Rimani in contatto con noi

ISCRIVITI

News

Repubblica Ceca Primo Giorno – Il Concours Mondial de Bruxelles 2020 inizia con la Visita alla regione vinicola della Moravia

La città di Brno, nella Repubblica Ceca, accoglie in questi giorni la 27ª edizione del Concours Mondial de Bruxelles. Le sessioni di degustazione si svolgono dal 4 al 6 settembre 2020 presso il centro fieristico, uno dei più grandi d’Europa. Siamo nel cuore della Moravia del Sud, la più importante regione viticola del paese. La squadra della testata giornalistica Vinodabere (media partner del Concorso) è presente e vi racconterà in anteprima, giorno per giorno, quello che è successo.

Day 1 – Visita alla regione vinicola della Moravia

La Moravia è la più importante regione vinicola della Repubblica Ceca. Siamo nel sud dello stato, al confine con l’Austria. Una terra fertile in cui si produce vino dai tempi degli antichi Romani, che per primi impiantarono qui i vigneti. Il nettare di Bacco ha sempre avuto un ruolo importante, non solo dal punto di vista economico, ma anche come fonte di ispirazione e di influenza per l’arte popolare, la musica e l’architettura.

Dalle verdi colline della Moravia provengono il 96% dei vini cechi, su una superficie vitata complessiva di poco più di 18.000 ettari, abitata da vigneti autoctoni e internazionali. Un migliaio sono le cantine registrate, dai grossi gruppi industriali a piccole realtà a gestione familiare.

Quattro le sottoregioni vinicole, da ovest a est: Znojemská, Mikulovská, Velkopavlovická e Slováckà. La nostra visita si è concentrata su quella che vede come baricentro la bellissima cittadina di Mikulov. La sottoregione Mikulovská conta 30 comuni e circa 5.000 ettari di vigneti ed è considerata la regione storica del vino ceco, quella dove tutto ha avuto origine.

La zona vinicola morava si trova sullo stesso parallelo geofrafico dell’Alsazia francese e della Champagne, rispetto alle quali ha condizioni climatiche molto simili (zona fresca con forti escursioni termiche). Una terra quindi vocata per la produzione di vini bianchi freschi ed aromaticiGrüner Veltliner, Müller Thurgau e Riesling Renano ed Italico sono le varietà più diffuse – ma dove il recente cambiamento climatico ha reso popolari anche vini rossi di bella armonia e frutto, insieme a rosati sempre più trendy. Le uve e le tecniche di vinificazione si rifanno in larga parte alla confinante scuola austriaca.

Una terra da vino, insomma, che può dar vita a prodotti originali e divertenti, anche grazie ad una discreta varietà ampelografica (una sessantina le uve, tra bianche e rosse, lavorate con mix di tecniche antiche e moderne).

Nella subregione Mikulovská, zona di grandi laghi famosa per i suoi vini bianchi, il borgo di Pavlov è il centro più importante dal punto di vista storico. Qui è stata ritrovata una statua di donna risalente al Paleolitico, la Venere di Véstonice, ritenuta la più antica statua di porcellana al mondo.

L’elegante paese di Mikulov è invece il capoluogo vinicolo, sede anche di rinomate scuole di formazione.

La varietà più coltivata è il Riesling Italico, che qui cresce particolarmente bene grazie al clima fresco e ventilato, ma al riparo dalle sferzate fredde del nord grazie allo scudo naturale delle colline di Palava (Palava è anche il nome di un’uva che nasce dall’incrocio tra Traminer e Müller-Thurgau) Frequente è la presenza di botrite (muffa nobile), vista la vicinanza dei laghi e l’alta umidità

Questi gli assaggi più interessanti.

Vineria Pavlov

Oltre 200 ettari di proprieta, dove oltre all’immancabile Riesling Italico troviamo diverse varietà di uve biache autoctone e internazionali (Pinot Bianco, Chardonnay, Palava…)

Palava 2017 di Cantina Pavlov

La Palava è un’uva ottenuta dall’incrocio di Gewurtraminer e Müller-Thurgau. Aromatico, dai tratti chiaramente moscateggianti, si rivela un assaggio molto piacevole, ricco e ampio, con un finale sapido che contrasta con la spiccata aromaticità. Davvero ben fatto.

Riesling Italico 2018 di Cantina Gala

Una delle poche cantine ceche note anche sul panorama internazionale. Vino minerale e complesso, lieve botrytis, surmaturazione, la dolcezza del residuo zuccherino è ben bilanciata da un vivida acidità. Molto elegante.

Riesling Italico 2017 Linea Tradizionale di Cantina Mikrosvìn

Un produttore dallo stile tradizionale, molto noto in patria per il suo riesling botritizzato. Miele, lieve aromaticità, albicocca, pesca, molto fine al naso; bocca piacevole ed equilibrata, di grande eleganza espressiva e lunga persistenza.

Riesling Vendemmia Tardiva 2017 di Sonberk

Da uno dei vigneti più famosi della regione (che dà il nome anche alla cantina, posto incantevole da cui si gode di una vista privilegiata sulla collina Palava) assaggiamo un Riesling serio, complesso, di notevole tipicità, con muffa nobile e un primo accenno di idrocarburi; in bocca contrasto dolce-acido interessante, per un finale non finissimo ma assai persistente.

Riesling Passito 2003 di Cantina Marcinčák

Un gioiello di Riesling passito, considerato da sempre tra i migliori vini dolci del paese. Tanta roba, al naso e in bocca! Miele di castagno, frutta secca, dattero, fico, cremoso al palato, materico, alterna incredibile dolcezza a proverbiale acidità,  per un sorso di lunghezza infinita.

avatar
Scritto da

Abruzzese, ingegnere per mestiere, giornalista per passione, ha iniziato a scrivere nel 1998 per L’Ente Editoriale dell’Arma dei Carabinieri, con cui ancora collabora. Vino, distillati e turismo enogastronomico sono la sua specializzazione. Nel tempo libero (poco) prova a fare il piccolo editore, gestendo una società di portali di news e comunicazione con un bel seguito in Abruzzo e a Roma. Da una decina d'anni collabora con la guida Vinibuoni d'Italia del Touring Club, seguendo soprattutto la regione Abruzzo (ma va?). Da una quindicina scrive su Acquabuona, la più longeva testata web di enogastronomia in Italia. Organizza eventi e corsi sul vino, spesso in Abruzzo (si vabbè...lo abbiamo capito!).

Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia

La classifica dei migliori 10 Panettoni d’Italia del 2019 secondo Vinodabere

News

La classifica dei migliori 20 Panettoni d’Italia del 2020 secondo Vinodabere

News

La Classifica dei migliori Cannonau della Piccola Guida della Sardegna di Vinodabere – Seconda Edizione (assaggi effettuati nel 2019)

News

NELLA CLASSIFICA DEI 10 CAFFÈ PIU’ COSTOSI AL MONDO 4 DERIVANO DALLA MASTICAZIONE DEGLI ANIMALI

News

Connect
Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia