Rimani in contatto con noi

ISCRIVITI

Degustazione

Barolo, Barbaresco, Roero & i Nebbioli del Nord a Roma con Go Wine

A Roma presso l’Hotel Savoy abbiamo partecipato all’evento organizzato da Go Wine “I Volti del Nebbiolo – Barolo, Barbaresco, Roero & i Nebbioli del Nord“, un appuntamento dedicato al vitigno Nebbiolo .
In un ambiente elegante e “friendly”, con un numero non troppo grande di aziende, il pubblico e i professionisti del settore hanno avuto la possibilità di dialogare con i produttori e di assaporare i vini di diverse denominazioni e provenienti dai differenti territori delle colline attorno ad Alba e altre zone del Piemonte.

Le Piane, Boca (NO)

Boca 2009 – Le Piane (Nebbiolo 85%, Vespolina 15%). Affinato in botte grande di rovere di Slavonia, fa un anno di bottiglia. All’olfatto emergono bellissimi profumi di ciliegia matura e spezie fini; al gusto eleganza e raffinatezza superiori, con ritorno di frutti rossi e un amalgama ben integrato di sapidità, acidità e tannino. Complesso, chiude con note minerali e una lunga persistenza.

Azienda agricola Lano Gianluigi, Alba (CN)

Nebbiolo 2016 – G. Lano (Nebbiolo 100%) Affinato in tonneaux per un anno. Al naso frutti rossi con note balsamiche. In bocca si fa sentire con un sorso dinamico e un bel tannino vibrante. Un vino che si accompagna bene al pasto con carni rosse.
Barbaresco DOCG Rocche Massalupo 2011 – G. Lano (Nebbiolo 100%) coltivato nella frazione San Rocco Seno d’Elvio di Alba. Affinato due anni in botte grande. Il profumo evidenzia tutti i marcatori del nebbiolo, rosa rossa, frutti rossi (ciliegia matura, fragola). Al palato si caratterizza per grande equilibrio e corrispondenza naso-bocca, chiude con finale pulito, fresco e pepato, e presenta una beva molto piacevole e scorrevole.

L’Astemia Pentita, Barolo (CN)

Il nome spiritoso dell’azienda richiama la storia della proprietaria che nonostante sia nata e cresciuta in Langa ha compiuto un percorso di “pentimento”, per cui da astemia che era a un certo momento della sua vita si è ritrovata appassionata produttrice di Nebbiolo.

Barolo Cannubi DOCG 2014 – L’Astemia Pentita (100% Nebbiolo). Da un cru storico nel comune di Barolo proviene questo vino, affinato in botte grande per tre anni. Complesso, ricco di aromi e profumi di rosa rossa passita, frutta nera matura, spezie e note balsamiche; al gusto mostra leggerezza, finezza, tannini setosi. Nonostante l’annata non eccezionale un vino di grande eleganza, perfetto da abbinare ai formaggi stagionati.

Moccagatta, Barbaresco (CN)

Barbaresco Docg “Bric Balin” 2013 – Moccagatta (100% Nebbiolo). Uve provenienti dall’omonimo vigneto in Barbaresco. Il vino Matura 18 mesi in barriques e 9 mesi in bottiglia. Naso molto intenso di frutti rossi , con prevalenza di confettura di amarena, poi legno di liquirizia, balsamico mentolato, un tocco di vaniglia . Al palato ha un attacco leggero e sapido, il tannino, importante, è ben integrato e lascia la bocca molto pulita.

Francesco Rinaldi, Alba (CN)

L’azienda ha vigneti a Barolo, La Morra e Castiglion Falletto. I vini invecchiano in botti grandi di rovere.
Barolo ‘Brunate’ 2014 – Francesco Rinaldi (100% Nebbiolo). Frutta rossa matura e spezie al naso, leggerezza e sapidità al palato. Elegante, morbido, non molto complesso vista anche l’annata.
Barolo ‘Cannubi’ 2014 – Francesco Rinaldi (100% Nebbiolo). Al naso frutta rossa (lamponi, fragola) più intensa e più netta rispetto al Brunate, note speziate, balsamico; in bocca grande finezza ed eleganza, complessità; il cru Cannubi riesce a valorizzare al meglio il profilo gustativo del Nebbiolo anche in una annata difficile come il 2014.

Azienda Sordo Giovanni, Castiglion Falletto (CN)

Nebbiolo 2016 – G. Sordo (Nebbiolo 100%) Affinato in botte grande. Al naso frutti rossi (gelso, leggera arancia). In bocca rivela un sorso dinamico, con una bella acidità e tannini levigati.

Barolo ‘Gabutti’ 2014 – Sordo (100% Nebbiolo). Al naso fiori e frutta rossa macerata, note balsamiche, tabacco; al palato mostra tannini fini uniti ad acidità e sapidità importanti. Un sorso gradevole e complesso.

Azienda Ponchione Maurizio, Govone (CN)

Barbera d’Alba DOC “Monfrini” 2013 – Ponchione (100% Barbera). 16 mesi in botti di rovere per questa Barbera dai profumi eleganti di ciliegia con note balsamiche. Al palato risulta fresca, con grande equilibrio tra tannini ed acidità. Un sorso scorrevole e succoso.

avatar
Scritto da

Sono un appassionato del mondo del vino, mi piacciono i profumi e i sapori che ogni bottiglia di vino racchiude, le sensazioni e le emozioni che trasmette e che ogni “bevitore” può interpretare in base alle proprie percezioni sensoriali. Ho frequentato diversi corsi di degustazione sul vino in ambito AIS, Slow Food, Gambero Rosso, Enotime; ho preso il diploma di sommelier AIS nel 2001. La passione per il vino mi ha indotto a svilupparne altre, in particolare per l’Olio: ho acquisito il diploma di sommelier dell’olio extravergine di oliva dell’AISO nel 2007 e quello di assaggiatore dell’olio vergine di oliva dell’UMAO nel 2014. Mi piacciono molto anche i distillati, in particolare la grande varietà e specificità del mondo del whisky. Ho collaborato per l’edizione 2018 con la guida "I vini d'Italia" de l'Espresso e con la “Guida Flos Olei“ 2019 di Marco Oreggia. Sulla testata Vinodabere mi occupo di Vino, Olio e Distillati; inoltre collaboro con le testate www.lucianopignataro.it ed Epulae.

Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia

COMMENTA

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La classifica degli 8 migliori panettoni d’Italia del 2018 secondo Vinodabere

News

Il miele biologico dell'ape nera etnea

Gastronomia

La viticoltura eroica della Valtellina: l'azienda Gianatti Giorgio

Aziende

Ma è giusto pagare l'acqua del rubinetto al ristorante?

News

Connect
Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia