Rimani in contatto con noi

ISCRIVITI

News

TENUTA EBNER – I BIANCHI IN PUREZZA DELLA TRADIZIONE ALTOATESINA: Pinot Bianco, Grüner Veltliner e Sauvignon Blanc

La Tenuta Vinicola Ebner si trova a Campodazzo (373 metri s.l.m.), non lontano da Bolzano, ai piedi dell’altopiano del Renon, nella parte meridionale della Valle Isarco. Brigitte e Florian Unterthiner, la terza generazione della famiglia Ebner, gestiscono la tenuta all’insegna della sostenibilità ambientale. I 4,5 ettari di vigneti, piante in maggioranza di 40 anni e coltivate a Pergola, si trovano su pendii terrazzati, ben ventilati e con esposizioni che vanno da sud a sud-est. I terreni, di origine vulcanica, sono di tipo sabbioso-argilloso, calcarei e porfirici; caratteristiche generatrici della tipica mineralità ed eleganza dei vini bianchi in particolare.

 

La famiglia Ebner al lavoro sugli scoscesi terrazzamenti della Valle Isarco


La produzione vinicola è incentrata sui vitigni bianchi: Pinot Bianco, Sauvignon, Grüner Veltliner e Gewürztraminer. Abbiamo avuto l’occasione di assaggiare un “tris” dell’ultima annata in commercio, che vi andiamo a descrivere.



Pinot Bianco 2020
Il “Pinot Blanc” è un vitigno importato dalla Francia (Borgogna) in Italia nel XIX secolo. Qui ha trovato una collocazione ideale in diverse regioni del nord e in Trentino – Alto Adige dà luogo a pregiate versioni di vini sia frizzanti (Trento Spumante) che fermi. Tenuta Ebner ne produce una versione ferma, in purezza, che in questa annata ci è sembrata particolarmente riuscita. Profumi di fiori bianchi e gialli, frutta bianca matura, sfumature di vaniglia. Scorre fresco, vellutato e consistente nel palato, lasciando in bocca un velo glicerico e una nota minerale/gessosa; aromi di frutta dolce e acidità ottimamente fusi: un equilibrio stupefacente per un 2020, che unito ad una eccellente pulizia aromatica gli donano una spinta gustativa molto convincente ed intrigante.



Grüner Veltliner 2020
È il vitigno tipico di questo territorio, è una rarità in Alto Adige e si trova solo in Valle Isarco. Molto apprezzato dalla critica enologica, questa annata però, a nostro avviso, è inferiore alle precedenti. All’olfatto nuance affumicate (cenere) e tostate, fiori secchi, mela verde e frutta tropicale, spezie (pepe bianco). Nel palato è secco, con sfumature vegetali e minerali; di buona struttura, sapori fruttati mediamente intensi e bilanciati, manca un pò di verve.

 


Sauvignon 2020
Importato anch’esso dalla Francia (come il Pinot Bianco) alla fine del XIX secolo, in Alto Adige si è ambientato magnificamente, dando vita ad un vino con caratteristiche di aromaticità ed eleganza che non fanno rimpiangere il capostipite francese. Ottima la versione della Tenuta Ebner: se fosse una persona lo definiremmo un “hombre vertical”, tutto d’un pezzo. Un sauvignon più che didattico, di grande nitidezza aromatica. Al naso intensa, tipica, vegetalità: Bosso, foglia di pomodoro, poi fiori bianchi. In bocca ritroviamo nel retrolfatto gli stessi profumi/aromi e nel sorso una spiccata acidità e mineralità, come deve essere in un sauvignon. Bella bevuta, dinamica, essenziale e senza fronzoli.

Le specialità dell’Osteria Ebner

 


Oltre all’attività vitivinicola la famiglia Ebner gestisce una Osteria dove, per deliziare i propri ospiti, si servono i piatti della tipica cucina contadina altoatesina: Ravioli di spinaci “Schlutzer”, zuppe varie, ravioli con ripieni di stagione, costine di maiale, insalata di cavolo cappuccio con “Speck”, ciambelle “Krapfen”, dolci con gelato artigianale, oltre a marmellate di frutta, spremute di frutta fresca. Prodotti genuini, fatti in casa, a cui vengono abbinati i propri vini.



FAMIGLIA FLORIAN E BRIGITTE UNTERTHINER
Campodazzo via del vigneto 8, I-39054 Campodazzo-Renon
Tel. 3401521644 o 3396952992 , info@weingutebner.it

avatar
Scritto da

Sono un appassionato del mondo del vino, mi piacciono i profumi e i sapori che ogni bottiglia di vino racchiude, le sensazioni e le emozioni che trasmette e che ognuno può interpretare in base alle proprie percezioni sensoriali. Ho frequentato diversi corsi di degustazione sul vino in ambito AIS, Slow Food, Gambero Rosso, Enotime; ho preso il diploma di sommelier AIS nel 2001. La passione per il vino mi ha indotto a svilupparne altre, in particolare per l’Olio: ho acquisito il diploma di sommelier dell’olio extravergine di oliva dell’AISO nel 2007 e quello di assaggiatore dell’olio vergine di oliva dell’UMAO nel 2014. Mi piacciono molto anche i distillati, in particolare la grande varietà e specificità del mondo del whisky. Ho collaborato per l’edizione 2018 con la guida "I vini d'Italia" de l'Espresso e collaboro con la “Guida Flos Olei“ di Marco Oreggia. Sulla testata Vinodabere mi occupo di Vino, Olio e Distillati; inoltre collaboro con le testate www.lucianopignataro.it ed Epulae.

Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia

La classifica dei migliori 10 Panettoni d’Italia del 2019 secondo Vinodabere

News

NELLA CLASSIFICA DEI 10 CAFFÈ PIU’ COSTOSI AL MONDO 4 DERIVANO DALLA MASTICAZIONE DEGLI ANIMALI

News

La classifica dei migliori 20 Panettoni d’Italia del 2021 secondo Vinodabere

News

I vini, i liquori o i distillati da abbinare ai migliori 20 Panettoni d’Italia del 2021 durante le feste

News

Connect
Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia