Rimani in contatto con noi

ISCRIVITI

News

Cocktail ispirati al cinema: drink KARIN (film “Stromboli – Terra di Dio”) di Ilaria Bello

Continuiamo il nostro viaggio tra i cocktail ispirati al cinema.

Stavolta vi parliamo del DRINK: KARIN (ispirato al film “Stromboli – Terra di Dio”, di Roberto Rossellini, 1950)


BARLADY: Ilaria Bello del Talea di Torvaianica (Roma)

INGREDIENTI:

6 cl rum Don Papa
3,5 cl succo fresco di agrumi – limoni e arance tarocco di Sicilia
2 cl sciroppo di miele delle colline Siciliane
3 dash Talea bitter mix n°3
Velluto ai fichi d’India realizzato con Fabbri ‘Aria e velluto’ e Simple ai Fichi d’India

Bicchiere: coppetta cocktail vintage

PREPARAZIONE:
Versare il succo, lo sciroppo di miele, il bitter e il rum Don Papa in uno shaker. Agitare energicamente e versare, filtrando, in una coppetta cocktail vintage. Finire con un velluto ai fichi d’india (ottenuto con Fabbri “aria e velluto” e “Simple ai fichi d’india”).

 

ISPIRAZIONE:
Drink con rum filippino Don Papa, ispirato al film Stromboli – Terra di Dio uno dei capolavori di Rossellini che vede per la prima volta protagonista in un suo film la bellissima Ingrid Bergman. Ambientato nell’isola di Stromboli, racconta la sofferenza di Karin ad adattarsi ad un luogo cosi magnifico e così impervio, e alla vita con un marito-padrone. Karin tenta la fuga, scappando sulla vetta del Vulcano, passando per un sentiero che venne tracciato apposta per girare le scene del film. Si può percorrere ancora oggi, per rivivere la magia di un luogo così speciale e, ad accompagnare il cammino, si possono vedere ai bordi del sentiero le pale piene di fichi d’India che, con il loro colore, ravvivano un paesaggio primordiale.

Scritto da

Giornalista enogastronomico, una laurea cum laude in Economia e Commercio all'Università La Sapienza di Roma, Responsabile per l'Italia del Concorso Internazionale Grenaches du Monde, Giudice del Concorso Mondiale di Bruxelles e Giudice del Concorso Mondiale del Sauvignon, docente F.I.S.A.R.. Ha una storia che comprende collaborazioni con Guide di settore. Cito solo le ultime : Slow Wine (Responsabile per la Sardegna edizioni 2015 e 2016), I Vini de L'Espresso (vice-curatore e coordinatore nazionale edizioni 2017 e 2018), I Ristoranti d'Italia de L'Espresso (edizioni dalla 2010 alla 2018). Collabora con le testate: www.lucianopignataro.it , www.repubblica.it/sapori ed Epulae. Ha scritto alcuni articoli sul quotidiano "Il Mattino" e su www.slowine.it. Ha una passione sfrenata per quel piccolo continente che prende il nome di "Sardegna", per le sue terre e per la sua gente.

Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia

COMMENTA

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La classifica degli 8 migliori panettoni d’Italia del 2018 secondo Vinodabere

News

La ricetta della prelibata ciambella al mosto cotto

Cali di Zucchero

Il miele biologico dell'ape nera etnea

Gastronomia

La viticoltura eroica della Valtellina: l'azienda Gianatti Giorgio

Aziende

Connect
Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia