Rimani in contatto con noi

ISCRIVITI

News

Slovenia – Goče mette in mostra lo stile dei vini del terroir di Vipava

Visitare il pittoresco villaggio di Goče significa viaggiare nel passato e riscoprire la pace e le antiche tradizioni in perfetta armonia con la natura. Una passeggiata tra le “gase” (Gase sono delle vie molto strette) significa trovarsi davanti ad un patrimonio artistico, culturale, architettonico e vitiviticolo.

Il vino è stato per secoli una parte amata della cultura di Vipava e oggi i giovani e dinamici viticoltori stanno costruendo un ricco tesoro di conoscenze tradizionali, integrandolo con l’esperienza acquisita in un approccio enologico moderno. Goče sta così diventando sempre più importante nel mondo della viticoltura in Slovenia e all’estero.

Miha Povh, Andraž Ferjančič, Mitja Kodre e Kristjan Mesesnel sono i quattro giovani, caparbi e curiosi produttori di vino che scrivono la propria storia. Ognuno con la propria tradizione, ognuno con la propria visione, ognuno con il proprio approccio.

A Goče ci sono varietà autoctone e internazionali, che con la loro altitudine e il speciale microclima, condividono quasi trecento giorni di sole all’anno, aria fresca e pulita e notti fredde.

Il tutto è intrecciato con diversi tipi di terreno, base lapidea di arenaria e marna, con granelli di quarzo solido e mica, che conferiscono alla base un aspetto lucido. Nel terreno troviamo anche i resti di organismi di nanoplancton, creando così la diversità dei vigneti di Goče.

Negli ultimi anni, le vecchie varietà tradizionali trovano nuove potenzialità nelle mani della visione attuale di vignaioli seri e giovani.

Immediatamente entrando nel villaggio, sarete accolti dalla prima cantina Povh. Il momento di apertura del borgo, che si estende tra vigneti e antiche cantine a volta, si sentono proprio nei vini, dove la conoscenza si intreccia con la tradizione di famiglia. “Ad ogni passo possiamo sentire il legame con i vigneti e le loro caratteristiche”, afferma Miha Povh, il membro più giovane della famiglia, che continua la ricca tradizione di famiglia.

La famiglia Povh si occupa di vinificazione dal 1935, ma il boom arrivò con il padre Stanko, che rilevò tutti i vigneti di famiglia nel 1985. Ora padre e figlio sono uniti da tradizione, innovazione e cooperazione. Miha cammina abilmente tra i vigneti di Chardonnay, Sauvignon, Ribolla, Malvasia e i due autoctoni Zelen e Pinela.

“Zelen e Pinela sono davvero quelle varietà che possono mettere in risalto le proprietà speciali dei nostri terreni. Con questi vogliamo dimostrare che la Valle del Vipava è il futuro della diversità del vino “, afferma Miha.

I nostri vini sono nati sotto il sole e sotto la bora di Vipava. La nostra natura deve sempre essere ascoltata e sentita. Cerchiamo di seguire con attenzione il percorso della vita, un percorso pieno di sorprese inaspettate” aggiunge Miha.

Tra i nostri vini bianchi e rossi, abbiamo anche una Ribolla orange, un vino esigente ed complesso. Assaggiandolo esprime un profumo intenso di frutta secca e spezie.

 

Andra Ferjančič irradia soddisfazione. Si siede a un tavolo improvvisato nel suo seminterrato, a un passo dalla cantina di Miha Povh. Con il bicchiere con il refosco in mano di colore rubino intenso, inala aromi appena rilasciati ribes nero e amarena. Goče ha un clima ideale e una vasta gamma di terreni dove l’uva è più adatta per il suo refosco, il suo vino preferito.

Poi sorseggia e assapora quella goccia di velluto. “Sta andando molto bene”, dice. “Questo vino canta assolutamente al sole.”

Lunghe estati di giornate calde e notti fredde. Andraž dimostra le sue capacità viticole ed enologiche con Cabernet Sauvignon, Moscato giallo, Refosco, ​​Ribola, Malvasia, Sauvignon, Chardonnay e Pinela.

Il tempo passato ad aiutare altri produttori di vino ha influenzato direttamente i miei vini che voglio“, dice.

Negli anni si è reso conto sempre di più che il clima più freddo conferisce naturalmente ai vini “qualcosa di più lineare e dei sapori di frutta matura che cercava originariamente. Sono queste fluttuazioni di temperatura che aiutano nell’alta qualità delle uve che producono vini di elevata acidità, sentori fruttati, complessità e struttura.

 

Il mio rosé è ancora più fruttato quest’anno”, dice. “È leggero, è fragile ma comunque forte, e amo quella complessità.

Kristjan Mesesnel, sempre sorridente, oltre al vino tiene viva la cucina casalinga e tradizionale.

Apprezza il forte effetto che il cibo e il vino hanno sui visitatori: “Penso che la sfida più difficile per noi, qui a Goče, sia creare ricordi duraturi per i visitatori. Nel tempo, sono stato affascinato da come il cibo e il vino possono unire le persone“.

Attraverso il lavoro vogliamo far rivivere il passato, lavorare per il futuro e continuare a rispettare chi siamo“, dice Kristjan con un sorriso.

E in fine la cantina Kodre è una piccola tenuta di famiglia con due ettari di vigneti di Malvasia, Rebula, Zelen, Chardonnay, Moscato e Cabernet Sauvignon, Merlot e Barbera.

Sono molto orgoglioso del Zelen, del rosé e della malvasia“, afferma Mitja Kodre. Il rosé è secco, leggero ed esprime la freschezza della barbera.

La linea guida principale della nostra cantina è l’armonia.” Armonia tra terroir, viti, uva, sapori, profumi, colori e intrecci di vedute di due generazioni. È questa armonia che ci permette di creare un esempio della storia autentica e sostenibile della nostra azienda agricola. È questo intreccio di due generazioni e due approcci che crea i valori senza tempo della nostra cantina. «

Stiamo concentrando tutta la nostra attenzione su produzioni piccole del terroir e dei vigneti unici“, affermano i quatto gioviani produttori. La grande cura per la viticoltura insieme al rispetto per l’ambiente, i vini di Goče ​​convincono anche gli amanti del vino più esigenti.

Il paesino, il territorio, il talento li unisce, ma la visone delle proprie cantine li allinea e differenzia allo stesso tempo.

avatar
Scritto da

Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia

La classifica dei migliori 10 Panettoni d’Italia del 2019 secondo Vinodabere

News

NELLA CLASSIFICA DEI 10 CAFFÈ PIU’ COSTOSI AL MONDO 4 DERIVANO DALLA MASTICAZIONE DEGLI ANIMALI

News

La classifica dei migliori 20 Panettoni d’Italia del 2021 secondo Vinodabere

News

La Classifica dei migliori Cannonau della Piccola Guida della Sardegna di Vinodabere – Seconda Edizione (assaggi effettuati nel 2019)

News

Connect
Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia