Rimani in contatto con noi

ISCRIVITI

News

Liguria – La nomeranza Sette Cammini: il nuovo Rossese di Maccario Dringenberg

Il Rossese è un vitigno autoctono ligure che ha trovato nel territorio della Denominazione Dolceacqua un ambiente perfetto per far esprimere nel vino raffinata eleganza e le sue peculiarità: i sentori di piccoli frutti rossi, le note floreali la tipica speziatura che ricorda il pepe bianco, un tannino levigato e setoso.
Imparentato con il Tibouren, uva che entra nei blend dei delicati rosati della Provenza, ha saputo conquistare anche in passato palati sopraffini come quello di Papa Paolo III e di Napoleone Bonaparte.


Recentemente un grosso lavoro di zonazione, di cartografia e di studi storici ha portato al riconoscimento delle Nomeranze, i Cru della Denominazione, che proprio questo anno compie i cinquanta anni, essendo stata istituita, prima per la Liguria, nel 1972.

Giovanna Maccario è una eccellente interprete del Rossese e vinifica alcune tra le più famose nomeranze: Luvaira, Brae, Posau e il mitico Curli, vigna che il buon Veronelli descrisse come una “Romanee Saint Vivant” italiana, appartenuto in passato a Emilio Croesi, sindaco di Perinaldo.


Le vigne sono condotte ad alberello, i pesticidi aboliti e tutte le operazioni sono svolte manualmente, con fatica ma anche con tanta passione.
L’azienda Maccario Dringenberg è riuscita ad acquisire in affitto Sette Cammini, la nomeranza più vicina al confine francese, che guarda il mare ed è abbracciata dai monti: territori narrati da Francesco Biamonti, lo scrittore nativo di San Biagio della Cima, che ha saputo raccontare le storie dei “passeurs”, l’intreccio di vita e cultura di chi abitava quei luoghi o transitava alla ricerca di un futuro migliore.


Nonostante il clima mite e l’influenza marina questo vigneto viene ad essere vendemmiato tra gli ultimi, insieme a Brae, quello a nord della Denominazione: le importanti escursioni termiche giorno/notte sono essenziali per la produzione di vini freschi ed eleganti.


Giovanna Maccario, in occasione del mercato Fivi a Piacenza, ha portato in degustazione Dolceacqua Sette Cammini 2020, che ha immediatamente conquistato i winelovers presenti.
Colore rosso rubino luminoso, di media intensità cromatica. Profilo olfattivo articolato su note di piccoli frutti rossi, lampone, ribes, cranberry, viola e petali di rosa, cenni di pepe bianco ed erbe aromatiche. In bocca presenta una piacevole freschezza, un tannino preziosamente cesellato e una spinta alcolica che viene ad essere integrata perfettamente. Il finale è lungo, coerente e sapido.
Un nuovo grande vino di cui la Liguria e l’azienda Maccario Dringenberg non possono che andare fieri.

avatar

Medico Psichiatra, stregata da Dioniso, divento sommelier nel 2013, Degustatore Ufficiale nel 2014 e Miglior sommelier della Liguria 2019. Nel 2016 nasce il mio blog wineloversitaly e dal 2018 sono molto attiva sui Social con il profilo @wineloversitaly. Nel 2021 sono la vincitrice del sondaggio proposto da The Fork nella categoria Wine Influencer. Ideatrice e Curatrice della prima guida Social " I vini del cuore" che uscirà a fine 2021. Collaboro come Social media coach con aziende e partners del mondo del vino. Non smetto mai di studiare: ho superato il Wset level 3 con il massimo dei voti. Comunicare il vino con passione e rispetto è il mio desiderio e il mio impegno.

Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia

La classifica dei migliori 10 Panettoni d’Italia del 2019 secondo Vinodabere

News

NELLA CLASSIFICA DEI 10 CAFFÈ PIU’ COSTOSI AL MONDO 4 DERIVANO DALLA MASTICAZIONE DEGLI ANIMALI

News

La classifica dei migliori 20 Panettoni d’Italia del 2021 secondo Vinodabere

News

La Classifica dei migliori Cannonau della Piccola Guida della Sardegna di Vinodabere – Seconda Edizione (assaggi effettuati nel 2019)

News

Connect
Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia