Rimani in contatto con noi

ISCRIVITI

News

La Tenuta Agricola Neri nel versante nord-est dell’Etna

La viticoltura dell’Etna impone sempre una certa riverenza quando la si racconta. “A Muntagna”,  così come viene chiamata dagli abitanti,  come dicono gli esperti, è un’isola nell’isola, proprio perché rispetto a tutto il resto del territorio siculo è un eccezione, non fosse altro, perchè dal punto di vista climatico, più vicina ad areali nordici. Per l’occasione parliamo di uno dei produttori che ha i suoi vigneti nella parte settentrionale del vulcano a nord est e più precisamente a Linguaglossa, la Tenuta Agricola Neri.

Fresca della partecipazione al concorso enologico Radici del Sud dove è stata premiata con la medaglia d’argento con un bel secondo posto nel Gruppo misto vini rossi con il suo Etna rosso Doc 2018.

La storia della famiglia Neri sull’Etna comincia da molto più lontano, dagli Stati Uniti d’America circa un secolo fa, quando Vincenzo, di rientro dal continente americano dove era emigrato per fare fortuna insieme al fratello Salvatore, acquista delle proprietà sul vulcano, investendo i propri guadagni ottenuti oltreoceano.

Da allora la proprietà, grazie ai nipoti Salvo e Fabio Neri, si è estesa fino ad arrivare ad una superficie totale di nove ettari, di cui 5 coltivati a vigneto con piante anche di 70 anni di età, e quattro destinati ad uliveto della varietà locale Nocellara dell’Etna. Nella contrada Arrigo viene allevato il Carricante, il Catarratto ed il Nerello Mascalese, mentre in contrada Borrigliona si alleva il Nerello Mascalese ed il Nerello Cappuccio ad un’altitudine di 600-700 m. sul livello del mare, con sistemi di allevamento sia a spalliera che ad alberello etneo sostenuto dal palo di castagno.

La famiglia Neri è anche molto attiva nel settore del turismo con l’agriturismo Casa Arrigo, e con il fiore all’occhiello di Villa Neri, prestigioso resort di lusso con spa, una delle perle più ambite dal turismo internazionale e di lusso dell’Etna. Un resort Immerso nel Parco dell’Etna, su una terrazza naturale da cui si gode da una parte una vista magnifica sul golfo di Taormina e dall’altra l’incantevole vista del Vulcano, una vera particolarità sono le suite enoteca con cantinetta privata, dove oltre ai vini dell’Azienda Neri si possono gustare le migliori etichette prodotte sul vulcano. Noto anche per il suo ristorante gourmet Dodici Fontane, sotto la guida del giovane chef Elia Russo, che propone i piatti della tradizione rivisitati con una veste innovativa. La storia enologica di questa realtà è abbastanza recente, ma in poco tempo è già emersa alle luci della ribalta, e si avvale della collaborazione dell’enologo Calogero Statella. La nostra orizzontale oltre al vino premiato del concorso Radici del Sud ha visto degustare anche:


Contrada Arrigo Etna Bianco Doc 2019
85% Carricante 15% Catarratto. Il vino proviene da un vigneto allevato nel comune di Linguaglossa (CT) in contrada Arrigo ad un’altitudine di 700 m. slm., su un terreno vulcanico ed un’esposizione ad est, con vigneti di 30 anni di età. Vinificazione in bianco tradizionale gestita con vinificatori in acciaio inox a temperatura controllata, affinamento in acciaio sur lie per 4-6 mesi. La fermentazione alcolica è condotta con lieviti selezionati, segue l’imbottigliamento. Colore giallo paglierino con riflessi verdognoli, al naso si presenta, intenso e complesso, con note di fiori bianchi e fruttate fresche con note agrumate di lime, mela golden e pera, e cenni di macchia mediterranea. Al palato si presenta fresco, piacevolmente acidulo, con una bella sapidità che accompagna un persistente finale.

Etna Rosso Doc 2018
Prodotto nel comune di Linguaglossa (CT) in contrada Arrigo da uve 100% Nerello Mascalese. Vigneti di 30-60 anni di età su terreno vulcanico ed esposizione ad est ad un’altezza di 700 metri s.l.m.. Vinificazione tradizionale gestita in vinificatori aperti con follature, macerazione di 8-10 giorni ed affinamento in barriques di rovere francese di secondo e terzo passaggio, fermentazione alcolica effettuata con lieviti selezionati. Colore rosso rubino intenso, al naso elegante e complesso, con note di piccoli frutti rossi ed erbe aromatiche, leggermente speziato al palato con sorso ampio ed avvolgente, equilibrio tra acidità e tannino, piacevolmente persistente sulle note olfattive.

Etna Rosso Doc Contrada Arrigo 2019
100% Nerello Mascalese. Da una vecchia vigna, in contrada Arrigo, allevata ad alberello fino a 60 anni di età, ed una produzione limitata, su terreno vulcanico ed esposizione ad est ad un’altezza di 700 metri s.l.m. La vinificazione è identica al precedente così come l’affinamento. Colore rosso rubino, al naso note fruttate di ciliegia, lampone, fragoline di bosco con accenni di sensazioni speziate. Al palato un sorso piacevole ed ampio su note sapide di pepe nero e noce moscata, notevole intensità e persistenza con una chiusura sapida.

Tenuta Agricola Neri
Contrada Arrigo – Linguaglossa (Ct)
Telefono +393760343468
www.nerietna.com
info@neriagricola.com

 

avatar
Scritto da

Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia

La classifica dei migliori 10 Panettoni d’Italia del 2019 secondo Vinodabere

News

La classifica dei migliori 20 Panettoni d’Italia del 2020 secondo Vinodabere

News

NELLA CLASSIFICA DEI 10 CAFFÈ PIU’ COSTOSI AL MONDO 4 DERIVANO DALLA MASTICAZIONE DEGLI ANIMALI

News

La Classifica dei migliori Cannonau della Piccola Guida della Sardegna di Vinodabere – Seconda Edizione (assaggi effettuati nel 2019)

News

Connect
Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia