Rimani in contatto con noi

ISCRIVITI

News

Piemonte – La piccola DOC Albugnano: l’espressività del Nebbiolo dell’Alto Monferrato nell’interpretazione dell’associazione Albugnano 549

Che il Nebbiolo nel suo habitat riesca ad esprimere grandi vini per complessità, finezza gustativa e capacità di invecchiamento è di certo ormai cosa nota. Forse meno note e di certo più interessanti, invece, sono le diverse sfumature espressive di questa nobile uva nei diversi areali produttivi che l’hanno resa così celebre, tra cui, per l’appunto, il Monferrato.

A testimoniare la versatilità enologica di questo territorio anche la piccola DOC Albugnano, nata nel 1997 per i vini ottenuti prevalentemente da uve Nebbiolo, coltivate in quella piccola area limitrofa alla provincia di Torino rappresentata da quattro comuni dell’astigiano: Albugnano, Castelnuovo Don Bosco, Passerano Marmorito e Pino d’Asti. Dall’anno successivo la denominazione è stata inclusa nell’attività di promozione, vigilanza e tutela del Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato, organismo che oggi riunisce 3 DOCG e 10 DOC del Monferrato del vino.

Vigneti

Una produzione di «nicchia» potremmo definirla, anche in considerazione della totale estensione del vigneto che ammonta a circa 60 ettari, caratterizzati da terreni di matrice marnosa e che godono di un’altitudine maggiore rispetto ad altre denominazioni del Monferrato.

Allo stato l’intera produzione ammonta a circa 100.000 bottiglie annue.

A promuovere l’identità enologica, storica, culturale ed ambientale del territorio di produzione del vino Albugnano DOC, in prima linea l’Associazione Albugnano 549, nata nel 2017 proprio sulla parte più alta dell’intero territorio monferrino, 549 metri s.l.m. da cui deriva, per l’appunto, il nome dell’associazione.

Nel 2020 è stato presentato il primo Albugnano DOC, figlio dello spirito associativo (annata 2017), prodotto con uve Nebbiolo in purezza, affinato in legno ed in bottiglia. L’iniziativa segna l’espressione dell’impegno autentico e partecipato delle 15 aziende aderenti al progetto che rappresentano differenti e molteplici storie familiari e imprenditoriali. Un ulteriore elemento dello spirito associativo che anima i soci è rappresentato dalla scelta della bottiglia, disegnata in esclusiva con in rilievo il nominativo dell’Associazione 549, posto subito sotto la spalla.

Bottiglia con denominazione dell’associazione in rilievo

 

L’Albugnano DOC, nell’interpretazione dei vignaioli dell’Associazione, è un Nebbiolo in purezza, vinificato nel rispetto delle tradizioni per ottenere vini di massima espressività con macerazioni più lunghe e affinamenti in legno per un minimo di 18 mesi ed in bottiglia per almeno 6 mesi. Un vino ottenuto secondo regole produttive rigide con l’intento di fornire una sorta di «distillato del territorio».

Nell’ambito dell’evento «NEBBIOLO NEL CUORE» ed in parte della grande manifestazione «ROME WINE EXPO» tenutosi a Roma, nella cornice del Centro Congressi Barcelò Aran Mantegna abbiamo partecipato ad un’interessante masterclass  dove Giampiero Gerbi, Coordinatore tecnico dell’Associazione 549  ha consentito di meglio conoscere ed apprezzare la particolare identità territoriale di queste etichette intriganti ed ancora poco note al grande pubblico.

da sx Marco Cum e Giampiero Gerbi

Ciò che emerge dagli assaggi dei dieci campioni in degustazione è un Nebbiolo snello, agile, raffinato, dai tannini serbevoli e che fa dell’equilibrio la sua caratteristica principale. Un Nebbiolo di altitudine che raggiunge tutte queste peculiarità anche grazie ad un clima più fresco rispetto al territorio langarolo e meno piovoso rispetto al Nebbiolo dei territori del nord più vicini alle Alpi, beneficiando di una temperatura mitigata per l’intero l’anno.

Batteria di degustazione

Queste in sintesi le note gustative dei nostri assaggi.

  1. Albugnano Superiore Doc 2019 – Azienda Agricola Tommaso Nebbia

Spezie in evidenza (chiodi di garofano), terra bagnata, cuoio, anticipano un sorso asciutto, austero di grande struttura, con tannini fitti ed acidità equilibrata. Lungo finale dai ritorni speziati.

  1. Albugnano Superiore Doc 2018 «Va’ Anait» Azienda Agricola Alle Tre Colline

La speziatura diventa più dolce in quest’assaggio caratterizzato da equilibrio e raffinatezza al gusto, acidità pungente ed una trama tannica ben amalgamata. Piacevole il finale su ritorni di frutta matura

  1. Albugnano Superiore Doc 2018 Azienda Agricola Roggero Bruno e Marco

Frutta sotto spirito ed accenni speziati accompagnano un sorso caratterizzato da tannini più vigorosi ma perfettamente integrati. Chiusura di bocca equilibrata e di grande finezza.

  1. Albugnano Superiore Doc 2018 Parlapà – Mosso Mario

Naso contornato da richiami floreali in evidenza (viola), ciliegia, ribes. In bocca il tannino è scalpitante, ma mai invasivo. Elegante la chiusura su richiami di viola appassita.

  1. Albugnano Superiore Doc 2018 Eclissi – Cascina Quarino

Frutta in evidenza (ribes nero, prugna), accenni di speziatura. Sorso potente, connotato da incisiva freschezza e tannini fitti. Piacevole il finale su toni fruttati.

  1. Albugnano Superiore Doc 2018 – Tenuta Tamburnin

Balsamico, etereo con incisivi richiami di frutta matura. Austero ed elegante all’assaggio, chiude con un lungo finale su note dolci fruttate.

  1. Albugnano Superiore Doc 2017 Oltre 500 – Azienda Agricola Orietta Perotto

Arancia rossa, chiodi di garofano anticipano un sorso pieno, di spiccata morbidezza con tannino meno incisivo. Intrigante il finale su toni speziati.

  1. Albugnano Doc 2017 Carpinella – Azienda Agricola Pianfiorito

Frutta in confettura con appaganti nuances di speziatura. Assaggio di gran corpo, connotato da piacevole morbidezza e lungo finale su richiami di chiodi di garofano.

  1. Albugnano Superiore Doc 2017 Il Tato – Azienda Agricola Cà Mariuccia

Assaggio potente ed equilibrato con una fitta trama tannica a sorreggere un sorso pieno ed appagante. Chiude piacevolmente su note di frutta matura

  1. Albugnano Doc 2017 Ultimum – Terre Dei Santi

Naso sfaccettato su toni di fiori secchi, ciliegia croccante, accenni balsamici. Elegante e appagante all’assaggio. Lunga la chiusura su ritorni floreali e fruttati.

Mappa delle cantine dei vini in degustazione

Albugnano 549

Associazione di Promozione Sociale
Piazza Cavalier Serra, 1
14022 Albugnano (AT) Italia

info@albugnano549.it

 

“Il vino è uno dei maggiori segni di civiltà nel mondo.” In queste parole la condivisione di una nostra passione e la voglia di comunicarla. Salvatore Del Vasto, laureato in Giurisprudenza e da sempre appassionato di vino, diventa prima sommelier, poi frequenta il Bibenda Executive Wine Master di Fis e poi consegue il diploma di Master presso l’Università di Tor Vergata in “Cultura dell’alimentazione e delle tradizioni enogastronomiche”. Sabrina Signoretti, laureata in Scienze Politiche, coltiva la sua passione diventando sommelier del vino, assaggiatrice di oli di oliva vergini ed extra vergini e sommelier dell’olio extravergine di oliva dell’AISO. Una delle qualità nascoste, la spiccata attitudine per la fotografia.

Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia

La classifica dei migliori 10 Panettoni d’Italia del 2019 secondo Vinodabere

News

NELLA CLASSIFICA DEI 10 CAFFÈ PIU’ COSTOSI AL MONDO 4 DERIVANO DALLA MASTICAZIONE DEGLI ANIMALI

News

La classifica dei migliori 20 Panettoni d’Italia del 2021 secondo Vinodabere

News

La Classifica dei migliori Cannonau della Piccola Guida della Sardegna di Vinodabere – Seconda Edizione (assaggi effettuati nel 2019)

News

Connect
Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia