Rimani in contatto con noi

ISCRIVITI

News

Il “Vino nella Poesia” ovvero la “Poesia nel Vino”

Il vino nasce con l’uomo e con l’uomo cresce e si evolve accompagnandolo nel suo cammino come un fedele amico. Ma il vino  può essere e “deve” essere anche poesia. Come scriveva Mario Soldati “Il vino è come la poesia, che si gusta meglio, e si capisce davvero, soltanto quando si studia la vita, le altre opere, il carattere del poeta, quando si entra in confidenza con l’ambiente dove è nato, con la sua educazione, con il suo mondo. La Nobiltà del vino è proprio questa: che non è mai un oggetto staccato e astratto, che possa essere giudicato bevendo un bicchiere, o due o tre, di una bottiglia che viene da un luogo dove non siamo mai stati.” Sono molti i poeti e non che nel corso dei secoli hanno reso omaggio a questo nettare che nasce dal connubio fra natura, creatività e lavoro dell’uomo. Rubiamo allora qualche verso.

 

“E perché meno ammiri la parola,

guarda il calor del sole che si fa vino,

giunto a l’omor che de la vite cola.”

Purgatorio (Canto XXV)

 

E non si poteva che iniziare dal sommo poeta che addirittura utilizza il vino come metafora nell’incontro con  Stazio argomentando su un tema di tutto rispetto: la generazione delle anime e dei corpi aerei.

 

Vino come “elisir d’amore”?

 

Cenai con un piccolo pezzo di focaccia,
ma bevvi avidamente un’anfora di vino;
ora l’amata cetra tocco con dolcezza
e canto amore alla mia tenera fanciulla
.”

Anacreonte  

 

Il vino prepara i cuori
e li rende più pronti
alla passione”

Publio Ovidio Nasone

 

“L’amore tuo diffonde il suo vigore in tutto il mio essere, come un vino.”
Paul Verlaine

 

“E dove non è vino non è amore;
né alcun altro diletto hanno i mortali.”

Euripide

 

Ed a proposito del detto “In vino veritas”?

 

“Vino pazzo che suole spingere anche l’uomo molto saggio a intonare una canzone,
e a ridere di gusto, e lo manda su a danzare,
e lascia sfuggire qualche parola che era meglio tacere.”

Omero

 

“Quando il vino entra, strane cose escono”
Johann Christoph Friedrich von Schiller

 

“Non è vero che un uomo cambia ubriacandosi,

è da sobrio che è diverso”
Thomas De Quincey

 

“Com’è vero che nel vino c’è la verità
ti dirò tutto, senza segreti
.”
William Shakespeare

E perché no “consolatore?”

 

“Il vino è il più certo,
e (senza paragone) il più efficace consolatore.”

Giacomo Leopardi

 

“Gettiamo via gli affanni! Scorri vino in un fiume di schiuma
in onore di Bacco, delle muse, della bellezza.”

Aleksandr Sergeevič Puškin

 

 

“Il vino sa rivestire il più sordido tugurio
d’un lusso miracoloso
e  innalza portici favolosi
nell’oro del suo rosso vapore,
come un tramonto in un cielo annuvolato.”

Charles Baudelaire

 

La vita è cosí amara,
il vino è cosí dolce;
perché dunque non bere?”

Umberto Saba

 

“Il vino eleva l’anima e i pensieri,
e le inquietudini si allontanano dal cuore ….
dell’uomo”

Pindaro

 

 

Il vino che dà forza e coraggio…

 

“La forza sconvolgente del vino penetra l’uomo
e nelle vene sparge e distribuisce l’ardore.”

Tito Lucrezio Caro

 

“Vino, gagliardo come la dea ragione.”

Alda Merini

 

E anche qualche uomo di scienza non lo disdegnava!

 

“Et però credo che molta felicità sia agli homini 
che nascono dove si trovano i vini buoni.”

Leonardo da Vinci

 

“Il vino è un composto di umore e luce.”

Galileo Galilei

 

 

Ma il vino è anche un amico!

 

“Bevi il vino poiché la coppa è il volto dell’amico.”

Mahmūd Shabistarī

 

“Grande è la fortuna di colui che possiede una buona bottiglia,
un buon libro, un buon amico.”

Molière

 

“Ecco la felicità della vita,
amore e vino ugualmente dobbiamo aver vicino”

Aleksandr Sergeevič Puškin

 

“Il miracolo del vino consiste nel rendere l’uomo
ciò che non dovrebbe mai cessare di essere: amico dell’uomo”

Ernst Engel

 

 

“Il vino aggiunge un sorriso all’amicizia
e una scintilla all’amore”

Edmondo de Amicis

 

“Il vino e l’uomo mi fanno pensare a due lottatori tra loro amici,
che si combattono senza tregua, e continuamente rifanno la pace.
Il vinto abbraccia sempre il vincitore
.”

Charles Baudelaire

E qualche frecciatina agli astemi?

 

“E voi dove vi piace andate, acque turbamento del vino,

andate pure dagli astemi: qui c’è il fuoco di Bacco.”

Gaio Valerio Catullo

 

“Nessuna poesia scritta da bevitori d’acqua può piacere o vivere a lungo.
Da quando Bacco ha arruolato poeti tra i suoi Satiri e Fauni,
le dolci Muse san sempre di vino al mattino
.”

Quinto Orazio Flacco

 

 

“Si è sapienti quando si beve bene:
chi non sa bere, non sa nulla.”

Nicolas Boileau

 

 

“Chi non s’ubriaca perché naturalmente odia il vino, merita lode di sobrio?”

Ugo Foscolo

 

“Chi beve solo acqua
ha un segreto da nascondere.”

Charles Baudelaire

 

“L’astemio: un debole che cede alla tentazione
di negarsi un piacere.”

Ambrose Bierce

 

“L’acqua divide gli uomini; il vino li unisce”

Libero Bovio

 

E per concludere …..

“Dio non aveva fatto che l’acqua, ma l’uomo ha fatto il vino!”

Victor Hugo

 

“Il vino non si beve soltanto, si annusa, si osserva,
si gusta, si sorseggia e …. se ne parla.”

Edoardo VII

 

“Il vino è uno dei maggiori segni di civiltà nel mondo.”

Ernest Hemingway

 

“I veri intenditori non bevono vino:
degustano segreti
.”

Salvador Dalì

 

“Il vino è la poesia della terra.”

Mario Soldati

 

“A ben riflettere, si può bere il vino per cinque motivi:
primo per far festa, poi per colmare la sete,
poi per evitare di avere sete dopo,
poi per fare onore al buon vino e, infine, per ogni motivo
.”

Friedrich Rückert

 

E chiudiamo con Ode al Vino di Pablo Neruda che ha ispirato l’immagine di copertina realizzata da Sabrina Signoretti:

“Vino color del giorno,
vino color della notte,
vino con piedi di porpora
o sangue di topazio,
vino, stellato figlio
della terra, vino, liscio
come una spada d’oro,
morbido come
un disordinato velluto,
vino inchiocciolato
e sospeso,
amoroso, marino,
non sei mai presente in una sola coppa,
in un canto, in un uomo,
sei corale, gregario,
e, quanto meno, scambievole.
A volte ti nutri di ricordi
mortali, sulla tua onda
andiamo di tomba in tomba,
tagliapietre del sepolcro gelato,
e piangiamo
lacrime passeggere,
ma il tuo bel
vestito di primavera
è diverso,
il cuore monta ai rami,
il vento muove il giorno,
nulla rimane
nella tua anima immobile.
Il vino muove la primavera,
cresce come una pianta di allegria,
cadono muri, rocce,
si chiudono gli abissi,
nasce il canto.
Oh, tu, caraffa di vino, nel deserto
con la bella che amo,
disse il vecchio poeta.
Che la brocca di vino
al bacio dell’amore aggiunga il suo bacio

Amor mio, d’improvviso
il tuo fianco
è la curva colma
della coppa
il tuo petto è il grappolo,
la luce dell’alcol la tua chioma,
le uve i tuoi capezzoli,
il tuo ombelico sigillo puro
impresso sul tuo ventre di anfora,
e il tuo amore la cascata
di vino inestinguibile,
la chiarità che cade sui miei sensi,
lo splendore terrestre della vita.

Ma non soltanto amore,
bacio bruciante
e cuore bruciato,
tu sei, vino di vita,
ma amicizia degli esseri,
trasparenza,
coro di disciplina,
abbondanza di fiori.
Amo sulla tavola,
quando si conversa,
la luce di una bottiglia
di intelligente vino.
Lo bevano;
ricordino in ogni
goccia d’oro
o coppa di topazio
o cucchiaio di porpora
che l’autunno lavorò
fino a riempire di vino le anfore,
e impari l’uomo oscuro,
nel cerimoniale del suo lavoro,
e ricordare la terra e i suoi doveri,
a diffondere il cantico del frutto.”

avatar
Scritto da

Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia

La classifica dei migliori 10 Panettoni d’Italia del 2019 secondo Vinodabere

News

La Classifica dei migliori Cannonau della Piccola Guida della Sardegna di Vinodabere – Seconda Edizione (assaggi effettuati nel 2019)

News

La classifica degli 8 migliori panettoni d’Italia del 2018 secondo Vinodabere

News

Dall’assaggio alla cieca la classifica dei 10 migliori panettoni di Roma secondo Vinodabere

News

Connect
Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia