Rimani in contatto con noi

ISCRIVITI

News

Brunello di Montalcino – La Riserva 2016 del Ventolaio è tra le migliori dell’annata

La critica anglosassone, specificatamente quella USA, da anni detta legge e stabilisce le gerarchie delle principali tipologie del vino italiano di pregio. Ci riferiamo in particolare alle valutazioni sul Brunello di Montalcino, che ormai da molti anni arrivano in anticipo sulla presentazione ufficiale (solo quest’anno si è scelto di anticipare Benvenuto Brunello da febbraio a novembre, quando cioè le principali riviste statunitensi distribuiscono i loro centesimi) della nuova annata.

Per noi di Vinodabere le differenze di opinioni e di vedute sono un vero e proprio valore.

Al nostro naso e al nostro palato la Riserva di Brunello 2016 del Ventolaio appare del tutto riuscita e coerente con l’annata e con la peculiare collocazione geografica e climatica delle vigne da cui proviene: siamo sopra i 500 metri, è quindi del tutto normale che in un’annata classica, meno calda delle abitudini recenti dovute ai cambiamenti climatici, un campione come questo non risulti particolarmente esuberante nell’espressione del frutto. Al naso spiccano più note ematiche, pepate, di spezie orientali e tè nero; solo successivamente si coglie una prugna freschissima e le bacche di mirtillo. Il sorso è di grande agilità e dalla facilità di beva quasi sorprendente per una Riserva di Brunello, che da disciplinare è sottoposta a lungo invecchiamento. La trama tannica è deliziosa grazie a un’ottima estrazione, non manca di struttura e articolazione, il frutto è presente, integro, non esibito; la persistenza finale è notevole, con una freschezza che lascia presagire un’ottima evoluzione (anche se è già godibile ora). Un vino notevole, quindi, almeno secondo il nostro giudizio. Pensiamo che non debbano essere considerati riusciti solo vini che esibiscono muscoli e frutto maturo avvolgente. Noi siamo convinti che non sia così, e che i vini come la Riserva 2016 del Ventolaio abbia tutte le caratteristiche per essere collocata tra le migliori dell’annata.

Nato nel Luglio del 1969, formazione classica, astemio fino a 14 anni. Giornalista professionista dal 2001. Cronista e poi addetto stampa nei meandri dei palazzi del potere romano, non ha ancora trovato la scritta EXIT. Nel frattempo s’innamora di vini e cibi, ma solo quelli buoni. Scrive qua e là su internet, ha degustato per le guide Vini Buoni d’Italia edita dal Touring Club, Slow Wine edita da Slow Food, I Vini d’Italia dell’Espresso, fa parte dal 2018 della giuria del concorso Grenaches du Monde. Sogna spesso di vivere in Langa (o in Toscana) per essere più vicino agli “oggetti” dei suoi desideri. Ma soprattutto, prima o poi, tornerà in Francia e ci resterà parecchi mesi…

Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia

La classifica dei migliori 10 Panettoni d’Italia del 2019 secondo Vinodabere

News

NELLA CLASSIFICA DEI 10 CAFFÈ PIU’ COSTOSI AL MONDO 4 DERIVANO DALLA MASTICAZIONE DEGLI ANIMALI

News

La classifica dei migliori 20 Panettoni d’Italia del 2021 secondo Vinodabere

News

La Classifica dei migliori Cannonau della Piccola Guida della Sardegna di Vinodabere – Seconda Edizione (assaggi effettuati nel 2019)

News

Connect
Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia