Rimani in contatto con noi

ISCRIVITI

News

Brunello 2014 vs 2013: nella degustazione per la stampa a Roma a sorpresa la sfida finisce in un sostanziale pareggio

Non è sicuramente facile mettere insieme un gruppo di giornalisti, blogger, sommelier ed assaggiatori esperti, che vengono da diverse parti d’Italia e che hanno modi di degustare differenti, ma è comunque un’esperienza di grande interesse. Così 23 persone si sono riunite ieri presso l’Osteria Mangiafuoco di Roma  (che ringraziamo per l’ospitalità) per valutare le differenze tra l’annata 2014 e l’annata 2013 di Brunello di Montalcino. A queste si sono poi aggiunte ulteriori 2 persone (Antonio Dolfi e Rowena Dumlao Giardina) che per ragioni di tempo più limitato a disposizione hanno assaggiato solo una parte dei campioni e quindi non hanno fatto parte del panel di assaggio.

Le bottiglie in assaggio

Le bottiglie in assaggio

Gli 89 vini (45 del 2014 e 44 del 2013) sono stati serviti a bottiglia coperta senza dare alcuna indicazione sull’annata e sulla etichetta.

Cominciamo dal ringraziare i partecipanti e “punteggianti” di questo evento organizzato da Vinodabere elencandoli:

Andrea Petrini

Antonio Vaia

Carlo Zucchetti

Claudia Marinelli

Daniele Moroni

Davide Tita

Enzo Scivetti

Erika Mantovan

Gianmarco Nulli Gennari

Gianna Apicella

Gianni Travaglini

Giuseppe Picconi

Luca Matarazzo

Marco Carnevali

Marina Betto

Maurizio Valeriani

Paolo Valentini

Pasquale Pace

Sabrina Signoretti

Salvatore Del Vasto

Sante Laviola

Simona Geri

Stefano Tesi

I partecipanti alla degustazione di Brunello di Montalcino

I partecipanti alla disfida Brunello 2014 vs 2013

 

Il risultato è una vera sorpresa. Ci saremmo aspettati, date le difficoltà climatiche dell’annata 2014, un consistente divario con la 2013.

I punteggi medi invece evidenziano un sostanziale pareggio. La media relativa al 2013 è 86/100, mentre del 2014 risulta essere 85,8.

Anche la classifica della Top 20 (sempre relativa ai punteggi medi) vede la presenza di 10 vini del 2013 e 10 del 2014.

Classifica Top 20

Azienda Nome Anno
Argiano Brunello di Montalcino 2013
Fattoria dei Barbi Brunello di Montalcino 2014
Pietroso Brunello di Montalcino 2013
Tenuta Buon Tempo Brunello di Montalcino Oliveto P56′ 2014
Fattoi Brunello di Montalcino 2013
Fattoria del Pino Brunello di Montalcino 2013
Collemattoni Brunello di Montalcino 2013
Casa Raia Brunello di Montalcino 2014
Tassi -Franci Brunello di Montalcino 2013
Citille di Sopra Brunello di Montalcino 2014
Canalicchio di Sopra Brunello di Montalcino 2013
Mastrojanni Brunello di Montalcino 2014
Il Marroneto Brunello di Montalcino 2014
Sesti Castello di Argiano Brunello di Montalcino 2014
Camigliano Brunello di Montalcino 2014
Caprili Brunello di Montalcino 2013
Lisini Brunello di Montalcino 2014
Sesti Castello di Argiano Brunello di Montalcino 2013
Poggio Antico Brunello di Montalcino Altero 2013
Podere Le Ripi IGT Toscana Rosso Cielo d’Ulisse 2014

Il sottoinsieme formato solo dalla squadra di Vinodabere evidenzia un divario leggermente superiore tra le due annate (87,5 media 2013 vs 87,2 per la 2014)

Questa la Top 20 di Vinodabere  (14 vini del 2013 e 6 del 2014):

Azienda Nome Anno
Sesti Castello di Argiano Brunello di Montalcino 2014
Argiano Brunello di Montalcino 2013
Fattoria dei Barbi Brunello di Montalcino 2014
Fattoria del Pino Brunello di Montalcino 2013
Collemattoni Brunello di Montalcino 2013
Podere Le Ripi IGT Toscana Rosso Cielo d’Ulisse 2014
Caprili Brunello di Montalcino 2013
Fattoria dei Barbi Brunello di Montalcino 2013
Piombaia Brunello di Montalcino 2013
Ventolaio Brunello di Montalcino 2014
Tassi -Franci Brunello di Montalcino 2013
Caprili Brunello di Montalcino 2014
Tenuta Buon Tempo Brunello di Montalcino Oliveto P56′ 2014
Fattoi Brunello di Montalcino 2013
Sesti Castello di Argiano Brunello di Montalcino 2013
Pietroso Brunello di Montalcino 2013
Citille di Sopra Brunello di Montalcino 2014
Tenuta Buon Tempo Brunello di Montalcino P56 2013
Lisini Brunello di Montalcino 2014
Corte dei Venti Brunello di Montalcino 2013

 

Altre foto della giornata:

 

 

 

Scritto da

Giornalista enogastronomico, una laurea cum laude in Economia e Commercio all'Università La Sapienza di Roma, Responsabile per l'Italia del Concorso Internazionale Grenaches du Monde, Giudice del Concorso Mondiale di Bruxelles e Giudice del Concorso Mondiale del Sauvignon, docente F.I.S.A.R.. Ha una storia che comprende collaborazioni con Guide di settore. Cito solo le ultime : Slow Wine (Responsabile per la Sardegna edizioni 2015 e 2016), I Vini de L'Espresso (vice-curatore e coordinatore nazionale edizioni 2017 e 2018), I Ristoranti d'Italia de L'Espresso (edizioni dalla 2010 alla 2018). Collabora con le testate: www.lucianopignataro.it , www.repubblica.it/sapori ed Epulae. Ha scritto alcuni articoli sul quotidiano "Il Mattino" e su www.slowine.it. Ha una passione sfrenata per quel piccolo continente che prende il nome di "Sardegna", per le sue terre e per la sua gente.

Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia

COMMENTA

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La classifica degli 8 migliori panettoni d’Italia del 2018 secondo Vinodabere

News

La ricetta della prelibata ciambella al mosto cotto

Cali di Zucchero

Il miele biologico dell'ape nera etnea

Gastronomia

La viticoltura eroica della Valtellina: l'azienda Gianatti Giorgio

Aziende

Connect
Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia