Rimani in contatto con noi

ISCRIVITI

News

Sardegna – A Palau i piatti di mare di Filippo Cannizzaro della Trattoria Pasta&Vino si possono ordinare anche dalla barca

In tutta la Sardegna il mare era storicamente visto con sospetto. Rappresentava infatti il pericolo di invasione, perchè è da lì che arrivavano i “conquistatori”. Ecco perchè paradossalmente, nell’isola con il mare più bello d’Italia, la cucina tradizionale è di terra ed i mestieri del mare (pesca, trasporti etc.) sono appannaggio di ponzesi, genovesi, napoletani. Non essendoci dunque legami con il territorio (tranne sporadici casi in specifiche località), ecco dunque che trovare in Sardegna (ed anche a Roma e Milano nella gran parte di quegli pseudo ristoranti sardi che propongono pesce) un ristorante all’altezza per la cucina di mare non è cosa semplice.

Un valido esempio lo si può trovare a Palau, dove Filippo Cannizzaro, siciliano di nascita, approdato in Sardegna da quasi 40 anni, propone un menu senza fronzoli, ma ricco di sapori e preparazioni convincenti.

Al centro Filippo Cannizzaro contornato dalla sua brigata

 

Filippo Cannizzaro

La sua Trattoria Pasta&Vino è un locale informale, con una veranda esterna vista porto ed una sala interna molto colorata e luminosa.

Grande attenzione per tutte le preparazioni, in particolare per gli antipasti che spesso vengono proposti dopo i primi, quasi a volerne esaltare peculiarità e sapori.

Per i fortunati che si trovano in barca, è possibile ordinare al telefono e comodamente le pietanze saranno consegnate sull’imbarcazione.

Ecco una galleria fotografica di alcuni dei piatti che potete provare:

Matriciana di Mare

 

Maccarones de Busa con pecorino e sugo di salsiccia

 

Gli antipasti (che qui spesso si servono dopo i primi)

 

Gli antipasti

Da non dimenticare la Carta dei Vini che propone a prezzi onesti una grandissima scelta di vini sardi con qualche incursione nazionale ed internazionale.

Pasta&Vino

Via C. de Martis, 24, 07020 Palau (OT), a ridosso del Porto

Telefono: 0789 709331

 

 

 

 

 

Scritto da

Giornalista enogastronomico, una laurea cum laude in Economia e Commercio all'Università La Sapienza di Roma, Responsabile per l'Italia del Concorso Internazionale Grenaches du Monde, Giudice del Concorso Mondiale di Bruxelles e Giudice del Concorso Mondiale del Sauvignon, docente F.I.S.A.R.. Ha una storia che comprende collaborazioni con Guide di settore. Cito solo le ultime : Slow Wine (Responsabile per la Sardegna edizioni 2015 e 2016), I Vini de L'Espresso (vice-curatore e coordinatore nazionale edizioni 2017 e 2018), I Ristoranti d'Italia de L'Espresso (edizioni dalla 2010 alla 2018). Collabora con le testate: www.lucianopignataro.it , www.repubblica.it/sapori ed Epulae. Ha scritto alcuni articoli sul quotidiano "Il Mattino" e su www.slowine.it. Ha una passione sfrenata per quel piccolo continente che prende il nome di "Sardegna", per le sue terre e per la sua gente.

Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia

COMMENTA

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La classifica dei migliori 10 Panettoni d’Italia del 2019 secondo Vinodabere

News

La classifica degli 8 migliori panettoni d’Italia del 2018 secondo Vinodabere

News

La ricetta della prelibata ciambella al mosto cotto

Cali di Zucchero

Il miele biologico dell'ape nera etnea

Gastronomia

Connect
Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia