Rimani in contatto con noi

ISCRIVITI

News

La classifica delle 15 barrette di cioccolato più costose al mondo

Il cioccolato, alimento derivato dai semi dell’albero del cacao, è una delle delle specialità più apprezzate in tutto il mondo, a prescindere dalla culture e dalle abitudini culinarie dei diversi paesi.
Theobroma cacao, il nome con cui la pista fu classificata, deriva per metà dall’uso che se ne faceva presso le civiltà precolombiane che la utilizzavano all’epoca: era il cibo degli Dei riservato a sacerdoti e iniziati.
Sono i Maya del resto tra il III secolo e il X secolo  a chiamare il Theobroma con il termine “Kakaw” (inaugurando la denominazione attuale) e a coltivare, per primi, la pianta nelle terre tra la penisola dello Yucatan il Chiapas e la costa pacifica del Guatemala.
Nel 1502 Cristoforo Colombo, grazie al suo viaggio nelle Americhe,  è, insieme ai suoi equipaggi, il primo europeo a provare il cacao che attorno alla metà del 500 fa la sua comparsa in Europa.
Per tutto il XVI secolo il cioccolato rimane un’esclusiva della Spagna, padrona delle colonie da cui proviene il cacao e dove ne incrementa le coltivazioni e la lavorazione. Il cacao variamente insaporito viene usato per preparare bevande ma anche per la produzione delle tavole di cioccolato solide, anch’esse di origine azteca, con una tecnica particolare importata nella Contea siciliana di Modica, allora protettorato spagnolo, dove è in auge ancor oggi.
Nel 1606 il cioccolato veniva prodotto in Italia nelle città di Firenze, Venezia e Torino ; e nel 1615 Anna D’austria, sposa di Luigi XIII, introduce il cioccolato in Francia.

A Parigi, dopo le prime diffidenze (si diceva fosse una bevanda abortiva) il cioccolato si impone e diventa chic: una bevanda per intellettuali e le cosiddette “Preziose”, signore della nobiltà vagamente femministe ante litteram che si radunano per parlare d’arte, ma anche di come influenzare la politica.
Nel 1802 Bozzelli inventa la macchina per raffinare la pasta di cacao e miscelarla con zucchero e vaniglia.

Ma solo nel 1820 compaiono le prime tavolette di cioccolato di tipo commerciale (apparentabili alle modicane) in Inghilterra.
Il 1879 è l’anno in cui Rudoph Lindt  inventa il processo chiamato concaggio (conching), che consiste nel mantenere a lungo rimescolando in lento movimento il cioccolato fuso per assicurarne una miscelazione  omogenea.
Ed eccoci dunque arrivati alla classica barretta di cioccolato quella che la maggior parte delle persone compra, ma che – attenzione! – rientra in una categoria che per fascia di prezzo nulla o quasi ha a che vedere con quanto leggerete nella seguente graduatoria, che mette in fila gli esemplari di alto prezzo di questo mondo particolare: eccellenze e rarità sia in riferimento alla provenienza e qualità della materia prima utilizzata e alle modalità di produzione che a un racconto dedicato che ne ha trasformati alcuni in status-simbol. Amplificando per chi può permettersi il famoso effetto di produzione di endorfine (e benefici per l’umore) che è una delle virtù riconosciute al cioccolato, ma rischiando anche seri problemi di coronarie per chi a freddo se ne sentisse richiedere il pagamento.

LA CLASSIFICA

1

BARRETTA WISPA GOLD (prezzo: € 1300)

 FOTO 

Cadbury è la casa che produce la barretta di cioccolato più costosa del mondo, nonostante sia  nota per cioccolatini economici venduti alla rinfusa.

Trattasi di un esemplare prodotto in edizione limitata e ricoperto da una foglia d’oro, è disponibile soltanto nel museo aziendale, il Cadbury World.

2

COLLEZIONE NOKAVINTAGES  (prezzo: € 700)

Noka è un’azienda americana che compra cioccolato in Ecuador, in Costa d’Avorio, in Venezuela e a Trinidad. Nella lussuosa confezione, dove trovano posto alcune delle migliori cioccolate del pianeta, viene fornito anche un libretto che fornisce le linee guida per una perfetta degustazione. Un prodotto che risulta  quasi impossibile da trovare.

3

COFANETTO ORO DELAFÉE OF SWITZERLAND (prezzo: € 270)

DeLafée è un marchio di lusso, conosciuto anche per​ la sua produzione di oro commestibile in fogli o fiocchi. Vende anche cioccolatini abbinati a monete d’oro da collezione.

4

CIOCCOLATINI DEBAUVE & GALLAIS (prezzo: € 239 per 450 grammi – € 530 al kg)

Parliamo di un marchio di cioccolato francese di fascia alta, che esiste da oltre 210 anni. Si tratta di un cofanetto commemorativo in pelle goffrata con foglia d’oro che oltre a una scelta di cioccolatini tra cui un assortimento di ganache e praline untuose contiene un libro sulla storia della Casa DEBAUVE e GALLAIS dalle origini ai giorni nostri. A ogni libro commemorativo sono allegati una borsa per armi e un biglietto da visita in rilievo dorato.

5

BARRETTA TO’AK INVECCHIATA NEL BOURBON (prezzo: € 210 per 50 grammi – € 4.200 al kg)

Dal cioccolato proveniente da una delle più antiche piante esistenti ubicato in Ecuador nasce Invecchiato in un Bourbon di 25 anni, questo cioccolato offre una combinazione di sapori unica. Con aromi che includono la prugna dolce,  l’uvetta, il mirtillo, le spezie tra cui il pepe nero e  sentori di corteccia, è un prodotto per palati sofisticati, oltre che per portafogli belli gonfi.

6

BARRETTA TO’AK ISLAY WHISKY CASK 78% ( prezzo € 210 per 50 grammi – € 4.200 al kg)

l’Islay Whisky Cask: in questo caso la permanenza delle fave per tre anni in botti utilizzate per l’invecchiamento del whisky regala potenti sentori di frutta caramellata e miele, con un pizzico di affumicatura.

7

BARRETTA TO’AK RAIN HARVEST e EL NIÑO HARVEST 2016 78%  (prezzo: €188.00  per 50 grammi – € 3.760 al kg).

La To’ak Chocolate  e un’azienda riuscita nell’impresa di recuperare una varietà di cacao che gli studiosi pensavano estinta – l’antichissima Nacional, coltivata appunto già oltre 5 millenni fa – trasformando le sue fave in barrette di cioccolato a dir poco esclusive. Queste piante incredibilmente rare, in realtà popolarissime fino all’inizio degli anni Novanta, quando furono sterminate in massa da una malattia chiamata “scopa della strega”, sono state rinvenute per la precisione nella provincia ecuadoregna di Manabi, già conosciuta in tutto il mondo per l’eccellenza delle sue coltivazioni di cacao. Test sul DNA ne hanno confermato l’origine e il genotipo, e così i fondatori di To’ak – Jerry Toth e Carl Schweizer – hanno iniziato a utilizzarne i semi per dare vita al loro speciale cioccolato fondente.

El Nino Heirloom Nacional realizzata con  cacao raccolto sul finire della stagione delle piogge, con note di menta e frutti rossi.

Noto come uno dei marchi più costosi del mercato, il cioccolato To’ak viene fatto a mano, con le tradizionali tecniche ecuadoriane. Ogni barretta è numerata ed è prodotta con il cacao di qualità più elevata (Cacao Nacional dell’Ecuador).

8

LA MADELINE AU TRUFFE (prezzo: € 200)

 FOTO

Questo tartufo al cioccolato, riconosciuto dalla rivista Forbes come uno dei più costosi del mondo, è una creazione dello chef danese Fritz Knipschildt. È fatto al 70% con cioccolato fondente Valrhona e da un tartufo Périgord francese super-raro, arrotolato in polvere di fine cacao.

 9

LINGOTTO GOLDKENN (prezzo: € 40 per 200 grammi – € 200 al kg)

Prodotto dal prestigioso marchio svizzero di cioccolato di lusso GoldKenn, questi lingotti spaziano tra tutti i gusti, dal cioccolato al latte al cioccolato fondente intenso. Per molti esperti, il sapore di queste barrette di cioccolato non ha eguali.

10

GOURMET CHOCOLATE TOWER – CHUAO CHOCOLATIER (prezzo: € 45 per 450 grammi – € 145 al kg)

Si tratta di un’assortimento realizzato con il fine di condividere. Dalla pancetta ai frutti di bosco, questa torre di degustazione racchiude i migliori sapori creati dall’azienda.

Le combinazioni di sapori sono decisamente sorprendenti, oltre che famose: cereali alla cannella, Maya piccante, mango piccante e patatine fritte.

11

CIOCCOLATINI ALLA CREMA DI CASTAGNE BERNACHON (prezzo € 33 per 250 grammi)

All’interno di una scatola regalo sono poste delle castagne candite intere ricoperte di cioccolato e avvolte in foglia d’oro.

12

BOLIVIA WILD HARVEST BENIANO AMAZON CACAO 74% ( prezzo € 15 per 85 grammi – € 150 al kg))

FOTO

Una tavoletta prodotta dall’azienda Tranquilidad con uno dei migliori cioccolati boliviani. Si caratterizza da note aromatiche e floreali  a cui si associano note di frutta essiccata.

13

CIOCCOLATA CRIOLLO MERIDENO  ( prezzo  € 9,00 per 70 grammi – € 128 al kg)

Cioccolata gourmet proveniente dal Venezuela prodotta dall’azienda NOALYA è caratterizzata da note di nocciola e spezie dolci che si intrecciano con profumi di pane, miele e frutta.

14

Cioccolato Criollo Guasare 70% – (prezzo € 9,00 per 50 grammi – € 180 al kg)

Questa rara varietà, considerata la madre di tutte le varietà di Criollo, viene coltivata nella piantagione di Domori in Venezuela dal 2002. Note di mandorla, caramello, rosa antica e panna la caratterizzano e la mancanza di acidità garantisce grande dolcezza e rotondità.

15

CIOCCOLATA MAROU BA RIA 76 ( prezzo € 7,00 per 80 grammi – € 87 al kg)

FOTO

Dal lontano Vietnam una cioccolata da veri intenditori, caratterizzata da note di ribes nero e agrume a cui si associano sentori di tabacco e balsamici.

PRENDIMÉ AMEDEI (prezzo: € 11 150 g. – € 73 al kg)

Questa marca italiana di cioccolatini è assai nota tra gli intenditori. Con una combinazione di sapori, tra i quali fondente extra, al latte, bianco al latte, gianduja, fondente extra con mandorle, fondente extra con nocciole, al latte con nocciole e bianco al latte con nocciole, Amedei produce anche deliziose barrette.

 

avatar
Scritto da

Ha fondato Vinodabere nel 2014. Laureato in Economia e Commercio specializzazione mercati finanziari, si è dedicato negli ultimi dieci anni anima e corpo al mondo del vino. Vanta diverse esperienze nell'ambito enologico quali la collaborazione con la guida "I vini d'Italia" de l'Espresso (edizioni 2017 e 2018), e la collaborazione con la guida Slow Wine (edizioni 2015 e 2016). Assaggiatore internazionale di caffè ha partecipato a diversi corsi di analisi sensoriale del miele. Aver collaborato nella pasticceria di famiglia per un lunghissimo periodo gli garantisce una notevole professionalità in questo ambito.

Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia

La classifica dei migliori 10 Panettoni d’Italia del 2019 secondo Vinodabere

News

NELLA CLASSIFICA DEI 10 CAFFÈ PIU’ COSTOSI AL MONDO 4 DERIVANO DALLA MASTICAZIONE DEGLI ANIMALI

News

La classifica dei migliori 20 Panettoni d’Italia del 2021 secondo Vinodabere

News

La Classifica dei migliori Cannonau della Piccola Guida della Sardegna di Vinodabere – Seconda Edizione (assaggi effettuati nel 2019)

News

Connect
Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia