Rimani in contatto con noi

ISCRIVITI

News

La Francia prova a regolamentare il vino naturale usando la dizione “Vin Méthode Nature”

Anche stavolta i francesi nel mondo del vino hanno anticipato i tempi. 65 produttori hanno aderito all’iniziativa del Syndicat de défense du vin naturel che ha ottenuto di poter mettere in etichetta “Vin méthode Nature” dalla Direzione generale della concorrenza, del consumo e della repressione frodi (DGCCRF) e dal ministero dell’Agricoltura. Per ora è ancora una definizione limitata a questo Sindacato ma l’Inao, che esamina le denominazioni protette, si pronuncerà presto.

Ma quali sono le regole per utilizzare la dizione “Vin méthode Nature”?

Le uve devono essere biologiche e vendemmiate a mano. La vinificazione deve avvenire solo con lieviti indigeni senza additivi e tecniche enologiche invasive quali filtrazione a flusso incrociato, la pastorizzazione flash, l’osmosi inversa. L’anidride solforosa si può aggiungere solo prima dell’imbottigliamento in una quantità massima di 30 mg/litro. Sono previste etichette differenti per i vini senza solforosa aggiunta (“senza solfiti aggiunti”) e per quelli che la usano nei limiti predetti (“<30 mg di solfiti aggiunti”).

Il sistema di controlli non sembra ancora molto rigoroso (si parla di controlli a campione fatti ogni anno su tre aziende estratte a sorte).

 

 

Scritto da

Giornalista enogastronomico, una laurea cum laude in Economia e Commercio all'Università La Sapienza di Roma, Responsabile per l'Italia del Concorso Internazionale Grenaches du Monde, Giudice del Concorso Mondiale di Bruxelles e Giudice del Concorso Mondiale del Sauvignon, docente F.I.S.A.R.. Ha una storia che comprende collaborazioni con Guide di settore. Cito solo le ultime : Slow Wine (Responsabile per la Sardegna edizioni 2015 e 2016), I Vini de L'Espresso (vice-curatore e coordinatore nazionale edizioni 2017 e 2018), I Ristoranti d'Italia de L'Espresso (edizioni dalla 2010 alla 2018). Collabora con le testate: www.lucianopignataro.it , www.repubblica.it/sapori ed Epulae. Ha scritto alcuni articoli sul quotidiano "Il Mattino" e su www.slowine.it. Ha una passione sfrenata per quel piccolo continente che prende il nome di "Sardegna", per le sue terre e per la sua gente.

Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia

La classifica dei migliori 10 Panettoni d’Italia del 2019 secondo Vinodabere

News

La Classifica dei migliori Cannonau della Piccola Guida della Sardegna di Vinodabere – Seconda Edizione (assaggi effettuati nel 2019)

News

La classifica degli 8 migliori panettoni d’Italia del 2018 secondo Vinodabere

News

Dall’assaggio alla cieca la classifica dei 10 migliori panettoni di Roma secondo Vinodabere

News

Connect
Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia