Rimani in contatto con noi

ISCRIVITI

News

Guida ai Migliori Vini dell’Alto Piemonte di Vinodabere – La Classifica degli Altri Vini

Dopo avervi parlato della Classifica dei migliori Ghemme (link), dei migliori Gattinara (link), dei migliori Boca e Bramaterra (link), dei migliori Fara, Lessona e Sizzano (link), è il momento di passare ai migliori Altri Vini nella Guida ai Migliori Vini dell’Alto Piemonte.

 

Ricordiamo sempre le note metodologiche.

Metodologia
L’impostazione vede confermate le scelte delle Guide di Vinodabere. L’obiettivo rimane quello di rivolgersi al consumatore finale, ai ristoratori e tutti gli esercenti dei circuiti commerciali che ruotano attorno al vino. Che abbiamo dunque messo al centro del nostro lavoro, creando delle classifiche per tipologia ed insiemi omogenei, provando a rispondere alle esigenze di chi vuole orientarsi nell’acquisto di una bottiglia o nella costruzione di una cantina o anche di una carta dei vini se titolare di un locale. Non mancano le descrizioni delle aziende e le loro storie, ma solo dopo ciascun vino recensito; per questo alcune – quelle di cantine presenti con più vini – saranno ripetute per non costringere il lettore ad andare a cercarle altrove nella Guida.
Utilizziamo alcuni simboli per spiegare ancora meglio le differenze qualitative tra i vini recensiti.
Abbiamo scelto di fare riferimento ad un mondo diverso da quello enoico, e vicino a quello delle emozioni di tutti i giorni, attribuendo 1 applauso per quelle etichette che si attestano tra i 90 ed i 94,9 centesimi (vini decisamente buoni), 2 applausi tra i 95 ed i 97,9 (vini ottimi), ed una standing ovation tra 98 e 100 (vini eccellenti). I punteggi, essendo frutto di una media di degustazione in panel, possono prevedere anche i decimi di punto. Le classifiche sono in ordine decrescente.
Per rendere più compiutamente comprensibili e trasparenti le nostre valutazioni vi ricordiamo che abbiamo usato una scala di punteggio internazionale (quindi in media leggermente più alta di quelle in uso in Italia) e che tutti gli assaggi sono stati svolti rigorosamente alla cieca presso l’Osteria Poerio di Roma, che ringraziamo per l’ospitalità. Il nostro ringraziamento va inoltre al Consorzio Tutela Alto Piemonte ed in particolare a Lorella Zoppis Antoniolo per il supporto nella raccolta dei campioni.

 

La Squadra

Curatori: Maurizio Valeriani e Antonio Paolini

I testi che leggerete in Guida sono di: Carlo Bertilaccio, Salvatore Del Vasto, Maurizio Gabriele, Luca Matarazzo, Daniele Moroni, Gianmarco Nulli Gennari, Antonio Paolini, Emanuela Pistoni, Stefano Puhalovich, Carlotta Salvini, Franco Santini, Marco Sciarrini, Gianni Travaglini, Paolo Valentini, Maurizio Valeriani.
Hanno completato il panel di assaggio: Paolo Frugoni, Federico Gabriele, Claudia Marinelli, Claudia Marocchi, Giuseppe Picconi.

 

La Classifica dei Migliori Altri Vini

20

Nebbiolo Colline Novaresi Motfrei 2017 – BRIGATTI FRANCESCO  93/100   

prezzo a scaffale enoteca 18 euro circa

Un Nebbiolo in purezza che si presenta al naso con un bouquet floreale molto piacevole e invitante. Nonostante un passaggio di diciotto mesi in tonneaux di rovere francese non manifesta segni eccessivi di legno mantenendo piuttosto una interessante scorrevolezza, senza eccessi di concentrazione.

L’Azienda: Francesco Brigatti

Via Olmi 31  28019  Suno (NO)
email: info@vinibrigatti.com

Tel.: 0322.85037

La genesi dell’azienda agricola Brigatti risale ai primi del 900 quando Alessandro Brigatti, nonno di Francesco, l’attuale titolare, incominciò ad affiancare alla coltivazione di cereali quella della vite. Il giovane Alessandro, da sempre grande appassionato di vino, si mise alla ricerca del luogo ideale per impiantare i propri vigneti ed è così che s’imbatté in una graziosa e dolce collina, esposta a sud e dal terreno argilloso. Fu amore a prima vista e non certo malriposto considerato che si tratta di una delle migliori colline del territorio: il MötZiflon. In questo luogo così affascinante Alessandro iniziò a coltivare Nebbiolo, Vespolina e Uva Rara.

————————————————————————————————————-

19

Rosso Coste della Sesia Muntacc 2018 – Società’ Agricola LA PREVOSTURA S.S.93,2/100 

prezzo a scaffale enoteca 18 euro circa

Dall’omonimo vigneto, situato sulla collina della Prevostura che dà il nome all’ azienda, proviene il “blend” di uve Nebbiolo (85 %) e Vespolina (15 %) che dà vita a questo vino elegante e di buona struttura. Dopo la vendemmia manuale e la fermentazione in acciaio seguono 16 mesi di affinamento in barrique e tonneau e ulteriori 9 mesi in bottiglia. Il risultato si può apprezzare nel calice che si apre con note di frutto rosso succoso e speziatura dolce proseguendo fino alla bella coda balsamica e mentolata. La bocca è molto equilibrata, con tannini levigati e succosità e freschezza che bilanciano a dovere la nota di calore dovuta ai 14 gradi alcolici. Il finale è di bella persistenza.

L’Azienda: Società Agricola La Prevostura

C.na Prevostura 1 – 13853 Lessona (Biella)
 info@laprevostura.it
Tel.: +39 0158853188    +39 3491499863

L’azienda prende il nome da una delle colline più vocate alla coltivazione della vigna, grazie alla sua esposizione sud-sud.est, nel “terroir” Lessona. Dopo un passato glorioso, essendo appartenuta ai Marchesi La Marmora ed alla famiglia Quario, nella seconda metà del ventesimo secolo venne coinvolta nel declino della viticoltura del Biellese per risollevarsi poi all’inizio del nuovo millennio grazie all’impegno dei fratelli Marco e Davide Bellini che, con il loro impegno nella ricerca della qualità, l’hanno riportata in alto.

—————————————————————————————————————-

18

Nebbiolo Coste della Sesia Orbello 2019 – TENUTE SELLA 1671  93,3/100    

prezzo a scaffale enoteca 18 euro circa

Frutto di un assemblaggio di Barbera, Nebbiolo, Vespolina e un tocco di Cabernet Sauvignon, da uve provenienti dai vigneti aziendali più giovani, affinato 12 mesi in botti di rovere di Slavonia da 50 ettolitri, Orbello è un vino di grande freschezza e piacevolezza gustativa. Spezie, accenni floreali, frutti rossi e richiami minerali anticipano un sorso piacevole, appagante caratterizzato da una bella progressione fresco-sapida e con tannini piacevolmente integrati. Finale lungo, su note fruttate.

L’Azienda: Tenute Sella 1671

Via IV Novembre, 130

13853 Lessona (Biella) – Italia

info@tenutesella.it

Telefono: +39.015.99455

Storica realtà familiare e riferimento assoluto per la vitivinicoltura biellese, Tenute Sella affonda le sue radici storiche nel lontano 1671 quando Comino Sella acquisisce una vigna a Lessona, piccolo territorio vinicolo già allora storicamente dedicato alla produzione di rossi di pregio, frutto di terre nobili e sabbie di un antico mare. Oggi poco più venti ettari, condotti con il massimo rispetto di ambiente, natura ed ecosistema regalano uve schiette, pregiate, concentrate da cui la Tenuta ottiene vini capaci di interpretare e valorizzare tutte le sfumature del territorio senza alcuna forzatura enologica. Per l’affinamento dei vini si privilegiano fusti da 10/25 ettolitri di Slavonia e barrique parzialmente nuove, seguendo uno stile classico e tradizionale.

—————————————————————————————————————-

17

Barbera Colline Novaresi Vigna di Mezzo 2018  – VIGNETI VALLE RONCATI 93,5/100   

prezzo a scaffale enoteca 9 euro circa

Un giusto applauso per un vino dal rapporto qualità prezzo molto interessante. Approccio olfattivo diretto e invitante, confermato da una piacevolezza di beva, chiaramente caratterizzata dalla piacevole acidità della Barbera. Interessante anche nel finale con una buona lunghezza. Decisamente un vino “diretto” di quelli capaci di presentarsi a tavola e mettere tutti d’accordo.

L’Azienda: Vigneti Valle Roncati

Via nazionale 10/A 28072 Briona (NO)
email: info@vignetivalleroncati.it

Tel.: 335.5732548 / 011.8005851

Seguendo le orme del nonno Giuseppe Fassa, viticoltore a Briona sin dai primi del ‘900, il nipote Corrado e la moglie Cecilia fondano nel 1997 l’Azienda Agricola Valle Roncati, per pura passione e desiderio di rinnovare l’antica tradizione vitivinicola della famiglia Fassa. La scelta di diventare viticoltori non è stata casuale ma ragionata, seppur in parte dettata dal cuore. La cantina è situata nel territorio del Comune di Briona (NO) ed i vigneti sono distribuiti sui territori di Briona, Sizzano e Ghemme per complessivi 13 ettari.

—————————————————————————————————————

16

Nebbiolo Colline Novaresi Carlin 2018 – BONIPERTI GILBERTO  94/100

prezzo a scaffale enoteca  16 euro circa

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ottenuto da uve Nebbiolo provenienti dai vigneti situati a 230 metri di quota, affinato 19 mesi in acciaio ed ulteriori quattro in bottiglia,  il vino si concede al naso con  delicati sentori di frutti rossi, accenni agrumati e di pepe nero, effluvi balsamici di mentolo e foglie di tabacco. Agile, scattante ed equilibrato all’assaggio, fresco e teso, regala anche il gusto di una piacevole spinta sapida. Lunga la persistenza nel finale, dai ritorni fruttati e speziati.

L’Azienda: Agricola Gilberto Boniperti

Via Vittorio Emanuele, 43

28010 Barengo (NO)

info@bonipertivignaioli.com

Tel. +39 347 0302469

Sole, Terra e Tradizione. Così nasce il progetto di lavoro e di vita targato Boniperti e basato sulla ricerca della qualità. Progetto che inizia a muovere in maniera incisiva i primi passi a partire dal 2003 quando, con il reimpianto del vigneto “Barton”, viene fondata l’azienda che oggi conta nel territorio di Barengo tre ettari impiantati a Nebbiolo, Vespolina e Barbera. La densità media di impianto di poco superiore ai 4000 ceppi per ettaro, la scelta di effettive basse rese di produzione, la raccolta a mano in piccole casse solo quando le uve raggiungono la giusta maturità sono alcuni dei fattori che contribuiscono a ottenere vini schietti dal sapore marcatamente territoriale.

—————————————————————————————————————–

15

Nebbiolo Coste della Sesia Severina 2016 – CASSINA PIETRO   94,2/100  

prezzo a scaffale enoteca 24 euro circa

Il terreno da cui proviene, ricco di minerali come manganese e ferro, lascia forte la sua impronta sulle caratteristiche gustative del vino. Al naso parte con la classica viola e prosegue con un mix di frutti rossi e spezie di buona intensità. In bocca ha una beva molto originale, speziata e minerale più che fruttata. Ha brio e freschezza, regalando un sorso molto dinamico e di indubbia piacevolezza.

L’Azienda: Cassina Pietro

Via IV Novembre, 171 – Lessona (BI)

E-mail: info@pietrocassina.it

Tel.: 015 99372

L’azienda si trova a Lessona, in provincia di Biella, a poca distanza dal Monte Rosa e da Torino, in un contesto circondato da boschi e colline. Sono poco più di sei gli ettari di vigneti immersi in questo territorio assai particolare, dove il Nebbiolo si è acclimatato perfettamente, esprimendosi con naturale eleganza e finezza. Pietro Cassina gestisce i suoi pochi ettari “alla francese”, cioè suddividendoli in vari “cru”, da cui ricava una decina di etichette dai tre vitigni coltivati: Nebbiolo, Vespolina ed Erbaluce. Le rese sono tenute bassissime, raramente oltre i 40 quintali/ettaro. Attenzione all’ambiente e sensibilità in cantina, completano il quadro di una piccola azienda modello.

——————————————————————————————————————

14

Nebbiolo Colline Novaresi 2018 – CANTINA COMERO di Cominoli Paolo 94,3/100 

prezzo a scaffale enoteca 14 euro circa

Lampone, ribes accenni balsamici, note speziate e nuance floreali caratterizzano un bouquet di piacevole intensità olfattiva.

Equilibrato e dal carattere deciso, in bocca è morbido, fresco e piacevolmente sapido, caratterizzato da un tannino coeso ed integrato. Lunga la persistenza nel finale con ritorni di spezia e  frutti rossi.

 

L’Azienda: Cantina Comero di Cominoli Paolo

 

Indirizzo Via Giuseppe Corna, 8,

28070 Sizzano NO

email: info@cantinacomero.it

La Storia della Cantina Comero, situata nel cuore dell’Alto Piemonte, nasce da una passione e da un amore incondizionato per il proprio territorio che ha dato vita, nel 2009 a una piccola e dinamica azienda a conduzione familiare che punta a valorizzare la DOC Sizzano nella riscoperta della tradizione e nella sua conservazione, utilizzando le più moderne tecniche di vinificazione.

————————————————————————————————————-

13

Spanna Coste della Sesia Rondò 2017 – Az. Vitivinicola VILLA ERA sa 94,7/100  

prezzo a scaffale enoteca 13 euro circa

Rondò è l’etichetta che riprende il vecchio nome del Villa Era: è un Nebbiolo in purezza, o meglio Spanna, come lo si chiama da sempre nelle colline biellesi e in generale in Alto Piemonte. Al naso regala dolci fragranze di frutti rossi, lampone, fragolina di bosco, mirtillo nero, in una cornice di importante speziatura (pepe nero) e richiami floreali. Elegante, fresco e morbido, l’assaggio conquista per piacevolezza di beva. Intrigante il finale, dai ritorni fruttati e speziati.

L’Azienda: Vitivinicola Villa Era

 

 

 

Via Giuseppe Rivetti, 53

13856 Vigliano Biellese (BI)

info@villaera.it

Questa piccola e storica realtà di Vigliano Biellese ha sede in una delle più eleganti residenze locali di fine ‘800. Qui la vite viene coltivata sin dal Medioevo. Le uve devono le loro caratteristiche uniche alla esposizione privilegiata del vigneto e al terreno su cui crescono, detto “astiano”, costituito da argille sabbiose, ghiaie e marne con fossili marini. Dopo un periodo di abbandono il vigneto è stato restaurato con l’impianto di nuove barbatelle e con la definitiva messa a punto del metodo di coltivazione ecosostenibile e libero da pesticidi

—————————————————————————————————————-

12

Nebbiolo Colline Novaresi Valplazza 2018 – ROVELLOTTI Viticoltori in Ghemme 95/100   

prezzo a scaffale enoteca  11 euro circa

Buona eleganza per questo vino portabandiera di una zona che, nelle sue espressioni più appropriate, ha poco o nulla da invidiare ad altri areali piemontesi pur maggiormente rinomati. La piacevolezza e l’immediatezza in questo caso la fanno da padrone, con sensazioni morbide di lamponi e ciliegie mature, e poi erbe mediterranee e spezie bianche. Il prezzo è formidabile, da invogliare a far scorta in cantina. Abbinamento gastronomico di gran riuscita con petto d’anatra e patate novelle.

 

 

 

 

L’Azienda: Rovellotti Viticoltori in Ghemme

via Interno Castello 22

28074 Ghemme (NO), Italy

mobile: +39 3280192313

info@rovellotti.it

 

I vigneti aziendali occupano 25 ettari delle Colline Novaresi. La loro posizione, esposta alle correnti d’aria alpine, è particolarmente adatta alle uve Nebbiolo, Vespolina, Vitigno Innominabile e alla Bonarda. La matrice argillosa del terreno aiuta le piante a non soffrire di stress idrici; si vinifica sia la tipologia Ghemme DOCG che Colline Novaresi DOC. A bassissimo impatto ambientale, il ciclo produttivo è dislocato in diverse cantine ristrutturate con materiali grezzi, per non stravolgere le strutture originarie, raggruppate all’interno delle mura dell’antico ricetto del Castello di Ghemme.

—————————————————————————————————————-

11

Nebbiolo Coste della Sesia 2016 – Az. FRANCHINO di Raviciotti Alberto 95,3/100   

prezzo a scaffale enoteca 14 euro circa

Un vino di grande impatto: potente, frutta dolce e matura all’inizio, poi speziatura data dall’affinamento in legno, a completare un bouquet ampio e complesso. Tutto succo e freschezza in bocca, vino di tensione ed energia, con tannini ancora arrembanti ma di grandissima finezza. Una versione tradizionale di Nebbiolo molto affascinante, con un finale amaricante molto persistente e gustosissimo.

L’Azienda: Franchino di Raviciotti Alberto

L’Azienda: Franchino di Raviciotti Alberto

Piazza Castello, 1 – Gattinara (VC)
E-mail: az.franchino@gmail.com
Tel.: 340 9569941

Il giovane Alberto Raviciotti ha da qualche anno preso le redini dell’azienda avviata da suo zio, Mauro Franchino autentico vignaiolo del Gattinara di stampo fortemente tradizionalista. Lo ha fatto con intelligenza e tatto, senza stravolgere l’approccio classico che ha sempre contraddistinto questa piccola realtà a gestione familiare. I vigneti si trovano nella parte bassa di Gattinara, abbastanza distanti fra loro ma accomunati da un terreno vulcanico, ricco di porfido. La cantina, una sorta di piccolo labirinto, si trova direttamente sotto la casa. Qui i vini affinano senza fretta, come la tradizione vuole.

—————————————————————————————————————

10

Rosso VDT Rosso della Motta – CENTOVIGNE  95,4/100   

prezzo a scaffale enoteca 14 euro circa

Grande persistenza sia floreale che fruttata. Gioca tra succosità vermiglie e pot-pourri delicati di roselline essiccate e lavanda.

La dimostrazione liquida che, talvolta, la potenza non è tutto. Da terreni ricchi di sabbie marine, ghiaie, marne e argille caoliniche date dall’alterazione delle vulcaniti. Solo cemento.

L’Azienda: Centovigne Società Agricola

 

Frazione Castellengo 29/31 – Cossato (BI)
info@centovigne.it
Tel: +393355252890

Le radici aziendali nascono nel lontano 1682, anno in cui risale il documento con l’elenco di quanti torchi, botti e tini si trovavano all’interno delle crote (cantine) di Castellengo.

Il 28 settembre 1748 viene redatto il Cabreo, una relazione giudiziaria relativa ai beni feudali di Castellengo, dove si determina l’estensione complessiva delle vigne e i sistemi di coltivazione impiegati. Il Castello di Castellengo, situato sulle prealpi biellesi sotto il Monte Rosa, ospita da secoli la produzione dei vini che nascono da vigne circostanti poste su antichi terreni di origine glaciale marina.

Magda e Alessandro Ciccioni reinterpretano quotidianamente questa tradizione da uve Nebbiolo ed Erbaluce, ricostituendo la storica proprietà chiamata oggi Centovigne perché composta da piccoli vigneti distribuiti sulle colline tra il Castello di Castellengo e Mottalciata, in Alto Piemonte.

—————————————————————————————————————

9

Nebbiolo Colline Novaresi Vetustas 2018 – TENUTA IL CORVO S.r.l.   95,9/100   

prezzo a scaffale enoteca  18 euro circa

Vino di punta dell’azienda, è un ottimo esempio di Nebbiolo 100% dell’Alto Piemonte. Dopo la vendemmia manuale e la fermentazione affina in tonneau di rovere da 500 litri per 21 mesi. Si presenta con un bel colore granato luminoso. L’attacco è su note ematiche, floreali, di frutto rosso maturo, tamarindo e chiusura di mallo di noce. La bocca si rivela elegante, coerente e avvolgente, con  richiami di frutto rosso, freschezza, sapidità e ritorni di noce nel bel finale.

L’Azienda: Tenuta Il Corvo

 

 

 

Sede Legale : Via Santa Maria 36 – 28047 Oleggio (No)

Sede operativa: Le Piane 6 – 28010 Boca (No)

email: info@tenutailcorvo.it
Tel.: +39 3920111610

Tenuta il Corvo è una giovane azienda, gestita da Davide Bellora e Mattia Suno, che nasce con l’intento di valorizzare il territorio di Boca e dell’Alto Piemonte, caratterizzati da terreni vulcanici che danno freschezza e mineralità ai vini. Qui si lavora nel pieno rispetto della natura, grazie all’applicazione delle norme dell’agricoltura biologica e delle lavorazioni eseguite a mano. L’azienda gestisce anche un agriturismo sempre con criteri di basso impatto ambientale.

———————————————————————————————————–

8

Nebbiolo Coste della Sesia Castellengo 2014 – CENTOVIGNE   96,3/100 

prezzo a scaffale enoteca 35  euro circa

In coerenza con l’annata particolarmente fresca, i toni sono tenui di arancia rossa e petali di violetta. Leggeri sbuffi di erbe mediterranee e polvere pirica a chiusura di un quadro elegante. Pronto da bere. Riposa 36 mesi in rovere da 1500 litri.

L’Azienda: Centovigne Società Agricola

 

Frazione Castellengo 29/31 – Cossato (BI)
info@centovigne.it
Tel: +393355252890

Le radici aziendali nascono nel lontano 1682, anno in cui risale il documento con l’elenco di quanti torchi, botti e tini si trovavano all’interno delle crote (cantine) di Castellengo.

Il 28 settembre 1748 viene redatto il Cabreo, una relazione giudiziaria relativa ai beni feudali di Castellengo, dove si determina l’estensione complessiva delle vigne e i sistemi di coltivazione impiegati. Il Castello di Castellengo, situato sulle prealpi biellesi sotto il Monte Rosa, ospita da secoli la produzione dei vini che nascono da vigne circostanti poste su antichi terreni di origine glaciale marina.

Magda e Alessandro Ciccioni reinterpretano quotidianamente questa tradizione da uve Nebbiolo ed Erbaluce, ricostituendo la storica proprietà chiamata oggi Centovigne perché composta da piccoli vigneti distribuiti sulle colline tra il Castello di Castellengo e Mottalciata, in Alto Piemonte.

——————————————————————————————————————

7

Nebbiolo Coste della Sesia Villa Era 2016 – Az. Vitivinicola VILLA ERA sa  96,5/100   

prezzo a scaffale enoteca  30 euro circa

Elegante e raffinato, il vino regala un assaggio dall’accattivante bagaglio aromatico. Accenni floreali (rosa e violetta), richiami agrumati, spezie dolci, eucalipto e rimandi terrosi anticipano un sorso appagante, pieno, ricco, sapido, con tannino fine e un coerente finale che ricorda l’agrume e le spezie. Per un totale dalla beva contagiosa.

L’Azienda: Vitivinicola Villa Era

 

 

 

Via Giuseppe Rivetti, 53

13856 Vigliano Biellese (BI)

info@villaera.it

Questa piccola e storica realtà di Vigliano Biellese ha sede in una delle più eleganti residenze locali di fine ‘800. Qui la vite viene coltivata sin dal Medioevo. Le uve devono le loro caratteristiche uniche alla esposizione privilegiata del vigneto e al terreno su cui crescono, detto “astiano”, costituito da argille sabbiose, ghiaie e marne con fossili marini. Dopo un periodo di abbandono il vigneto è stato restaurato con l’impianto di nuove barbatelle e con la definitiva messa a punto del metodo di coltivazione ecosostenibile e libero da pesticidi.

——————————————————————————————————————

6

Rosso VDT uve stramature Il Sogno 2016 – TRAVAGLINI GIANCARLO  97/100  

prezzo a scaffale enoteca  70 euro circa

Ampio sia all’olfatto che al gusto, dai richiami tipici di frutta in gelatina, gusto mora selvatica e amarena. Molto caldo e avvolgente, vira su note di noce moscata, minerale e polvere di grafite. La selezione delle uve avviene direttamente in pianta; i grappoli vengono poi lasciati appassire per almeno 100 giorni. Il vino è affinato per circa 36 mesi in botti grandi e 6-8 in legni più piccoli. Ideale con ossobuco alla milanese.

L’Azienda: Travaglini Giancarlo

Via delle Vigne 36 – Gattinara (VC)
azienda@travaglinigattinara.it
Tel: 0163833588

Un nome un mito. La leggenda di Travaglini ha inizio negli anni ‘20 del 1900, quando Clemente Travaglini inizia a vinificare l’uva di piccoli vigneti di proprietà. Nel 1958 Giancarlo eredita l’azienda e la passione dal padre Arturo. Questo è l’anno del progresso e dell’evoluzione non solo all’interno dell’azienda, ma anche dal punto di vista vitivinicolo ed enologico, grazie alla ricerca pionieristica di Giancarlo stesso. Viene brevettata anche la tradizionale “bottiglia storta” Travaglini. Oggi Cinzia, Massimo, Alessia e Carolina guidano l’azienda portando il marchio Travaglini nel mondo. Il microclima di Gattinara è ciò che rende questo territorio unico; un terreno di origine vulcanica racconta, invece, il legame dei vini con la terra, la roccia, il sottosuolo. Il resto lo fanno le persone e la storia.

—————————————————————————————————————–

5

Nebbiolo Coste della Sesia Il Centovigne 2015 – CENTOVIGNE 97,5/100   

prezzo a scaffale enoteca 20 euro circa

Grande maturità del frutto, ricco di essenze colorate di rosso come ciliegine sotto spirito e spezie più dense e scure. Buona la progressione tannica, declinata al sorso su un finale iodato intenso. Vendemmia manuale in piccole cassette, fermentazioni spontanee e affinamento di 24 mesi in tonneaux di rovere francese.

L’Azienda: Centovigne Società Agricola

 

Frazione Castellengo 29/31 – Cossato (BI)
info@centovigne.it
Tel: +393355252890

Le radici aziendali nascono nel lontano 1682, anno in cui risale il documento con l’elenco di quanti torchi, botti e tini si trovavano all’interno delle crote (cantine) di Castellengo.

Il 28 settembre 1748 viene redatto il Cabreo, una relazione giudiziaria relativa ai beni feudali di Castellengo, dove si determina l’estensione complessiva delle vigne e i sistemi di coltivazione impiegati. Il Castello di Castellengo, situato sulle prealpi biellesi sotto il Monte Rosa, ospita da secoli la produzione dei vini che nascono da vigne circostanti poste su antichi terreni di origine glaciale marina.

Magda e Alessandro Ciccioni reinterpretano quotidianamente questa tradizione da uve Nebbiolo ed Erbaluce, ricostituendo la storica proprietà chiamata oggi Centovigne perché composta da piccoli vigneti distribuiti sulle colline tra il Castello di Castellengo e Mottalciata, in Alto Piemonte.

——————————————————————————————————————–

4

Spanna Colline Novaresi Runcà 2016 – VIGNETI VALLE RONCATI 98/100     

prezzo a scaffale enoteca 12  euro circa

Grande sorpresa per questo Nebbiolo, capace di sorprenderti per il suo modo di presentarsi con un bouquet di frutti rossi molto intenso e intrigante. Ma la meraviglia continua nel momento in cui fa il suo ingresso in bocca, con una bella freschezza che evidentemente premia la scelta di non usare legno bensì un rapido passaggio in acciaio. La mente va direttamente alla tavola e all’abbinamento ideale. Il vantaggioso rapporto qualità prezzo rende la nostra standing ovation ancora più meritata.

L’Azienda: Vigneti Valle Roncati

Via nazionale 10/A 28072 Briona (NO)
email: info@vignetivalleroncati.it

Tel.: 335.5732548 / 011.8005851

Seguendo le orme del nonno Giuseppe Fassa, viticoltore a Briona sin dai primi del ‘900, il nipote Corrado e la moglie Cecilia fondano nel 1997 l’Azienda Agricola Valle Roncati, per pura passione e desiderio di rinnovare l’antica tradizione vitivinicola della famiglia Fassa. La scelta di diventare viticoltori non è stata casuale ma ragionata, seppur in parte dettata dal cuore. La cantina è situata nel territorio del Comune di Briona (NO) ed i vigneti sono distribuiti sui territori di Briona, Sizzano e Ghemme per complessivi 13 ettari.

—————————————————————————————————————–

3

Nebbiolo Coste della Sesia Castello di Montecavallo 2015 – CASTELLO DI MONTECAVALLO SS   98,2/100  

prezzo a scaffale enoteca  21,50 euro circa

Il vino prende il nome  dal Castello che si affaccia sulla collina di Montecavallo.

Da vigne coltivate a guyot nasce un vino intenso, con note di lampone e sfumature di spezie, pepe nero e liquirizia a completare il bouquet. All’assaggio è intenso ed armonico allo stesso tempo, con i tannini di ottima qualità, che si fanno strada tra acidità e sapidità.

L’Azienda: Castello di Moncavallo

Via per Chiavazza, 30 – Vigliano Biellese (BIELLA)
email: info@castellodimontecavallo.it
Tel.: +39 389 9326879

Il Castello di Montecavallo venne costruito da Filiberto Avogadro di Collobiano intorno al 1830, sui resti di una casaforte appartenente alla famiglia dal 1200. Sin dalla seconda metà del 1200 la vigna è cresciuta rigogliosa, affacciandosi sul territorio della città di Biella a 450 metri s.l.m. passata da Maria Chiara Reda, titolare dell’azienda vitivinicola, ai suoi figli, Tomaso e Martina Incisa della Rocchetta. La cantina storica, tutt’ora esistente, fu costruita contemporaneamente al castello, intorno al 1830, ed ancora contiene i tini in castagno, le botti e le bigonce dell’epoca. Ad essa oggi si affianca la cantina nuova, ricavata dai locali dove erano le scuderie, moderna e funzionale, senza togliere nulla al fascino dell’antica costruzione.

——————————————————————————————————————-

2

Spanna Colline Novaresi 2018 – CANTINE DEL CASTELLO di Conti Elena, Anna e Paola S.n.c. 98,3/100   

prezzo a scaffale enoteca  25 euro circa

Vino che dimostra come un Nebbiolo in purezza non debba necessariamente invecchiare tanto per dare ottimi risultati. Spanna è l’antico nome che veniva dato al vitigno nella zona delle Colline Novaresi. Il colore è un rubino scarico, quasi esile. Il naso ha sentori tipici di rosa, fiori secchi, frutto rosso leggero ma vivo, note agrumate, speziatura lieve, sottobosco. La bocca è coerente e fresca, di bella sapidità e mineralità, con tannini levigati e lunga persistenza dai ritorni floreali, per un esito davvero incantevole.

L’Azienda: Cantine del Castello di Conti Elena, Anna e Paola SNC

Via Borgomanero 15 – 28014 Maggiora (No)

Tel.: +39 032287187
info@castelloconti.it

Nel 1963 Ermanno Conti fonda quest’azienda con l’intento di perpetuare la tradizione e la tipicità dell’Alto Piemonte nella produzione di grandi vini come il Boca. Il testimone è quindi passato dal 2006 alle tre figlie Elena, Anna e Paola che continuano, con ottimi risultati, sulla strada tracciata dal padre. Le cui linee guida prevedono il recupero dell’impianto delle vigne a Maggiorina e l’utilizzo di composti naturali nello sviluppo e difesa della vigna.

——————————————————————————————————————

1

Nebbiolo Coste della Sesia Ciuet 2011 – CASSINA PIETRO 98,9/100   

prezzo a scaffale enoteca 24  euro circa

Un Nebbiolo straordinario, elegante e intenso, che ti seduce a partire dal profilo olfattivo, sfaccettato e complesso: note floreali tipiche di rosa e viola lasciano presto il posto a frutti rossi, caffè, spezie scure. In bocca è secco, ampio, ricco di succo, alternando sensazioni fresche a note di frutta più matura, che ricordano la ciliegia e i frutti di bosco. Chiude lungo e piacevolissimo, sempre sul frutto. Davvero difficile chiedere di più a un vino…e infatti ci alziamo in piedi per la nostra standing ovation!

L’Azienda: Cassina Pietro

Via IV Novembre, 171 – Lessona (BI)

E-mail: info@pietrocassina.it

Tel.: 015 99372

L’azienda si trova a Lessona, in provincia di Biella, a poca distanza dal Monte Rosa e da Torino, in un contesto circondato da boschi e colline. Sono poco più di sei gli ettari di vigneti immersi in questo territorio assai particolare, dove il Nebbiolo si è acclimatato perfettamente, esprimendosi con naturale eleganza e finezza. Pietro Cassina gestisce i suoi pochi ettari “alla francese”, cioè suddividendoli in vari “cru”, da cui ricava una decina di etichette dai tre vitigni coltivati: Nebbiolo, Vespolina ed Erbaluce. Le rese sono tenute bassissime, raramente oltre i 40 quintali/ettaro. Attenzione all’ambiente e sensibilità in cantina, completano il quadro di una piccola azienda modello

 

avatar
Scritto da

Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia

La classifica dei migliori 10 Panettoni d’Italia del 2019 secondo Vinodabere

News

NELLA CLASSIFICA DEI 10 CAFFÈ PIU’ COSTOSI AL MONDO 4 DERIVANO DALLA MASTICAZIONE DEGLI ANIMALI

News

La classifica dei migliori 20 Panettoni d’Italia del 2020 secondo Vinodabere

News

La Classifica dei migliori Cannonau della Piccola Guida della Sardegna di Vinodabere – Seconda Edizione (assaggi effettuati nel 2019)

News

Connect
Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia