Rimani in contatto con noi

ISCRIVITI

Aziende e vini esteri

Est Europa – Moldavia. Fautor e i grandi rossi del Sud

Proseguiamo il nostro tour della Moldavia. Stavolta ci spostiamo a Tigheci, nel sud, parte della regione vinicola di Valul Traian, a pochi chilometri dal confine con la Romania.

 

Immagine correlata

Qui troviamo un’azienda che sta riscuotendo successi in tutti i concorsi internazionali (dal Concorso Mondiale di Bruxelles a Mundus Vini, all’International Wine Challenge). Si tratta di Fautor, frutto di un lavoro di famiglia che è riuscito a trasformare un’ex fabbrica in stile sovietico in un’impresa moderna con dotazioni elevate. Circa 350 ettari con cui si producono 300 mila bottiglie (e altri vini sfusi). La proprietaria Tatiana Croitoru dirige mirabilmente questa splendida realtà e ci accompagna nella visita e nella degustazione.

Abbiamo assaggiato 12 vini, tutti di buon livello, con delle punte di eccellenza.

Partiamo dalle eccellenze:

Aurore Albariño e Sauvignon Blanc 2017: un uvaggio non così consueto dà luogo ad un vino fresco, minerale, avvolgente, con un lungo finale di frutta secca ed agrumi.

Aurore Rara Neagra 2016: ottenuto dal vitigno autoctono a bacca rossa Rara Neagra. Ematico e speziato, mette in evidenza materia, sapidità ed un bellissimo finale su toni balsamici.

Negre, Feteasca Neagra e Rara Neagra 2016: note iodate e succose si uniscono a sentori di frutti rossi e tabacco ed anticipano una piacevole chiusura su ricordi speziati.

Tempranillo 2015: è la dimostrazione che il Tempranillo può dare grandi risultati anche in nazioni diverse dalla Spagna. Struttura e lunghezza sono al centro dell’assaggio, seguite da ricordi ematici e speziati.

Chardonnay 2007: la vera sorpresa della giornata. Una vecchia annata di Chardonnay che è in grande forma con note di nocciola e frutta gialla che si integrano con freschezza, materia e sapidità.

Altri vini degustati:

310 Chardonnay e Feteasca Regala

Aurore Pinot Grigio 2017

Illustro Chardonnay Sauvignon Blanc Riesling Renano 2016

Fumé Blanc Sauvignon Blanc 2016

Feteasca Neagra e Tempranillo 2016

 

Illustro Cabernet Sauvignon Merlot 2013

310 Pastoral (fatto come un Porto) Cabernet Sauvignon 2014

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Scritto da

Giornalista enogastronomico, una laurea cum laude in Economia e Commercio all'Università La Sapienza di Roma, Responsabile per l'Italia del Concorso Internazionale Grenaches du Monde, Giudice del Concorso Mondiale di Bruxelles e Giudice del Concorso Mondiale del Sauvignon, docente F.I.S.A.R.. Ha una storia che comprende collaborazioni con Guide di settore. Cito solo le ultime : Slow Wine (Responsabile per la Sardegna edizioni 2015 e 2016), I Vini de L'Espresso (vice-curatore e coordinatore nazionale edizioni 2017 e 2018), I Ristoranti d'Italia de L'Espresso (edizioni dalla 2010 alla 2018). Collabora con le testate: www.lucianopignataro.it , www.repubblica.it/sapori ed Epulae. Ha scritto alcuni articoli sul quotidiano "Il Mattino" e su www.slowine.it. Ha una passione sfrenata per quel piccolo continente che prende il nome di "Sardegna", per le sue terre e per la sua gente.

Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia

COMMENTA

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La classifica degli 8 migliori panettoni d’Italia del 2018 secondo Vinodabere

News

Il miele biologico dell'ape nera etnea

Gastronomia

La viticoltura eroica della Valtellina: l'azienda Gianatti Giorgio

Aziende

Ma è giusto pagare l'acqua del rubinetto al ristorante?

News

Connect
Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia