Rimani in contatto con noi

ISCRIVITI

News

La Vineria Ninì a La Maddalena ed uno dei migliori rosati d’Italia: da Mamoiada il Cannonau Berteru 2018 di Luca Gungui

Può capitare prima di cena a La Maddalena di potersi sedere al tavolo e poter provare grandi vini e materie prime di territorio della Sardegna e della Barbagia in particolare. È il caso della Vineria Ninì a La Maddalena (Corso Vittorio Emanuele, 26) dove un gruppo di ragazzi capitanati da Danilo Magni propone tutto l’anno ed in tutte le stagioni, una selezione saggia e mirata di formaggi, salumi, ed altre specialità sia sarde che (data la vicinanza) corse. Durante il periodo estivo potete trovare musica dal vivo e serate con degustazione a tema.

La scelta dei vini poi rappresenta una vera ricerca di prodotti mai banali, che cerchino di raccontare al meglio l’Isola maggiore e le sue tradizioni.

Ci siamo così imbattuti così ieri sera nell’assaggio di quello che, a nostro avviso, è uno dei migliori rosati d’Italia,

Parliamo del Cannonau di Sardegna Rosato Berteru (che in sardo vuole dire veritiero, sincero) 2018Luca Gungui.

Abbiamo già parlato nella nostra Piccola Guida dei Vini della Sardegna (link) dei vini di Luca, ma non avevamo ancora assaggiato questa novità.

Il Berteru Rosato 2018, a dispetto della difficile annata, è un piccolo gioiello. Sapido, succoso, speziato, presenta struttura, eleganza, sorso avvolgente e scorrevole al tempo stesso e chiude con un finale interminabile di macchia mediterranea. 97/100.  È la ulteriore dimostrazione (ieri abbiamo parlato anche dell’ottimo rosato di Cadinu: link) che il rosato in Sardegna dovrebbe rappresentare una nuova frontiera, perchè se si producono vini di questo carattere non ce n’è per nessuno.

 

Luca Gungui

Vineria Ninì

Corso Vittorio Emanuele, 26, 07024 La Maddalena OT

Scritto da

Giornalista enogastronomico, una laurea cum laude in Economia e Commercio all'Università La Sapienza di Roma, Responsabile per l'Italia del Concorso Internazionale Grenaches du Monde, Giudice del Concorso Mondiale di Bruxelles e Giudice del Concorso Mondiale del Sauvignon, docente F.I.S.A.R.. Ha una storia che comprende collaborazioni con Guide di settore. Cito solo le ultime : Slow Wine (Responsabile per la Sardegna edizioni 2015 e 2016), I Vini de L'Espresso (vice-curatore e coordinatore nazionale edizioni 2017 e 2018), I Ristoranti d'Italia de L'Espresso (edizioni dalla 2010 alla 2018). Collabora con le testate: www.lucianopignataro.it , www.repubblica.it/sapori ed Epulae. Ha scritto alcuni articoli sul quotidiano "Il Mattino" e su www.slowine.it. Ha una passione sfrenata per quel piccolo continente che prende il nome di "Sardegna", per le sue terre e per la sua gente.

Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia

COMMENTA

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La classifica degli 8 migliori panettoni d’Italia del 2018 secondo Vinodabere

News

Il miele biologico dell'ape nera etnea

Gastronomia

La viticoltura eroica della Valtellina: l'azienda Gianatti Giorgio

Aziende

Ma è giusto pagare l'acqua del rubinetto al ristorante?

News

Connect
Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia