Rimani in contatto con noi

ISCRIVITI

News

Cocktail ispirati al cinema: il drink Malena (film di Giuseppe Tornatore) realizzato con un Gin italiano

Il mondo della mixology è in continuo fermento in tutta Italia ed abbraccia un pubblico sempre più vasto di giovani e meno giovani.

Vogliamo così proporvi una serie di cocktail preparati da abilissimi barman, inspirati ad alcuni capolavori del cinema italiano.

Oggi vi parliamo del DRINK: MALENA (ispirato al film “Malèna”, di Giuseppe Tornatore, 2000)

 

BARMAN:

Carmine Angelone, Bar Manager de La Fesseria di Napoli (via Giovanni Paladino 17)

 

INGREDIENTI:

60 ml di VII Hills Italian Dry Gin

20 ml di succo di limone fresco

20 ml di sciroppo di mandorle

1 rondella di cetriolo pestato

2 dash angostura bitter

 

PREPARAZIONE:

Con la tecnica dello shake and strain, versare il succo di limone e lo sciroppo di mandorla nello shaker, pestare in quest’ultimo la rondella di cetriolo per poi terminare con VII Hills Gin e due dash di angostura bitter.

Prendere una coppetta ghiacciata, shakerare e versare con doppia filtrata.

DRINK: MALENA

 

ISPIRAZIONE:

La Sicilia, ambientazione del film di Tornatore con Monica Bellucci, è terra seducente, ricca di profumi inebrianti con la sua umanità meravigliosa… il contesto perfetto per bere un drink in riva al mare, perdendosi negli occhi di una donna dal carattere mediterraneo. E allora, via con i limoni del siracusano e la freschezza del cetriolo per dissetarsi in una calda giornata estiva, la dolcezza della mandorla, protagonista indiscussa della pasticceria sicula, il tutto legato dalla straordinaria struttura del gin VII Hills, che conferisce al drink quel carattere forte proprio della natura dell’isola.

Scritto da

Giornalista enogastronomico, una laurea cum laude in Economia e Commercio all'Università La Sapienza di Roma, Responsabile per l'Italia del Concorso Internazionale Grenaches du Monde, Giudice del Concorso Mondiale di Bruxelles e Giudice del Concorso Mondiale del Sauvignon, docente F.I.S.A.R.. Ha una storia che comprende collaborazioni con Guide di settore. Cito solo le ultime : Slow Wine (Responsabile per la Sardegna edizioni 2015 e 2016), I Vini de L'Espresso (vice-curatore e coordinatore nazionale edizioni 2017 e 2018), I Ristoranti d'Italia de L'Espresso (edizioni dalla 2010 alla 2018). Collabora con le testate: www.lucianopignataro.it , www.repubblica.it/sapori ed Epulae. Ha scritto alcuni articoli sul quotidiano "Il Mattino" e su www.slowine.it. Ha una passione sfrenata per quel piccolo continente che prende il nome di "Sardegna", per le sue terre e per la sua gente.

Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia

COMMENTA

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La classifica degli 8 migliori panettoni d’Italia del 2018 secondo Vinodabere

News

La ricetta della prelibata ciambella al mosto cotto

Cali di Zucchero

Il miele biologico dell'ape nera etnea

Gastronomia

La viticoltura eroica della Valtellina: l'azienda Gianatti Giorgio

Aziende

Connect
Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia