Rimani in contatto con noi

ISCRIVITI

Lazio

Il Cesanese e tanto altro a Olevano Romano il 16 e 17 Giugno con Vinointorno

Si sta svolgendo in questi giorni, nella cittadina di Olevano Romano, la sesta edizione  della manifestazione enogastronomica:   Vinointorno, nata dalla collaborazione tra l’associazione Extrawine ed il Gourmet Errante. L’evento nato per accrescere la cultura, di appassionati e non, verso un’enogastronomia in continua evoluzione, ha visto crescere la presenza di produttori locali che hanno l’obiettivo di far conoscere sempre più il loro territorio e il vino che da sempre li rappresenta : il Cesanese.  Abbandonando quel vestito che li ha caratterizzati per gran parte della loro vita per indossarne uno di più visibile e allo stesso tempo elegante, affinché venga apprezzato da un consumatore sempre più attento ed evoluto divenendo la bandiera di un territorio che ha tanto da dare e da far scoprire.

Questa sua sfilata lungo un’immaginaria passerella che trova la sua raffigurazione per le vie di Olevano Romano, viene sostenuta da  amici provenienti da ogni angolo della nostra Penisola. Amici che sono riusciti nel tempo a trovare una collocazione nel panorama enologico italiano, e oggi, si offrono di fare da supporto per evidenziare questo angolo di Lazio (ecco la lista delle aziende presenti).

Molto interessante il tour proposto alla stampa che ha portato a conoscere diverse cantine e scorci di vigne che hanno saputo mostrare in modo chiaro cosa si può ottenere da queste terre.

a sinistra Alberto Giacobbe

Visitare l’azienda Agricola Alberto Giacobbe a Paliano, ascoltare le parole del suo titolare Alberto e scoprire la passione che lo anima da quando è iniziato questo progetto nel 2008, ci permette di capire questa azienda quasi quanto l’assaggio dei suoi vini ed in particolare:

Giacobbe 2017 -Cesanese di Olevano Romano superiore DOC

Da Cesanese di Affile in purezza , fermenta in serbatoi di acciaio a temperatura controllata per poi affinare sempre in acciaio per 1 anno. Profumi di macchia mediterranea con il mirto in evidenza si accompagnano a note speziate dove il pepe nero la fa da padrone. Fresco con un buon tannino e una beva facile e persistente che lo rendono molto interessante.

Continuiamo il nostro giro da uno dei produttori che hanno saputo dare lustro a questo vino: Cantina Ciolli.

Un uomo, Damiano, ben supportato in vigna e nella vita dalla sua compagna Letizia, che è anche l’enologa dell’azienda, che ha fatto crescere moltissimo il Cesanese di Olevano Romano.

Letizia e Damiano

Oggi l’azienda Ciolli è un  diventata espressione di un Cesanese moderno che ha saputo interpretare al meglio il vitigno.

Da Damiano e Letizia nella visita in azienda abbiamo assaggiato 3 cru di Cesanese, provenienti da vigne diverse, che compongono uno dei vini che producono il Silene. Abbiamo in questo modo potuto assaporare in modo ben distinto quali caratteristiche conferisce ogni distinta vigna al vino finale.

Ci è stata anche data la possibilità di assaggiare anche l’altro vino dell’azienda, il Cirsium 2015, che verrà messo in commercio tra qualche mese. Un vino di grande spessore che sembra già aver raggiunto un equilibrio, dove spezie, profumi di macchia mediterranea, liquirizia e tabacco si alternano a note di sottobosco.Dinamico ed elegante all’assaggio con una bella persistenza di pepe nero.

Non poteva mancare una visita ad un ristorante simbolo di Olevano Romano : Sora Maria & Arcangelo dove lo Chef Giovanni Milana riesce sempre a stupire con i suoi piatti, semplici ma sempre rispettosi dei prodotti del territorio che esalta nel modo più consono.

Orapi del Monte Autore al burro salato con cacio “Caciofiore” e uovo

 

 

pappardelle con funghi e tartufo

 

 

 

Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia

Scritto da

Ha fondato Vinodabere nel 2014. Laureato in Economia e Commercio specializzazione mercati finanziari, si è dedicato negli ultimi dieci anni anima e corpo al mondo del vino. Assaggiatore internazionale di caffè ha partecipato a diversi corsi di analisi sensoriale del miele, vanta diverse esperienze nell'ambito enologico quali la collaborazione con la guida "I vini d'Italia" de l'Espresso (edizioni 2017 e 2018), e la collaborazione con la guida Slow Wine (edizioni 2015 e 2016).

COMMENTA

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La classifica degli 8 migliori panettoni d’Italia del 2018 secondo Vinodabere

News

Il miele biologico dell'ape nera etnea

Gastronomia

La viticoltura eroica della Valtellina: l'azienda Gianatti Giorgio

Aziende

Ma è giusto pagare l'acqua del rubinetto al ristorante?

News

Connect
Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia