Rimani in contatto con noi

ISCRIVITI

Domaine Laroche

Aziende e vini esteri

Francia – Gli Chablis di Domaine Laroche

Domaine Laroche si trova nel centro della cittadina di Chablis, capitale dell’omonima area vitivinicola francese. La sua sede è l’antico monastero dell’Obédiencerie dove, un migliaio di anni fa, i monaci crearono i primi vini di Chablis. In quelle stesse cantine ancora oggi maturano, in botti fino all’ottavo passaggio, i Grand Cru e i Premier Cru del Domaine.

L’azienda, che può contare su 90 ettari di vigneto tra cui 21 ettari in Premier Cru e 5 in Grand Cru, ha fatto della sostenibilità ambientale la base della sua filosofia produttiva. È stata una tra le prime in Borgogna ad ottenere la certificazione HVE (Haute Valeur Environnementale) e applica criteri di viticoltura sostenibile che non consentono l’uso di pesticidi, diserbanti e antifungini. Domaine Laroche è anche membro della “Lega per la protezione degli uccelli” e collabora attivamente con la reintroduzione dell’allocco nelle vigne.

La gestione del vigneto è parte fondamentale di questa filosofia tanto che ogni dipendente che lavora in campo ha una sua propria vigna di competenza. Questo determina che si crei realmente un rapporto tra il vigneto e l’operatore che tutti i giorni gli dedica il suo tempo, lo conosce nei minimi dettagli e lo cura amorevolmente. Tutti i reimpianti sono effettuati con viti provenienti da selezione massale.

Il clima in Chablis è continentale con inverni freddi ed estati calde. Il rischio di gelate primaverili è sempre in agguato: nel 2016 e nel 2017 hanno ridotto la produzione di circa il 50%.
L’annata 2018 ha, almeno parzialmente, ripagato i vignaioli dalle disgrazie degli anni precedenti. È stata definita come una delle migliori annate degli ultimi 20 anni; il clima e le condizioni sanitarie delle uve hanno permesso ai viticoltori di lavorare in tranquillità ottenendo ottimi risultati.

Domaine Laroche

La degustazione

Petit Chablis Laroche 2018
Colore tenue e luminoso; al naso note di frutta a pasta bianca e di fiori con leggero accenno erbaceo. In bocca prevale l’acidità quasi citrina seguita da una buona sapidità per una media struttura.

Chablis Laroche Les Chanoines 2018
Giallo paglierino tenue. Il naso è fine ed elegante con delicati accenni fruttati. Una bella tensione contraddistingue la beva supportata da buona mineralità e vibrante acidità.

Chablis Saint Martin 2018
Colore leggermente più carico dei precedenti. Anche l’olfatto rimanda a note maggiormente evolute, di frutta matura, di pera. Al palato emerge la buona sapidità e la freschezza che accompagnano la persistenza caratterizzata da piacevoli e coerenti ritorni retrolfattivi. Alcool perfettamente integrato.

Chablis Les Montmains 2017
Colore lucente con riflessi dorati. Il naso rimane parzialmente richiuso su sé stesso. La bocca è piena e ricca con una buona acidità ben bilanciata dalla struttura morbida contraddistinta da note caratteristiche varietali.

Domaine Laroche

Chablis Les Vaillons Vieilles Vignes 2018
Calice giallo tenue con sfumature dorate. Sottile ed elegante al naso con note che riportano alla frutta gialla matura. Alla beva la grande sapidità e mineralità guidano la degustazione.

Chablis Les Fourchaumes Vieilles Vignes 2017
Colore luminoso con riflessi dorati. Sentori di frutta gialla e agrume dolce al naso, raffinato ed elegante. In bocca l’agrume ritorna deciso e definito con piacevole freschezza; la mineralità compare in un secondo momento. Vino diritto, verticale e persistente.

Chablis Les Blanchots 2017
Calice brillante con pennellate d’oro. Elegante e soffuso al naso rimanda a note di calcare bianco. La bocca è caratterizzata da una spiccatissima mineralità e da buona freschezza che apre l’assaggio. Bellissimo finale lungo e persistente; grande struttura.

Chablis La Réserve de l’Obédience 1995
Il colore è giallo dorato carico, di ottima luminosità. La frutta al naso si fa esotica, con ricordi di papaya; seguono delicate note dolci di miele e pasticceria. In bocca il vino è ancora fresco e sapido. Ottima la persistenza con ritorni di frutta gialla matura. Nessuna deviazione ossidativa. Nel calice si ritrova tutta la longevità che gli Chardonnay di Chablis sono in grado di esprimere.

I vini di Domaine Laroche sono distribuiti in Italia dal Gruppo Meregalli.

Domaine Laroche

avatar
Scritto da

Dopo una trentennale brillante carriera in ambito amministrativo finanziario all’interno di un noto gruppo multinazionale, dal maggio 2018 si dedica totalmente al mondo del vino del quale è appassionato partecipe da oltre quindici anni. Sommelier dal 2005 e degustatore Associazione Italiana Sommelier, assaggiatore di formaggi ONAF, assaggiatore di grappe e acqueviti ANAG e degustatore professionista di birre ADB, è relatore in enologia nei corsi per sommelier. È stato responsabile redazionale del sito internet della delegazione AIS di Milano e ha collaborato alla stesura delle guide Vitae e Viniplus. È redattore per la rivista Viniplus di Lombardia, per la quale cura due rubriche, è inoltre autore per la rivista Barolo & Co e per le testate on-line vinodabere.it, e aislombardia.it.

Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia

La classifica dei migliori 10 Panettoni d’Italia del 2019 secondo Vinodabere

News

La Classifica dei migliori Cannonau della Piccola Guida della Sardegna di Vinodabere – Seconda Edizione (assaggi effettuati nel 2019)

News

La classifica degli 8 migliori panettoni d’Italia del 2018 secondo Vinodabere

News

NELLA CLASSIFICA DEI 10 CAFFÈ PIU’ COSTOSI AL MONDO 4 DERIVANO DALLA MASTICAZIONE DEGLI ANIMALI

News

Connect
Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia