Rimani in contatto con noi
[the_ad id="81458"]

ISCRIVITI

(fonte: Ansa.it)

News

Sardegna – Dudùli: il Cannonau di Mamoiada con l’etichetta d’autore!

Partiamo dalla storia che molti hanno raccontato: quella di un dodicenne che per fare una sorpresa al padre, vignaiolo di quell’incredibile terra da vino che è Mamoiada in Sardegna, contatta una designer di successo (Mara Damiani, cagliaritana con collaborazioni importanti anche con la Disney) e le commissiona la nuova etichetta del rosso di punta della piccola cantina. Nasce così, dal sogno, e dai piccoli risparmi di un intraprendente adolescente, il senso di un progetto enologico che ha portato alla nascita di Dudùli: un Cannonau in purezza nato a Mamoiada nella vallata da cui ha preso il nome. La Damiani ne ha firmato etichetta e logo, sorpresa forse più di tutti dell’anomala richiesta e ben felice di dare il suo contributo a questa bella storia. A fare il resto, e dare quindi “sostanza” al tutto, ci ha pensato Pino Beccoi.

Appartiene a una famiglia di viticoltori da sempre: negli anni Cinquanta il padre acquista terreni e li bonifica usando i contributi economici pubblici del tempo. Da allora i Beccoi producono vino per autoconsumo e quel che avanza lo vendono come sfuso. Dell’impianto iniziale resta oggi un mezzo ettaro produttivo con bassissime rese, a cui si aggiungerà nel prossimo futuro un altro mezzo ettaro da poco reimpiantato.

Dudùli, come detto, è il toponimo della zona dove è ambientato il vigneto, con viti ad alberello di circa 70 anni, esposto a nord-est, oggetto di escursioni termiche importanti durante il periodo estivo. Il 2020 è uscito in 1.200 esemplari come vino da tavola perché non era ancora completo l’iter di certificazione, mentre la 2021 uscirà come Cannonau di Sardegna DOC.

La vinificazione è a fermentazione spontanea, senza lieviti aggiunti, poi pressatura soffice, e affinamento in barrique non nuove. Il vino racconta già in questa sua prima uscita tutta la potenza e la qualità della zona di Mamoiada. Ha un profilo olfattivo articolato e fresco, dove la parte fruttata è predominante, con una nota di agrumi che ricorda l’arancia sanguinella e un tocco boisè dato dall’apporto del rovere. In bocca il sorso è ricco e di grande piacevolezza, con quella beva spontanea e coinvolgente tipica dei Cannonau di quelle parti… Un vino embrionale ma già promettente, che nel tempo acquisterà maggior definizione ed eleganza. Per ora è semplicemente molto buono…e scusate se è poco!

La prossima annata verrà imbottigliata dopo l’estate, per uscire in commercio agli inizi del 2023. Da seguire con ottimismo.

Azienda DUDULI di Pino Beccoi
Via Tola 14/A 08024 Mamoiada (NU)
Tel. 3357827767
Mail: pino.beccoi@gmail.com

avatar
Scritto da

Abruzzese, ingegnere per mestiere, critico enogastronomico per passione, ha iniziato a scrivere nel 1998 per L’Ente Editoriale dell’Arma dei Carabinieri, con cui ancora collabora. Vino, distillati e turismo enogastronomico sono la sua specializzazione. Nel tempo libero (poco) prova a fare il piccolo editore, amministrando una società di portali di news e comunicazione molto seguiti in Abruzzo e a Roma. Ha collaborato per molti anni con guide nazionali del vino, seguendo soprattutto la regione Abruzzo (ma va?), e con testate enogastronomiche cartacee ed online. Organizza eventi e corsi sul vino...più spesso in Abruzzo (si vabbè...lo abbiamo capito!).

Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia

La classifica dei migliori 10 Panettoni d’Italia del 2019 secondo Vinodabere

News

NELLA CLASSIFICA DEI 10 CAFFÈ PIU’ COSTOSI AL MONDO 4 DERIVANO DALLA MASTICAZIONE DEGLI ANIMALI

News

La classifica dei migliori 20 Panettoni d’Italia del 2021 secondo Vinodabere

News

La Classifica dei migliori Cannonau della Piccola Guida della Sardegna di Vinodabere – Seconda Edizione (assaggi effettuati nel 2019)

News

Connect
Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia