Rimani in contatto con noi

ISCRIVITI

Comunicati Stampa

Le aziende vinicole dell’Abruzzo, del Molise e della Sardegna possono iscriversi da quest’anno a Radici del Sud ed incontrare importatori e giornalisti stranieri

Radici del Sud – salone del vino e dell’olio meridionale

XV edizione 10-15 giugno 2020

Castello Normanno-Svevo – Sannicandro di Bari.

Gentile Produttore,
è con piacere che Ti informiamo che sono aperte le iscrizioni alla 15esima Edizione di Radici del Sud, salone del vino e dell’olio del Sud Italia 2020.
IscrivendoTi ora e fino al 31 gennaio 2020 puoi usufruire della condizione di pagamento agevolata e della possibilità di variare fino al 30 Aprile le condizioni di partecipazione e sostituire i vini iscritti al concorso

L’evento dedicato alla promozione e alla commercializzazione del vino e dell’ olio Sud Italia, in programma quest’anno coinvolgerà i produttori provenienti da Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Sardegna, e Sicilia.

 Compila subito il modulo di adesione a condizioni agevolate: link

LE ATTIVITA’ E LE NOVITA’ DEL SALONE:

lncontri B2B con importatori

L’evento costituisce una preziosa occasione per interfacciarsi con circa 15 importatori provenienti da: USA, Germania, Olanda, Polonia, Belgio, Inghilterra, Canada, Svezia, Danimarca e Medio Oriente. Agli incontri B2B che si terranno  il 13 e 14 giugno presso il Castello di Sannicandro di Bari, ogni produttore potrà accedere comunicando attraverso il modulo di adesione il nome della propria cantina e la sessione d’incontri preferita.

Anche quest’anno le sessioni B2B dove i produttori iscritti si interfacceranno con gli importatori e i wine-buyer saranno 4 e avranno luogo sabato 13 e domenica 14 giugno (una delle due giornate a scelta); in entrambe le giornate i lavori si svolgeranno dalle ore 9,15 alle 13,15 e dalle 15,00 alle 19,00 (una sessione delle due a scelta). Ogni incontro con i wine-buyer ha la durata di 20-25 minuti circa.

le 4 sessioni B2B sono destinate alle prime 90 adesioni pervenute.

Gli importatori presenti durante le giornate dei B2B sono gli stessi per ogni sessione e saranno presenti anche durante la giornata del salone del vino aperto al pubblico lunedì 15 giugno 2020.

n.b è prevista la partecipazione del produttore o del referente dell’azienda solo negli orari della sessione B2B prescelta. E’ preferibile quindi per le aziende provenienti da fuori regione, qualora si scegliesse l’opzione B2B e banco d’assaggio lunedì 15 giugno, di selezionare nel modulo di adesione una delle due sessioni di domenica 14 giugno. 

Per info contattare: 346 40 76 012 / 338 59 39 322   

Il Concorso e le Giurie

Il concorso alla cieca a “Radici del Sud” che si terrà il 13 e 14 giugno è l’evento riservato al confronto dei vini prodotti da vitigni autoctoni di Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Campania, Calabria, Sardegna e Sicilia che ha la finalità di individuare le etichette dei vini che meglio rappresentano le tipicità del vitigno di appartenenza. Anche in questa edizione è prevista la partecipazione dei vini spumanti da uve autoctone del meridione d’italia tra le batterie in concorso.

Sono ammessi al concorso alla cieca i seguenti uvaggi distribuiti per batterie e nei gruppi misti sono ammessi tutti i vini da vitigni autoctoni minori o sconosciuti non presenti nell’elenco:

  1. Aglianico
  2. Aglianico del Vulture
  3. Asprinio
  4. Bombino
  5. Bovale
  6. Cagnulari
  7. Cannonau
  8. Caprettone
  9. Carignano
  10. Casavecchia
  11. Catarratto
  12. Coda di Volpe
  13. Falanghina
  14. Fiano
  15. Gaglioppo
  16. Greco
  17. Grillo
  18. Gruppo Misto Vini Bianchi da vitigni autoctoni meno diffusi del Sud Italia
  19. Gruppo Misto Vini Rossi da vitigni autoctoni meno diffusi del Sud Italia
  20. Magliocco
  21. Malvasia
  22. Minutolo
  23. Monica
  24. Montepulciano
  25. Moscato
  26. Negroamaro
  27. Nerello (Mascalese, Cappuccio)
  28. Nero D’Avola
  29. Nero di Troia
  30. Nuragus
  31. Ottavianello
  32. Palagrello bianco
  33. Palagrello rosso
  34. Passerina
  35. Pecorino
  36. Piedirosso
  37. Primitivo
  38. Rosati da vitigno autoctono del Sud Italia
  39. Spumanti da uve autoctone a bacca bianca
  40. Spumanti da uve autoctone a bacca rossa
  41. Susumaniello
  42. Taurasi (Aglianico)
  43. Tintilia
  44. Trebbiano
  45. Vermentino
  46. Vernaccia

Svolgimento degustazioni

Sono ammesse fino ad un massimo di tre etichette di vino per Azienda. Qualora fossero tre o due, dovranno essere collocate in batterie differenti (ad esempio due primitivo, due aglianico, due fiano, ecc… della stessa azienda non possono concorrere nella stessa batteria).

I vini iscritti al blind-tasting saranno assaggiati alla cieca e testati in degustazione dalle due giurie composte da circa 15 giornalisti e blogger nazionali ed internazionali.

Anche quest’anno i primi tre vini vincitori che totalizzeranno il miglior punteggio saranno premiati con forniture di etichette e di tappi messe in palio da alcuni nostri sponsor.   

La degustazione dei vini da parte delle due giurie composte da giornalisti, blogger nazionali ed internazionali, un enologo, un mebro delle associazioni Vinarius, AEPI e Slowine, avverrà in totale anonimato. A fine degustazione le giurie, attraverso il proprio Presidente di gruppo, decreteranno i primi due vini vincitori di ogni batteria. Quindi i vini che avranno totalizzato maggior puntuggio per ogni batteria saranno quattro: due nominati dalla giuria degli operatori nazionali e due dalla giuria degli operatori internazionali. Saranno decretati anche i tre Vini Biologici che avranno raggiunto il maggior punteggio da entrambi le giurie. Per maggiori informazioni in merito ad uvaggi e regole del concorso leggi qui il regolamento.

Per info contattare: 346 40 76 012 / 338 59 39 322   

Il Salone aperto al pubblico

Il giorno 15 giugno dalle 16.00 alle 22.00 il Castello di Sannicandro di Bari apre i battenti al pubblico per il Salone del vino da vitigno autoctono del Sud Italia. Intervengono al salone operatori, giornalisti, wine-blogger, wine-buyer, ristoratori, enotecari, sommelier e appassionati di vino. Il produttore avrà a sua disposizione un banco d’assaggio fornito di tovaglia, bicchieri, sputavino, tovaglioli, secchiello con ghiaccio per refrigerare vini bianchi e rosati e quant’altro necessario per il servizio mescita. E’ a discrezione del produttore il numero e la tipologia di etichette da proporre.

LA NOVITA’

Durante la quindicesima edizione di Radici del Sud è stato completamente riprogrammato il Salone dei vini e degli oli del Sud Italia, aperto al pubblico lunedì 15 giugno. Le premiazioni dei vini e delle aziende vincitrici del concorso si terranno nel corso della mattinata, a partire dalle 11.30, mentre il banco d’assaggio aprirà ufficialmente ai visitatori a partire dalle 16.00 fino alle ore 22.00, evitando quindi la concomitanza tra i due appuntamenti. L’evento di degustazione coinvolgerà tutti i produttori vinicoli e olivicoli partecipanti a Radici del Sud, oltre ad un’area food dove si potranno assaggiare le migliori specialità gastronomiche del territorio. A partire dalle 20.00, nell’area del salone, saranno presenti due chef che prepareranno alcuni piatti tipici serviti fino alla chiusura per dare la possibilità al pubblico di trattenersi fino alla chiusura prevista per le ore 22.00.

Per info contattare: 346 40 76 012 / 338 59 39 322   

Compila subito il modulo di adesione a condizioni agevolate

34553476_1964599583596571_384831930169819136_o
Radici_2018_0380
 

Compila subito il modulo di adesione a condizioni agevolate

 

avatar
Scritto da

Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia

La classifica dei migliori 10 Panettoni d’Italia del 2019 secondo Vinodabere

News

La classifica degli 8 migliori panettoni d’Italia del 2018 secondo Vinodabere

News

La Classifica dei migliori Cannonau della Piccola Guida della Sardegna di Vinodabere – Seconda Edizione (assaggi effettuati nel 2019)

News

Dall’assaggio alla cieca la classifica dei 10 migliori panettoni di Roma secondo Vinodabere

News

Connect
Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia