Rimani in contatto con noi

ISCRIVITI

News

Cocktail ispirati al cinema: drink MILANO DA BERE (film “Lo Spietato”) di Giulia Castellucci

Continuiamo il nostro viaggio tra i cocktail ispirati al cinema.

Stavolta vi parliamo del DRINK: MILANO DA BERE
(ispirato al film “
Lo Spietato“, di Renato De Maria, 2019)


BARMAN: Giulia Castellucci, bar manager e coproprietaria di Co.So. di Roma

INGREDIENTI:

30ml Ginepraio
30 ml bitter Martini
40 ml Amaro Ramazzotti
10 ml china
Scorza arancia e scorza limone


Bicchiere: coppetta Martini
Garnish: olii essenziali di limone

 

PREPARAZIONE:
Versare tutti gli ingredienti in un cobbler shaker, aggiungere scorza di limone, scorza d’arancia, ghiaccio e shakerare vigorosamente. Versare il contenuto in una coppa Martini e guarnire con olii essenziali di limone.


ISPIRAZIONE:
Omaggio agli anni Ottanta e in particolare modo alla “Milano da bere”, caratterizzata dalla percezione di competizione arrivista dei ceti sociali emergenti. Il protagonista del film “Lo Spietato”, è Santo Russo, interpretato da Riccardo Scamarcio, un impietoso criminale della ‘Ndrangheta, che rappresenta in pieno la figura di giovane rampante tipica degli Anni di Piombo. Questo drink non solo vuole ricordare quegli anni, con il gin toscano Ginepraio, il bitter Martini, la china e l’amaro, per sottolinearne il carattere amaro e deciso, come Santo, ma vuole anche rendere omaggio al celebre slogan pubblicitario “Milano da vivere, da sognare, Milano da bere”, che diede, appunto, il nome a quest’epoca.

Scritto da

Giornalista enogastronomico, una laurea cum laude in Economia e Commercio all'Università La Sapienza di Roma, Responsabile per l'Italia del Concorso Internazionale Grenaches du Monde, Giudice del Concorso Mondiale di Bruxelles e Giudice del Concorso Mondiale del Sauvignon, docente F.I.S.A.R.. Ha una storia che comprende collaborazioni con Guide di settore. Cito solo le ultime : Slow Wine (Responsabile per la Sardegna edizioni 2015 e 2016), I Vini de L'Espresso (vice-curatore e coordinatore nazionale edizioni 2017 e 2018), I Ristoranti d'Italia de L'Espresso (edizioni dalla 2010 alla 2018). Collabora con le testate: www.lucianopignataro.it , www.repubblica.it/sapori ed Epulae. Ha scritto alcuni articoli sul quotidiano "Il Mattino" e su www.slowine.it. Ha una passione sfrenata per quel piccolo continente che prende il nome di "Sardegna", per le sue terre e per la sua gente.

Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia

COMMENTA

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La classifica degli 8 migliori panettoni d’Italia del 2018 secondo Vinodabere

News

Il miele biologico dell'ape nera etnea

Gastronomia

La viticoltura eroica della Valtellina: l'azienda Gianatti Giorgio

Aziende

Ma è giusto pagare l'acqua del rubinetto al ristorante?

News

Connect
Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia