Rimani in contatto con noi

ISCRIVITI

News

Guida ai Migliori Vini dell’Alto Piemonte 2021 di Vinodabere – Introduzione e Classifica dei migliori Ghemme

Introduzione

Continua il lavoro di Vinodabere su aree regionali e microterritori della produzione enoica italiana. Stavolta è il turno dell’Alto Piemonte, che grazie al cambiamento climatico ed alla crescente attenzione delle aziende in vigna ed in cantina, sta ottenendo risultati straordinari, al punto da risultare fortemente concorrenziale con i cugini delle Langhe.

La degustazione dei 180 vini in assaggio ci ha realmente emozionato, tanto da procurare veri e propri sussulti in molti di noi. Non a caso sono ben 68 le etichette che vi racconteremo, ed alcune ancora letteralmente sconosciute.

In particolare ed in maniera trasversale rispetto a zone e denominazioni le annate 2016 e 2015 sono apparse molto convincenti, la prima per eleganza e succosità, la seconda per struttura e lunghezza gustativa.

Metodologia
L’impostazione vede confermate le scelte delle Guide di Vinodabere. L’obiettivo rimane quello di rivolgersi al consumatore finale, ai ristoratori e tutti gli esercenti dei circuiti commerciali che ruotano attorno al vino. Che abbiamo dunque messo al centro del nostro lavoro, creando delle classifiche per tipologia ed insiemi omogenei, provando a rispondere alle esigenze di chi vuole orientarsi nell’acquisto di una bottiglia o nella costruzione di una cantina o anche di una carta dei vini se titolare di un locale. Non mancano le descrizioni delle aziende e le loro storie, ma solo dopo ciascun vino recensito; per questo alcune – quelle di cantine presenti con più vini – saranno ripetute per non costringere il lettore ad andare a cercarle altrove nella Guida.
Utilizziamo alcuni simboli per spiegare ancora meglio le differenze qualitative tra i vini recensiti.
Abbiamo scelto di fare riferimento ad un mondo diverso da quello enoico, e vicino a quello delle emozioni di tutti i giorni, attribuendo 1 applauso per quelle etichette che si attestano tra i 90 ed i 94,9 centesimi (vini decisamente buoni), 2 applausi tra i 95 ed i 97,9 (vini ottimi), ed una standing ovation tra 98 e 100 (vini eccellenti). I punteggi, essendo frutto di una media di degustazione in panel, possono prevedere anche i decimi di punto. Le classifiche sono in ordine decrescente.
Per rendere più compiutamente comprensibili e trasparenti le nostre valutazioni vi ricordiamo che abbiamo usato una scala di punteggio internazionale (quindi in media leggermente più alta di quelle in uso in Italia) e che tutti gli assaggi sono stati svolti rigorosamente alla cieca presso l’Osteria Poerio di Roma, che ringraziamo per l’ospitalità. Il nostro ringraziamento va inoltre al Consorzio Tutela Alto Piemonte ed in particolare a Lorella Zoppis Antoniolo per il supporto nella raccolta dei campioni.

 

La Squadra

Curatori: Maurizio Valeriani e Antonio Paolini

I testi che leggerete in Guida sono di: Carlo Bertilaccio, Salvatore Del Vasto, Maurizio Gabriele, Luca Matarazzo, Daniele Moroni, Gianmarco Nulli Gennari, Antonio Paolini, Emanuela Pistoni, Stefano Puhalovich, Carlotta Salvini, Franco Santini, Marco Sciarrini, Gianni Travaglini, Paolo Valentini, Maurizio Valeriani.
Hanno completato il panel di assaggio: Paolo Frugoni, Federico Gabriele, Claudia Marinelli, Claudia Marocchi, Giuseppe Picconi.

La Classifica dei Migliori Ghemme

 

 

15

Ghemme Riserva Vigna Cavenago 2015 – Mirù  94,5/100

prezzo a scaffale enoteca  25 euro circa

 

Da uno storico, singolo vigneto aziendale, un vino dal luminosissimo rosso rubino, naso di ribes fresco  ed essenze di rosa e violetta. Bella interpretazione del territorio e del Nebbiolo, godibile già adesso quanto, in prospettiva, tra qualche anno. Verticale il gusto, con le tipiche sensazioni minerali di pietra focaia e grafite, note ematiche e tannini ben integrati. Nozze felici con una fiorentina alla brace.

 

L’Azienda: Azienda Agricola Mirù

Piazza Antonelli 24

28074 Ghemme (NO)

Mail: info@aziendaagricolamiru.it

Tel. 0163/840032

 

Azienda a gestione familiare, affidata alla competenza del giovane Marco Arlunno, ma che dal 1978 si avvale della collaborazione scientifica dell’Università di Milano.  La cantina è ubicata nel centro di Ghemme, accanto alla chiesa di Santa Maria Assunta, completata nel 1863 con la costruzione dello scurolo della Beata Panacea, su progetto di Antonelli. I dieci ettari di terreni vitati, generosi di apporto minerale e di origine fluvioglaciale, sono situati sulle colline scistose del Cavenago, delle Carelle e dei Rossini, e regalano vini di struttura, pienamente rispettosi del territorio di appartenenza.

——————————————————————————————————————-

14

Ghemme ai Livelli 2015 – MAZZONI TIZIANO 94,8/100

prezzo a scaffale enoteca  30 euro circa

 

Da Nebbiolo in purezza ottenuto da un’unica vigna del 1975 su suoli morenici e argillosi, a 280 metri s.l.m. Diciotto mesi in tonneaux e poi un altro anno e mezzo in botte grande. Evidente traccia balsamica all’olfatto, liquirizia e china, buccia d’arancia e speziatura dolce. Bocca educata, di bel passo e grande finezza estrattiva, agile nonostante la struttura. Il finale è fresco con acidità ben integrata al corpo del vino.

 

L’Azienda: Azienda Agricola Tiziano Mazzoni

 

 

 

via Asilo 16 – 28010 Cavaglio d’Agogna (NO)
email: info@vinimazzoni.it

Tel.: 3470644911 – 3488200635

Tiziano Mazzoni, affiancato da tempo dal figlio Gilles, è in attività da poco più di vent’anni nel cuore del territorio del Ghemme, di cui è diventato rapidamente uno dei punti di riferimento. Coltiva 4,5 ettari di vigneto per una produzione totale di 15-20 mila bottiglie, frutto di rese molto basse. Per scelta, nonostante la Docg consenta l’uso di altre uve fino al 15%, i Ghemme aziendali sono ottenuti da due singole vigne piantate esclusivamente a Nebbiolo.

—————————————————————————————————————–

13

Ghemme 2015 – TORRACCIA DEL PIANTAVIGNA 95/100   

prezzo a scaffale enoteca 26 euro circa

Derivante da Nebbiolo al 90% e Vespolina 10% rappresenta appieno l’eleganza tipica del Nebbiolo dell’Alto Piemonte, rimanendo impresso per la grande finezza e la freschezza. Al naso frutti a bacca rossa, viola e rosa appassita, si accompagnano a ricordi di liquirizia. Il sorso è pieno ed avvolgente con tannini levigati. Oltre ai sentori fruttati e floreali emergono note di erbe aromatiche di montagna.

 

L’Azienda: Torraccia del Piantavigna

info@torracciadelpiantavigna.it

Via Romagnano, 69/A
28074 – Ghemme (NO) – Italy
Tel. +39 0163 840040

Con “Torraccia” viene identificata la quasi diroccata torre del castello di Cavenago ma è anche il nome che viene dato alla collina dalla forma circolare, che si trova poco oltre il seicentesco castello, e che gode di una vantaggiosissima esposizione. Il suolo possiede una ricchezza mineralogica unica e il clima, continentale, è mitigato dall’aria fresca che scende dal Monte Rosa. Piantavigna è il cognome di Pierino, fondatore dell’azienda, colui che piantò nei primi anni ’50 un piccolo vigneto su questa collina a Ghemme.

L’azienda si estende su 40 ettari coltivati a Nebbiolo, Vespolina e “vitigno a bacca bianca come da disciplinare di produzione” (è vietato scrivere Erbaluce, appannaggio della zona di Caluso).

——————————————————————————————————————

12

Ghemme Chioso dei Pomi 2015 – ROVELLOTTI Viticoltori in Ghemme 95,5/100 

prezzo a scaffale enoteca  23 euro circa

Succosità intrigante, ricca di eleganza agrumata. Un tocco di ciliegia e marmellata di lamponi, corroborati da scorze di arancia rossa e spezie morbide, delineano il  finale. La bocca è tonica e coerente con quanto già sciorinato al naso, e chiude su richiami di tabacco biondo e (molto intenso) di nocciola tostata. In prevalenza Nebbiolo, poi Vespolina, Bonarda e Vitigno Innominato (è vietato usare in questa zona il nome Erbaluce, che è appannaggio del Canavese), con rese per ettaro bassissime, il Chioso fa fermentazione alcolica e malolattica in tini d’acciaio.  Affina poi per 36 mesi in botti grandi di rovere e riposa per un minimo di 9 mesi ulteriori in vetro prima di essere immesso in commercio. Sposa alla perfezione formaggi stagionati come il Castelmagno o un piatto di selvaggina in civet.

 

L’Azienda: Rovellotti Viticoltori in Ghemme

 

 

 

 

via Interno Castello 22

28074 Ghemme (NO), Italy

info@rovellotti.it

mobile: +39 3280192313

I vigneti aziendali occupano 25 ettari delle Colline Novaresi. La loro posizione, esposta alle correnti d’aria alpine, è particolarmente adatta alle uve Nebbiolo, Vespolina, Vitigno Innominabile (è vietato usare in questa zona il nome Erbaluce, che è appannaggio del Canavese) e alla Bonarda. La matrice argillosa del terreno aiuta le piante a non soffrire di stress idrici; si vinifica sia la tipologia Ghemme DOCG che Colline Novaresi DOC. A bassissimo impatto ambientale, il ciclo produttivo è dislocato in diverse cantine ristrutturate con materiali grezzi, per non stravolgere le strutture originarie, raggruppate all’interno delle mura dell’antico ricetto del Castello di Ghemme.

——————————————————————————————————————-

11

Ghemme Collis Breclemae 2013 – ANTICHI VIGNETI DI CANTALUPO 96,4/100 

prezzo a scaffale enoteca 47,50 euro circa

Austero, potente, intenso, ricco e sfaccettato. In sintesi, un grande vino. Al naso si presenta con un pout pourrì di fiori secchi e frutti scuri, spezie e terra. In bocca è vibrante, polposo, pieno, con tannini che, nonostante il lungo affinamento, danno l’impressione di doversi ancora distendere del tutto. Una vena sapida impreziosisce il finale, lungo e pulito. Un vino che ha ancora lunga vita avanti a sé, ma che regala una gran bevuta anche adesso.

 

L’Azienda: Antichi Vigneti Cantalupo

Indirizzo: Via Michelangelo Buonarroti, 5 – Ghemme (NO)
E-mail: info@cantalupo.net
Tel. 0163 840041

La storia di Ghemme e dei suoi vini passa da qui. Tra i pionieri della denominazione, la famiglia Arlunno è sempre stata una stella polare per tutti i produttori della zona. Attenzione, intelligenza, sensibilità e misura sono gli ingredienti di un approccio al vino e alla campagna che dovrebbe rappresentare un modello per l’intero Nord Piemonte. Molti vini sono commercializzati per scelta dopo lungo affinamento e solo nelle annate più felici. I vigneti sono posti intorno ai 300 metri di altitudine, in un contesto bucolico e incontaminato. In poche parole, un indirizzo da “circoletto rosso”, per citare il grande Rino Tommasi.

—————————————————————————————————————-

10

Ghemme Leblanque 2016 – VIGNETI VALLE RONCATI 96,5/100 

prezzo a scaffale enoteca 30 euro circa

Doppio applauso più che meritato per un Nebbiolo in purezza che ti accoglie con una nota olfattiva di grande impatto, dichiarando fin da subito il proprio carattere e una complessità che ti invita subito al sorso. In bocca è coerente con intensità, una buona struttura e nonostante tutto è capace di mantenere facilità di beva, aiutata anche da una nota tannica presente ma non invasiva che conferma l’eleganza di questo vino.

L’Azienda: Vigneti Valle Roncati

Via nazionale 10/A 28072 Briona (NO)
email: info@vignetivalleroncati.it

Tel.: 335.5732548 / 011.8005851

Seguendo le orme del nonno Giuseppe Fassa, viticoltore a Briona sin dai primi del ‘900, il nipote Corrado e la moglie Cecilia fondano nel 1997 l’Azienda Agricola Valle Roncati, per pura passione e desiderio di rinnovare l’antica tradizione vitivinicola della famiglia Fassa. La scelta di diventare viticoltori non è stata casuale ma ragionata, seppur in parte dettata dal cuore. La cantina è situata nel territorio del Comune di Briona (NO) ed i vigneti sono distribuiti sui territori di Briona, Sizzano e Ghemme per complessivi 13 ettari.

—————————————————————————————————————–

9

Ghemme Oltre il bosco 2016 – BRIGATTI FRANCESCO 96,7/100 

prezzo a scaffale enoteca 28 euro circa

Dopo il benvenuto di un approccio olfattivo ammaliante, fatto di frutti rossi e spezie, “Oltre il Bosco” continua proponendosi con un piacevolissimo sorso, una ottima struttura ed una speziatura elegante. A completare l’opera ci pensa una buona acidità e una trama tannica di carattere, il tutto a certificare una bella corrispondenza varietale.

 

L’Azienda: Francesco Brigatti

Indirizzo: Via Olmi 31  28019  Suno (NO)
email: info@vinibrigatti.com 

Tel.: 0322.85037

La genesi dell’azienda agricola Brigatti risale ai primi del 900 quando Alessandro Brigatti, nonno di Francesco, l’attuale titolare, incominciò ad affiancare alla coltivazione di cereali quella della vite. Il giovane Alessandro, da sempre grande appassionato di vino, si mise alla ricerca del luogo ideale per impiantare i propri vigneti ed è così che s’imbatté in una graziosa e dolce collina, esposta a sud e dal terreno argilloso. Fu amore a prima vista e non certo malriposto considerato che si tratta di una delle migliori colline del territorio: il MötZiflon. In questo luogo così affascinante Alessandro iniziò a coltivare Nebbiolo, Vespolina e Uva Rara.

——————————————————————————————————————-

8

Ghemme 2015 – AZIENDA AGRICOLA VITIVINICOLA IOPPA F.LLI Gianpiero e Giorgio Società Agricola Semplice 97/100   

prezzo a scaffale enoteca 23  euro circa

Vino di grande finezza e leggiadria, si apre con buona intensità sulle note piccoli frutti rossi maturi come il ribes, per continuare con ricordi di marasca e  note floreali di  violetta. Intenso ed etereo anche al gusto dove arrivano più decise le sensazioni speziate di liquirizia, pepe. Il tannino è finissimo e sul finale chiude con un elegante richiamo balsamico accompagnato dalla scia sapida e terrosa di sottobosco.

 

L’Azienda: Azienda Agricola Vitivinicola Ioppa f.lli Gianpiero e Giorgio

Indirizzo: via Delle Pallotte 10 28078 Romagano Sesia (No)
email: info@viniioppa.it
Tel.: +39 0163 833079

Fondata nel 1852 e ora alla settima generazione, è la più antica casa vitivinicola a conduzione familiare del territorio collinare DOCG tra i comuni di Romagnano Sesia e di Ghemme, Bassa Valsesia, che vanta una forte tradizione di viticoltura.

—————————————————————————————————————-

7

Ghemme dei Mazzoni 2016 – MAZZONI TIZIANO 97,4/100  

prezzo a scaffale enoteca  20 euro circa

Da Nebbiolo in purezza ottenuto da un’unica vigna piantata vent’anni fa su suoli morenici e argillosi, a 280 metri s.l.m. Due anni in botte grande. Naso di grande pulizia ed eleganza, erbe officinali, pepe bianco, frutti neri e cenni floreali. Sorso succoso, di bell’equilibrio, carattere e piacevolezza, buon allungo, tannini levigati, chiusura minerale e balsamica.

 

L’Azienda: Azienda Agricola Tiziano Mazzoni

via Asilo 16 – 28010 Cavaglio d’Agogna (NO)
email: info@vinimazzoni.it

Tel.: 3470644911 – 3488200635

Tiziano Mazzoni, affiancato da tempo dal figlio Gilles, è in attività da poco più di vent’anni nel cuore del territorio del Ghemme, di cui è diventato rapidamente uno dei punti di riferimento. Coltiva 4,5 ettari di vigneto per una produzione totale di 15-20mila bottiglie, frutto di rese molto basse. Per scelta, nonostante la Docg consenta l’uso di altre uve fino al 15%, i Ghemme aziendali sono ottenuti da due singole vigne piantate esclusivamente a Nebbiolo.

——————————————————————————————————————

6

Ghemme Riserva 2012 – TORRACCIA DEL PIANTAVIGNA  97,7/100  

prezzo a scaffale enoteca 47,50 euro circa

Vino che presenta sentori floreali e fruttati, toni speziati ed agrumati, un tannino ancora vibrante, un sorso avvolgente, sapido e fresco. Carattere, eleganza ed un piacevole finale iodato e succoso completano il già ricco quadro organolettico.

 

L’Azienda: Torraccia del Piantavigna

 

Via Romagnano, 69/A
28074 – Ghemme (NO) – Italy
Tel. +39 0163 840040

info@torracciadelpiantavigna.it

Con “Torraccia” viene identificata la quasi diroccata torre del castello di Cavenago ma è anche il nome che viene dato alla collina dalla forma circolare, che si trova poco oltre il seicentesco castello, e che gode di una vantaggiosissima esposizione. Il suolo possiede una ricchezza mineralogica unica e il clima, continentale, è mitigato dall’aria fresca che scende dal Monte Rosa. Piantavigna è il cognome di Pierino, fondatore dell’azienda, colui che piantò nei primi anni ’50 un piccolo vigneto su questa collina a Ghemme.

L’azienda si estende su 40 ettari coltivati a Nebbiolo, Vespolina e “vitigno a bacca bianca come da disciplinare di produzione” (è vietato scrivere Erbaluce, appannaggio della zona di Caluso),

——————————————————————————————————————-

5

Ghemme Santa Fé 2015 – AZIENDA AGRICOLA VITIVINICOLA IOPPA F.LLI Gianpiero e Giorgio Società Agricola Semplice 97,9/100   

prezzo a scaffale enoteca 30 euro circa

Il nome, che in dialetto locale sta per “Santa Fede”, deriva da una chiesa a Romagnano Sesia. Il vigneto è un vero e proprio cru del Ghemme, il suolo è argilloso con presenza importante di caolini. La prima fase olfattiva è intrigante per la dominanza di sensazioni minerali: pietra bagnata, sensazioni terrose, quasi ematiche e ferrose. La complessità si distende poi nei toni fumé. Lentamente nel bicchiere appare la sequenza dei toni fruttati: arancia rossa, frutti di bosco, in particolar il ribes nero. Tra le spezie arrivano sbuffi di pepe nero, china, rabarbaro, erbette aromatiche chiudendo con accenni di tabacco dolce. Di grande impatto al gusto, non per la struttura ma per la concentrazione su un corpo contenuto. La freschezza è accompagnata dal tannino fitto e definito ed il sorso chiude sul lungo finale sapido e terroso. Un grande vino destinato ad una gloriosa evoluzione nel tempo.

 

L’Azienda: Azienda Agricola Vitivinicola Ioppa f.lli Gianpiero e Giorgio

Indirizzo: via Delle Pallotte 10 28078 Romagano Sesia (No)
email: info@viniioppa.it
Tel.: +39 0163 833079

Fondata nel 1852 e ora alla settima generazione, è la più antica casa vitivinicola a conduzione familiare del territorio collinare DOCG tra i comuni di Romagnano Sesia e di Ghemme, Bassa Valsesia, che vanta una forte tradizione di viticoltura.

 

——————————————————————————————————————-

4

Ghemme Riserva Pelizzane 2008 – TORRACCIA DEL PIANTAVIGNA 98,2/100   

prezzo a scaffale enoteca 49  euro circa

Da uve provenienti da una parcella specifica situata ad ovest della grandezza di un ettaro, su terreno di tipo argilloso, caratteristico della zona, e che gode di ottima esposizione. Si tratta di un vigneto che riceve attente cure, viene vendemmiato, vinificato e affinato in solitaria. Tutta questa dedizione e premura le si ritrovano nel calice. Vino dal profumo vivo e radicato nella sua profonda eleganza. Intenso frutto, sia al naso che in bocca, espresso in confettura. Percezione netta di note floreali ed accenni fumé. Alcol e tannino in equilibrio e ben amalgamati con il resto delle sensazioni tattili.

 

L’Azienda: Torraccia del Piantavigna

Via Romagnano, 69/A
28074 – Ghemme (NO) – Italy
Tel. +39 0163 840040

info@torracciadelpiantavigna.it

Con “Torraccia” viene identificata la quasi diroccata torre del castello di Cavenago ma è anche il nome che viene dato alla collina dalla forma circolare, che si trova poco oltre il seicentesco castello, e che gode di una vantaggiosissima esposizione. Il suolo possiede una ricchezza mineralogica unica e il clima, continentale, è mitigato dall’aria fresca che scende dal Monte Rosa. Piantavigna è il cognome di Pierino, fondatore dell’azienda, colui che piantò nei primi anni ’50 un piccolo vigneto su questa collina a Ghemme.

L’azienda si estende su 40 ettari coltivati a Nebbiolo, Vespolina e “vitigno a bacca bianca come da disciplinare di produzione” (è vietato scrivere Erbaluce, appannaggio della zona di Caluso),

 

——————————————————————————————————————

3

Ghemme Balsina 2015 – AZIENDA AGRICOLA VITIVINICOLA IOPPA F.LLI Gianpiero e Giorgio Società Agricola Semplice 98,3/100    

prezzo a scaffale enoteca 30  euro circa

La Balsina è uno tra i primi appezzamenti collinari acquistati nel 1852 da Michelangelo Ioppa. Questo particolarissimo cru, rivolto a sud-ovest, ha una matrice alluvionale ricca di sali minerali presenti nel terreno per via del disgregamento di ciottoli di diversa natura; presenta dunque una componente di scheletro notevole.

Un vino di grande suggestione che si rivela poco alla volta mostrando un frutto integro, caldo e succoso, ben lontano dalla confettura: inizialmente compaiono la visciola, la susina rossa, poco dopo arrivano i toni speziati di buona intensità accompagnati da suggestioni balsamiche. In profondità si manifestano toni evolutivi di cannella, chiodo di garofano alternati da aghi di pino, grafite e humus. Al gusto è fine, di buona freschezza con un tannino soffice che si allunga sul finale chiudendo con leggere speziature dolci di grande persistenza. Un vino dinamico che suggestiona per la continua evoluzione nel bicchiere

 

L’Azienda: Azienda Agricola Vitivinicola Ioppa f.lli Gianpiero e Giorgio

Indirizzo: via Delle Pallotte 10 28078 Romagano Sesia (No)
email: info@viniioppa.it
Tel.: +39 0163 833079

Fondata nel 1852 e ora alla settima generazione, è la più antica casa vitivinicola a conduzione familiare del territorio collinare DOCG tra i comuni di Romagnano Sesia e di Ghemme, Bassa Valsesia, che vanta una forte tradizione di viticoltura.

—————————————————————————————————————

2

Ghemme 2015 – Az. CHIOVINI PARIDE E RANDETTI MARIA ELENA s.a.s. 98,5/100  

prezzo a scaffale enoteca  20 euro circa

La prima testimonianza del Ghemme risale ad età romana, ai tempi di Tiberio. Questo 2015 fedele al disciplinare si affina 18 mesi almeno in legno (tonneaux da 5 ettolitri di rovere francese) e 6 mesi in bottiglia. Di facile riconoscibilità, quasi da manuale, per attacco olfattivo: sottobosco, fungo secco e viola appassita. Marcia impressionante nel bicchiere, il sorso arricchito ad ogni assaggio da note di macchia mediterranea, macis e marasche mature. Chiusura salmastra, intensa e persistente. Godibile da solo o – a tavola – in compagnia di una guancia di manzo brasata, aromatizzata da pepe nero e bacche di ginepro. Prezzo decisamente accattivante.

 

L’Azienda: Az. Chiovini & Randetti soc. agr. semplice

via Giuseppe Garibaldi 20

28070 Sizzano, Novara, Italy

 info@paridechiovini.it

mobile: +39 339 43 04 954

 

I vini di Paride Chiovini dal 1997 rappresentano al meglio la tradizione agricola del territorio dell’Alto Piemonte. Poco più di tre gli ettari vitati, a Nebbiolo (localmente detto Spanna), Vespolina (o Ughetta), Uva Rara (o Bonarda Novarese), autoctoni a bacca rossa e il bianco Erbaluce Novarese. Vigneti tra Sizzano e Ghemme, in parte considerati ormai “vecchi” e caratterizzati da bassa densità d’impianto. A seguito della ristrutturazione aziendale, la vecchia stalla è stata ristrutturata e divisa tra locali per l’imbottigliamento e l’invecchiamento, quest’ultimo a temperatura costante, a proteggere le botti di legno da 225 e 500 litri in cui riposano amorevolmente curati vini dalle ottime prospettive di longevità.

—————————————————————————————————————–

1

Ghemme Collis Carellae 2013 – ANTICHI VIGNETI DI CANTALUPO 98,6/100  

prezzo a scaffale enoteca 48 euro circa

Un vino fantastico, luminoso, da uno dei cru più vocati del territorio di Ghemme. La mente viaggia verso ricordi autunnali, dove il bouquet maturo racconta di fiori secchi, spezie, sottobosco, resina, tabacco, con profumi ematici e scuri a dare profondità ad ampiezza. In bocca è sintesi di eleganza ed intensità, contrastato e succulento allo stesso tempo, con un tannino a cui gli otto anni di affinamento hanno conferito una mirabile tessitura. Chiude con un sorso ancora fresco e coinvolgente, che gli dona levità e lunghezza. Standing ovation strameritata!

 

L’Azienda: Antichi Vigneti Cantalupo

Indirizzo: Via Michelangelo Buonarroti, 5 – Ghemme (NO)
E-mail: info@cantalupo.net
Tel. 0163 840041

La storia di Ghemme e dei suoi vini passa da qui. Tra i pionieri della denominazione, la famiglia Arlunno è sempre stata una stella polare per tutti i produttori della zona. Attenzione, intelligenza, sensibilità e misura sono gli ingredienti di un approccio al vino e alla campagna che dovrebbe rappresentare un modello per l’intero Nord Piemonte. Molti vini sono commercializzati per scelta dopo lungo affinamento e solo nelle annate più felici. I vigneti sono posti intorno ai 300 metri di altitudine, in un contesto bucolico e incontaminato. In poche parole, un indirizzo da “circoletto rosso”, per citare il grande Rino Tommasi.

avatar
Scritto da

Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia

La classifica dei migliori 10 Panettoni d’Italia del 2019 secondo Vinodabere

News

NELLA CLASSIFICA DEI 10 CAFFÈ PIU’ COSTOSI AL MONDO 4 DERIVANO DALLA MASTICAZIONE DEGLI ANIMALI

News

La classifica dei migliori 20 Panettoni d’Italia del 2020 secondo Vinodabere

News

La Classifica dei migliori Cannonau della Piccola Guida della Sardegna di Vinodabere – Seconda Edizione (assaggi effettuati nel 2019)

News

Connect
Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia