Rimani in contatto con noi

ISCRIVITI

News

Bruno Vespa ha presentato il nuovo vino Terre Giunte, metà Amarone e metà Primitivo e Cotarella ha il coraggio di parlare di territorialità

In questo agosto così turbolento dal punto di vista politico succedono anche altre cose quantomeno curiose. Accade che Bruno Vespa presenti a Cortina un nuovo vino, “Terre Giunte“, insieme a Sandro Boscaini (presidente dell’azienda Masi e presidente nazionale di Ferdervini), e alla presenza dei presidenti della Regione Veneto, Luca Zaia, e della Regione Puglia, Michele Emiliano.  Terre Giunte (definito perfino Vino d’Italia) nasce dal blend di Amarone (della Valpolicella) e Primitivo (di Manduria). E Riccardo Cotarella, presidente di Assoenologi e consulente di Bruno Vespa, intervistato da un giornalista de Il Messaggero così si esprime: “In questo incontro tra due uve e due vini abbiamo cercato di mantenere il più possibile espressività e territorialità, ma senza spingere troppo, preferendo equilibrio ed eleganza” . Il vino costerà più di 100 euro e sicuramente sarà anche buono. Ma non staremo un po’ esagerando a parlare di territorialità?

Credits: foto di copertina di quotidiano.net

Scritto da

Giornalista enogastronomico, una laurea cum laude in Economia e Commercio all'Università La Sapienza di Roma, Responsabile per l'Italia del Concorso Internazionale Grenaches du Monde, Giudice del Concorso Mondiale di Bruxelles e Giudice del Concorso Mondiale del Sauvignon, docente F.I.S.A.R.. Ha una storia che comprende collaborazioni con Guide di settore. Cito solo le ultime : Slow Wine (Responsabile per la Sardegna edizioni 2015 e 2016), I Vini de L'Espresso (vice-curatore e coordinatore nazionale edizioni 2017 e 2018), I Ristoranti d'Italia de L'Espresso (edizioni dalla 2010 alla 2018). Collabora con le testate: www.lucianopignataro.it , www.repubblica.it/sapori ed Epulae. Ha scritto alcuni articoli sul quotidiano "Il Mattino" e su www.slowine.it. Ha una passione sfrenata per quel piccolo continente che prende il nome di "Sardegna", per le sue terre e per la sua gente.

Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia

COMMENTA

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La classifica degli 8 migliori panettoni d’Italia del 2018 secondo Vinodabere

News

Il miele biologico dell'ape nera etnea

Gastronomia

La viticoltura eroica della Valtellina: l'azienda Gianatti Giorgio

Aziende

Ma è giusto pagare l'acqua del rubinetto al ristorante?

News

Connect
Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia