Rimani in contatto con noi
[the_ad id="81458"]

ISCRIVITI

News

Sardinia Wine Week – L’evento Radizi organizzato da VINOS, un focus sui territori del Nord Ovest: Coros, Nurra e Romangia

Sardinia Wine Week, una sorta di press tour che ha interessato tre zone vinicole della Regione, ha avuto inizio con l’evento Radizi organizzato da VINOS, l’Associazione dei Vignaioli del Nord Ovest della Sardegna. Un’occasione unica per scoprire o per approfondire la conoscenza delle tre sub-regioni dell’Isola: Coros, Nurra e Romangia. Differenze di terreni, clima e vitigni, spiegati direttamente tra le vigne dai veri protagonisti: i giovani, e preparati -alcuni sono enologi ed altri agronomi- vignaioli dell’associazione, che hanno fatto percepire il legame indissolubile con la loro terra.

Proviamo a restituirvi un’idea con una rassegna fotografica.

Coros:  è una delle subregioni del Logudoro nell’area Nord Occidentale della Sardegna, di cui fanno parte i seguenti comuni: Cargeghe, Codrongianus, Florinas, Ittiri, Muros, Olmedo, Ossi, Putifigari, Tissi, Uri, Usini.

Abbiamo visitato alcune vigne ad Usini (vitigni principali: Vermentino e Cagnulari) delle aziende: Carpante (in località Tuvaoes, substrato calcareo argilloso con una percentuale alta di calcare attivo) e Gavino Delogu (località Monteoro, substrato calcareo argilloso con maggiore presenza di basalto).

Nurra: area pianeggiante situata nel quadrilatero compreso fra Alghero, Sassari, Porto Torres e Stintino, tra il golfo dell’Asinara a nord-est, il mar di Sardegna ad ovest, dal Riu Mannu a est e dai rilievi del Logudoro a sud-est.

Abbiamo visitato:

  • Le vigne di Antonio Cargiaghe in località Crabolu, la parte della Nurra che porta verso il golfo di Stintino su terreni scistosi;
  • Le Vigne di Podere 45 della famiglia Saccu:
    • Località baratz: tipo di terreno “bidialgiu”  composto da argilla ed elementi di quarzo, poco calcare (non attivo o poco attivo)
    • Cala del Vino: terreno molto sabbioso (arenarie e calcarinite).

 

Romangia: area composta dai comuni di Sorso e Sennori, e da una piccola parte del territorio del comune di Sassari; il territorio si espande dalla Marina di Sorso, quindi dal golfo dell’Asinara, fino ad arrivare ai 350 metri di altezza su cui è posta Sennori.

Abbiamo visitato le vigne di:

  • Mario Bagella in località Montizzeddu su terreno da arenarie del pleistocene;
  • Azienda Ruiu, località Badde Porcheddu (Sennori); tipo di terreno: marne del miocene (substrato calcareo argilloso);
  • Azienda Agreste, località Oridda (Sennori); tipo di terreno: marne del miocene (substrato calcareo argilloso);
  • Terre di Baquara in località Badde Pira (Sorso); tipo di terreno: marne del miocene (substrato calcareo argilloso);
  • Leo Conti in località Badde Pira (Sorso); tipo di terreno: marne del miocene (substrato calcareo argilloso).

 

 

L’evento si è chiuso con una degustazione guidata dal presidente dell’associazione Mario Bagella presso la biblioteca comunale di Sennori (foto copertina), con un focus sull’annata 2021 del Vermentino prodotto dalle aziende associate, che ha dimostrato come questa varietà possa dare ottimi risultati anche dopo qualche anno dalla vendemmia.

Questi i vini in assaggio:

Nurra:

Vermentino di Sardegna 2021 – Podere 45 (vinificazione in  acciaio e 3 mesi di bâtonnage): sentori di frutti bianchi, frutta secca, toni minerali ed un accenno di idrocarburi, anticipano un sorso fresco, sapido che mostra una buona lunghezza su ricordi iodati.

Brochure e schede tecniche: Podere 45 – brochure e schede tecniche

Vermentino di Sardegna 2021 – Cantina Cargiaghe:  note di di frutta esotica e a polpa bianca caratterizzano il quadro olfattivo. Ricchezza, avvolgenza, freschezza e mineralità, con un finale su ricordi di origano, rosmarino ed erbe officinali, completano il profilo organolettico.

Brochure: Brochure Cantina Cargiaghe

Coros: 

Vermentino di Sardegna Frinas 2021 – Carpante: sentori di origano, rosmarino ed erbe officinali, si accompagnano ad una straordinaria freschezza, ad un ottima struttura ed a una buona sapidità. La lunga chiusura insiste su ricordi iodati e di erbe aromatiche.

Scheda Tecnica: CARPANTE Frinas – Scheda Tecnica

Vermentino di Sardegna Prima Stella 2021 – Gavino Delogu: note di erbe aromatiche e sentori salmastri punteggiano un sorso sapido, iodato ed avvolgente, che si presenta dinamico con buona progressione gustativa.

Brochure: Pieghevole GAVINO DELOGU

 

Romangia: 

Maraso’ 2021 – Agricola Leo Conti: sentori di erbe aromatiche e note minerali fanno da contraltare a toni di evoluzione. Il sorso tuttavia si mantiene sapido ed integro.

Brochure: Catalogo Agricola Leo Conti

Vermentino di Sardegna 2021 – Terre di Baquara: sentori di frutti bianchi maturi e cenni di idrocarburi anticipano un sorso ricco, sapido ma con segni evolutivi (l’acidità è in discesa).

Brochure: TERRE DI BAQUARA – brochure

Scheda Tecnica Vermentino: Scheda tecnica Vermentino – Terre di Baquara

Vermentino di Sardegna Olieddu 2021 – Mario Bagella: il quadro olfattivo è incentrato su sentori di erbe aromatiche e ricordi minerali. Il sorso presenta freschezza e sapidità, e si chiude con un lungo finale su richiami di frutta secca e iodio.

Brochure: Cantina Mario Bagella

Durante un pomeriggio conviviale abbiamo avuto modo poi di assaggiare tutto il resto della gamma dei vini delle aziende associate.

Vinodabere è al lavoro con le degustazioni alla cieca ed in panel (come sempre) per la Guida ai Migliori Vini della Sardegna 2025 (che sarà on line entro luglio). Vi racconteremo dunque, attraverso la nostra guida, quali di queste etichette, ci hanno particolarmente colpito.

 

 

 

avatar
Scritto da

Giornalista enogastronomico, una laurea cum laude in Economia e Commercio all'Università La Sapienza di Roma, giudice del Concorso Mondiale di Bruxelles e membro del Comitato Editoriale del Concorso Mondiale del Sauvignon, docente F.I.S.A.R.. Ha una storia che comprende collaborazioni con Guide di settore. Per citare solo le ultime : Slow Wine (Responsabile per la Sardegna edizioni 2015 e 2016), I Vini de L'Espresso (vice-curatore e coordinatore nazionale edizioni 2017 e 2018), I Ristoranti d'Italia de L'Espresso (edizioni dalla 2010 alla 2018). Collabora con le testate: www.lucianopignataro.it , www.repubblica.it/sapori. Ha scritto alcuni articoli sul quotidiano "Il Mattino" e su www.slowine.it. Ha una passione sfrenata per quel piccolo continente che prende il nome di "Sardegna", per le sue terre e per la sua gente.

Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia

NELLA CLASSIFICA DEI 10 CAFFÈ PIU’ COSTOSI AL MONDO 4 DERIVANO DALLA MASTICAZIONE DEGLI ANIMALI

News

La classifica dei migliori 10 Panettoni d’Italia del 2019 secondo Vinodabere

News

La classifica dei migliori 20 Panettoni d’Italia del 2021 secondo Vinodabere

News

La Classifica dei migliori Cannonau della Piccola Guida della Sardegna di Vinodabere – Seconda Edizione (assaggi effettuati nel 2019)

News

Connect
Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia