannonau per lo stretto consumo familiare. Dopo una esperienza lavorativa dal 2003 al 2009 presso una rinomata cantina della zona ha preso coraggio per espiantare e reimpiantare le viti di proprietà che erano ormai poco produttive e a partire dal 2016 inizia a imbottigliare il vino rosso “Nigheddu” con una produzione limitata di 1500 bottiglie. Nel 2019 ha acquistato un vigneto quasi centenario adiacente ad una delle sue vigne. Piercarlo Sotgiu nella vita si è sempre occupato di tutt’altro, è titolare di un’azienda di impiantistica ma, avvicinatosi a mondo della viticoltura, ne è rimasto affascinato e nel 2016 ha acquistato il suo primo vigneto, circa mille piante degli anni 70 circa. Poco tempo dopo acquista un altro di terreno di circa un ettaro dove ha impiantato 2000 piante di Granatza e 3000 di Cannonau. Nel 2021 Giorgio e Piercarlo, fondano la nuova Società Agricola Vinzas Artas.

18

Cannonau di Sardegna Sartiu 2020 – Giuseppe Sedilesu  95,1/100    prezzo a scaffale enoteca 13 euro circa.

 

Elegante e complesso presenta profumi intensi di sottobosco, frutta rossa matura, note speziate e ricordi di tabacco e note tostate. Emergono inoltre richiami di macchia mediterranea e di erbe aromatiche ed officinali. Il sorso è ricco e avvolgente e si chiude con toni iodati che riportano alla salsedine, all’odore del mare e alle alghe essiccate. Di buona struttura con moderata tannicità e alcolicità.

L’azienda:  Giuseppe Sedilesu

Via V. Emanuele II, 64, 08024 Mamoiada (NU)

email:giuseppesedilesu@gmail.com

tel: +39 078456791

Sedilesu è un nome ormai noto a tutti gli appassionati del buon bere. Un dei pochi “brand” capace di sdoganarsi al di fuori dei confini isolani, ottenendo anche un ragguardevole successo commerciale, senza mai snaturarsi e restando sempre sardo fino al midollo. I vigneti si trovano ad oltre 600 metri di quota, in quella aspra e fantastica terra da vino che è Mamoiada. Dai ceppi di alberello accuditi con cura e lavorati in maniera artigianale in cantina, escono fuori ogni anno rossi succosi, sapidi e sempre coinvolgenti.

17

Cannonau di Sardegna Ghirada Palagorrai 2019 – Cantina Mussennore 95,2/100 prezzo a scaffale enoteca 23 euro circa.

Note delicate di frutti rossi (lamponi selvatici e ciliegie succose), seguite da un pot-pourri di petali di rosa, con soffi di erbe mediterranee e rosmarino a completare l’opera. Sorso profondo ed asciutto, la componente tannica si percepisce come un prisma balsamico e speziato.

 

L’Azienda:   Cantina Mussennore 

Località: Via Foscolo, n° 5  Mamoiada, 08024 (NU)

tel.  9 28 10 053

email:  info@cantinamussennore.com

Nel 1976 per iniziativa di Gesuino, nonno degli attuali proprietari (soprannominato Mussennore, che in sardo significa Monsignore), è stato impiantato a Mamojada in località Palagorrai, il primo vigneto di Cannonau (su terreni sabbiosi a circa 620 metri di quota) che ha dato origine alla proprietà che oggi la famiglia Fadda ancora gestisce. La cantina, fondata da Pietro Fadda nel 2016, con l’obiettivo iniziale di vendere vino sfuso, nel 2021 ha presentato al pubblico le sue prime etichette: un Cannonau rosso e un Cannonau rosato. L’azienda fa parte dell’Associazione Mamojà, che unisce una serie di produttori del luogo con l’obiettivo di promuovere insieme il vino, il territorio e le tradizioni di Mamojada.

 

16

Cannonau di Sardegna Zibbo 2020 – Cantina Marco Canneddu 95,3/100   prezzo a scaffale enoteca 24 euro circa.

Visione in chiave moderna del Cannonau di queste terre. Pulito, agrumato e dal perfetto controllo della trama tannica, svolge bene il proprio compito esaltando nuance di amarene sotto spirito e pepe verde. La macchia mediterranea si avverte in successione, non costituendo il ruolo di attore protagonista. Elegante e persistente.

L’Azienda:  Cantina Marco Canneddu

Via G. Manno 69 – Mamoiada (NU)

Tel.: +39 3496852916
email: cantinacanneddu@gmail.com

L’azienda della famiglia Canneddu si trova in uno dei luoghi più vocati per la coltivazione del Cannonau, a Mamoiada in provincia di Nuoro. Il microclima dettato dalla peculiare allocazione delle vigne – tra 650 e 900 metri di altezza esposte al sole e al vento, con grandi escursioni termiche notte/giorno – mantiene le piante e le uve sane, al riparo da malattie senza bisogno di interventi chimici. Ma tutta la filiera produttiva dell’azienda, certificata biologica, è improntata all’ecosostenibilità: in vigna si ara con i buoi, si lavora e si vendemmia solo manualmente, in cantina si usano lieviti indigeni e le fermentazioni sono spontanee.

 

15

Cannonau di Sardegna Don Zua 2020 – Cantina Melis 95,5/100   prezzo a scaffale enoteca 35 euro circa.

Vino di buona eleganza complessiva, con richiami agrumati intriganti, uniti a polvere di pepe e macis. Gusto deciso, sulle classiche note fruttate e sapide tra amarene in cottura e scorza di arancia gialla. L’allungo finale è, nel complesso, nella media per la tipologia con una chiosa iodata di assoluto spessore.

L’azienda: Cantina Melis

 

Tel. Mariano Sanna +39 3403920024

Vico Corso Vitt.Emanuele III, 08024 Mamoiada (NU)

Piccola azienda vitivinicola nell’agro di Mamoiada, nata nel 1957, anno in cui è stato impiantato il secondo vigneto. Giovanni Maria Angioy, conosciuto meglio come Don Zua, è stato l’iniziatore dell’attività vitivinicola che con grande lungimiranza aveva creduto in uno dei territori che più si prestano a questo tipo di coltivazione. L’anno stesso della sua morte (1957) decise di impiantare il suo secondo vigneto, che passò in seguito al nipote Emanuele Melis, a cui si deve lo stato di conservazione impeccabile dei vigneti. All’età di 12 anni muove i primi passi nella viticoltura il nipote Mariano Sanna, il giovane viticoltore che gestisce vigna e cantina da più di 10 anni. Grazie a lui la cantina ha intrapreso una linea che dedica particolare attenzione al biologico. La produzione è volta a un vino di nicchia, il Don Zua, che rappresenta appieno le caratteristiche dei Cannonau di Mamoiada.

 

 

14

Cannonau di Sardegna Martis Sero 2020 – Vignaioli Cadinu 96/100    prezzo a scaffale enoteca 30 euro circa.

L’olfatto si muove su un sentiero di visciole mature e mirto. La spezia gioca un ruolo da protagonista anche al gusto ed è un giusto compromesso tra sensazioni scure piccanti e bianche più morbide. Gradevole progressione minerale che promette altre gradite sorprese con un ulteriore riposo in bottiglia.

 

L’azienda: Vignaioli Cadinu

Via Arno, 11 08024 Mamoiada NU

Tel. 3880539034

Email: vignaiolicadinu@gmail.com

Vignaioli Cadinu è una piccola azienda vitivinicola a conduzione familiare che nasce a Mamoiada nel Giugno del 2019 da due fratelli: Pino, piccolo artigiano locale e Giovanni, giovane laureato, entrambi con la passione per la viticoltura, tramandata dal padre nel vigneto di famiglia.
Le vigne sono situate a 750 metri di quota in località “Su Tutturighe”. Questa zona ha caratteristiche ambientali e morfologiche che la rendono particolarmente adatta per la produzione di uve Cannonau. Il sistema di allevamento utilizzato è l’alberello e la conduzione del vigneto è interamente in regime biologico.
“I nostri vini richiamano la tradizione in tutto e per tutto, dalla coltivazione manuale delle viti, alla vinificazione in cantina; anche il nome scelto, Martis Sero, richiama i festeggiamenti del Carnevale di Mamoiada e la figura iconica di Juvanne Martis Sero, che sicuramente, più di tutte, simboleggia il legame ancestrale tra uomo e vino”.

 

12 ex aequo

Cannonau di Sardegna Ghirada Mulinu 2020 – Mertzeoro 96,8/100   prezzo a scaffale enoteca 30 euro circa.

Da una vigna di un ettaro di dieci anni coltivata a 555 metri di altezza nelle campagne di Mamoiada, su suoli derivati da disfacimento granitico. Fermentazione con lieviti autoctoni, affinamento di un anno in botti di rovere da 50 ettolitri. Un vino di semplicità solo apparente, che restituisce puntualmente i profumi e i sapori del territorio: frutti rossi e scuri, macchia mediterranea (mirto in particolare), balsamico e speziato; sorso bilanciato, bella trama tannica, frutto di prim’ordine, finale vivo e succoso.

L’Azienda: Mertzeoro

Tel. 3497589895 / 3396623752

email. cantinamertzeoro@gmail.com

I vigneti si trovano in località Baduorane, con circa un ettaro di Cannonau di dodici anni di età, uno di Granatza di 10 e un nuovo impianto di 3. L’azienda, dedita da sempre alla vendita di vino sfuso, ha iniziato con l’imbottigliamento nel 2019. Mertzeoro, ovvero Melchiorre, è lo stesso re magio che portò l’oro come dono a Gesù, e si riferisce al proprietario Melchiorre Paddeu.

 

12 ex aequo

Cannonau di Sardegna 2019 – Jankara 96,8/100   prezzo a scaffale enoteca 24 euro circa.

Dalla tenuta che la Cantina Jankara possiede nelle vicinanze di  Mamoiada, dove le viti di 18 anni si trovano su un terreno ubicato a circa 750 metri di altezza sul livello del mare, nasce questo vino che affina per 12 mesi in rovere francese, sia barrique che tonneau. Si presenta con note di frutti rossi e accenni speziati che accompagnano un sorso elegante, avvolgente e profondo.

L’Azienda:  Jankara

Vigneti:
Località San Leonardo 07023 Calangianus (SS)

Località: Via Regina Elena, 55 07030 Sant’Antonio di Gallura (SS)

email: renato@vinijankara.com

tel. 3287577060

Il simbolo di Jankara è l’antico stemma del “Gallo di Gallura”, che risale all’anno 1116 e appartiene in origine ad uno dei primi Giudici di Gallura, Il Gallo divenne il simbolo di Gallura dopo un patto che fu stretto con I Pisani durante il regime di Costantino e alla data attuale simboleggia l’antica terra dalle montagne di granito. Fondata da Renato Spanu nel 2006, situata nel nord-est della Sardegna, tra le colline dell’Alta Gallura,  dopo l’acquisto di 8 ettari di terreno nella “Vena di San Leonardo”, all’interno di questa vena, la vigna di Jankara è situata in un “cru” chiamato “Giannaghe” oppure “Jannaca” nel dialetto gallurese, che si ritrova davanti ad un altro storico “Cru” della zona chiamata “Karana” a 300 metri di altezza. Da qualche anno l’azienda ha in affitto una vigna a Mamoiada dove sta sperimentando la produzione di Cannonau in area vocata.

11

Cannonau di Sardegna Mamuthone 2020 – Giuseppe Sedilesu  96,9/100   prezzo a scaffale enoteca 18 euro circa.

L’essenza del territorio di Mamoiada nel vino simbolo della cantina Sedilesu, ottenuto da uve allevate ad alberello, maturato per 12 mesi in botte grande e affinato in bottiglia per almeno tre mesi. L’eleganza e l’armonia olfattiva si esprimono con delicate note fruttate di marasca, ciliegia sotto spirito, prugna, toni speziati e incisivi rimandi balsamici. In bocca è avvolgente ed appagante, morbido, succoso, sorretto da vivace freschezza e sapidità in una cornice tannica setosa e perfettamente integrata. Sorprendente la persistenza nel lunghissimo finale su ritorni di macchia mediterranea. Non filtrato.

 

L’Azienda:   Giuseppe Sedilesu

Località: Via V. Emanuele II, 64, 08024 Mamoiada (NU)

email:giuseppesedilesu@gmail.com

tel: +39 078456791

Sedilesu è un nome ormai noto a tutti gli appassionati del buon bere. Un dei pochi “brand” capace di sdoganarsi al di fuori dei confini isolani, ottenendo anche un ragguardevole successo commerciale, senza mai snaturarsi e restando sempre sardo fino al midollo. I vigneti si trovano ad oltre 600 metri di quota, in quella aspra e fantastica terra da vino che è Mamoiada. Dai ceppi di alberello accuditi con cura e lavorati in maniera artigianale in cantina, escono fuori ogni anno rossi succosi, sapidi e sempre coinvolgenti.

10

Cannonau di Sardegna Riserva Carnevale 2019  – Giuseppe Sedilesu 98/100 prezzo a scaffale enoteca 32 euro circa.

La perfetta sintesi tra forza, carattere, finezza ed eleganza condensata in un solo assaggio per questa Riserva di Cannonau ottenuta da uve allevate ad alberello, con una resa media di circa  40 quintali/ettaro, maturata per 14-16 mesi in barrique ed ulteriori 6 mesi in bottiglia. Accattivante già all’impronta olfattiva con intensi sentori di frutta rossa matura, spezie dolci, erbe aromatiche, effluvi balsamici (eucalipto), macchia mediterranea. Esplosivo all’assaggio. Caldo, materico, dinamico, succoso, sorprende per una trama tannica di spiccata finezza perfettamente integrata. Il finale dalla lunghissima persistenza su ritorni di mirto e lentisco invita più volte al riassaggio e merita la nostra Standing Ovation. Non filtrato.

L’Azienda:  Giuseppe Sedilesu

Via V. Emanuele II, 64, 08024 Mamoiada (NU)

email:giuseppesedilesu@gmail.com

tel: +39 078456791

Sedilesu è un nome ormai noto a tutti gli appassionati del buon bere. Un dei pochi “brand” capace di sdoganarsi al di fuori dei confini isolani, ottenendo anche un ragguardevole successo commerciale, senza mai snaturarsi e restando sempre sardo fino al midollo. I vigneti si trovano ad oltre 600 metri di quota, in quella aspra e fantastica terra da vino che è Mamoiada. Dai ceppi di alberello accuditi con cura e lavorati in maniera artigianale in cantina, escono fuori ogni anno rossi succosi, sapidi e sempre coinvolgenti.

9

Cannonau di Sardegna Ghirada Bruncu Boeli Brulleri 2020 – Osvaldo Soddu 98,1/100 prezzo a scaffale enoteca 21 euro circa.

Il “bruncu” è una sorta di piccolo colle particolarmente vocato ad essere coltivato. Le uve provenienti da tale area concorrono a realizzare un vino di grandissima beva, che merita la Standing Ovation per le sue note eleganti di frutti rossi e per la progressione minerale di forte impatto. Si adatta a mille abbinamenti con le ricette della cucina mediterranea.

L’Azienda:  Osvaldo Soddu

Loc. Badu Orgolesu snc – 08024 Mamoiada (NU)

Tel.: +39 3485264170
email: info@osvaldosoddu.it

La cantina Osvaldo Soddu si trova a un chilometro dal paese di Mamoiada in una zona chiamata Bruncu Boeli a 630 metri di altezza. Osvaldo, il penultimo di otto figli, cresciuto in una famiglia legata più alla pastorizia che alla coltivazione della vite, da ragazzo, non amava occuparsi dei lavori nel vigneto di famiglia. Scopre questa passione solo nel 2004, quando riceve in eredità dal padre un ettaro di terreno, dove si trovava un vigneto di ottant’anni ormai dismesso. A trent’anni ricomincia ad avvicinarsi al mondo del vino con uno spirito diverso: impianta il nuovo vigneto a Cannonau, ristruttura un’antica casa di campagna e costruisce la sua cantina proprio davanti alla vigna. Cresce il legame con la terra, le sue viti e la passione per il vino. Con l’annata 2019, il primo imbottigliamento ufficiale, circa 5000 bottiglie di Cannonau in purezza, vinificato in tre versioni: rosato, rosso e riserva. I vini sono ottenuti come da tradizione, da uve sane, lavorate in biologico, fermentazioni spontanee, pochi solfiti aggiunti.

8

Cannonau di Sardegna Zimò 2020 – Cantina Marco Canneddu 98,2/100 prezzo a scaffale enoteca 17 euro circa.

Zimò è un Cannonau in purezza, ottenuto da vigne giovani locate tra 650 e 900 metri di quota certificate in biologico. Affinato in solo acciaio per realizzare un prodotto che esprima le caratteristiche giovanili del Cannonau e lo renda più immediato ma senza rinunciare alla tipicità ed alla personalità che i vini di questo territorio comunicano. Mostra ricchezza di profumi, netti e puliti, di frutta rossa fresca (prugna e amarena), con note di pepe nero e sfumature tostate. Al gusto è sostanzioso, di carattere. Evidenzia ricordi di frutti rossi, mirto e mirtillo. Il finale è fresco, con acidità equilibrata e ottima bevibilità. Merita la nostra Standing Ovation.

L’azienda:  Cantina Marco Canneddu

Via G. Manno 69 – Mamoiada (NU)

Tel.: +39 3496852916
email: cantinacanneddu@gmail.com

L’azienda della famiglia Canneddu si trova in uno dei luoghi più vocati per la coltivazione del Cannonau, a Mamoiada in provincia di Nuoro. Il microclima dettato dalla peculiare allocazione delle vigne – tra 650 e 900 metri  di altezza esposte al sole e al vento, con grandi escursioni termiche notte/giorno – mantiene le piante e le uve sane, al riparo da malattie senza bisogno di interventi chimici. Ma tutta la filiera produttiva dell’azienda, certificata biologica, è improntata all’ecosostenibilità: in vigna si ara con i buoi, si lavora e si vendemmia solo manualmente, in cantina si usano lieviti indigeni e le fermentazioni sono spontanee.

 

7

Cannonau di Sardegna Berteru 2021 – Luca Gungui 98,3/100 prezzo a scaffale enoteca 38 euro circa.

 

Originalità con un pizzico di carattere e tanto succo, il riassunto di questo figlio di Mamoiada perfettamente tipico ed aderente a quanto di meglio il terroir possa offrire. Gioca sulla potenza fruttata, da fragole selvatiche, visciole e confettura di mirtilli rossi. Sorso vivace, caldo, che narra di erbe officinali, scorza di chinotto e sapidità imperiosa. Lievi sbuffi tra cacao in polvere e foglia di tabacco fanno da cornice ad un quadro memorabile. Ne consegue la nostra Standing Ovation.

L’Azienda: Luca Gungui

Corso Vittorio Emanuele 21, 08024 Mamoiada (Nuoro)

email: cantinagungui@tiscali.it

tel.+39 3473320735

Luca Gungui, 35 anni, dopo una laurea in Scienze della Pubblica Amministrazione col massimo dei voti e varie esperienze lavorative nel settore pubblico, nel 2015 ha scelto di tornare alle radici, e alla gestione dell’azienda familiare a Mamoiada. Grazie ad attenzione e cura maniacale della vigna ha ottenuto risultati subito eccellenti, con vini che parlano schiettamente di territorio.

 

6

Cannonau di Sardegna Perdas Longas 2020 – Francesco Cadinu 98,5/100   prezzo a scaffale enoteca 35 euro circa.

 

 

Da alberelli di 70 anni allevati a Mamoiada a un’altezza di 650 metri, da terreni derivati da disfacimento granitico. Fermenta sui propri lieviti e affina per 12-14 mesi in botti di castagno. Odora di frutti neri maturi, macchia mediterranea, sottobosco, restituisce puntualmente la tipica speziatura del vitigno. Tannini eleganti e raffinati, per una beva succosa, morbida e di eccellente persistenza, da Standing Ovation.

L’Azienda:  Francesco Cadinu

Località: Via Vittorio Emanuele II, 37 – 08024 Mamoiada (NU)

Tel.: +39 3290906997
email: cantinafrancescocadinu@gmail.com

Da meno di dieci anni Francesco Cadinu etichetta i suoi vini, eppure è già da considerare uno dei leader della vivace scena di Mamoiada, animata dalla meritoria Associazione Mamojà. Naturalmente il Cannonau fa parte da sempre della vita della sua famiglia (e di quella della moglie Simonetta). I vigneti di proprietà si estendono per 6 ettari, con un’età che varia dai 20 ai 120 anni, coltivati ad alberello con metodi tradizionali: si pratica ancora l’aratura con i buoi. Già dalla vendemmia 2020 la consulenza enologica è affidata al bravissimo Emiliano Falsini.

5

Cannonau di Sardegna Riserva Ghirada Tarasunele 2019 – Antonio Mele 98,7/100 prezzo a scaffale enoteca 36 euro circa.

Veste elegante nella sua massima espressione, tra ciliegie succose, estratti di mirto e mineralità appaganti. Si potrebbe continuare all’infinito, trovando nel sorso la piacevolezza di tanta materia succosa, fatta da composta di mirtilli e pepe in polvere dal finale balsamico quasi infinito. Emozione allo stato puro e Standing Ovation.

 

 

L’Azienda: Antonio Mele

Via E. Berlinguer, 25 08024 Mamoiada (NU)
+39 347 0559522
cantinaantoniomele@gmail.com

La Cantina Antonio Mele, gestita dai fratelli Antonio e Salvatore, nasce a Mamoiada nel 2017 con l’appoggio decisivo dell’associazione Mamojà. Le vigne, interamente coltivate a Cannonau, sono lavorate in modo tradizionale e biologico. I vigneti si trovano a “Su hastru e su orvu” ovvero “La fortezza del corvo”, immagine figurativa a cui si ispira il logo della Cantina, e in località “Tarasunele”. Nel 2020 è stato impiantato un ettaro di Granazza, in una zona chiamata “Sa Cuculia” a 690 metri di quota.

 

4

Cannonau di Sardegna Ghirada Foddigheddu 2019 – Cantina Montisci Vitzizzai 99/100  prezzo a scaffale enoteca 41 euro circa.

Se, come diceva Galileo, “il vino è un composto di umore e luce”, quando è eccellente può brillare come un faro nella notte. Interpretazione sublime del territorio, con un carattere fatto di macchia mediterranea, more selvatiche e crème de cassis. Da Standing Ovation anche il finale iodato, quasi al limite del salmastro. Di gran nerbo, classe e dai tannini setosi perfettamente integrati.

 

L’azienda:  Montisci Vitzizzai

Corso Vittorio Emanuele III 121

08024  Mamoiada

gianluigimontisci@hotmail.com

tel.+39  3805339704

La Cantina Montisci Vitzizzai è un’azienda a conduzione familiare condotta dai coniugi Gianluigi e Marcella. Le vigne sono coltivate ad alberello, su terreni di origine granitica, nella parte alta di una vallata di Mamoiada chiamata “Foddigheddu” a 700 metri di altezza. La cantina rappresenta una giovane realtà produttiva di Mamoiada che, attraverso l’associazione Mamojà,  ha iniziato ad imbottigliare il vino proveniente dal Cannonau delle proprie vigne ottenendo da subito riconoscimenti e apprezzamenti. L’azienda lavora in biologico. La raccolta delle uve è fatta a mano e la vinificazione è tradizionale, senza l’aggiunta di lieviti o altri coadiuvanti.

3

Izzos 2021 – Pino Paddeu (bottiglia da un litro con tappo di ceramica) 99,2/100 prezzo a scaffale enoteca 33 euro circa.

Da un piccolo produttore artigianale (2 ettari di vigneti) di Mamojada arriva questo Cannonau in purezza, prodotto  con tecniche tradizionali originarie della zona. Il vino non subisce nessuna filtrazione o uso di additivi, e utilizza solo lieviti indigeni. Diciamolo subito: si tratta di un piccolo capolavoro. Affinato 9 mesi in botti di castagno. Dal colore rubino carico, al naso evidenzia profumi intensi di frutta matura (lamponi, prugne, fragole) e macchia mediterranea, con note di spezie scure e nuance fumé. In bocca ritornano le note di frutta matura: prugna, rabarbaro, mora; il sorso è intenso ma equilibrato, il tannino vellutato quasi setoso, il finale fresco e di grande bevibilità. Convincente Standing Ovation.

 

L’azienda: Pino Paddeu

Via San Cosimo 42 08024 Mamoiada (NU)

tel. +39 340 5889539

Piccolo produttore con viti (2 ettari) in località Piliarvu, condotte con bassissimo impatto ambientale, e innestate direttamente in campo con talee recuperate da vigneto ultracentenario. La vinificazione avviene a cappello sommerso con una parte dei raspi in immersione. Segue affinamento in botti di castagno nuove. La bottiglia utilizzata è da un litro e la chiusura con tappo di ceramica.

 

2

Cannonau di Sardegna Ghirada Fittiloghe 2020 – Francesco Cadinu  99,5/100 prezzo a scaffale enoteca 49 euro circa.

 

Nasce da una vigna di oltre 120 anni, situata in zona Fittiloghe. Il vigneto è lavorato con l’esclusivo impiego di buoi, mentre le uve vengono fermentate spontaneamente. L’affinamento in piccole botti di castagno per 15 mesi garantisce un assaggio indimenticabile già al primo sorso con frutti rossi e spezie che anticipano ricchezza, eleganza e tipicità con una lunghezza iodata interminabile. La conseguenza è la nostra Standing Ovation.

 

L’Azienda:  Francesco Cadinu

Via Vittorio Emanuele II, 37 – 08024 Mamoiada (NU)

Tel.: +39 3290906997
email: cantinafrancescocadinu@gmail.com

Da meno di dieci anni Francesco Cadinu etichetta i suoi vini, eppure è già da considerare uno dei leader della vivace scena di Mamoiada, animata dalla meritoria Associazione Mamojà. Naturalmente il Cannonau fa parte da sempre della vita della sua famiglia (e di quella della moglie Simonetta). I vigneti di proprietà si estendono per 6 ettari, con un’età che varia dai 20 ai 120 anni, coltivati ad alberello con metodi tradizionali: si pratica ancora l’aratura con i buoi. Già dalla vendemmia 2020 la consulenza enologica è affidata al bravissimo Emiliano Falsini.

1

Cannonau di Sardegna De Vidda 2021 – Pasquale Bonamici 99,7/100 prezzo a scaffale enoteca 30 euro circa.

 

I campioni di razza si scorgono dalla partenza sino a fine gara. Uve selezionate ad altitudini proibitive, tra le maggiori dell’areale. Frutta di bosco a profusione, con aggiunta di amarene ed arancia rossa. Denso e succoso, non ti stanca mai durante l’assaggio. Un sorso di Sardegna di estrema finezza e potenza, con un lunghissimo futuro davanti al suo sguardo ed una Standing Ovation nell’immediato presente. De Vidda significa “di paese”, ed era l’espressione che usava il padre di Pasquale quando portava fuori città il suo vino sfuso per sottolineare l’appartenenza territoriale dello stesso.

L’azienda: Pasquale Bonamici

Tel. +39 3282726943

Dal 2020 Pasquale Bonamici vinifica solo le sue uve, con fermentazioni spontanee e solo in acciaio, e solo nelle annate favorevoli. Circa 5 mila bottiglie prodotte. Vigne a circa 750 metri di quota in zona Sa ‘Oprecada, allevate con rispetto della natura e dell’ecosistema. La Riserva 2021, che uscirà nel 2023 deriva da vigne di circa 120 anni di età.

 

La Classifica dei migliori Cannonau del territorio di Oliena

8

Nepente di Oliena Vosté 2021 – Iolei Nois 95/100 prezzo a scaffale enoteca 18 euro circa.

 

Selezione in grande spolvero, ricca di sostanza e dal nerbo agrumato. Si evidenziano note di evoluzione che richiamano il tabacco biondo e le fave di cacao, frutti di bosco e pepe nero. Sorso mediterraneo, declinato sulle fragranze di mirto ed humus. Allungo sapido di buona persistenza che promette notevole longevità al vino.

L’azienda:  Iolei – Nois

 

Azienda

Iolei

Via Nuoro – 08025 Oliena

mail: info@iolei.it

tel: + 39 3488863219

Azienda dinamica e ormai alla terza generazione. Tre ettari vitati, con produzione che si attesta intorno alle 15 mila bottiglie: vini realizzati con le uve tradizionali, Cannonau e Vermentino. E di forte impronta territoriale, conseguenza di scelte ben precise, con basso intervento in vigna, vinificazione e affinamento in acciaio (solo per la riserva si utilizza la botte) ad esaltare frutto, bevibilità e tipicità.

7

Cannonau di Sardegna Nepente di Oliena Frutos 2020 – Gostolai 95,1/100   prezzo a scaffale enoteca 12 euro circa.

 

 

Sentori agrumati si uniscono a note di spezie e macchia mediterranea, anticipando un sorso sapido, fresco, succoso che si chiude con un lungo finale balsamico e iodato. Ottimo il rapporto qualità-prezzo.

L’Azienda:  Gostolai

Via Friuli Venezia Giulia 24 – 08025 Oliena (NU)

Tel.: +39 0784288417
email: info@gostolai.it

L’azienda di Tonino Arcadu merita attenzione e rispetto. Perché se è vero che la maggior parte dell’uva lavorata viene acquistata, è anche vero che Tonino è un acutissimo selezionatore dei migliori grappoli di Oliena, che usa per produrre un Cannonau fedele alla tradizione e alla storia del Nepente.

 

6

Cannonau di Sardegna 2021 – Iolei Nois 95,2/100   prezzo a scaffale enoteca 15 euro circa.

 

Vinificazione in acciaio ed affinamento in bottiglia. Quando l’apparente semplicità fa rima con complessità: quella degli aromi olfattivi che raccontano di territori incontaminati. Marasche fragranti ed erbe officinali, con liquirizia in chiusura. Infine la bocca straordinariamente avvolgente, con le componenti polifenoliche in grande spolvero, saporite e persistenti. Il mare rivive in un sorso succoso.

 

L’Azienda:  Iolei – Nois

 

Azienda: Iolei

Via Nuoro – 08025 Oliena

mail: info@iolei.it

tel: + 39 3488863219

Azienda dinamica e ormai alla terza generazione. Tre ettari vitati, con produzione che si attesta intorno alle 15 mila bottiglie: vini realizzati con le uve tradizionali, Cannonau e Vermentino. E di forte impronta territoriale, conseguenza di scelte ben precise, con basso intervento in vigna, vinificazione e affinamento in acciaio (solo per la riserva si utilizza la botte) ad esaltare frutto, bevibilità e tipicità.

5

Cannonau di Sardegna Nepente di Oliena Purpura  2020 – Gostolai 95,5/100    prezzo a scaffale enoteca 14 euro circa.

 

Profumi intensi e tipici, richiami minerali e terrosi, melograno e violette, anticipano un sorso bilanciato e caldo, con una buona carica glicerica a contrastare tannini finissimi.

 

L’azienda:  Gostolai

Via Friuli Venezia Giulia 24 – 08025 Oliena (NU)

Tel.: +39 0784288417
email: info@gostolai.it

L’azienda di Tonino Arcadu merita attenzione e rispetto. Perché se è vero che la maggior parte dell’uva lavorata viene acquistata, è anche vero che Tonino è un acutissimo selezionatore dei migliori grappoli di Oliena, che usa per produrre un Cannonau fedele alla tradizione e alla storia del Nepente.

 

4

Cannonau di Sardegna S’Incontru 2019 – Vignaioli di Oliena 96/100    prezzo a scaffale enoteca 13 euro circa (la foto si riferisce all’annata 2017 ma abbiamo assaggiato la 2019).

Gustoso nel suo modo di giocare con la frutta rossa, magari sotto spirito. Ciliegie, amarene e persino un tocco di arancia sanguinella. Prosegue agile verso un corredo intenso di spezie, con piacevoli digressioni tra lentisco e pianta di mirto. Vino appagante anche al palato, con un finale salmastro decisamente espressivo.

L’azienda:  Vignaioli di Oliena

Via XX Settembre 39
08025 Oliena (NU) – Sardegna

Gianni Giobbe +39 349 786 4319
Antonello Puligheddu +39 347 1209382
Badore Congiu +39 339 473 8841

email: vignaiolioliena@gmail.com

Una cooperativa nata da poco che va ad aggiungersi a quella già esistente e ben conosciuta da tanti anni. I primi risultati evidenziano che la direzione intrapresa è quella giusta con la produzione di vini molto territoriali e di ottimo livello qualitativo.

3

Cannonau di Sardegna Nepente di Oliena 2020 – Cantina Oliena 96,2/100   prezzo a scaffale enoteca 12 euro circa.

 

Un’etichetta che nel tempo conferma la sua affidabilità. Vino sincero e schietto, come gli abitanti della Sardegna. Naso tipico da macchia mediterranea, con un richiamo di fiori (viola), unito a spezie dolci fragranti. Al palato riesce ad esaltare l’idea di piacevolezza con un sorso succoso e ravvivante nelle freschezze agrumate e balsamiche. Scorre leggiadro fino alla chiusura sapida frutto di tannini gustosi e ben integrati.

 

L’azienda:  Cantina Oliena

Via Nuoro 112 – 08025 Oliena (NU)

Tel.: +39 0784 287509
email: infoo@cantinasocialeoliena.it

Dal lontano 1950, anno di fondazione, la cooperativa punta tutto sulla qualità delle uve Cannonau coltivate in zona, ed è tra le poche ad avvalersi di specifica sotto-denominazione. Il Nepente di Oliena celebrato da D’Annunzio è tornato a essere, dopo qualche anno di appannamento, uno dei rossi più caratterizzati dell’isola: e ora non mancano le bottiglie di grande qualità. La consulenza enologica è del bravissimo Daniele Manca.

2

Cannonau di Sardegna Nepente di Oliena Tiscali 2020 – Fratelli Puddu 97/100    prezzo a scaffale enoteca 12 euro circa.

Vino che gioca le sue carte sulla bevibilità, freschezza, sapidità e scorrevolezza del sorso senza rinunciare a materia e complessità. Note speziate, balsamiche e ricordi di macchia mediterranea caratterizzano il quadro olfattivo, arricchito peraltro da note speziate che sottolineano un lungo e succoso finale.

 

L’Azienda:  Fratelli Puddu

Località Orbuddai – 08025 Oliena (NU)

Tel.: +39 0784 288457
email: info@aziendapuddu.it

Nina Puddu con tenacia e determinazione porta avanti il progetto di famiglia: produrre cioè Cannonau fedeli alla storia della vocatissima zona di Oliena. I vini riescono a convincere contemporaneamente modernisti e tradizionalisti.

 

1

Cannonau di Sardegna Nepente di Oliena Carros 2019 – Fratelli Puddu 98,5/100 prezzo a scaffale enoteca 18 euro circa.

 

Il Carros nasce dai vigneti di Orbiddai, ai piedi del monte Corrasi, su terreni composti da un suolo derivante da disfacimento granitico. Matura e affina in tonneau da 500 litri per dodici mesi e ulteriori tre mesi in bottiglia. Dal colore granato luminoso, ha sentori tipici di corteccia, erbe officinali (china), tabacco e piccoli frutti di bosco. In bocca è denso, con tannini vibranti. Il finale, succoso e speziato, insiste su sensazioni minerali e agrumate. Vino dall’ampio bagaglio aromatico, molto appagante. Meritata Standing Ovation.

L’azienda:  Fratelli Puddu

Località Orbuddai – 08025 Oliena (NU)

Tel.: +39 0784 288457
email: info@aziendapuddu.it

Nina Puddu con tenacia e determinazione porta avanti il progetto di famiglia: produrre cioè Cannonau fedeli alla storia della vocatissima zona di Oliena. I vini riescono a convincere contemporaneamente modernisti e tradizionalisti.

 

La Classifica dei migliori Cannonau del territorio di Orgosolo

5

Cannonau di Sardegna Urùlu 2019 – Cantine di Orgosolo 96,4/100   prezzo a scaffale enoteca 22 euro circa.

 

 

Vino di carattere ed eleganza. Si muove sinuoso sul classico timbro aromatico della Sardegna più autentica: mirto e lentisco. Lo precede un frutto succoso che richiama il pompelmo rosa, la melagrana e la gelatina di amarene. Al gusto prosegue su quanto accennato in precedenza, aggiungendo un corredo di spezie scure ben equilibrate. Si apprezza adesso e per molto tempo ancora.

L’azienda:  Cantine di Orgosolo

Via E. Mattana, Zona P.I.P. – 08027 Orgosolo (NU)

Tel.: +39 0784 403096
email: info@cantinediorgosolo.it

Un gruppo di piccoli produttori, ciascuno con una propria storia ed esperienza produttiva alle spalle, costituiscono nel 2007 la società Cantine di Orgosolo e da allora selezionano le migliori uve Cannonau provenienti dai propri vigneti, per produrre in maniera artigianale dei vini rossi autentici, complessi, fortemente legati alla tradizione del luogo. L’impresa nasce ad Orgosolo, importante centro della Barbagia famoso per i suoi murales ed il Supramonte, caratterizzato da una realtà viticola formata da piccoli appezzamenti. La cantina è posta all’ingresso del centro abitato, per chi viene da Nuoro. Realizzata con tecniche e materiali ed attrezzature di nuova concezione, risulta essere molto funzionale ed adatta alle operazioni di trasformazione ed alla ricezione degli ospiti che intendono degustare i vini della cantina.

4

Cannonau di Sardegna Neale 2019 – Cantine di Orgosolo 97,3/100    prezzo a scaffale enoteca 14 euro circa.

Delicato e possente al contempo. Tripudio di erbe mediterranee al naso, con note di ribes rossi e confettura di mirtilli. Al palato coinvolge per sapori in vecchio stile, rinforzati da tannini palpabili e saporiti.

L’azienda:  Cantine di Orgosolo

Via E. Mattana, Zona P.I.P. – 08027 Orgosolo (NU)

Tel.: +39 0784 403096
email: info@cantinediorgosolo.it

Un gruppo di piccoli produttori, ciascuno con una propria storia ed esperienza produttiva alle spalle, costituiscono nel 2007 la società Cantine di Orgosolo e da allora selezionano le migliori uve Cannonau provenienti dai propri vigneti, per produrre in maniera artigianale dei vini rossi autentici, complessi, fortemente legati alla tradizione del luogo. L’impresa nasce ad Orgosolo, importante centro della Barbagia famoso per i suoi murales ed il Supramonte, caratterizzato da una realtà viticola formata da piccoli appezzamenti. La cantina è posta all’ingresso del centro abitato, per chi viene da Nuoro. Realizzata con tecniche e materiali ed attrezzature di nuova concezione, risulta essere molto funzionale ed adatta alle operazioni di trasformazione ed alla ricezione degli ospiti che intendono degustare i vini della cantina.

3

Cannonau di Sardegna Classico Soroi 2019 – Cantine di Orgosolo 98/100 prezzo a scaffale enoteca 27 euro circa.

Immaginare di trovarsi in Sardegna, accarezzati dal vento di maestrale con il classico timbro di macchia mediterranea. Non potrebbe esserci miglior rappresentazione per questo vino semplicemente unico. Un campione di razza vestito di frutta rossa croccante, nuance speziate calde ed allungo iodato sul finale. Lascia la bocca elegante e pulita, su riverberi officinali e sapidi. Inevitabile la nostra Standing Ovation.

L’azienda:  Cantine di Orgosolo

Via E. Mattana, Zona P.I.P. – 08027 Orgosolo (NU)

Tel.: +39 0784 403096
email: info@cantinediorgosolo.it

Un gruppo di piccoli produttori, ciascuno con una propria storia ed esperienza produttiva alle spalle, costituiscono nel 2007 la società Cantine di Orgosolo e da allora selezionano le migliori uve Cannonau provenienti dai propri vigneti, per produrre in maniera artigianale dei vini rossi autentici, complessi, fortemente legati alla tradizione del luogo. L’impresa nasce ad Orgosolo, importante centro della Barbagia famoso per i suoi murales ed il Supramonte, caratterizzato da una realtà viticola formata da piccoli appezzamenti. La cantina è posta all’ingresso del centro abitato, per chi viene da Nuoro. Realizzata con tecniche e materiali ed attrezzature di nuova concezione, risulta essere molto funzionale ed adatta alle operazioni di trasformazione ed alla ricezione degli ospiti che intendono degustare i vini della cantina.

 

2

Cannonau di Sardegna 2021 – Cantina Orgosa 99,6/100 prezzo a scaffale enoteca 19 euro circa.

Commovente. Quando si pensa ai capolavori d’arte italiana bisognerebbe includere vini di tale profilo. Rispetta in pieno il terroir, con una coerenza tra olfatto e gusto che lascia spiazzato l’assaggiatore. Naso ampio, tra mirto, elicriso e fiori di giaggiolo. Proseguono in rapida successione note di marasca, pepe verde e mineralità. Sorso imperioso, puro succo di erbe officinali e agrumi rossi. Interminabile il finale salino e iodato che vale la nostra Standing Ovation.

L’Azienda: Cantina Orgosa

Loc.Lucuriò 08027 Orgosolo (Nuoro)

email: mgorgosolo@tiscali.it

tel. +39 3397784958

L’azienda Vitivinicola  Orgosa è stata la prima azienda a produrre vino in bottiglia a Orgosolo. Nasce nel 2002 grazie all’intuizione di Giuseppe Musina che, recuperando i vigneti di famiglia, si  reinventa agricoltore ed artigiano, riuscendo nell’impresa di produrre vini dal carattere marcatamente territoriale, spontanei, sinceri, dal frutto fragrante e di beva irresistibile. I vigneti sono situati nella valle di Locoe, su terreni composti da sabbione da disfacimento granitico, dove è sita anche la cantina e nella valle Sorasi, alle falde del Supramonte, con terreno prevalentemente calcareo. Il principale vitigno allevato è il Cannonau a cui si aggiungono in piccole quantità la Granazza, il Carignano, il Pascale e il Sangue di Cristo.

1

Cannonau di Sardegna Luna Vona 2020 – Cantine di Orgosolo 99,7/100 prezzo a scaffale enoteca 22 euro circa.

 

Un Cannonau ricco di suggestioni: dai sentori di macchia mediterranea misti a note ematiche, di cuoio e tabacco, ai toni fruttati di prugna, mora e ciliegia, intensi e persistenti. Il tutto con un equilibrio, una continuità e una persistenza che rendono il sorso indimenticabile. Un finale agrumato e sapido conferisce al vino una freschezza stupefacente che ne fa un vero paradigma della tipicità del vitigno. Merita la Standing Ovation.

L’azienda:  Cantine di Orgosolo

Via E. Mattana, Zona P.I.P. – 08027 Orgosolo (NU)

Tel.: +39 0784 403096
email: info@cantinediorgosolo.it

Un gruppo di piccoli produttori, ciascuno con una propria storia ed esperienza produttiva alle spalle, costituiscono nel 2007 la società Cantine di Orgosolo e da allora selezionano le migliori uve Cannonau provenienti dai propri vigneti, per produrre in maniera artigianale dei vini rossi autentici, complessi, fortemente legati alla tradizione del luogo. L’impresa nasce ad Orgosolo, importante centro della Barbagia famoso per i suoi murales ed il Supramonte, caratterizzato da una realtà viticola formata da piccoli appezzamenti. La cantina è posta all’ingresso del centro abitato, per chi viene da Nuoro. Realizzata con tecniche e materiali ed attrezzature di nuova concezione, risulta essere molto funzionale ed adatta alle operazioni di trasformazione ed alla ricezione degli ospiti che intendono degustare i vini della cantina.

 

La Classifica dei migliori Cannonau del territorio di Altri Territori

15

Cannonau di Sardegna Anzenas 2020  – Cantine di Dolianova 95/100 (territorio/zona dei vigneti: Dolianova) prezzo a scaffale enoteca 16 euro circa.

 

Gradevole espressione del territorio, improntata fin da subito sull’immediatezza di beva. La frutta è densa e ricorda la confettura di mirtilli. Chiude verso note ematiche e di pepe nero in grani. Gli aromi di bocca spingono verso parti terziarie dovute ad evoluzione, rammentando liquirizia, eucalipto e note di torrefazione (caffè).

L’azienda:  Cantine di Dolianova

Località: Sant’Esu S.S. 387 km. 17+150

09041 Dolianova (CA)

Tel: +39.070744101

email: info@cantinedidolianova.it

La Cantina di Dolianova è nata nel 1949 dall’unione di 35 agricoltori che pian piano hanno costruito la più grande azienda vinicola della Sardegna con i suoi 1.200 ettari di vigneti propri e a 300 soci conferenti. Racchiude nella sua storia tutta l’identità dei vitigni autoctoni che hanno reso celebri i vini di questa terra, ottenendo importanti e unanimi riconoscimenti da tutta la critica enologica, nazionale e internazionale. Si caratterizza per uno straordinario rapporto qualità prezzo dei suoi prodotti.

 

14

Cannonau di Sardegna Riserva Sileno 2018 – Ferruccio Deiana 95,1/100  (territorio/zona dei vigneti: Parteolla) prezzo a scaffale enoteca 16 euro circa.

Potente e allo stesso tempo garbata ed elegante questa Riserva di Cannonau affinata per 10 mesi in botti grandi di rovere e almeno tre mesi in bottiglia. Al naso si impone con intense note di frutti rossi maturi, mora, amarena, spezie dolci (vaniglia), accenni agrumati. Sorso pieno, caldo, materico, sorretto da viva freschezza con impronta salina e balsamica. Una lunga progressione iodata e succosa conduce ad un finale appagante su rimandi fruttati.

 

L’azienda:  Ferruccio Deiana

Località: Su Leunaxi, 09040 Settimo San Pietro CA

Tel.+39 070749117

email: info@ferrucciodeiana.it

La cantina Ferruccio Deiana è situata presso il comune di Settimo S.Pietro in località Su Leunaxi, nel cuore del Parteolla e Basso Campidano. La sua struttura ricorda i vecchi casolari campidanesi, ed è circondata da vigneti di Vermentino, Nasco, Malvasia, Moscato, Cannonau, Monica, Carignano ed alcuni vitigni internazionali, in una cornice che vede la presenza anche degli ulivi. Le viti risalgono ai primi anni ’90, la cantina può contare oggi su cento ettari di vigne impiantati con un sistema di allevamento a Guyot.

 

13

Cannonau di Sardegna Nau 2021 – Mora&Memo 95,2/100  (territorio/zona dei vigneti: Serdiana) prezzo a scaffale enoteca 19 euro circa.

 

Profumi di piccoli frutti rossi e note speziate e di caffè. Morbido ed elegante nei tannini ma di grande struttura e piacevolezza. Il sorso è fresco e sapido e si chiude con un lungo finale su ricordi di macchia mediterranea.

L’Azienda:  Mora&Memo 

Via Giuseppe Verdi, 9

09040 Serdiana, Sardegna, Italia

Tel +39 33 119 7 2266

email: info (@)morememo.it

La tenuta Mora&Memo si trova a Serdiana, a sud est dell’Isola di Sardegna. I vigneti con un’età media di circa 30 anni, coprono una superficie di circa 40 ettari, a pochi chilometri, in linea d’aria, dal mare, su terreni argillosi, sabbiosi e calcarei. Vermentino, Cannonau, Monica e alcuni vitigni internazionali, costituiscono il panorama ampelografico aziendale. Tutti i vini sono prodotti con uve coltivate secondo i metodi della lotta biologica integrata, secondo quella che è la filosofia di  Elisabetta Pala, ovvero quella di “fare vini capaci di esprimere la mia terra ma anche il mio carattere”. Davvero interessanti le raffigurazioni in etichetta scelte per rappresentare i singoli vini. Ai quattro mori, bandiera e simbolo della Sardegna, Mora&Memo contrappone, in modo originale e creativo, le Bandidas, dei personaggi creati dall’estro di Katia Marcias raffiguranti le orgogliose donne sarde ispirate ai grandi valori arcaici della donna nuragica.

12

Cannonau di Sardegna Noah 2020 – Cantine Pauli’s Monserrato 95,4/100  (territorio/zona dei vigneti: Monserrato, Cagliari) prezzo a scaffale enoteca 16 euro circa.

Il Noah è ottenuto da una selezione di uve Cannonau in purezza. I vigneti sono locati nel sud della Sardegna, vicini al mare. Dal colore rubino limpido, ha profumi di frutti rossi (prugna, ciliegia), mirto e di macchia mediterranea. Nel palato è strutturato, asciutto, i tannini dolci si fondono con aromi di frutti scuri (mirtillo, amarena) ed erbe aromatiche. Il sorso è succoso, morbido e speziato, con un finale lungo, sapido e iodato.

 

L’Azienda:  Cantine Pauli’s di Monserrato 

Località:  Via Giulio Cesare n°2 – Monserrato – Cagliari

Tel.   070 560301

email:  info@cantinepaulis.it

Cantina Sociale fondata nel lontano 1924 (la prima nata in Sardegna) con vigneti che si estendono per 450 ettari in provincia di Cagliari. Le varietà coltivate sono principalmente Cannonau, Vermentino, Monica, Nuragus, Moscato e Nasco. La Consulenza enologica è del bravissimo Umberto Trombelli.

 

11

Cannonau di Sardegna Centosere 2021 – Pala 95,6/100 (territorio/zona dei vigneti: Serdiana) prezzo a scaffale enoteca 13 euro circa.

 

Profumi intensi di mirto e altri piccoli frutti a bacca nera si uniscono a sentori agrumati da arancia sanguinella e a note speziate scure (pepe nero). Il sorso è asciutto e incisivo, sapido e fresco e si chiude con un lungo finale su ricordi di corbezzolo. Vino che coniuga struttura e persistenza con eleganza e finezza.

L’Azienda:  Pala

Via Verdi, 7 – 09040 Serdiana

Tel +39 070 740284

email: info@pala.it

Mario Pala rappresenta la quarta generazione di una famiglia da sempre dedita alla viticoltura e inscindibilmente legata alla terra di Sardegna. Nel 1950, con la prima vendemmia, iniziava la storia aziendale che oggi vede Mario affiancato dalla moglie Rita e dai figli Massimiliano, Maria Antonietta ed Elisabetta sempre più attenti a produrre  vini che siano fortemente espressivi del territorio, nel pieno rispetto delle tradizioni vitivinicole tramandate. Nel 2020 si sono spente le candeline per festeggiare la settantesima vendemmia.

10

Cannonau di Sardegna Giogu 2020 – Famiglia Demelas 96/100 (territorio/zona dei vigneti: Mandrolisai) prezzo a scaffale enoteca 20 euro circa.

Nell’etichetta del vino compare la trottola (detta sa barduffula in sardo), uno dei giochi (giogu) sardi tradizionali. Vino ottenuto da uve Cannonau in purezza. I vigneti sono locati a S’Ulimu (Atzara), nel Mandrolisai, a circa 500 metri di quota su terreni a disfacimento granitico con percentuali di sabbie e argille. Al naso rivela profumi di macchia mediterranea, di frutti scuri ed erbe amare (china, genziana), con sensazioni fumé.  Nel palato è accattivante, emergono ricordi agrumati, il tannino è sottile, il sorso sapido e saporito, molto persistente. Vino dinamico ed espressivo.

 

L’Azienda:  Famiglia Demelas

Località S’ULIMU 08030 ATZARA (NU)

email: info@famigliademelas.com

Tel. 347 0993307

Ad Atzara, nel vocatissimo territorio del Mandrolisai, la Famiglia Demelas, che per tanti anni ed alcune generazioni ha prodotto vino sfuso, ha deciso nel 2019 di passare all’imbottigliamento con risultati da subito lusinghieri. Il nome dei vini naturalmente è in lingua sarda e le etichette sono ideate dall’artista Patta Artist che si è ispirato alla tradizione in chiave moderna.

 

9

Cannonau di Sardegna Athentu 2020 – Corona Ruia 96,4/100 (territorio/zona dei vigneti: Romangia) prezzo a scaffale enoteca 25 euro circa.

Athentu significa “attenzione” ed è proprio quello che dobbiamo riservare a questo vino dal colore rosso rubino chiaro. Un vino determinato, di carattere ma anche elegante. Naso speziato, fruttato e floreale, lungo e persistente che termina con sensazioni iodate. Il sorso è avvolgente, con note alcoliche che vengono bilanciate da sapidità e freschezza.

L’Azienda:  Corona Ruia

Località:  Pedras de Fogu, 07037 – Sorso (SS)

Tel.  +39 349 7406356

email: info@coronaruia.it

La storia di questa azienda inizia nel 1925 grazie al bisnonno Mereu. Ubicata nella Romangia, zona della Sardegna nord-occidentale del Logudoro, la terra più fertile dell’intera Isola che apparteneva, nel Medioevo, al Giudicato di Torres di cui oggi Porto Torres ricorda le vestigia. Un terreno, calcareo e arenario che poggia su un substrato di vulcaniti e marne, offre alle uve autoctone profumi e sapori unici.

 

8

Cannonau di Sardegna Naniha 2021 – Tenute Perdarubia 96,6/100 (territorio/zona dei vigneti: Ogliastra) prezzo a scaffale enoteca 18 euro circa.

 

Il Naniha è un Cannonau in purezza da vigne di 20 anni a piede franco coltivate con metodo biologico e collocate nella zona dell’Ogliastra, su terreni d’origine granitica. Matura in acciaio e affina in bottiglia. Vino moderno capace di mantenere lo stile e le caratteristiche del territorio. Dal colore rubino con riflessi violacei, ha sentori intensi di piccoli frutti rossi, spezie e bacche (mirto), con sfumature balsamiche. Il sorso è succoso, con un tannino discreto e ricordi di liquirizia e china. Il finale di bocca è asciutto, equilibrato e con una ottima persistenza iodata.

L’azienda: Tenute Perdarubia

Via Asproni 29, 08100 Nuoro NU

info@tenuteperdarubia.com

Nel 1945 nasce Perda Rubia, da un’idea del commendator Mario Mereu, e vedrà la prima vendemmia nel 1949. Renato Mereu, figlio di Mario, porta avanti l’attività di famiglia, impiantando nel 1971 nuovi vigneti a piede franco con una nuova concezione di tipo colturale. Nel 2014 la terza generazione della famiglia Mereu dà avvio ad un’importante opera di rinnovamento e rilancio introducendo la nuova etichetta Naniha, con l’obiettivo di presentare il Cannonau “in purezza” sui nuovi mercati internazionali, pur nel rispetto dei tradizionali metodi di lavorazione, tramandati nel corso della settantennale attività. Oggi l’azienda dispone di circa 600 ettari di superficie, tutti condotti in biologico, di cui 20 ettari destinati a vigneto.

 

7

Cannonau di Sardegna Noras 2019 – Cantina Santadi 97/100   (territorio/zona dei vigneti: Santadi) prezzo a scaffale enoteca 10 euro circa.

Di colore rosso rubino intenso, tendente al granato, presenta al naso note mediterranee, complesse, aromi di mirtilli e more mature, spezie dolci. Il sorso è fresco, sapido, avvolgente con tannini di rara finezza e termina con eleganti note iodate.

 

L’Azienda:   Cantina Santadi

Via Cagliari, 78 – 09010 Santadi

email: info@cantinadisantadi.it

tel. +39 0781950127

Nata negli anni Sessanta del Novecento, è probabilmente la cantina sociale del Sulcis più importante da un punto di vista storico, con un ruolo pionieristico per la valorizzazione del Carignano in termini di qualità e potenziale commerciale. È qui che Giacomo Tachis creò nel 1984 il Terre Brune, uno degli ambasciatori del vino sardo nel mondo. Oggi la via a fianco della sede aziendale prende il nome del celebre enologo. I soci sono circa 200, il patrimonio vitato (Vermentino compreso) è di ben 600 ettari.

6

Cannonau di Sardegna  Ziu Pedru 2018 – Cantina Fara 97,3/100    (territorio/zona dei vigneti: Romangia) prezzo a scaffale enoteca 18 euro circa.

 

 

Un vino che cambia e migliora nel calice, con un grande allungo di percezioni. Ricordi speziati e di macchia mediterranea si uniscono a sentori balsamici e di erbe officinali, a note floreali (rosa canina e viola) e a richiami di frutti di bosco. Il sorso risulta caldo e morbido, avvolgente e suadente, ma anche sapido e progressivo. Persistente ed equilibrato.

L’Azienda:  Cantina Fara

 

Località: Via Raga, snc, 07036 Sennori (SS)

Tel.  368 721 1389

email:  info@cantinafara.com

L’Azienda Agricola Fara nasce a Sennori agli inizi del ‘900 dalla passione e dall’amore che Pietro Fara ha dedicato al lavoro della terra e in modo particolare, alla cura della vigna per la produzione di uve per la vinificazione. La dedizione alla terra e ai suoi frutti hanno scandito la sua vita tutti i giorni. Questa passione è stata tramandata da padre in figlio.  Giorgio Fara porta avanti con amore e dedizione il lavoro e la cura della vigna e, dal prodotlto di questa unione passionale, nascono vini dal forte carattere, espressione dei colori e dei profumi del territorio di Sennori.   La Cantina Fara produce 5 vini: Jolzi Vermentino di Sardegna DOC; Ziu Pedru Cannonau di Sardegna rosso DOC; Oro Passito Moscato passito di Sorso Sennori DOC ; Zirone isola dei nuraghi rosso passito igt ottenuto da uve autoctone rosse e Bentosu isola dei nuraghi bianco igt un blend di Vermentino e un tocco di Moscato.

4 ex aequo

Cannonau di Sardegna Riserva 2020 – Pala 98/100 (territorio/zona dei vigneti: Serdiana) prezzo a scaffale enoteca 21 euro circa.

 

Nel calice si mostra di un rubino intenso, cupo. Al naso spiccano i sentori di piccoli frutti rossi e neri freschi e in confettura, soprattutto mora e mirtillo. Seguono sensazioni speziate e note di tabacco e cuoio. Struttura e persistenza caratterizzano il sorso che termina con un lungo finale di erbe aromatiche e macchia mediterranea che vale la nostra Standing Ovation.

L’azienda:  Pala

Via Verdi, 7 – 09040 Serdiana

Tel +39 070 740284

email: info@pala.it

Mario Pala rappresenta la quarta generazione di una famiglia da sempre dedita alla viticoltura e inscindibilmente legata alla terra di Sardegna. Nel 1950, con la prima vendemmia, iniziava la storia aziendale che oggi vede Mario affiancato dalla moglie Rita e dai figli Massimiliano, Maria Antonietta ed Elisabetta sempre più attenti a produrre  vini che siano fortemente espressivi del territorio, nel pieno rispetto delle tradizioni vitivinicole tramandate. Nel 2020 si sono spente le candeline per festeggiare la settantesima vendemmia.

4 ex aequo

Cannonau di Sardegna Su’Anima 2020 – Su’Entu 98/100  (territorio/zona dei vigneti: Marmilla) prezzo a scaffale enoteca 15 euro circa.

Eleganza, armonia ed equilibrio i segni distintivi di questo Cannonau, affinato in barrique di secondo passaggio per 12 mesi e almeno 2 mesi  in bottiglia, capace di sorprendere per la incisiva profondità gustativa. Al naso mostra già il suo carattere evidenziando intensi sentori di frutti a bacca rossa, mirto, erbe aromatiche, accenni balsamici. Sorso strutturato, caldo, succoso, in piena corrispondenza con l’impronta olfattiva, ritmato da un’apprezzata progressione fresco sapida. Davvero appagante l’allungo iodato che conduce ad un finale di lunghissima persistenza su ritorni di macchia mediterranea. Un Cannonau di gran classe che merita la nostra Standing Ovation.

L’azienda:  Su’Entu

SP 48 Km 1,8 (Strada Sanluri-Lunamatrona)
09025 Sanluri (CA)
tel. Cantina +39 (070) 935 71 206

email: info@cantinesuentu.com

Il progetto della famiglia Pilloni è uno di quelli di cui si parla molto nell’isola. Con l’obiettivo di valorizzare un territorio poco conosciuto e incontaminato, la Marmilla, in pochi anni ha messo su una cantina, una struttura ricettiva e una produzione vitivinicola di prima classe. I vigneti stanno diventando più maturi ed equilibrati, e ciò si riflette in una qualità media della produzione in continua crescita.

3

Cannonau di Sardegna Terre Vulcaniche 2019 – Vitivinicola Montiferru 98,2/100  (territorio/zona dei vigneti: Montiferru) prezzo a scaffale enoteca 17 euro circa.

 

Di un profondo color rubino. Il terreno su cui nasce questo completo e complesso vino gioca un ruolo fondamentale nel determinare le sue caratteristiche. Si avverte, infatti, una spiccata mineralità, accompagnata da sentori di cannella, anice stellato, frutti rossi. Il sorso è persistente e di buona sapidità e termina con lungo finale succoso e agrumato che vale la nostra Standing Ovation.

L’azienda:  Vitivinicola Montiferru

 

Via Eleonora D’Arborea, 7 – Santu Lussurgiu

email:montiferruvitivinicola@hotmail.it

+39 0783 550744

Santu Lussurgiu è un comune della provincia di Oristano che ha una secolare tradizione vinicola. Qui un gruppo di 6 soci ha dato vita ad una cooperativa con lo scopo di rivalorizzare un territorio su terreni basaltici, di origine vulcanica a 400 metri sul livello del mare. Nel Montiferru oltre al Cannonau sono presenti anche vitigni come Cagnulari, Muristellu, Pascale di Cagliari.

 

2

Cannonau di Sardegna Perda Rubia 70esima vendemmia 2019 – Tenute Perdarubia 98,7/100  (territorio/zona dei vigneti: Ogliastra) prezzo a scaffale enoteca 32 euro circa.

 

 

Standing Ovation meritatissima per un’autentica celebrazione del Cannonau di Sardegna (il bollino rosso commemora appunto la settantesima vendemmia). Fresco e corroborante, sia all’impatto olfattivo che al gusto, con sensazioni di macchia mediterranea, fiori di campo e ciliegie succose. Progressione elegante verso prolungati richiami di salsedine e spezie suadenti. Ha un potenziale da fuoriclasse.

 

L’Azienda: Tenute Perdarubia

Via Asproni 29, 08100 Nuoro NU

info@tenuteperdarubia.com

Nel 1945 nasce Perda Rubia, da un’idea del commendator Mario Mereu, e vedrà la prima vendemmia nel 1949. Renato Mereu, figlio di Mario, porta avanti l’attività di famiglia, impiantando nel 1971 nuovi vigneti a piede franco con una nuova concezione di tipo colturale. Nel 2014 la terza generazione della famiglia Mereu dà avvio ad un’importante opera di rinnovamento e rilancio introducendo la nuova etichetta Naniha, con l’obiettivo di presentare il Cannonau “in purezza” sui nuovi mercati internazionali, pur nel rispetto dei tradizionali metodi di lavorazione, tramandati nel corso della settantennale attività. Oggi l’azienda dispone di circa 600 ettari di superficie, tutti condotti in biologico, di cui 20 ettari destinati a vigneto.

1

Cannonau di Sardegna Susu 2021 – Bentu Luna 99/100  (territorio/zona dei vigneti: Neoneli) prezzo a scaffale enoteca 58 euro circa (la foto si riferisce all’annata 2019 ma abbiamo assaggiato la 2021).

 

Esemplare unico, di quelli che restano nella mente. Un vino archetipo di tipicità, degno rappresentante della categoria e del varietale da cui prende spunto. Note fumé si congiungono a ricordi di spezie e succo di mirtilli. Mostra la potenza di un vulcano, complice una trama tannica viva e palpabile, con lustri davanti per raggiungere l’equilibrio perfetto. Carattere e profondità nell’assaggio, dalla chiusura vibrante tutta tesa verso le salinità del mare. Da Standing Ovation.

L’azienda:   Bentu Luna

Località: via Meriaga 1, Neoneli. OR

Tel.  +39 0385 284263

email: info@castellodicigognola.com

Un progetto che si basa totalmente su vigneti che vanno da un minimo di 35 fino ai 115 anni di età nel centro geografico della Sardegna, tra il Mandrolisai e il Barigadu, nelle province di Oristano e Nuoro. La cantina è stata costruita a Neoneli (OR). I vigneti si trovano su un altipiano che va dai 350 ai 700 metri di altitudine, il cui terreno si presenta con una composizione antica e variegata, tra il granitico e il sabbioso. Sul lato sud-est le vigne sono protette dalle montagne mentre a ovest sono esposte ai benefici influssi del mare.

 

avatar
Scritto da

Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia

La classifica dei migliori 10 Panettoni d’Italia del 2019 secondo Vinodabere

News

NELLA CLASSIFICA DEI 10 CAFFÈ PIU’ COSTOSI AL MONDO 4 DERIVANO DALLA MASTICAZIONE DEGLI ANIMALI

News

La classifica dei migliori 20 Panettoni d’Italia del 2021 secondo Vinodabere

News

La Classifica dei migliori Cannonau della Piccola Guida della Sardegna di Vinodabere – Seconda Edizione (assaggi effettuati nel 2019)

News

Connect
Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia