Rimani in contatto con noi
[the_ad id="81458"]

ISCRIVITI

News

Guida ai Migliori Vini della Sardegna 2024 di Vinodabere – La Guida Completa

Introduzione

Edizione numero sei di una Guida – la nostra – che ha ormai superato da un pezzo le fasi dell’approccio e del relativo rodaggio. Che è sempre più “dentro” il territorio e i prodotti di cui si occupa, e che vede al centro, come è logico in questa fase, la voglia di approfondire. E quindi di raccontare e far conoscere sempre più realtà vinicole – accendendo riflettori anzitutto su quelle sin qui meno in vista – del piccolo continente che prende il nome di Sardegna. E, bisogna dirlo, le scoperte ogni volta non mancano. Anche grazie a un numero di adesioni e di campioni inviati e degustati (con le regole e il metodo di sempre) in costante e vistosa crescita. È nata così la decisione di condividere sensorialmente, fisicamente, e non solo in forma di valutazione critica, alcune delle “scoperte” di cui sopra. Ecco allora, a gennaio scorso, il primo evento organizzato a Roma da Vinodabere e dedicato ai vini sardi. Con la partecipazione attenta (e graditissima) di molti colleghi del mondo della stampa e della comunicazione, oltre a un folto numero di operatori (ristoratori, enotecari, agenti, distributori) che hanno potuto apprezzare “dal vivo” le differenze tra territori, vitigni e comunità all’interno dell’Isola, e quanto elevata sia divenuta la qualità media della produzione regionale. La kermesse romana è stata anche l’occasione – preziosa – per sfatare e superare un certo numero di stereotipi che da più di un decennio non appartengono più al contesto enoico sardo, ma in qualche modo gli aleggiano ancora attorno. L’esempio più lampante è quello del Cannonau, lontano ormai anni luce dal modello di vino alcolico e pesante della “vecchia” (e oggi non più fondata) reputazione, ed espresso ora attraverso una panoplia di interpretazioni di spiccata diversità (e di grandissimo interesse) a seconda delle zone di origine delle uve: dalla viticoltura di montagna della vocatissima comunità di Mamoiada (ormai sono quasi 40 i vignaioli che imbottigliano lì i loro vini) a zone altrettanto storiche come Oliena (con il suo Nepente), Orgosolo, Dorgali (con la splendida Valle di Oddoene, ora toponimo utilizzabile in etichetta), l’Ogliastra, la Romangia, e perfino la Gallura, che mostra ultimamente di sapersi districare abilmente anche con le varietà a bacca rossa. La strabiliante vendemmia 2021 – di sicuro una di quelle che restano negli annali – ha poi contribuito a fare il resto (e a far sì che i campioni di questa varietà recensiti siano stati la bellezza di 110). Restando in tema di sorprese, ne regala di belle anche Mandrolisai, territorio di grande tradizione enoica (ma fin qui non premiata a sufficienza da fama e fortuna) che con la sua omonima denominazione (la doc più territoriale della Sardegna con tre vitigni utilizzati in blend: Bovale, Cannonau e Monica) raccoglie ormai più di 20 produttori, autori di vini di carattere, personalità e alto rango e prossimi ormai alla costituzione di un auspicabile Consorzio di Tutela. La somma delle punte e il loro aumento di numero ha come logico effetto un ulteriore innalzarsi dell’asticella a livello regionale. Accompagnato – un effetto che, se tutto funziona, diverrà a sua volta causa – da una graduale crescita del numero delle aziende vinicole. Che hanno inviato a Vinodabere stavolta oltre 700 campioni, battendo ogni primato precedente. I tempi sembrano insomma maturi per un vero e proprio exploit della Regione. Che noi proviamo ad anticipare e motivare con le recensioni e le valutazioni dei 329 vini (altro record) presenti in questa edizione della Guida. Con l’auspicio, come sempre, di suscitare ulteriore curiosità, stimoli all’assaggio e – meglio ancora – al tuffo in loco (scrigno inimitabile di bellezze, oltre che di grandi vini) in chi ci legge.

Ad accompagnarci nel nostro percorso è, in qualità di sponsor, il Consorzio per la Tutela del Formaggio Pecorino Romano (che ha sede in Sardegna, maestra assoluta di caseificazione di tutto il Centro tirrenico), formaggio dal forte profilo di cui esploreremo dopo la pubblicazione della Guida i migliori abbinamenti con le etichette premiate.

 

Metodologia

L’impostazione vede confermate le scelte principali. L’obiettivo rimane quello di rivolgersi al consumatore finale, ai ristoratori e tutti gli esercenti dei circuiti commerciali che ruotano attorno al vino. Che abbiamo dunque messo al centro del nostro lavoro, creando delle classifiche per tipologia ed insiemi omogenei, provando a rispondere alle esigenze di chi vuole orientarsi nell’acquisto di una bottiglia o nella costruzione di una cantina o anche di una carta dei vini se titolare di un locale. Non mancano le descrizioni delle aziende e le loro storie, ma solo dopo ciascun vino recensito; per questo alcune – quelle di cantine presenti con più vini – saranno ripetute per non costringere il lettore ad andare a cercarle altrove nella Guida.

Utilizziamo alcuni simboli per spiegare ancora meglio le differenze qualitative tra i vini recensiti.

 

Abbiamo attribuito 1 applauso  a quelle etichette che si attestano tra i 90 ed i 94,9 centesimi (vini decisamente buoni), 2 applausi tra i 95 ed i 97,9 (vini ottimi), e la standing ovation  tra 98 e 100 (vini eccellenti). I punteggi, essendo frutto di una media di degustazione in panel, possono prevedere anche i decimi di punto. Le classifiche sono in ordine inverso (si parte dall’ultima posizione per arrivare alla prima).

Per rendere più compiutamente comprensibili e trasparenti le nostre valutazioni vi ricordiamo che abbiamo usato una scala di punteggio internazionale (quindi mediamente più alta di quelle in uso in Italia) e che tutti gli assaggi sono stati svolti rigorosamente alla cieca presso l’Osteria Poerio di Roma che ringraziamo per l’ospitalità.

Qualora almeno la metà del panel abbia attribuito il punteggio di 100/100 ad un campione, si è provveduto ad un riassaggio per confermare o meno questo punteggio massimo.

La Squadra

Curatori: Maurizio Valeriani e Antonio Paolini.

I testi che leggerete in Guida sono di: Paolo Frugoni, Maurizio Gabriele, Emanuele Giannone, Luca Matarazzo, Daniele Moroni, Gianmarco Nulli Gennari, Antonio Paolini, Pino Perrone, Emanuela Pistoni, Stefano Puhalovich, Franco Santini, Gianni Travaglini, Paolo Valentini, Maurizio Valeriani.

Hanno completato la squadra di assaggio: Alessandro Battaglia e Ruggero Faliva.

 

La Classifica dei Migliori Spumanti

 

5

Spumante Metodo Classico  Extra Brut Faulas s.a. – Murales 94/100   (territorio/zona dei vigneti: Gallura) prezzo a scaffale enoteca 26 euro circa.

Da uve Vermentino. 40 mesi sui lieviti per uno Spumante dal perlage fine e persistente. Note di erbe officinali si uniscono a sentori minerali e toni speziati, anticipando un lungo finale su ricordi agrumati e iodati.

L’Azienda:  Murales

Localita Piliezzu, 1,

07026 Olbia SS

Tel. +39 393 923 1011

email: info@vinimurales.com

Piero Canopoli, enologo e sommelier, e la moglie Giuliana Dalla Longa, si sono trasferiti più di 20 anni fa, da Varese in Gallura per dar vita a questa azienda che spazia a tutto tondo tra diverse varietà sarde (soprattutto Vermentino, Cannonau e Carignano) e internazionali (Viognier, Merlot, Cabernet Sauvignon e Syrah). Molto originali ed esteticamente curate sono le etichette che riprendono appunto il concetto dei murales.  Se vi recate in azienda non perdete l’occasione di fermarvi a pranzo alla Locanda Murales.

4

Vino Spumante Dolce Moscato di Sardegna Gallura 2022 – Cantina Pedres 95/100 (territorio/zona dei vigneti: Gallura) prezzo a scaffale enoteca 17 euro circa.

Di grande impatto olfattivo, con le sue note di salvia, muschio ed erbe officinali, presenta un sorso di grande equilibrio, dove freschezza e sapidità bilanciano dolcezza e carica glicerica. Il lungo finale insiste su note iodate e salmastre.

L’Azienda: Cantina Pedres

Località: Via Mincio, 42, Zona ind.le Sett. 7, 07026 Olbia

Tel.   +39 0789 595075

email:  info@cantinapedres.it

Dalla tradizione vitivinicola della Famiglia Mancini, iniziata alla fine dell’800, e dalla perseveranza e lungimiranza del più giovane dei suoi discendenti, Giovanni Mancini, ha origine la Cantina Pedres. Situata in Gallura, più precisamente a Olbia,  la Cantina Pedres è sul mercato dal 2002 con una produzione di vini ottenuti da uve selezionate di provenienza esclusivamente Gallurese. Nel 2002 grazie ad Antonella, figlia di Giovanni, viene intrapreso un importante processo di rinnovamento tecnologico della Cantina, con investimenti che hanno interessato sia il sistema di produzione che i vigneti.

 

3

Vino Spumante di Qualità Brut Metodo Classico s.a. – Argiolas 96/100 (territorio/zona dei vigneti: Serdiana) prezzo a scaffale enoteca 40 euro circa.

48 mesi sui lieviti. Il quadro olfattivo è caratterizzato da ricordi di frutti bianchi agrumi e spezie. Il perlage è fine e persistente, il sorso si presenta avvolgente e ricco, sapido e fresco e si chiude con un gradevolissimo finale su ricordi di pompelmo e frutta secca.

L’azienda: Argiolas

Via Roma, 28/30 – 09040 Serdiana (CA)
email: info@argiolas.it
tel. +39 070740606

Fondata alla fine degli anni trenta da Antonio Argiolas, questa cantina è una delle più grandi e prestigiose della Sardegna (e d’Italia). Un nome che ha fatto conoscere i vini sardi nel mondo, il Turriga (un vino di fama internazionale creato dal celebre enologo Giacomo Tachis) su tutti. I terreni si trovano nel sud della Sardegna, nelle subregioni della Trexenta e del Sulcis. Una vasta gamma di etichette prodotte, tutte di assoluto valore, derivanti da vitigni come il Cannonau, il Vermentino, il Bovale, il Nasco e diversi altri oltre al Carignano.

 

2

Metodo Classico Brut Solais s.a. – Cantina Santadi 97/100 (territorio/zona dei vigneti: Santadi) prezzo a scaffale enoteca 26 euro circa.

Più di 18 mesi sui lieviti. Frutti bianchi, mineralità, nocciola e frutta secca sono i marcatori olfattivi. Il perlage è fine e persistente ed accompagna freschezza, sapidità, avvolgenza ed un lunghissimo finale su ricordi di erbe officinali e pietra focaia.

L’azienda: Cantina Santadi

Via Giacomo Tachis, 14 – 09010 Santadi

email: info@cantinadisantadi.it

tel. +39 0781950127

Nata negli anni Sessanta del Novecento, è probabilmente la cantina sociale del Sulcis più importante da un punto di vista storico, con un ruolo pionieristico per la valorizzazione del Carignano in termini di qualità e potenziale commerciale. È qui che Giacomo Tachis creò nel 1984 il Terre Brune, uno degli ambasciatori del vino sardo nel mondo. Oggi la via a fianco della sede aziendale prende il nome del celebre enologo. I soci sono circa 200, il patrimonio vitato (Vermentino compreso) è di ben 600 ettari.

 

1

Vino Spumante Extra Brut Millesimato Vermentino di Gallura Metodo Classico Aria di Mari 2021 – Li Seddi 98/100  (territorio/zona dei vigneti: Badesi) prezzo a scaffale enoteca 22 euro circa.

12 mesi sui lieviti. Bollicine finissime, numerose e persistenti per un sorso avvolgente, fresco, sapido, vellutato. Per noi la migliore espressione della spumantistica isolana, che si estrinseca con nuance di frutti bianchi, agrumi, erbe officinali e piante aromatiche. Il lunghissimo (e quasi interminabile) finale ci conduce su sensazioni minerali tipici del vitigno. Standing Ovation inevitabile.

L’azienda:   Li Seddi

Via Mare,29  07030 Badesi  (Olbia-Tempio)

tel.079683052 – 3492467604

email: Amministrazione@cantinaliseddi.it 

Le dune sabbiose e i ceppi a piede franco caratterizzano il territorio di Badesi, davanti al golfo dell’Asinara, dove Franco Stangoni, insieme ai figli, alleva le viti, concentrandosi sul Vermentino, che qui ottiene straordinari risultati, senza però disdegnare di occuparsi, con buoni esiti, del Cannonau (anche in versione passita).

La Classifica dei migliori Vermentino di Sardegna

 

30

Vermentino di Sardegna Mamaioa 2022 – Contini 91/100   (territorio/zona dei vigneti: Oristanese) prezzo a scaffale enoteca 13 euro circa.

Vermentino 100% certificato bio. Mamaioa in lingua sarda significa “Coccinella”. I vigneti insistono su terreni misti argilloso-calcarei a un’altitudine di circa 200 metri. Fermentazione in acciaio a temperatura controllata, affinamento in parte in vetro o cemento. Sentori di frutta gialla, fiori bianchi, macchia, limone. Sorso elegante, di grande equilibrio, fresco e salino. Finale sapido, agrumato, salmastro.

L’azienda: Contini

Località: Via Genova, n. 48-50, 09072 Cabras – Oristano

Tel. +39 0783290806

email: info@vinicontini.com

In Sardegna Contini è sinonimo di Vernaccia di Oristano. Visitando l’azienda si rimane senza parole di fronte alle diverse Vernaccia senza tempo, capaci di emozionare anche il bevitore più esperto. In questa azienda ogni cosa è presa sul serio: anche quando ci si è cimentati con il Cannonau, il risultato è stato subito eccellente.

29

Vermentino di Sardegna Altubiancu 2021 – Tenute Costadoria 92/100  (territorio/zona dei vigneti: Valledoria) prezzo a scaffale enoteca 15 euro circa.

Dal Nord-Ovest della Sardegna viene questo Vermentino ottenuto con le uve delle vigne situate tra il Golfo dell’Asinara ed il fiume Coghinas. Il produttore lo presenta come un “vino di fiume”, infatti le note di humus, fiori di campo e rosmarino, che ne caratterizzano l’apertura, in seguito lasciano il posto a sensazioni fruttate gialle e minerali più “consone” al vitigno. Al palato si rivela di grande freschezza, buona sapidità e lunga persistenza.

L’Azienda: Tenute Costadoria

 

via Giuseppe Mazzini s.n.c. 07039 – Valledoria (SS)

La cantina è situata in territorio di Valledoria, nome che come quello della Cantina è stato ispirato dalla presenza dell’antica famiglia nobiliare dei Doria. Le Tenute Costadoria sono circondate da un panorama agricolo adibito a carciofaie, nella famosa valle del Cynara e ad altre colture, che affacciano sul Golfo dell’Asinara. La tenuta è di 200 ettari. suddivisa in due distinti possedimenti.

28

Vermentino di Sardegna Filine 2022 – Cantina Dorgali  93/100  (territorio/zona dei vigneti: Dorgali) prezzo a scaffale enoteca 9 euro circa. 

Da una cantina rinomata per i suoi Cannonau giunge questo piacevole Vermentino, che deriva dalle vigne che circondano Dorgali, poste tra i 250 ed i 500 metri di altitudine. Le uve vengono fatte fermentare in acciaio inox e lasciate maturare per qualche mese in vasche di cemento. Ne esce un bel prodotto di grande freschezza impreziosito da sensazioni minerali, floreali e di frutta gialla, con un ottimo rapporto qualità-prezzo.

L’Azienda: Cantina Dorgali

Via Piemonte, 11, 08022 Dorgali (NU)

email: info@cantinadorgali.com

Tel.: 0784 96143

Un’eccellente realtà che testimonia la qualità produttiva e organizzativa delle cantine sociali in Sardegna. Fondata nel 1953, consta di 660 ettari appartenenti a 220 soci. I terreni, di origine granitica e vulcanica, si estendono dalla valle di Oddoene fin quasi al mare di Cala Cartoe, costituendo un terroir diversificato che dà origine ad una ampia gamma di vini, di cui il Cannonau, trovandosi nella sua zona di elezione, è il principale beneficiario e protagonista assoluto.

27

Vermentino di Sardegna Sardo 2022 – Tenute Soletta 94/100  (territorio/zona dei vigneti: Florinas e Codrongianos) prezzo a scaffale enoteca 16 euro circa.

Come non amare un vino così diretto e sottile nella ginestra, nella macchia e negli agrumi, tutti raffrescati da viva acidità e intessuti su una croccante trama salina e fruttata? Presenta spigliata immediatezza, non-ricercatezza, giovanile. Vino del ricordo e delle corrispondenze.

L’Azienda: Tenute Soletta

Località Regione Signor’Anna – Codrongianos (SS)

Tel +39 079 435067

e-mail: info@tenutesoletta.it

Umberto Soletta, dopo la passione giovanile per i motori e per il rally, ha dato vita a metà anni ’90 a questa splendida realtà nella provincia di Sassari. Ed il lavoro in vigna è costante ed imponente. Ad aiutarlo c’è anche il padre che ha superato i 100 anni e che è ancora un caposaldo ed un riferimento per tutti. Da poco è disponibile anche un Wine Resort presso l’azienda.

26

Vermentino di Sardegna Promissa 2022 – Galavera 94,5/100  (territorio/zona dei vigneti: Usini) prezzo a scaffale enoteca 15 euro circa.

Le uve provengono da vigneti in agro di Usini impiantati oltre 30 anni fa. Fermenta in acciaio ed affina sui lieviti. Ha un bouquet floreale e fruttato (pesca, banana, ananas), con sfumature di erbe di campo e leggere note evolutive e di burro; nel palato è fresco e sapido, con ritorni fruttati (cedro e pompelmo) ed una lunga persistenza.

L’Azienda: Galavera 

Località: Via Cesare Battisti, 7 – 07049 Usini

Tel. .079 380150

Email: galavera@tiscali.it

Galavera è una delle tante parole sarde in disuso, quasi dimenticata. A chiusura di tutti i lavori ben fatti e riusciti (mietitura o vendemmia) grande era la soddisfazione del contadino che faceva trapelare la propria felicità, soddisfazione e assenso con la rituale quanto significativa frase: “mi paret una galavera”. L’azienda è gestita dal presidente della società agricola Antonio Merella e da Giuseppe Tilocca. I vitigni sono dislocati in varie zone del territorio di Usini, Pirapeglias, Sa Narulas e Sa luzzanas ed occupano una superfice di 9 ettari. I vini prodotti derivano rigorosamente da piante autoctone: oltre al Vermentino ci sono Cagnulari e Cannonau.

25

Vermentino di Sardegna Cala di Seta 932 2022 – Cantina di Calasetta 95/100  (territorio/zona dei vigneti: Calasetta) prezzo a scaffale enoteca 35 euro circa.

Nasce da una selezione di uve Vermentino coltivate nei vigneti costieri del sud Sardegna, su suoli calcareo-argillosi con l’intenzione di valorizzare il lavoro di una comunità di soci conferitori. Matura in tonneau da 500 litri di rovere francese. Profilo olfattivo serio, interessante, con sfumature di vaniglia, macchia mediterranea, frutta esotica, roccia bagnata. Sorso gustoso, avvolgente, salino, di buona struttura e persistenza.

L’aziendaCantina di Calasetta

Via Roma, 134, 09011 Calasetta (CI)

Tel. 0781 88413

email: info@cantinadicalasetta.it

La Cantina Calasetta rappresenta un esempio vincente di cooperazione enoica che oggi aggrega circa 300 viticoltori mossi da un unico intento, produrre vini fortemente identitari e di grande piacevolezza gustativa. Siamo nell’isola di Sant’Antioco, a sud-ovest della Sardegna, in un terroir davvero unico caratterizzato da terreni sabbiosi che consentono di coltivare la vite franca di piede. Condizione questa che consente al Carignano, uva regina dell’areale, di raggiungere la sua massima espressione.

24

Vermentino di Sardegna Contissa 2022 – Trexenta 95,1/100   (territorio/zona dei vigneti: Trexenta) prezzo a scaffale enoteca 10 euro circa.

Il suo nome è un omaggio alle contesse proprietarie dei vigneti nel centro agricolo di Senorbì, sede della cantina. Dalla vinificazione, tutta in acciaio inox, esce questo elegante Vermentino che si lascia apprezzare per il colore brillante e le vive sensazioni agrumate, balsamiche e di frutta gialla (ananas, banana e pera).  Al sorso si dimostra fresco, di buona persistenza, con ritorni fruttati e di gradevolissima beva.

L’azienda: Trexenta

Viale Piemonte, 40, 09040 Senorbì (CA)

email: info@cantinatrexenta.it

tel. +39 0709808863

Il coraggio e l’amore per la coltivazione della vite sono stati i tratti comuni dei 23 viticoltori che nel 1956 dettero vita alla Cooperativa Agricola Trexenta. Situata nel comune di Senorbì, nel centro-sud della Sardegna, costituisce uno dei migliori esempi di come la cooperazione possa dare ottimi risultati quando l’obiettivo comune è quello della riscoperta dei vitigni autoctoni ed il rispetto dell’ambiente che li circonda. Oggi la cantina è giunta al considerevole numero di 150 soci conferitori e ad un’estensione dei vigneti di circa 200 ettari gestiti con una professionalità consolidata e tramandata da generazioni.

23

Vermentino di Sardegna Òrriu Un Anno Dopo 2021 – Quartomoro 95,2/100   (territorio/zona dei vigneti: Nord Sardegna) prezzo a scaffale enoteca 18 euro circa.

Si differenzia dal suo omonimo, Vermentino di Sardegna Òrriu, per un affinamento che dura più di un anno tra vasca d’acciaio e bottiglia. Sentori fruttati (pompelmo, pesca bianca), di fieno, con sbuffi minerali (tufo) e note burrose. Complesso al gusto, evidenzia acidità, ritorni aromatici e di frutta secca, ed una leggera nota ossidativa. Il sorso è morbido, voluminoso e persistente.

L’azienda: Quartomoro

Località: Via Dino Poli 31, 09092 Arborea (OR)

Tel. +39 346764 3522

email: info@quartomoro.it

Quartomoro rappresenta una realtà dinamica e in continua evoluzione fondata dall’enologo e vignaiolo Piero Cella  ad Arborea in provincia di Oristano. La cantina  nasce come  una sorta di laboratorio, una fabbrica di idee che condensa saperi ed esperienze della viticoltura e dell’enologia sarda. La filosofia aziendale è ispirata alla produzione di vini marcatamente territoriali, eleganti e originali realizzati con il massimo rispetto della natura e dei suoi tempi e con un moderato intervento in cantina.

22

Vermentino di Sardegna 2022 – Audarya 95,3/100  (territorio/zona dei vigneti: Serdiana) prezzo a scaffale enoteca 13 euro circa.

Il vino di entrata dell’azienda, quello che da subito deve mostrarne le potenzialità, assolve appieno tale compito. Si presenta con profumi di frutta bianca tra i quali spuntano note di agrume e pesca. Freschezza e bevibilità si accompagnano a piacevoli sensazioni minerali.

L’azienda: Audarya

Località: 09040 Serdiana | Cagliari | Sardegna | Italy Loc. Sa Perdera | SS 466 km. 10,100

Tel.  +39 070 740437

email: info@audarya.it

Ormai nel piccolo comune Serdiana c’è una schiera di aziende che fanno vini di qualità. A nomi come Argiolas e Pala da pochi anni si è aggiunta anche questa cantina, oggi guidata da Salvatore Pala e dalla sorella Nicoletta, che rappresentano la terza generazione della famiglia. Salvatore segue scrupolosamente la vigna e le attività di vinificazione. E i suoi vini – monitorati da chi scrive nel corso degli anni – manifestano un progresso continuo e sempre più evidente.

21

Vermentino di Sardegna Smeralda 2022 – Tenute Smeralda 95,5/100   (territorio/zona dei vigneti: Donori, Parteolla) prezzo a scaffale enoteca 16 euro circa.

Prodotto con grappoli dell’omonima varietà uniti a piccole percentuali di altre bacche bianche autoctone, coltivati su suoli sabbioso-argillosi nel Parteolla. Fermentazione e affinamento a contatto con le fecce nobili in acciaio, con bâtonnage. Solo da mosto fiore. Si esprime con sentori fruttati (pesca, melone e frutti tropicali), note salmastre, cenni floreali di tiglio, ginestra e camomilla. Mostra freschezza, ottima struttura e buona progressione del sorso. Finale di mirto bianco e agrumi gialli.

L’Azienda:  Tenute Smeralda

Sede operativa (Cantina)
Loc. Giuanni Porcu
S.S. 387 km 28, 09040 – Donori, Cagliari (IT)

Sede Legale
Tenute Smeralda Srl
Via Kennedy 21, 09040 – Donori, Cagliari (IT)
P.Iva 03800240925

Cell: +39 338 7446524
E-mail: info@tenutesmeralda.it

L’azienda è situata nel sud della Sardegna, nell’area denominata Parteolla, che comprende diversi comuni della storica regione del “Giudicato di Cagliari”. Presente da circa 50 anni nel settore viticoltura,  attualmente la superficie vitata aziendale è di 6 ettari coltivati  con Vermentino e Cannonau, su terreni di origine sabbioso-argillosa.

20

Vermentino di Sardegna Prima Stella 2022 – Gavino Delogu 96/100  (territorio/zona dei vigneti: Usini) prezzo a scaffale enoteca 29 euro circa.

Proveniente da un unico vigneto nelle colline usinesi, ha un bouquet intenso di fiori bianchi ed erbe officinali, con sensazioni fruttate; il sorso pone in evidenza aromi agrumati (limone, cedro) che sottolineano una struttura consistente, glicerica, ed elevate acidità e sapidità.

L’azienda: Gavino Delogu

Via G. Matteotti,

07049 Usini SS

Email: vinigavinodelogu@gmail.com

Tel: 347 819 8814

Fondata nel 2016, la piccola cantina di Gavino Delogu si trova nel territorio di Usini (Sassari), in una storica sub-regione, il Coros, dell’antico Giudicato di Torres. L’enologo è Pier Michele Chessa. I vitigni coltivati, su 2,5 ettari, sono il Vermentino, il Cagnulari (vitigno tradizionale della zona) e il Cannonau. Attualmente si producono due vini, il Vermentino Prima Stella e il Cagnulari Ultima Stella, per un totale di circa 2300 bottiglie.

19

Vermentino di Sardegna Costamolino 2022 – Argiolas 96,2/100   (territorio/zona dei vigneti: Serdiana) prezzo a scaffale enoteca 12 euro circa.

Il Costamolino dimostra anche in questa edizione della Guida di essere un Vermentino molto affidabile attraverso freschezza, sapidità, eleganza ed una scorrevolezza del sorso senza precludere complessità e lunghezza gustativa. Convincente anche il finale su note agrumate e minerali.

L’azienda: Argiolas

Via Roma, 28/30 – 09040 Serdiana (CA)
email: info@argiolas.it
tel. +39 070740606

Fondata alla fine degli anni trenta da Antonio Argiolas, questa cantina è una delle più grandi e prestigiose della Sardegna (e d’Italia). Un nome che ha fatto conoscere i vini sardi nel mondo, il Turriga (un vino di fama internazionale creato dal celebre enologo Giacomo Tachis) su tutti. I terreni si trovano nel sud della Sardegna, nelle subregioni della Trexenta e del Sulcis. Una vasta gamma di etichette prodotte, tutte di assoluto valore, derivanti da vitigni come il Cannonau, il Vermentino, il Bovale, il Nasco e diversi altri oltre al Carignano.

18

Vermentino di Sardegna Camminera 2021 – Audarya 96,4/100  (territorio/zona dei vigneti: Serdiana) prezzo a scaffale enoteca 20 euro circa.

Da vigne di 25 anni ubicate su terreni calcareo argillosi, posti a 200 metri sul livello del mare, nasce un Vermentino di facile beva con profumi agrumati e ricordi di frutta bianca che anticipano un sorso sapido e godibile, che termina su note iodate.

L’azienda: Audarya

Località: 09040 Serdiana | Cagliari | Sardegna | Italy Loc. Sa Perdera | SS 466 km. 10,100

Tel.  +39 070 740437

email: info@audarya.it

Ormai nel piccolo comune Serdiana c’è una schiera di aziende che fanno vini di qualità. A nomi come Argiolas e Pala da pochi anni si è aggiunta anche questa cantina, oggi guidata da Salvatore Pala e dalla sorella Nicoletta, che rappresentano la terza generazione della famiglia. Salvatore segue scrupolosamente la vigna e le attività di vinificazione. E i suoi vini – monitorati da chi scrive nel corso degli anni – manifestano un progresso continuo e sempre più evidente.

17

Vermentino di Sardegna Jolzi 2022 – Cantina Fara 96,7/100  (territorio/zona dei vigneti: Sennori) prezzo a scaffale enoteca 16 euro circa.

Prodotto a Sennori, in Romangia, su terreni sabbioso-calcarei a due passi dal mare del Golfo dell’Asinara. Quadro olfattivo di buona intensità, floreale, agrumato, con sfumature di macchia mediterranea. Il sorso ha una certa cremosità, è gustoso e preciso anche in chiusura, con toni balsamici e ammandorlati.

L’Azienda:  Cantina Fara

 

Località: Via Raga, snc, 07036 Sennori (SS)

Tel.  368 721 1389

email:  info@cantinafara.com

L’Azienda Agricola Fara nasce a Sennori agli inizi del ‘900 dalla passione e dall’amore che Pietro Fara ha dedicato al lavoro della terra e in modo particolare, alla cura della vigna per la produzione di uve per la vinificazione. La dedizione alla terra e ai suoi frutti hanno scandito la sua vita tutti i giorni. Questa passione è stata tramandata da padre in figlio.  Giorgio Fara porta avanti con amore e dedizione il lavoro e la cura della vigna e, dal prodotto di questa unione passionale, nascono vini dal forte carattere, espressione dei colori e dei profumi del territorio di Sennori.

16

Vermentino di Sardegna 2022 – Cantina TraMonti di Antonio Marogna 97/100    (territorio/zona dei vigneti: Sorso) prezzo a scaffale enoteca 20 euro circa.

 

Un Vermentino pieno: non lesina profumi e gusti, con ricordi di agrumi canditi e curry giallo, pienezza di corpo non gravosa, ingente e liquescente sapidità a dettare la progressione, freschezza misurata. Decisamente solare, tutto puntato sul Mezzogiorno, marcante nella riproposizione di sale e frutta, non deborda mai e mette un puntiglio rigoroso nel riprodurci il suo frutto (uva matura, ananas disidratato) e i suoi giochi di speziale.

L’Azienda:  Cantina TraMonti di Antonio Marogna

Strada Provinciale 29
07037 – Sorso (SS)

email: vendite@vinitramonti.it

Tel. +39 329 4878245

TraMonti ha sede in Romangia, a Sorso. La sua fondazione a opera di Salvatore Marogna risale al tardo XIX sec., quando fu riattato il sito storico di Tres Montes; a questo  si aggiungono nel 2010 i 4 ettari di Badde Pira, oggi fulcro della produzione aziendale. Gestione biodinamica, vendemmia manuale, nessuna filtrazione (decantazione spontanea) per il Cagnulari, il Cannonau e il Vermentino prodotti oggi da Antonio, discendente del fondatore.

15 

Vermentino di Sardegna Majga   2022 – Iolei Nois 97,1/100   (territorio/zona dei vigneti: Oliena) prezzo a scaffale enoteca 16 euro circa.

Proviene da vigneti situati nel territorio di Oliena. Si presenta con profumi di pietra focaia ed erbe officinali, e con un sorso dove sapidità e mineralità si accompagnano ad una ottima freschezza. Il finale insiste su piacevoli note di agrumi e frutti bianchi.

L’azienda:  Iolei  Nois

Via Nuoro – 08025 Oliena

mail: info@iolei.it

tel: + 39 3488863219

Azienda dinamica e ormai alla terza generazione. Tre ettari vitati, con produzione che si attesta intorno alle 15 mila bottiglie: vini realizzati con le uve tradizionali, Cannonau e Vermentino. E di forte impronta territoriale, conseguenza di scelte ben precise, con basso intervento in vigna, vinificazione e affinamento in acciaio (solo per la Riserva si utilizza la botte) ad esaltare frutto, bevibilità e tipicità.

14 

Vermentino di Sardegna Is Argiolas 2022 – Argiolas 97,2/100  (territorio/zona dei vigneti: Serdiana) prezzo a scaffale enoteca 14 euro circa.

Figlio di suoli calcarei-argillosi, una piccola quota parte del mosto fermenta in barrique di rovere francese. Si presenta con freschezza e sapidità evidenziando sentori di fiori gialli e frutta a pasta bianca, a cui si aggiungono ricordi di salvia e fiori bianchi. Caratterizzato da una trama molto fine ed elegante, in cui la presenza del legno è molto garbata. Piacevolissimo il finale su toni di erbe officinali.

L’azienda: Argiolas

Via Roma, 28/30 – 09040 Serdiana (CA)
email: info@argiolas.it
tel. +39 070740606

Fondata alla fine degli anni trenta da Antonio Argiolas, questa cantina è una delle più grandi e prestigiose della Sardegna (e d’Italia). Un nome che ha fatto conoscere i vini sardi nel mondo, il Turriga (un vino di fama internazionale creato dal celebre enologo Giacomo Tachis) su tutti. I terreni si trovano nel sud della Sardegna, nelle subregioni della Trexenta e del Sulcis. Una vasta gamma di etichette prodotte, tutte di assoluto valore, derivanti da vitigni come il Cannonau, il Vermentino, il Bovale, il Nasco e diversi altri oltre al Carignano.

13

Vermentino di Sardegna Cala Silente 2022 – Cantina Santadi 97,3/100  (territorio/zona dei vigneti: Sulcis) prezzo a scaffale enoteca 14 euro circa.

Per non farsi prendere sul serio, mostra ricordi di burro di arachidi, ma è solo un diversivo. Poi parte di slancio e coordinazione su note leggiadre, graziose di garrigue e agrumi, fiori bianchi e mandorla. Freschezza diffusa, beva agevole e gustosa ma senza rinunciare a complessità e materia.

L’azienda: Cantina Santadi

Via Giacomo Tachis, 14 – 09010 Santadi

email: info@cantinadisantadi.it

tel. +39 0781950127

Nata negli anni Sessanta del Novecento, è probabilmente la cantina sociale del Sulcis più importante da un punto di vista storico, con un ruolo pionieristico per la valorizzazione del Carignano in termini di qualità e potenziale commerciale. È qui che Giacomo Tachis creò nel 1984 il Terre Brune, uno degli ambasciatori del vino sardo nel mondo. Oggi la via a fianco della sede aziendale prende il nome del celebre enologo. I soci sono circa 200, il patrimonio vitato (Vermentino compreso) è di ben 600 ettari.

12

Vermentino di Sardegna Tuvaoes 2022 – Cherchi 97,4/100(territorio/zona dei vigneti: Usini) prezzo a scaffale enoteca 15 euro circa.

Fine, magro, dalle curve appena accennate: usando un’analogia da genitore alle prese con quel passaggio, ha le fattezze adolescenziali di un corpo in divenire. Giovane, quindi, molto sapido e fresco, arioso al naso con  acqua di fiori e armelline. Il suo piccolo, grande equilibrio risiede nel trascendere la mole da efebo in una presa di bocca gagliarda e fruttata, dinamica, con chiusura su una lunga traccia minerale e note di frutta gialla fresca e mandorla.

L’azienda: Cherchi

Località Sa Pala ‘e Sa Chessa 07049 Usini (SS)

mail: info@vinicolacherchi.com

tel.+39 079 380273

Giovanni Maria Cherchi, conosciuto da tutti come zio Billia, da poco scomparso, ha dato vita a questa azienda 50 anni fa, cercando di valorizzare, con successo, il vitigno Cagnulari nella zona più vocata in Sardegna (Usini) insieme al Vermentino che in questo territorio dà generalmente risultati fantastici e si dimostra molto adatto all’invecchiamento. Salvatore, figlio di Billia, ha preso in mano le redini dell’azienda. La consulenza enologica è del bravissimo Piero Cella.

11

Vermentino di Sardegna Òrriu 2022 – Quartomoro 97,5/100  (territorio/zona dei vigneti: Nord Sardegna) prezzo a scaffale enoteca 16 euro circa.

Un Vermentino intrigante, dai profumi intensi e fragranti di mandorla, fiori bianchi, buccia di pesca ed erbe aromatiche; mostra un profilo gustativo rigoroso, un sorso succoso e fruttato (pompelmo, mango) che sfuma in un retrogusto salino e persistente, molto gradevole.

L’azienda: Quartomoro

Località: Via Dino Poli 31, 09092 Arborea (OR)

Tel. +39 346764 3522

email: info@quartomoro.it

Quartomoro rappresenta una realtà dinamica e in continua evoluzione fondata dall’enologo e vignaiolo Piero Cella  ad Arborea in provincia di Oristano. La cantina  nasce come  una sorta di laboratorio, una fabbrica di idee che condensa saperi ed esperienze della viticoltura e dell’enologia sarda. La filosofia aziendale è ispirata alla produzione di vini marcatamente territoriali, eleganti e originali realizzati con il massimo rispetto della natura e dei suoi tempi e con un moderato intervento in cantina.

10

Vermentino di Sardegna Ala Blanca 2022 – Poderi Parpinello 98/100   (territorio/zona dei vigneti: Alghero) prezzo a scaffale enoteca 13 euro circa.

 

Il nome scaturisce da quelle ali bianche dei gabbiani soliti volare al di sopra dei vigneti e proprio come loro anche questo vino vuole volare in alto. In questa annata ha raggiuto il suo obiettivo con quelle note di frutta a polpa bianca tra le quali fanno capo profumi speziati e agrumati,  e con un sorso dove mineralità e sapidità fanno da cornice a ricchezza e profondità. Una Standing Ovation ampiamente meritata.

L’Azienda: Poderi Parpinello

 

Cantina

Loc. Janna De Mare

S.S 291 Alghero – Sassari

Tel: +39 366 8365661 –  +39 349 2279483

info@poderiparpinello.it  

Giampaolo Parpinello insieme al figlio Paolo coltivano 20 ettari a vigneto su dolci colline tra Alghero e Sassari, in località Janna de Mare su un terreno costituito da marne calcaree, conglomerati ed arenarie. Le tecniche colturali adottate sono attente all’innovazione pur nel rispetto della tradizione e dell’ecosistema del territorio.

9

Vermentino di Sardegna Chimera 2022 – Tenute Soletta 98,1/100  (territorio/zona dei vigneti: Florinas e Codrongianos) prezzo a scaffale enoteca 16 euro circa.

Un sogno (chimera) raggiunto per questo vino dai sentori balsamici, di macchia mediterranea, erbe di campo, agrumi e frutta gialla; nel palato esprime freschezza e persistenza, mantenendo un invidiabile equilibrio gustativo tra toni fruttati (limone e cedro), acidità e sapidità. Meritata Standing Ovation.

L’azienda: Tenute Soletta

Regione Signor’Anna – Codrongianos (SS)

Tel +39 079 435067

e-mail: info@tenutesoletta.it

Umberto Soletta, dopo la passione giovanile per i motori e per il rally, e dopo aver lavorato nell’azienda di famiglia, ha dato vita a metà anni ’90 a questa splendida realtà nella provincia di Sassari. Ed il lavoro in vigna è costante ed imponente. Ad aiutarlo c’è anche la moglie Caterina e la sorella Pina ed ogni tanto fa capolino il padre che ha superato i 100 anni di età. Da poco è disponibile anche un Wine Resort presso l’azienda.

8

Vermentino Stellato 2022 – Pala 98,2/100  (territorio/zona dei vigneti: Località “Is Crabilis”, Ussana) prezzo a scaffale enoteca 19 euro circa.

Dalla vigna di Is Crabilis, di circa 60 anni di età. Le uve vengono pressate e quindi lasciate a macerare per una notte sulle bucce. Dopo la fermentazione il vino rimane in acciaio inox sulle fecce per tre mesi, circa. Nel calice si apre su sentori di biancospino ed erbe aromatiche a cui seguono gradevoli note agrumate. Di grande equilibrio, con freschezza e struttura, elegante, sapido, di ottima persistenza e di grandissima piacevolezza come si conviene ad una Standing Ovation.

L’Azienda: Pala

Via Verdi, 7

09040 Serdiana

Tel +39 070 740284

E-mail: info@pala.it

Mario Pala rappresenta la quarta generazione di una famiglia da sempre dedita alla viticoltura e inscindibilmente legata alla terra di Sardegna. Nel 1950, con la prima vendemmia, iniziava la storia aziendale che oggi vede Mario affiancato dalla moglie Rita e dai figli Massimiliano, Maria Antonietta ed Elisabetta sempre più attenti a produrre  vini che siano fortemente espressivi del territorio, nel pieno rispetto delle tradizioni vitivinicole tramandate. Nel 2020 si sono spente le candeline per festeggiare la settantesima vendemmia.

7

Vermentino di Sardegna Sproni 2022 – Nuraghe Antigori 98,4/100  (territorio/zona dei vigneti: Capoterra) prezzo a scaffale enoteca 16 euro circa.

Proviene dai vigneti situati sulle pendici delle colline di Capoterra, che guardano verso il golfo di Cagliari, da terreni che sono un misto di sabbia e argilla, sciolti e aridi. Le uve vengono raccolte a mano e fermentano in acciaio sotto la supervisione dell’enologo Daniele Marchi, allievo di Giacomo Tachis. Il risultato è in un calice che si apre su suadenti sensazioni floreali, minerali ed agrumate per poi espandersi su note di frutta tropicale e rosa selvatica. Il sorso si rivela equilibrato, tra freschezza e corpo, di buona sapidità e di ottima persistenza con ritorni agrumati e minerali di grande eleganza. Da Standing Ovation.

L’Azienda: Nuraghe Antigori 

Loc. Baccalamanza,

09012 Capoterra CA

Email: info@cantinenuragheantigori.it

Tel:  3701457389

Antigori, «luogo delle cose antiche» nel linguaggio locale è, il nome di uno dei più importanti nuraghe della Sardegna la cui costruzione risale al II millennio a.C., distante solo poche centinaia di metri da Baccalamanza a Capoterra, sede dell’attuale azienda vitivinicola di Carlo Luigi Scano. Siamo in un luogo unico ed incantato che guarda il mare, vicino a Cagliari, in una delle più vaste aree forestali d’Europa dove la natura appare ancora immutata ed incontaminata. In questi luoghi gli archeologi hanno ritrovato reperti risalenti alle antichissime civiltà greche, a testimonianza di frequenti interscambi avvenuti, sin da allora, con le popolazioni oltre il mare. Coltivazione in rigoroso regime biologico, pratiche colturali manuali, artigianali e sostenibili e valorizzazione delle varietà autoctone sono gli ulteriori elementi che connotano l’attuale conduzione aziendale.

6

Vermentino di Sardegna Prendas Orange Wine 2019 – Cantina Sorso Sennori 98,8/100  (territorio/zona dei vigneti: Romangia) prezzo a scaffale enoteca 31 euro circa.

Gli orange  possono rappresentare dei reali rischi di deriva stilistica. Questo Vermentino arancio, graziaddio, è assolutamente esente dalle torbide versioni di chinotti e spume ed è, sì, grosso, ma anche nervoso e di carattere. Scorze d’agrumi e rabarbaro canditi, mirto, lavanda, una robusta mineralità. Merita la nostra Standing Ovation.

L’Azienda: Cantina Sorso Sennori

Via Marina, 5, 07037 Sorso SS

Email: info@cantinasorsosennori.it

Tel: 079 350118

L’azienda si colloca nel complesso mosaico geo-pedologico della Romangia e, per precisione, a Sorso. Fondata nel 1955, vanta oggi una superficie vitata di 40 ettari su terreni prevalentemente sabbiosi e argillosi, destinati principalmente alla produzione di Vermentino, Cannonau, Cagnulari e, ovviamente, Moscato. Prendas è una linea dedicata di vini, piuttosto limitata per entità e diffusione.

5

Vermentino di Sardegna Frinas 2021 – Carpante 98,9/100  (territorio/zona dei vigneti: Usini) prezzo a scaffale enoteca 15 euro circa.

Avvolgenza e ricchezza di aromi fanno di questo Vermentino di Usini uno dei migliori della nostra selezione. Profumi variegati di pesca e frutta secca, balsamico e con note accentuate di pietra focaia. Chiude con un elegante finale fresco e salino. Merita la nostra Standing Ovation.

L’azienda:  Carpante

Località: Via G.Garibaldi, 151, 07049 Usini SS

Tel: 392 501 9777

email: info@carpante.it

Carpante ha i vigneti adagiati a 250 metri di altitudine sulle colline di Usini (Sassari), zona molto vocata per il Cagnulari – vitigno simbolo del territorio – ma anche per il Vermentino che qui dà origine a vini adatti al lungo invecchiamento. Il Carignano è stato “acquisito” da qualche anno con l’ingresso in azienda dell’agronomo Luca Mercenaro (diventato genero di Giorgio Careddu), che ha messo a disposizione la sua vigna di Carignano a Calasetta (Isola di Sant’Antioco) in località Cussorgia.

4

Vermentino di Sardegna Kanimari 2022 – Nuraghe Crabioni 99/100   (territorio/zona dei vigneti: Sorso) prezzo a scaffale enoteca 17 euro circa.

Un vino che nasce da vigneti ubicati su terreni di natura sabbiosa, argillosa e calcarea, dove la brezza marina accarezza i grappoli. Note iodate e  di frutta gialla fanno da apripista ad un sorso elegante e di incredibile mineralità, a cui si accompagnano ricchezza e sapidità. Bellissimo il finale di frutta secca e pietra focaia, che gli vale la nostra Standing Ovation.

L’azienda:  Nuraghe Crabioni 

Località: Lu Crabioni 07037 Sorso (Sassari)

Tel.  3402742056

Augusto Seghene, con l’aiuto del cugino Tonino Spanu fonda l’azienda a Sorso nel 2003. Nel giro di pochi anni, prima con le selezioni di Vermentino (Kanimari e Sussinku), poi con lo stesso Cannonau e con il tipico Moscato della zona, e da ultimo anche con il Cagnulari (etichetta Sussinku Rosso), la cantina si afferma tra le più importanti della Romangia. Circa 35 ettari coltivati davanti al mare, la cui salsedine spesso ricopre l’uva con la sua patina bianca e suggerisce quasi una trasmissione di sapori. I figli di Augusto (Alessandra e Maurizio) seguono gli aspetti commerciali mentre la direzione tecnica è del bravissimo enologo Mauro Murgia.

3

Vermentino di Sardegna Tudurighe 2022 – Monte Fenosu 99,1/100   (territorio/zona dei vigneti: Muros) prezzo a scaffale enoteca 16 euro circa.

Affina in acciaio per 6 mesi prima di essere imbottigliato. Si presenta con profumi di mela e pesca e note speziate e agrumate. Freschezza e sapidità sono le sue principali caratteristiche che accompagnano il sorso verso un finale su note di frutti bianchi, con un grande allungo iodato. Un vino che merita appieno di stare sul podio della nostra classifica e di ottenere la Standing Ovation.

L’Azienda: Soc. Agricola Monte Fenosu sas

Muros (Sassari) – Italia

Tel. 320 3349226 – 388 1951480

E-mail: montefenosu@gmail.com

Nel territorio di Muros, piccolo paese del Sassarese, nel Nord Ovest della Sardegna si trova l’azienda Monte Fenosu che dal 1996 si è convertita al biologico. I vigneti si trovano su terreni calcareo argillosi con significativa presenza di fossili a 410 metri di altitudine,  incastonati tra la macchia mediterranea su una superficie di 13 ettari e godono della brezza proveniente dal mare.

2

Vermentino di Sardegna Lyta 2021 – Corona Ruia 99,2/100   (territorio/zona dei vigneti: Sorso) prezzo a scaffale enoteca 25 euro circa.

Un buono (molto) che non si cura di mettersi in mostra, dai tenui riflessi verdognoli, centrato su sobrietà, compostezza e definizione aromatica (mandarino, zagara, acacia, vetiver) e vivo di una vena sapida che percorre tutto il sorso. Ripresa precisa degli aromi nello sviluppo e nel finale fresco e agrumato. Vino ancora conchiuso in giovanile ritrosia ma di evidente qualità materiale, sottile sensualità, non ostentata armonia: quella che apre un poco anche l’animo mentre si apre ai sensi inducendo una Standing Ovation.

L’Azienda:  Corona Ruia

Località:  Pedras de Fogu, 07037 – Sorso (SS)

Tel.  +39 349 7406356

email: info@coronaruia.it

La storia di questa azienda inizia nel 1925 grazie al bisnonno Mereu. Ubicata nella Romangia, zona della Sardegna nord-occidentale del Logudoro, la terra più fertile dell’intera Isola che apparteneva, nel Medioevo, al Giudicato di Torres di cui oggi Porto Torres ricorda le vestigia. Un terreno, calcareo e arenario che poggia su un substrato di vulcaniti e marne, offre alle uve autoctone profumi e sapori unici.

1

Vermentino di Sardegna Prendas 2019 – Cantina Sorso Sennori 99,3/100   (territorio/zona dei vigneti: Romangia) prezzo a scaffale enoteca 31 euro circa.

 

Il Vigneto

I fiori del bene. Rosa, ginestra, biancospino, un cenno sensuale di orchidea prima di ananas, menta, pompelmo, verbena, cumino. Più leggero al sorso, slanciato e freschissimo, teso e nervoso, dalla lunga e consistente traccia minerale-amarognola. Essenziale e preciso nello sviluppo gustativo e, nonostante l’intensità e la varietà del bouquet trova equilibrio e slancio senza affardellare abbellimenti di guisa. Trattandosi di fiori, poteva esser manierista, invece è uno schizzo impressionista che vale la nostra Standing Ovation.

 

L’Azienda: Cantina Sorso Sennori

Via Marina, 5, 07037 Sorso SS

Email: info@cantinasorsosennori.it

Tel: 079 350118

L’azienda si colloca nel complesso mosaico geo-pedologico della Romangia e, per precisione, a Sorso. Fondata nel 1955, vanta oggi una superficie vitata di 40 ettari su terreni prevalentemente sabbiosi e argillosi, destinati principalmente alla produzione di Vermentino, Cannonau e, ovviamente, Moscato. Prendas è una linea dedicata di vini, piuttosto limitata per entità e diffusione.

 

La Classifica dei Migliori Nuragus

 

6

Nuragus di Cagliari Tenute San Mauro 2021 – Trexenta 93/100   (territorio/zona dei vigneti: Trexenta) prezzo a scaffale enoteca 9 euro circa.

Proveniente dalle vigne di Monte San Mauro, site nel comune di Gesico, si conferma uno di quei vini dall’ottimo rapporto qualità-prezzo. Il naso si apre con note agrumate, minerali, di frutta gialla e si chiude su ricordi di frutta secca ed erbe officinali. Sapidità, freschezza, avvolgenza del sorso ed un lungo finale su note di pietra focaia completano il già variegato profilo organolettico.

L’azienda: Trexenta

Viale Piemonte, 40, 09040 Senorbì (CA)

email: info@cantinatrexenta.it

tel. +39 0709808863

Il coraggio e l’amore per la coltivazione della vite sono stati i tratti comuni dei 23 viticoltori che nel 1956 dettero vita alla Cooperativa Agricola Trexenta. Situata nel comune di Senorbì, nel centro-sud della Sardegna, costituisce uno dei migliori esempi di come la cooperazione possa dare ottimi risultati quando l’obiettivo comune è quello della riscoperta dei vitigni autoctoni ed il rispetto dell’ambiente che li circonda. Oggi la cantina è giunta al considerevole numero di 150 soci conferitori e ad un’estensione dei vigneti di circa 200 ettari gestiti con una professionalità consolidata e tramandata da generazioni.

5

Nuragus di Cagliari Pedraia 2022 – Cantina Santadi 94/100   (territorio/zona dei vigneti: Sulcis) prezzo a scaffale enoteca 9 euro circa.

Il Pedraia conferma di essere essere un vino dall’ottimo rapporto qualità-prezzo. Caratterizzato da note agrumate a cui si accompagnano accenni di frutta secca, ha nella sua straordinaria mineralità, unita a sapidità e freschezza, un vero e proprio punto di forza. Termina con una progressione iodata molto interessante.

L’azienda: Cantina Santadi

Via Giacomo Tachis, 14 – 09010 Santadi

email: info@cantinadisantadi.it

tel. +39 0781950127

Nata negli anni Sessanta del Novecento, è probabilmente la cantina sociale del Sulcis più importante da un punto di vista storico, con un ruolo pionieristico per la valorizzazione del Carignano in termini di qualità e potenziale commerciale. È qui che Giacomo Tachis creò nel 1984 il Terre Brune, uno degli ambasciatori del vino sardo nel mondo. Oggi la via a fianco della sede aziendale prende il nome del celebre enologo. I soci sono circa 200, il patrimonio vitato (Vermentino compreso) è di ben 600 ettari.

4

Nuragus di Cagliari Perlas 2022 – Cantine di Dolianova 95,2/100  (territorio/zona dei vigneti: Parteolla) prezzo a scaffale enoteca 11 euro circa.

Il Perlas è frutto di una selezione dei migliori vigneti di Nuragus dei soci conferitori della Cantina. Da vigne piantate su calcare argilloso, in media collina, con clima sub-arido. Il vino è sottoposto ad affinamento sulle fecce e imbottigliamento nella primavera successiva alla vendemmia. Profumi floreali (tiglio, mandorlo), di melone bianco, nespola, erbe officinali (timo) e spezie. Il sorso delicato e fragrante richiama la frutta bianca dolce mentre una vena sapida e salina scorre al centro del palato. Finale persistente con una scia acidula che esalta la freschezza e la bevibilità. Vino di gran manifattura, molto succoso. Perfetto con crostacei e pesci cucinati delicatamente.

L’Azienda: Cantine di Dolianova

Località: Sant’Esu S.S. 387 km. 17+150

09041 Dolianova (CA)

email: info@cantinedidolianova.it

Tel: +39.070744101

La Cantina di Dolianova è nata nel 1949 dall’unione di 35 agricoltori che pian piano hanno costruito la più grande azienda vinicola della Sardegna con i suoi 1.200 ettari di vigneti propri e a 300 soci conferenti. Racchiude nella sua storia tutta l’identità dei vitigni autoctoni che hanno reso celebri i vini di questa terra, ottenendo importanti e unanimi riconoscimenti da tutta la critica enologica, nazionale e internazionale. Si caratterizza per uno straordinario rapporto qualità prezzo dei suoi prodotti.

2 Ex aequo

Bianco Lunatico 2022 – Fulghesu Le Vigne 96/100   (territorio/zona dei vigneti: Meana Sardo) prezzo a scaffale enoteca 15 euro circa.

Le vigne si trovano ad un’altitudine di 650 metri, con un sistema di allevamento misto, quello del tradizionale alberello per i vecchi impianti e a doppio cordone speronato per i nuovi. Si presenta con sentori floreali a cui si accompagnano note di mela. Sapido, minerale e morbido all’assaggio, termina con un finale di frutta secca.

L’Azienda: Fulghesu Le Vigne

Località “Su Figili Cerebinu”

08030 Meana Sardo (NU)
email: peppeful@tiscali.it

tel. +39 0784 64320 – +39 338 8729991

I Fulghesu da generazioni tramandano le conoscenze della coltivazione della vite, i saperi e le esperienze dell’arte enologica e le tradizioni del proprio territorio. Tutto ebbe inizio negli anni trenta a Meana Sardo, piccolo paese nella regione storica della Barbagia di Belvì (Nuoro), quando venne impiantato il primo vigneto, nelle splendide colline a ovest del Gennargentu, con le antiche varietà tuttora coltivate ed altri vitigni come la Tintoria. Nel 1969 il capo famiglia Nino Fulghesu, con i risparmi del proprio lavoro di emigrato, volle continuare nella sua attività di viticoltore acquistando altri terreni proseguendo l’avventura di una viticoltura moderna con uno sguardo al futuro. Oggi, nel solco tracciato dal padre, Maria Teresa con l’aiuto ed il supporto della famiglia, continuano la tradizione con la realizzazione di una cantina dotata di moderne attrezzature, diventata subito un piccolo gioiello incastonato nelle meravigliose colline meanesi.

2 Ex aequo

Nuragus di Cagliari 2022 – Audarya  96/100 (territorio/zona dei vigneti: Serdiana) prezzo a scaffale enoteca 15 euro circa.

Nasce dalle giovani vigne di Nuragus, allevate ad alberello, poste nelle campagne di Serdiana, in un territorio ricco di calcare e di argilla. Si presenta con delicate note di pesca ed agrumi, per poi virare su profumi speziati e floreali molto delicati. Risulta ricco, minerale, fresco ed equilibrato con un finale su note di frutta gialla.

L’azienda: Audarya

Loc. Sa Perdera | SS 466 km. 10,100

09040 Serdiana | Cagliari

email: info@audarya.it

Tel.  +39 070 740437

Ormai nel piccolo comune Serdiana c’è una schiera di aziende che fanno vini di qualità. A nomi come Argiolas e Pala da pochi anni si è aggiunta anche questa cantina, oggi guidata da Salvatore Pala e dalla sorella Nicoletta, che rappresentano la terza generazione della famiglia. Salvatore segue scrupolosamente la vigna e le attività di vinificazione. E i suoi vini – monitorati da chi scrive nel corso degli anni – manifestano un progresso continuo e sempre più evidente.

1

Vino Bianco Macerato Vecchia Vigna Giaffà 2022 – Cantina Mulleri 98,2/100 (territorio/zona: Serdiana), prezzo a scaffale enoteca 40 euro circa.

La Vigna Giaffà

Un ceppo della Vigna giaffà

Un esemplare unico nel suo genere, nato dalla volontà dell’azienda di valorizzare l’uva Nuragus, di tradizione cagliaritana (e non solo). A partire da un lavoro accurato su una vecchia vigna, per poi intervenire in cantina con lieviti selezionati, freddo e iper-ossigenazione. Macerazione sulle bucce di 22 giorni (è a tutti gli effetti un “orange”), poi affinamento in barrique nuove per tre mesi, infine acciaio prima dell’imbottigliamento. Note vanigliate e floreali (camomilla), poi fruttate (albicocche), rabarbaro. Al sorso i tannini della varietà risultano ben amalgamati, è morbido e avvolgente, intenso e persistente con una lieve sensazione zuccherina (quasi da vendemmia tardiva) che arricchisce e completa un quadro organolettico che vale la nostra Standing Ovation.

L’Azienda: Cantina Mulleri

Via Silanus, 32

09044 – Quartucciu (CA)

Email:  info@mulleri.it

Tel: 349 6124775

Azienda che lavora secondo tradizione e con passione. I vigneti del Carignano, a piede franco, con piante di circa 70 anni, si trovano sull’isola di Sant’Antioco, isola nell’isola, collegata da un ponte e un istmo artificiale. I nomi dei vini sono stati scelti in onore del premio nobel per la letteratura Grazia Deledda.

 

 

La Classifica dei Migliori Vermentino della Gallura

 

 

Sono compresi in questa classifica i Vermentino prodotti in Gallura indipendentemente dalla denominazione (ecco perchè utilizziamo “della Gallura” e non “di Gallura”).

 

 

35

Vermentino di Gallura Superiore Caresi 2022 – Frafiledu 94/100 (territorio/zona dei vigneti: Santa Teresa di Gallura) prezzo a scaffale enoteca 18 euro circa.

Presenta note di agrumi e frutti gialli a cui si accompagnano accenni speziati e minerali. Ricchezza del sorso, sapidità e freschezza, sono gli aspetti caratteristici insieme ad un lungo finale su ricordi di erbe officinali.

L’Azienda: Frafiledu

 

Via Martiri delle Foibe Istriane 7,

07029 – ,Tempio Pausania (SS)

email: info@frafiledu.com

Tel.  3289029035

La Tenuta Frafiledu si trova in uno spazio incontaminato di 100 ettari. Ospita una grande fattoria nella quale si allevano animali, si coltiva il grano, si producono formaggi, uva, uova, verdure e, ovviamente, vino, il tutto all’insegna della eco-sostenibilità.

34

Vermentino di Gallura Superiore Nughes 2022 –  Muscazega 94,3/100 (territorio/zona dei vigneti: Luras) prezzo a scaffale enoteca 19 euro circa (nella foto l’annata è la 2019, ma noi abbiamo assaggiato la 2022).

 

Da vigne ubicate ad un’altitudine di 500 metri attraversate da un suggestivo ponticello di epoca romana chiamato “Ponte Nughes” nasce questo Vermentino che mette in mostra mineralità e freschezza, sapidità ed eleganza, ed un piacevole finale su ricordi di frutti e fiori gialli.

L’Azienda: Muscazega

Loc. Muscazega

07025 Luras – Sardegna

Email: cantinamuscazega@gmail.com

Tel:

+39 3333 72 40 36    +39 079 96 23 057

La tenuta di Laura Carmina si estende su circa 40 ettari in Alta Gallura a circa 500 metri di quota, tra i territori di Luras (sede dell’azienda), di Nuchis e di Tempio Pausania, circondata dai ruscelli Minnisio e San Paolo. Il nome sardo “muscazega” sta per “mosca cieca”. L’antica struttura risale ai primi dell’ottocento e nel 2006 la proprietaria l’ha trasformata in azienda vitivinicola.

33

Vermentino di Gallura Superiore Neulas 2022 – La Neula 94,4/100 (territorio/zona dei vigneti: Telti) prezzo a scaffale enoteca 15 euro circa (nella foto l’annata è la 2014, ma noi abbiamo assaggiato la 2022).

 

Profumi di frutta gialla e agrumi si accompagnano a ricordi di spezie e frutta secca. Sapidità, struttura e freschezza ne caratterizzano il sorso che termina con una persistente nota iodata.

L’Azienda: La Neula

Sede Legale via Trento, 4
20068 Peschiera Borromeo

Sede Operativa Località Baddarana
07020 Telti – Olbia/Tempio

tel. +39 02.55303232

tel. +39 327.7404899

email: info@laneula.it

Nella Sardegna gallurese “Neula” è il nome di un monte che svetta a poche centinaia di metri dai campi dove i filari di viti si perdono verso l’orizzonte. Curiosando tra le cartografie antiche, si scopre che “Neula” è anche il nome di una strada, quella che serpeggia tra le campagne e arriva fino ai terreni aziendali, eredità del nonno materno dell’attuale titolare. Un nome, insomma, che racchiude in sé il legame con la terra e con i propri antenati. Il marchio è nato nel settembre del 2008, con produzione di olio, olive e vino. A questi prodotti si affiancano anche il miele e il liquore di mirto, uno dei simboli dell’enogastronomia sarda, qui realizzato secondo la ricetta tradizionale.

32

Vermentino di Gallura Superiore Selenu 2021 – Tenute Gregu 94,6/100 (territorio/zona dei vigneti: Calangianus, in località Cucaione) prezzo a scaffale enoteca 17 euro circa.

Quadro olfattivo originale e complesso, dai vaghi ricordi di Chenin Blanc, con fiori bianchi, mele, miele e una composita nota erbacea. Al palato è fresco, gentile nella presa e leggiadro nello sviluppo, sottile nel progresso aromatico con tenui note floreali ed erbacee e, appena più marcate, quelle di frutta bianca e cedro a sfumare in una coda minerale.

L’Azienda: Tenute Gregu

Loc. Giuncheddu,

07023 Calangianus

email:info@tenutegregu.com

Telefono: +39 348 0364383

Tenute Gregu  si trova ai piedi del Monte Limbara, nelle campagne tra Telti e Calangianus con 30 ettari di superficie vitata nei quali crescono il Cannonau e, soprattutto, il Vermentino che dà luogo a due vini molto caratteristici e rappresentativi del territorio.

31

Vermentino di Gallura Superiore Sole di Sardegna 2022 – Agricola Montespada 94,7/100 (territorio/zona dei vigneti: Gallura) prezzo a scaffale enoteca 18 euro circa.

Vinificato in acciaio e tonneau, da vigne di oltre 40 anni, ha profumi di glicine, agrumi, vaniglia, con nuance ammandorlate e sbuffi fumé. Asciutto, strutturato e sapido, insiste su ricordi di frutta bianca dolce.

L’azienda: Agricola Montespada

Loc. Giunchizza Trinità d’Agultu e Vignola, Sassari

Tel. +39 349-3737 613

email: montespada@gmail.com

L’azienda ha sede in una zona molto vocata per il Vermentino,  a circa 20 Km da S.Teresa sulla direttrice litoranea che porta a Castelsardo, nel comune di Trinità D’Agultu. Si affaccia sul mare prospiciente le coste della Corsica, coste che dalla sommità della collina si possono facilmente ammirare. L’Azienda Agricola costeggia per oltre 1 km le rive del fiume Vignola e si trova pertanto nella valle a ridosso della ” Sierra du Cinqu denti” nella regione Giunchizza.

30

Vermentino di Gallura Superiore Sabbialuce 2022 – Agricola Montespada 95/100  (territorio/zona dei vigneti: Gallura) prezzo a scaffale enoteca 15 euro circa.

Uve raccolte a piena maturazione e affinamento in solo acciaio donano al vino profumi minerali, gessosi, di fieno ed erbe aromatiche, ricchezza e struttura. La chiusura del sorso, fresca e salina, rimanda ad aromi di pera e pesca bianca.

L’azienda: Agricola Montespada

Loc. Giunchizza Trinità d’Agultu e Vignola, Sassari

Tel. +39 349-3737 613

email: montespada@gmail.com

L’azienda ha sede in una zona molto vocata per il Vermentino,  a circa 20 Km da S.Teresa sulla direttrice litoranea che porta a Castelsardo, nel comune di Trinità D’Agultu. Si affaccia sul mare prospiciente le coste della Corsica, coste che dalla sommità della collina si possono facilmente ammirare. L’Azienda Agricola costeggia per oltre 1 km le rive del fiume Vignola e si trova pertanto nella valle a ridosso della ” Sierra du Cinqu denti” nella regione Giunchizza.

29

Vermentino di Gallura S’Èleme Oro 2022 – Cantina del Vermentino 95,2/100 (territorio/zona dei vigneti: Gallura) prezzo a scaffale enoteca 10 euro circa.

Semplice ed efficace, essenziale e preciso nei cenni di mela golden, pera, pesca, mandorla e nello sviluppo gustativo che compendia la succulenza della frutta gialla matura e la freschezza nettante, chiudendo sulla scia minerale e ammandorlata di ordinanza.

L’azienda:  Cantina del Vermentino

Via San Paolo, n° 2 07020 Monti (OT) Italia

email: cantina@vermentinomonti.it

Tel +39 0789 44012

Conosciuta in Sardegna come la Cantina di Monti, è una  cooperativa di grandi dimensioni (350 soci, 600 ettari di vigne, tre milioni di bottiglie) nata nel 1956. Da diversi anni riesce a mantenere un alto standard qualitativo soprattutto nella vasta gamma dei vini bianchi, con un ottimo rapporto qualità-prezzo. I vigneti sono nelle zone più vocate della Gallura, tra i 100 e 450 metri di quota, su terreni di disfacimento granitico. Il Vermentino è naturalmente l’uva regina, il suo allevamento è favorito dalle notevoli escursioni termiche.

28

Vermentino di Gallura Superiore Renabianca 2022 – Li Duni 95,3/100  (territorio/zona dei vigneti: Badesi) prezzo a scaffale enoteca 17 euro circa. 

Questo potente vino nasce da una selezione delle migliori uve, per gran parte provenienti da vigne a piede franco, coltivate sulla rena bianca (da cui il nome) a meno di 500 metri dal mare. Il naso si apre su profumi floreali (glicine, sambuco, acacia) seguiti da note minerali, di cedro e macchia mediterranea con un finale iodato e balsamico. L’ingresso in bocca è elegante e deciso, poi nel palato emergono sapidità, freschezza e ricordi di agrumi che, insieme ad un finale ammandorlato, permangono con lunghezza ed intensità.

L’azienda: Li Duni

Loc. Li Parisi – 07030 Badesi (SS)

email: info@cantinaliduni.com

tel +39 079 914 4480 / +39 388 426 3825

A Badesi, su terreni sabbiosi, troviamo le viti a piede franco dell’azienda Li Duni. Le vigne sono molto vicine al mare, tanto che il sale riesce a volte ad arrivare fin sopra agli acini. Il vento favorisce delle ottime escursioni termiche tra notte e giorno. La gamma prevede il Vermentino in prima linea, ma non sono da trascurare anche i rossi, prevalentemente a base di Cannonau. Un terroir incredibile nel quale le viti sono allevate come si faceva nei secoli scorsi, prima dell’attacco della fillossera, per ottenere vini unici, particolari e ricchi di sfumature iconiche della Sardegna.

27

Vermentino di Gallura Elibaria 2022 – Contini 95,4/100  (territorio/zona dei vigneti: Gallura) prezzo a scaffale enoteca 13 euro circa.

Una delle peculiarità dell’azienda Contini è l’estrema cura rivolta a tutte le (numerosissime) referenze. E questo Vermentino, semplice solo in apparenza, non fa eccezione. Odora di erbe aromatiche, macchia mediterranea e fiori bianchi, poi pera, melone e agrumi gialli, con sfumature minerali. È sapidissimo e avvolgente, rinfrescante e beverino, di notevole agilità. Perfetto per una grigliata di pesce o crostacei.

L’azienda: Contini

Località: Via Genova, n. 48-50, 09072 Cabras – Oristano

Tel. +39 0783290806

email: info@vinicontini.com

In Sardegna Contini è sinonimo di Vernaccia di Oristano. Visitando l’azienda si rimane senza parole di fronte alle diverse Vernaccia senza tempo, capaci di emozionare anche il bevitore più esperto. In questa azienda ogni cosa è presa sul serio: anche quando ci si è cimentati con il Cannonau, il risultato è stato subito eccellente.

26

Vermentino di Gallura Superiore Li Pastini 2022 – Li Seddi 95,5/100 (territorio/zona dei vigneti: Badesi) prezzo a scaffale enoteca 16 euro circa.

Terreni sabbiosi in prossimità del mare e viti a piede franco danno luogo ad un vino con un’impronta sensoriale prettamente minerale, con sentori eterei di canfora, iodio e sfumature floreali. Il sorso è più “mediterraneo” (frutta bianca dolce), si presenta succoso e sapido, e rivela un’ottima bevibilità.

L’azienda:   Li Seddi

Via Mare,29  07030 Badesi  (Olbia-Tempio)

tel.079683052 – 3492467604

email: Amministrazione@cantinaliseddi.it 

Le dune sabbiose e i ceppi a piede franco caratterizzano il territorio di Badesi, davanti al golfo dell’Asinara, dove Franco Stangoni, insieme ai figli, alleva le viti, concentrandosi sul Vermentino, che qui ottiene straordinari risultati, senza però disdegnare di occuparsi, con buoni esiti, del Cannonau (anche in versione passita).

25

Vermentino di Gallura Superiore Clos 2021 – Atlantis 96/100 (territorio/zona dei vigneti: Berchidda) prezzo a scaffale enoteca 17 euro circa.

Proveniente da una singola vigna e prodotto solo nelle annate considerate migliori. Al Vermentino di Gallura Superiore Clos 2021 non fa difetto la personalità. In evidenza sentori di pesca bianca e susina, ricchezza glicerica e struttura. Il sorso non è banale, e si presenta confortevole e rassicurante e allo stesso tempo dinamico e progressivo lasciando presagire una ottima capacità di evoluzione. Adatto più come compagno di tavola che da aperitivo.

L’Azienda: Atlantis Berchidda 

Indirizzo: Via Torino, 3, 07022 Berchidda SS

Tel.: 3200285665

email: info@atlantiswine.it

Atlantis – Terre di Sardegna nasce nel 2013 a Berchidda per volontà di Francesco e Andrea Sannitu, il primo ingegnere gestionale, il secondo avvocato, che vengono attratti irresistibilmente dal richiamo della terra, grazie alle vigne del padre, che vendeva le uve ad altri. Una quindicina gli ettari in produzione su sabbie di origine granitica. Focus soprattutto sul Vermentino; ma c’è anche una piccola produzione di rossi, dal classico Cannonau a un interessante uvaggio di Cabernet Sauvignon, Merlot e Syrah.

24

Vermentino di Gallura Superiore Thilibas 2022 – Cantina Pedres 96,5/100  (territorio/zona dei vigneti: Monti) prezzo a scaffale enoteca 16 euro circa.

Tutto giocato sulla tipicità il Thilibas 2022, con note di macchia mediterranea gallurese (elicriso, timo, ginestra) e sentori di frutta esotica (ananas, papaya). La sapidità è il filo conduttore che mette in risalto eleganza, freschezza, equilibrio, e consegna al sorso una straordinaria bevibilità e piacevolezza.

L’Azienda: Cantina Pedres

Località: Via Mincio, 42, Zona ind.le Sett. 7, 07026 Olbia

Tel.   +39 0789 595075

email:  info@cantinapedres.it

Dalla tradizione vitivinicola della Famiglia Mancini, iniziata alla fine dell’800, e dalla perseveranza e lungimiranza del più giovane dei suoi discendenti, Giovanni Mancini, ha origine la Cantina Pedres. Situata in Gallura, più precisamente a Olbia,  la Cantina Pedres è sul mercato dal 2002 con una produzione di vini ottenuti da uve selezionate di provenienza esclusivamente Gallurese. Nel 2002 grazie ad Antonella, figlia di Giovanni, viene intrapreso un importante processo di rinnovamento tecnologico della Cantina, con investimenti che hanno interessato sia il sistema di produzione che i vigneti.

23

Vermentino di Gallura Superiore Ghjlà 2021 – Vigne Cappato 97/100 (territorio/zona dei vigneti: Berchidda) prezzo a scaffale enoteca 25 euro circa.

Frutto di uve selezionate manualmente, con una vendemmia notturna, affinato in acciaio e bottiglia, ha sentori minerali, di fiori e frutta bianca. Una evidente acidità e una vena sapida rendono il sorso fresco e gradevole.

L’azienda: Vigne Cappato

Località Campos San Michele, 07022 Berchidda SS

tel. 3334137815

email: info@vignecappato.it

Giovanni Cappato ha “mollato” la sua attività di architetto (esercitata fino al 2008), per dedicarsi alla sua passione di viticoltore, assimilata nell’azienda agricola di famiglia nel Monzese. Trasforma in vigneto – Vermentino – circa tre dei sette ettari di pascolo acquistati a Berchidda (SS) in Gallura, alle pendici del Monte Limbara. Due le etichette in portafoglio, un Vermentino frizzante Igt Colli del Limbara e Ghjlà Vermentino di Gallura Docg Superiore.

22

Vermentino di Gallura Superiore Campianatu 2021 – Tenute Campianatu 97,3/100  (territorio/zona dei vigneti: Arzachena, Golfo di Cannigione) prezzo a scaffale enoteca 25 euro circa.

Uve provenienti dalla vigna di proprietà presso il golfo di Cannigione. Fermenta in acciaio con lieviti selezionati. Odora di frutta a polpa bianca e agrumi (cedro e bergamotto), camomilla ed eucalipto. Sorso pieno di sapore, salino, succoso, di buona spalla acida. Chiusura intensa ed elegante di erbe aromatiche e pietra focaia.

L’azienda: Tenute Campianatu

Località Campianatu, 07021 – Arzachena (SS)

email:info@tenutecampianatu.it

tel.   0789 906094

L’azienda ed i vigneti si trovano nel Golfo di Cannigione. Sul suo versante ovest, si erge un imponente massiccio di granito che la protegge dai forti venti di Maestrale, su quello ad est confina con la foce del rio San Giovanni, sito di particolare interesse geo-naturalistico, dove si trova la  riserva della Padula Saloni. La vigna di Campianatu, il cui nome deriva dall’omonima valle, si estende per 5 ettari coltivati esclusivamente con Vermentino.

21

Vermentino di Gallura Superiore Maìa 2021 – Siddùra 97,5/100 (territorio/zona dei vigneti: Luogosanto) prezzo a scaffale enoteca 24 euro circa.

Omen Nomen: Maìa vuol dire magia in lingua gallurese. E questo Vermentino dal colore dorato, dovuto alla maturazione sur lies è una vera magia che ti avvolge col suo naso fine, delicato e complesso, con sentori di frutti tropicali ed agrumi a cui seguono le note minerali tipiche del vitigno. Il sorso si rivela fresco, molto sapido, ben bilanciato dal corpo e con un bel finale in cui sono presenti i ritorni di mandorla amara che caratterizzano la varietà.

L’Azienda:  Siddùra

 

 

Località Siddura,07020, Luogosanto

Telefono: 079 657 3027

email: amministrazione@siddura.com

L’azienda è nata con l’ambizione di “rifondare” e restaurare i vigneti nei pressi del borgo medievale di Luogosanto in piena Gallura. I lavori di scasso hanno portato una decina di anni fa alla nascita di un vero e proprio punto di riferimento per la produzione locale. L’approccio punta alla valorizzazione dei vitigni locali attraverso un uso sapiente della tecnologia, in modo da produrre vini che siano espressione pura del territorio e, allo stesso tempo, facili da posizionare sul mercato. I progressi sono evidenti di anno in anno, con prodotti sempre più a fuoco.

20

Vermentino di Gallura Superiore Canayli 2022 – Cantina Gallura 97,6/100  (territorio/zona dei vigneti: Gallura) prezzo a scaffale enoteca 15 euro circa.

Storico Vermentino della Cantina Gallura, sempre molto affidabile, da uve coltivate su terreni sciolti, sabbiosi, derivati da disfacimento granitico. Profumi molto tipici, macchia, iodio, roccia bagnata, fiori bianchi, uva matura, lieve traccia vegetale. Molto sottile ma gustoso, fresco, fine, secchissimo. Chiusura classica, elegante e leggermente amarognola.

L’azienda:  Cantina Gallura

 

Via Val di Cossu  9

07029 Tempio Pausania (OT)

Sardegna – Italia

tel. +39 079 631241 – +39 079 671257

Uno degli esempi di successo del modello cooperativo sardo, con una storia ormai antica, che dà luogo a vini ormai diventati dei veri e propri portabandiera della Gallura. Da diversi anni il Canayli è sugli scudi conquistando i palati nazionali ed esteri.

19

Vermentino di Gallura Superiore Aghiloja Oro 2022 – Cantina del Vermentino 97,7/100   (territorio/zona dei vigneti: Gallura) prezzo a scaffale enoteca 13 euro circa.

Complesso e goloso all’olfatto con albicocca, pera e ananas maturi, ginestra, timo e rosmarino. Il sorso è caloroso e di buon corpo, sostenuto da freschezza infusa e in corrispondenza con l’olfatto nei riscontri fruttati. Chiude con una piacevole coda sapida e amarulenta.

L’azienda:  Cantina del Vermentino

Via San Paolo, n° 2 07020 Monti (OT) Italia

email: cantina@vermentinomonti.it

Tel +39 0789 44012

Conosciuta in Sardegna come la Cantina di Monti, è una  cooperativa di grandi dimensioni (350 soci, 600 ettari di vigne, tre milioni di bottiglie) nata nel 1956. Da diversi anni riesce a mantenere un alto standard qualitativo soprattutto nella vasta gamma dei vini bianchi, con un ottimo rapporto qualità/prezzo. I vigneti sono nelle zone più vocate della Gallura, tra i 100 e 450 metri di quota, su terreni di disfacimento granitico. Il Vermentino è naturalmente l’uva regina, il suo allevamento è favorito dalle notevoli escursioni termiche.

18

Vermentino di Gallura Superiore Dandelio 2022 – Cantine Tibulas  97,8/100  (territorio/zona dei vigneti: Arzachena) prezzo a scaffale enoteca 23 euro circa.

Vinificazione in acciaio e bottiglia del solo mosto fiore. Ha profumi variegati di gelsomino, mandorla, confetto e frutta bianca dolce. Acidità e mineralità disegnano un profilo sensoriale molto elegante e raffinato, con nuance agrumate che ne impreziosiscono la beva.

L’Azienda: Cantine Tibulas

 

Località:  Li Cuponi, SP14 / strada Li Lolghi, 07021 Arzachena, OT

Tel.  +39 0789 81164

email:  info@tibulas.it

Tibulas è una piccola cantina in località Arzachena, in cui in vigna si lavora manualmente e nel rispetto della natura. I terreni sono tra le rocce granitiche, che quasi trasmettono i loro sentori nelle bottiglie prodotte. L’azienda produce vini di assoluto carattere che raccontano molto incisivamente i territori da cui provengono.

17

Vermentino di Gallura Petrizza 2022 – Masone Mannu 97,9/100  territorio/zona dei vigneti: Località Su Canale, Monti) prezzo a scaffale enoteca 16 euro circa.

Da viti di 25 anni allevate con metodi ispirati alla biodinamica, nei terreni da disfacimento granitico della Gallura. Tre mesi di affinamento sulle fecce fini e un mese in bottiglia prima dell’immissione in commercio. Profumi fruttati, lime, mela, fiori bianchi, anche salvia e mandorla sbucciata. Sorso di buona freschezza e spinta sapida, di media struttura, ottimo finale di frutta secca e agrumi. Vino già completo, perfetto da bere con la classica cucina di mare.

L’azienda:  Masone Mannu

 

 

 

 

 

 

S.S. 199 km 48, Monti (OT) – Italia

email: info@masonemannu.it

tel. +39 0789 47140

L’azienda, fondata nel 1960 come podere agricolo, nel 2000 inizia l’attività vitivinicola e nel 2018 viene rilevata da Gaetano Emendatori già titolare della Tenuta biodinamica Mara in Romagna. I circa 40 ettari vitati (principalmente Vermentino e poi Cannonau, Carignano, insieme a Bovale Sardo, Merlot e Cabernet Sauvignon) si trovano a 200 metri di altezza nella zona di Monti, in provincia di Olbia Tempio e sono coltivati secondo principi di ecosostenibilità.

16 

Vermentino di Gallura Lumenera 2022 – Murales 98/100  territorio/zona dei vigneti: Gallura) prezzo a scaffale enoteca 27 euro circa.

Da vendemmia tardiva. Due giorni di macerazione sulle bucce, fermenta e affina in tonneau per quattro mesi e poi passa in cemento per un anno con bâtonnage quotidiano. Note di fiori e frutti bianchi, spezie (pepe) ed erbe officinali, miele, limone. Il sorso è di notevole struttura ed avvolgenza, il frutto resta in primo piano, è ritmato, sapido, morbido, dal finale balsamico e minerale. Vale la nostra Standing Ovation.

L’Azienda:  Murales

Localita Piliezzu, 1,

07026 Olbia SS

Tel. +39 393 923 1011

email: info@vinimurales.com

Piero Canopoli, enologo e sommelier, e la moglie Giuliana Dalla Longa, si sono trasferiti più di 20 anni fa, da Varese in Gallura per dar vita a questa azienda che spazia a tutto tondo tra diverse varietà sarde (soprattutto Vermentino, Cannonau e Carignano) e internazionali (Viognier, Merlot, Cabernet Sauvignon e Syrah). Molto originali ed esteticamente curate sono le etichette che riprendono appunto il concetto dei murales.  Se vi recate in azienda non perdete l’occasione di fermarvi a pranzo alla Locanda Murales.

15 

Vermentino di Gallura Superiore Karagnanj 2022 – Tondini 98,2/100  (territorio/zona dei vigneti: Calangianus) prezzo a scaffale enoteca 18 euro circa.

I vigneti del Karagnanj sorgono sui terreni granitici di una collina tra Luras e Calangianus. Il vino fa solo acciaio, ha colore giallo paglierino brillante e all’olfatto è ampio, con sentori agrumati, di pesca gialla, fiori di campo e macchia mediterranea, oltre a nuance minerali e iodate. L’ingresso in bocca è morbido, sapido, avvolgente ed evolve verso una decisa freschezza caratterizzata da note agrumate e ricordi pietrosi, prologo a un finale ammandorlato molto piacevole. Da Standing Ovation.

L’azienda:  Tondini

Loc. San Leonardo
07023 Calangianus (OT)

Tel. +39 3494157829 oppure +39 3488701275

email: info@tenutetondini.it

La cantina Tondini ha più di trent’anni di storia. Il fondatore Orlando Tondini, oggi alla guida dell’azienda con i suoi quattro figli, ha iniziato l’attività di viticoltore sul finire degli anni Ottanta, dando priorità al vitigno bianco principe della Sardegna: il Vermentino. Siamo nel cuore dell’Alta Gallura, su una collina tra Luras e Calangianus, zona d’eccellenza per il Vermentino, ma anche capitale sarda del sughero. I vigneti hanno esposizioni ottimali, ad  un’altitudine tra i 300 e i 400 metri di quota su terreni derivanti prevalentemente da disfacimento granitico. Il clima ventilato e le forti escursioni termiche fanno il resto, offrendo una gamma di bianchi sempre convincente e con un ventaglio aromatico indubbiamente espressivo ed affascinante.

14 

Vermentino di Gallura Superiore 2022 – Jankara 98,3/100  (territorio/zona dei vigneti: Calangianus) prezzo a scaffale enoteca 18 euro circa.

Da vigneti ubicati nell’Alta Gallura, nella Vena di San Leonardo, nasce un vino che affina in vasche d’acciaio per 7 mesi. Si presenta con eleganti profumi agrumati, di pesca gialla, fiori di campo e le note granitiche tipiche del Vermentino di Gallura. Il sorso ricco, succoso e fresco termina su ricordi spiccatamente minerali. Un totale che vale la nostra Standing Ovation.

L’Azienda: Jankara

Via Regina Elena, 55

07030 Sant’Antonio di Gallura (SS)

email: renato@vinijankara.com

tel. 3287577060

Il simbolo di Jankara è l’antico stemma del “Gallo di Gallura”, che risale all’anno 1116 e appartiene in origine ad uno dei primi Giudici di Gallura, Il Gallo divenne il simbolo di Gallura dopo un patto che fu stretto con I Pisani durante il regime di Costantino e alla data attuale simboleggia l’antica terra dalle montagne di granito. Fondata da Renato Spanu nel 2006, situata nel nord-est della Sardegna, tra le colline dell’Alta Gallura, dopo l’acquisto di 8 ettari di terreno nella “Vena di San Leonardo”, all’interno di questa vena, la vigna di Jankara è situata in un “cru” chiamato “Giannaghe” oppure “Jannaca” nel dialetto Gallurese, che si ritrova davanti ad un altro storico “Cru” della zona chiamata “Karana” a 300 metri di altezza. Da qualche anno l’azienda ha in affitto una vigna a Mamoiada dove sta sperimentando la produzione di Cannonau in area vocata.

13

Vermentino di Gallura Superiore Sciala 2022 – Surrau 98,4/100  (territorio/zona dei vigneti: Arzachena) prezzo a scaffale enoteca 19 euro circa.

Uno dei bianchi sardi di maggior successo negli ultimi anni, grazie a una confezione sempre accurata e accattivante. Anche stavolta siamo davanti a un bicchiere di estrema precisione tecnica e grande piacevolezza al sorso. Nasce da uve selezionate dei vigneti aziendali presso Arzachena, fermenta e affina solo in acciaio. Sentori di frutta bianca, macchia mediterranea e mandorle, sfumature minerali e agrumate. Sorso intenso, il calore alcolico è ben bilanciato da freschezza e sapidità. Bel contrasto in chiusura tra note dolci di frutta e salinità quasi salmastra. Il risultato è la nostra Standing Ovation.

L’azienda: Surrau

 

 

 

Località Chilvagghja, Strada Provinciale Arzachena, Km 1, 07021 Porto Cervo (OT)

email: info@vignesurrau.it

tel. 0789 82933

Le Cantine Surrau possiedono oltre 50 ettari di terreno, occupato in parte da vigneti, nella zona più orientale della Gallura, in vallate soleggiate accarezzate dal vento di maestrale e poste di fronte alle bocche di Bonifacio. I suoli sono composti da sabbie granitiche delle colline di Jannisolu e Capichera e argille delle pianure di Pastura e Cascioni. La cantina, dal design moderno, si trova all’inizio della strada che da Arzachena conduce a Porto Cervo ed è frutto di un progetto architettonico​ integrato nella natura.

12

Vermentino di Gallura Superiore Vign’angena  2022 – Capichera 98,5/100 (territorio/zona dei vigneti: Gallura) prezzo a scaffale enoteca 30 euro circa.

Tutta la Gallura in un calice: mineralità (granito), macchia mediterranea (rosmarino soprattutto ed erbe officinali), fiori gialli, ananas e ricordi di miele. Freschezza, sapidità e pienezza del sorso equilibrano il tutto in un crescendo che porta, infine, ad una persistenza stupefacente. Raggiunge la nostra Standing Ovation.

L’azienda:  Capichera

 

 

 

 

 

 

 

Strada Arzachena/S.Antonio Km 4 (OT) | Sardegna | Italy

email: info@capichera.it

Telefono: +39 0789 80800

Coordinate GPS 41.039808,9.383783

La famiglia Ragnedda è stata la prima a valorizzare il Vermentino della Gallura nel mondo, declinandolo in varie versioni anche ambiziose (il Santigaini, affinato in legno, nelle annate giuste può rivaleggiare quasi alla pari con i grandi Chardonnay di Borgogna). Capichera è ancora oggi un marchio di primaria importanza, presente sulle carte di ristoranti stellati e collocato in fasce di prezzo impensabili fino a pochi decenni fa per la Sardegna. Cinquanta ettari di vigne curate come giardini, a due passi dal granito rosa e dal mare della Costa Smeralda. Vini complessi, longevi, territoriali, eleganti e di implacabile costanza qualitativa. L’azienda è stata recentemente acquisita da Carlo Bonomi.

11

Vermentino di Gallura Superiore Taerra 2022 – Cantina Tani 98,6/100   (territorio/zona dei vigneti: Località Conca Sa Raighina – Monti) prezzo a scaffale enoteca 17 euro circa.

Inizia mimetico, praticamente muto, e chiede qualche istante di temperatura ambiente per distendersi in un articolato bouquet di agrumi, frutta esotica, camomilla e fieno svariati di tenui ricordi marini e floreali. Se in attacco è caldo e avvolgente, in progressione denota freschezza crescente e viva sapidità. Finale equilibrato, rilassato, con lunga persistenza su agrumi, pera coscia e mandorla ben assiemati per una meritata Standing Ovation.

L’Azienda: : Cantina Tani

Loc. Conca Sa Raighina 07020 Monti (OT)

email: info@cantinatani.it

tel. +39 335472221

Tonino Tani e le figlie Angelica e Roberta, hanno dato vita a questa cantina con annesso, piacevole agriturismo. Siamo a Monti, nel cuore dell’area di produzione del Vermentino di Gallura. Le vigne qui sono a 350 metri, su terreni da disfacimento granitico. La vendemmia è manuale. Si producono con successo anche vini a base di Cannonau. La Cantina, costruita nel 2008, è ubicata nel cuore dei vigneti per consentire l’immediata vinificazione delle uve appena colte. Struttura all’avanguardia, conta interamente su macchine in acciaio inox, ed ha annessa area di affinamento seminterrata.

10

Vermentino di Gallura Sinfonia Gallurese 2022 – Consorzio San Michele 98,7/100  (territorio/zona dei vigneti: Berchidda) prezzo a scaffale enoteca 15 euro circa.

Solo acciaio e bottiglia per questo Vermentino dall’ampio bouquet floreale e fruttato (fiori gialli, mela golden, melone bianco), con sbuffi di zucchero filato; il sorso è succoso, scorre vellutato, sapido con finale su ricordi di pesca matura. Una fusione di aromi che vale la nostra Standing Ovation.

L’Azienda: Consorzio San Michele

Località San Michele – 07022 Berchidda (SS)

Email: info@consorziosanmichele.com

Tel. +39 3357683310,

Il Consorzio San Michele nasce nel 2013, per l’iniziativa di quattro soci, con l’obiettivo di valorizzare il Vermentino di Gallura. I tredici ettari di vigneto sono composti in prevalenza da uve di Vermentino accuratamente selezionate, locate nelle vicinanze di Berchidda, sulle pendici del Monte Limbara, a 350 metri di altezza, su terreno eluviale di rocce granitiche. La produzione per ettaro viene mantenuta al di sotto dei 70/75 quintali, la vendemmia è eseguita esclusivamente a mano, l’uva viene tenuta a temperatura controllata e pigiata entro 4/6 ore dal taglio.

9

Vermentino di Gallura Vendemmia Tardiva Canayli 2021 – Cantina Gallura 98,8/100  (territorio/zona dei vigneti: Gallura) prezzo a scaffale enoteca 24 euro circa.

 

Struttura, pienezza del sorso, persistenza, sapidità e mineralità sono le parole chiave del profilo organolettico di questo straordinario Vermentino.  Il lungo finale insiste su ricordi di fiori gialli, agrumi ed erbe officinali e vale la nostra Standing Ovation.

L’azienda:  Cantina Gallura

 

Via Val di Cossu  9

07029 Tempio Pausania (OT)

Sardegna – Italia

tel. +39 079 631241

tel. +39 079 671257

Uno degli esempi di successo del modello cooperativo sardo, con una storia ormai antica, che dà luogo a vini ormai diventati dei veri e propri portabandiera della Gallura. Da diversi anni il Canayli è sugli scudi conquistando i palati nazionali ed esteri.

8

Vermentino di Gallura Superiore Lagrimedda 2022 – Li Seddi 98,9/100  (territorio/zona dei vigneti: Badesi) prezzo a scaffale enoteca 15 euro circa.

Da vigneti allevati a piede franco, a pochi passi dal mare ed accarezzati dalla brezza marina, nasce un Vermentino che si conferma tra i migliori della sua tipologia. Profumi agrumati, di macchia mediterranea e floreali molto affascinanti cedono il passo ad una spiccata mineralità e a note di frutta secca. Il sorso è avvolgente, fresco, sapido e si chiude con un lunghissimo finale di erbe officinali e ricordi minerali. Ne consegue dunque la nostra Standing Ovation.

L’azienda: Li Seddi

Via Mare,29  07030 Badesi  (Olbia-Tempio)

tel.079683052 – 3492467604

email: Amministrazione@cantinaliseddi.it 

Le dune sabbiose e i ceppi a piede franco caratterizzano il territorio di Badesi, davanti al golfo dell’Asinara, dove Franco Stangoni, insieme ai figli, alleva le viti, concentrandosi sul Vermentino, che qui ottiene straordinari risultati, senza però disdegnare di occuparsi, con buoni esiti, del Cannonau (anche in versione passita).

7

Vermentino di Gallura Luris 2022 – Depperu 99/100  (territorio/zona dei vigneti: località Sas Ruinas a Luras) prezzo a scaffale enoteca 19 euro circa.

In linea puramente teorica, è solo il terzo dei Vermentino aziendali. Nella realtà, in particolare in questa edizione, è un gran bicchiere dalla beva coinvolgente che racchiude in sé tutti i profumi e i sapori della Gallura. Sentori floreali, tabacco, frutta secca, agrumi. Sorso ricco ed energico, eccellente rapporto tra polpa e acidità, sapido e fragrante. Finale minerale, iodato e ammandorlato, ottima persistenza. Il compagno ideale per piatti di pesce anche importanti. Merita la nostra Standing Ovation.

L’azienda: Depperu

 

 

 

 

 

 

Loc. “Sas Ruinas” (strada per la diga Liscia) 07025 Luras (OT)

tel.+39 079 647314

email: info@cantinadepperu.it

L’azienda  si è convertita alla produzione di vino da più di 20 anni (prima rappresentava un salumificio punto di riferimento per tutto il nord della Sardegna). I risultati ormai da diverso tempo sono eccellenti. Del resto le vigne sono nella zona più vocata dell’Alta Gallura (tra Luras e Calangianus) ed i tre fratelli Depperu (Luciano, Andrea e Giovanni) insieme al papà Paolo e supportati da pochi mesi  dal giovane enologo Paolo (rappresentante della nuova generazione della famiglia Depperu) sono letteralmente instancabili e sempre presenti (alternandosi) in vigna e cantina.

6

Vermentino di Gallura Spèra 2022 – Siddùra 99,1/100  (territorio/zona dei vigneti: Luogosanto) prezzo a scaffale enoteca 15 euro circa.

Ampio e intenso all’olfatto con agrumi, ananas, timo, alloro e lavanda che compongono un bouquet ricco ma nitido. Sorso di presa e freschezza immediate, avvolgente e di giusto calore in progressione, di lunga persistenza sapida e agrumata, ornata di spezie dolci, note floreali e di macchia mediterranea. Esempio di equilibrio ed energia, che vale la nostra Standing Ovation.

L’Azienda:  Siddùra

 

 

Località Siddura,07020, Luogosanto

Telefono: 079 657 3027

email: amministrazione@siddura.com

L’azienda è nata con l’ambizione di “rifondare” e restaurare i vigneti nei pressi del borgo medievale di Luogosanto in piena Gallura. I lavori di scasso hanno portato una decina di anni fa alla nascita di un vero e proprio punto di riferimento per la produzione locale. L’approccio punta alla valorizzazione dei vitigni locali attraverso un uso sapiente della tecnologia, in modo da produrre vini che siano espressione pura del territorio e, allo stesso tempo, facili da posizionare sul mercato. I progressi sono evidenti di anno in anno, con prodotti sempre più a fuoco.

5

VT 2021 – Capichera 99,2/100  (territorio/zona dei vigneti: Gallura) prezzo a scaffale enoteca 70 euro circa.

Giallo intenso a ispirare luce, energia, ricchezza. Presenta sentori di albicocca e ananas essiccati, cedro candito, lavanda, neroli, ginestra, miele ed elicriso. Il sorso inizia pieno e pulsante di calore e dolcezza, subito compensati da freschezza ingente e note amarognole di camomilla e fieno greco; sensazione tattile di grande impronta e persistenza, sviluppo energico, finale molto lungo con composte di agrumi, senape, miele. Lascia campo aperto per preparargli intorno un pasto intero, da un’entrée coi molluschi più ostici e pungenti di iodio, fino a un finale con pasticceria secca o formaggi. Ma anche da solo vale la nostra Standing Ovation.

L’azienda:  Capichera

 

 

 

 

 

 

 

Strada Arzachena/S.Antonio Km 4 (OT) | Sardegna | Italy

email: info@capichera.it

Telefono: +39 0789 80800

Coordinate GPS 41.039808,9.383783

La famiglia Ragnedda è stata la prima a valorizzare il Vermentino della Gallura nel mondo, declinandolo in varie versioni anche ambiziose (il Santigaini, affinato in legno, nelle annate giuste può rivaleggiare quasi alla pari con i grandi Chardonnay di Borgogna). Capichera è ancora oggi un marchio di primaria importanza, presente sulle carte di ristoranti stellati e collocato in fasce di prezzo impensabili fino a pochi decenni fa per la Sardegna. Cinquanta ettari di vigne curate come giardini, a due passi dal granito rosa e dal mare della Costa Smeralda. Vini complessi, longevi, territoriali, eleganti e di implacabile costanza qualitativa. L’azienda è stata recentemente acquisita da Carlo Bonomi.

4

Ruinas 2022 – Depperu 99,3/100  (territorio/zona dei vigneti: località Sas Ruinas a Luras) prezzo a scaffale enoteca 22 euro circa.

Anche in questa edizione della Guida il Ruinas risulta essere un’elegante e potente espressione del territorio gallurese, con note speziate e granitiche, un sorso dinamico e sapido che termina su ricordi minerali. Il risultato ancora una volta è una strameritata Standing Ovation.

L’azienda: Depperu

 

 

 

 

 

 

Loc. “Sas Ruinas” (strada per la diga Liscia) 07025 Luras (OT)

tel.+39 079 647314

email: info@cantinadepperu.it

L’azienda  si è convertita alla produzione di vino da più di 20 anni (prima rappresentava un salumificio punto di riferimento per tutto il nord della Sardegna). I risultati ormai da diverso tempo sono eccellenti. Del resto le vigne sono nella zona più vocata dell’Alta Gallura (tra Luras e Calangianus) ed i tre fratelli Depperu (Luciano, Andrea e Giovanni) insieme al papà Paolo e supportati da pochi mesi  dal giovane enologo Paolo (rappresentante della nuova generazione della famiglia Depperu) sono letteralmente instancabili e sempre presenti (alternandosi) in vigna e cantina.

3

Vermentino di Gallura Superiore Nozzinnà 2021 – Li Duni 99,4/100  (territorio/zona dei vigneti: Badesi). prezzo a scaffale enoteca 22 euro circa.

Ceppo della Vigna da dove proviene il Nozzinnà

Il giallo brillante ispira solarità e dolcezza; in tal senso gli corrispondono i sentori di miele, cedro candito, croccante di mandorla, macchia mediterranea, fico d’india e camomilla. All’attacco caldo, morbido, giunonico, segue la sferza di viva freschezza, ingente mineralità, piccantezza di spezie. Fase centrale con frutta a polpa gialla matura e succulenta, cenni di mirto e zenzero, morbidezza misurata e sapidità svettante a introdurre il finale di slancio, fresco e nettante. Estroso e opulento ma senza ingombri o cascami. Merita la nostra Standing Ovation.

L’azienda: Li Duni

Loc. Li Parisi – 07030 Badesi (SS)

email: info@cantinaliduni.com

tel +39 079 914 4480 / +39 388 426 3825

A Badesi, su terreni sabbiosi, troviamo le viti a piede franco dell’azienda Li Duni. Le vigne sono molto vicine al mare, tanto che il sale riesce a volte ad arrivare fin sopra agli acini. Il vento favorisce delle ottime escursioni termiche tra notte e giorno. La gamma prevede il Vermentino in prima linea, ma non sono da trascurare anche i rossi, prevalentemente a base di Cannonau. Un terroir incredibile nel quale le viti sono allevate come si faceva nei secoli scorsi, prima dell’attacco della fillossera, per ottenere vini unici, particolari e ricchi di sfumature iconiche della Sardegna.

2

Vermentino di Gallura Superiore Fiore del Sasso 2021 – La Contralta 99,5/100  (territorio/zona dei vigneti: Loiri Porto San Paolo) prezzo a scaffale enoteca 27 euro circa.

Giallo brillante di topazio, luminoso; intenso e di intrigante ampiezza all’olfatto con sentori di bergamotto e cedro, origano, lavanda, elicriso e magnolia ornati dal fondo tenue di resina, trementina e pietra focaia; pieno al sorso, marcante all’impatto e leggiadro nello sviluppo, che è condotto in coinvolgente distensione dalla profonda traccia minerale e fumé, molto lungo in chiusura nel diminuendo agrumato ed eminentemente sapido. Il risultato è la nostra Standing Ovation.

L’Azienda: La Contralta

 

email: info@lacontralta.it

Tenuta di Enas: tel.  +39 349 6806547

Tenuta di Palau: tel. +39 338 8594510

L’enologo Roberto Gariup, friulano di origine, ma ormai sardo di adozione, è l’amministratore delegato ma anche il factotum di questa nuova realtà gallurese. Il nome dell’azienda deriva dal toponimo di una piccola spiaggia adiacente a uno dei due poderi della Tenuta che si trova sotto il monumento naturale della Roccia dell’Orso a Palau. I vitigni allevati sono Vermentino, Cannonau e Carignano. Il logo nasce da un’idea dell’architetto e designer John Pawson, padre del minimalismo europeo, ispirato dal suo progetto di una cappella che sarà costruita nelle tenute di Palau.

1

Ruinas del Fondatore 2020 – Depperu 100/100  (territorio/zona dei vigneti: località Sas Ruinas a Luras) prezzo a scaffale enoteca 45 euro circa.

 

Vigna del Ruinas del Fondatore

Uva del Ruinas del Fondatore

Ultimo nato in casa Depperu (nel 2018), nelle intenzioni del fondatore  dell’azienda Paolo vuole essere un ulteriore miglioramento qualitativo del celebre Ruinas “classico”. Solo vecchie viti (35-40 anni) coltivate su quote piuttosto elevate per la Gallura (dai 300 ai 350 metri) su suoli sabbiosi da disfacimento granitico. Rese bassissime, tre giorni di macerazione sulle bucce e lungo affinamento prima in acciaio poi in vetro. Profumi intensi di fiori bianchi essiccati, frutta a pasta gialla (susina, mela cotogna), spezie e cenni di macchia mediterranea. Sorso equilibratissimo, morbido, teso, di notevole freschezza. Finale di grande personalità ed eleganza, segnato da una decisa vena minerale, molto persistente. Già ora la sua evoluzione è apprezzabile, ma può migliorare ancora per qualche anno. Un piccolo capolavoro, da Standing Ovation e punteggio insuperabile, che dimostra, per chi ancora avesse dubbi, che in Sardegna dal Vermentino possono nascere vini di valore assoluto.

L’azienda: Depperu

 

 

 

 

 

 

Loc. “Sas Ruinas” (strada per la diga Liscia) 07025 Luras (OT)

tel.+39 079 647314

email: info@cantinadepperu.it

L’azienda  si è convertita alla produzione di vino da circa 20 anni (prima rappresentava un salumificio punto di riferimento per tutto il nord della Sardegna). I risultati ormai da diverso tempo sono eccellenti. Del resto le vigne sono nella zona più vocata dell’Alta Gallura (tra Luras e Calangianus) ed i tre fratelli Depperu (Luciano, Andrea e Giovanni) insieme al papà Paolo e supportati da pochi mesi  dal giovane enologo Paolo (rappresentante della nuova generazione della famiglia Depperu) sono letteralmente instancabili e sempre presenti (alternandosi) in vigna e cantina.

 

La Classifica delle Migliori Vernaccia Ossidative dell’Oristanese

 

4

Vernaccia di Oristano Flor 2019 – Contini 97/100  (territorio/zona dei vigneti: Cabras, Oristano), prezzo a scaffale enoteca 18 euro circa (bottiglia da 0,750 litri).

Un manifesto. Il vino che tutti coloro che non conoscono la Vernaccia di Oristano dovrebbero assaggiare per primo, all’inizio di un sentiero ricco di tesori da scoprire. Classicissima, relativamente semplice ma di fattura impeccabile a prezzo vantaggioso. Ottenuta da vigne coltivate sulle sabbie della bassa Valle del Tirso, matura per quattro anni in caratelli scolmi di rovere e castagno. Frutta secca (mandorle, noccioline), miele, scorza d’arancia, note di torrefazione, spezie. Sorso secchissimo e fresco, estremamente sapido, di buona armonia. Bell’allungo finale, leggermente amaro. Ancora sale e spezie, alcool ben integrato.

 

L’Azienda: Contini 

Via Genova, n. 48-50, 09072 Cabras – Oristano

tel. 39 0783290806

email: info@vinicontini.com

In Sardegna Contini è sinonimo di Vernaccia di Oristano. Visitando l’azienda si rimane senza parole di fronte alle diverse Vernaccia senza tempo, capaci di emozionare anche il bevitore più esperto. In questa azienda ogni cosa è presa sul serio: anche quando ci si è cimentati con il Cannonau, il risultato è stato subito eccellente.

 

3

Vernaccia di Oristano 2013 – Famiglia Orro 99/100   (territorio/zona: Tramatza), prezzo a scaffale enoteca 30 euro circa (bottiglia da 0,500 litri).

Botte scolma e formazione della flor

È il prodotto di punta di un’azienda che crede fortemente nel futuro della Vernaccia. Affina per almeno cinque anni in botti scolme di castagno, come vuole la tradizione, per consentire la formazione dei lieviti flor e quindi l’evoluzione ossidativa. Odora di frutta secca tostata, caffè, caramella mou, datteri, fichi, agrumi disidratati, poi iodio e macchia mediterranea. Sorso secco e asciutto, intenso, di discreta dolcezza. Grande persistenza in un finale segnato da una bellissima nota di anice per una meritata Standing Ovation.

L’Azienda: Famiglia Orro

Famiglia Orro di Davide Orro

Azienda Agricola-Fattoria Didattica

via Giuseppe Verdi  09070 Tramatza OR

tel.  3477526617 – 078350040

email: info@famigliaorro.it

L’Azienda Agricola Fattoria Didattica “Famiglia Orro” è una piccola realtà a conduzione famigliare ubicata a Tramatza, piccolo borgo della Sardegna centro occidentale, nel cuore del mediterraneo. Davide se ne occupa, insieme a tutta la famiglia, coltivando con approccio antico e sano vite, olivo e ortaggi, tutti lavorati sul posto. La biodiversità qui non è uno slogan ma una filosofia di vita, che si traduce in una pratica agricola sostenibile e nel tentativo di coniugare innovazione e storia. I vitigni coltivati sono esclusivamente di varietà locali autoctone, spesso antiche, come la Vernaccia di Oristano e il Nieddera, nel pieno rispetto delle tecniche tradizionali.

2

Vernaccia di Oristano Riserva 2002 – Fratelli Serra 99,5/100  (territorio/zona dei vigneti : Zeddiani – Oristano) prezzo a scaffale enoteca 30 euro circa (bottiglia da 0,750 litri).

 

La botte scolma e la formazione della flor

Lunghezza gustativa, complessità ed ampiezza olfattiva declinate in profumi iodati e salmastri, agrumati con richiami alle erbe officinali. Il sorso è sapido, pieno, avvolgente e l’impressionante persistenza induce la nostra Standing Ovation.

L’azienda: Fratelli Serra

 

Via Giuseppe Garibaldi, 25, 09070 Zeddiani (OR)

email: vitivinicola.serra@libero.it

tel. 0783 418276

Una bella tradizione di famiglia quella dell’azienda “Fratelli Serra” che vanta un secolo di esperienza nella produzione del vino “Vernaccia” nell’areale di Zeddiani, un piccolo centro agricolo nell’Oristanese non lontano dalla penisola del Sinis. È stata la prima azienda sarda ad ottenere il riconoscimento della Denominazione di Origine Controllata proprio con la “Vernaccia di Oristano”, l’unica che abbia in Sardegna il sostegno costante dell’esperienza della Facoltà di Agraria dell’Università di Sassari.

1

Vernaccia di Oristano Riserva Per Te 2002 – Silvio Carta 100/100   (territorio/zona dei vigneti: Baratili San Pietro) prezzo a scaffale enoteca 50 euro circa (bottiglia da 0,50 litri).

Ceppo della Vigna di Vernaccia di Silvio Carta

 

Tra le tante Vernaccia aziendali spicca questa, dedicata da Elio Carta a sua moglie. Ed è subito Standing Ovation. Ha la complessità e la dinamica del grande vino, agile nonostante l’alcool, quasi liquoroso ma molto bilanciato. Si presenta con toni complessi di miele di castagno, cannella, sigaro, olive in salamoia, macchia mediterranea, smalto. Beva di grande struttura, armoniosa, fresca e vivissima, concentra tutta la sua bellezza ed eleganza sul finale di bocca, con continui rimandi agli agrumi, alle mandorle amare, a note minerali e iodate. Persistenza misurabile in minuti. Un autentico capolavoro dal punteggio insuperabile.

L’azienda:  Silvio Carta

S.P. 12 km 7,800 , 09070 Zeddiani (OR) Sardegna – Italia

email: info@silviocarta.it

tel. +39 0783.410314

Fondata nel 1929 a Baratili San Pietro (OR), la cantina di Silvio Carta – oggi guidata dal figlio Elio – è nata con lo scopo di valorizzare la Vernaccia, il suo vino bandiera, di cui è uno dei massimi rappresentanti in Sardegna. Parallelamente ha sviluppato una gamma di vini e spirits derivati da vitigni (Vermentino, Cannonau, Monica, Cagnulari) e bacche locali (mirto e ginepro in primis). I vini rossi provengono da uve della zona di Alghero.

 

La Classifica delle migliori Granazza

 

La Granazza o Granatza è un vitigno autoctono presente in Sardegna soprattutto in Barbagia (in particolare a Mamoiada, Orgosolo e Oliena) e da qualche anno iscritto nel registro dei vitigni autorizzati nella regione (link).

Le vinificazioni in purezza, nelle loro differenze stilistiche (soprattutto l’assenza o l’utilizzo di macerazioni più o meno prolungate) danno spesso risultati lusinghieri che ci hanno indotto a dedicare una sezione della nostra Guida a questa varietà.

 

8

Granazza 2022 – Vike Vike 95,5/100 (territorio/zona dei vigneti: Mamoiada) prezzo a scaffale enoteca 28 euro.

 

Vinificato senza macerazione con fermentazione e affinamento per 6 mesi in una botte di 25 ettolitri in rovere di secondo passaggio. Sentori agrumati e iodati si uniscono a sensazioni di erbe officinali e a ricordi di frutti gialli. Carattere e personalità per un sorso sapido, fresco e caratterizzato da una piacevole tannicità.

L’azienda: Vike Vike

Via Marsala 19-21, 08024 Mamoiada (NU)

email:cantinavikevike@gmail.com

tel.+39 3482290179

Da alcuni anni Simone Sedilesu, giovane enologo, esponente della famiglia che per prima ha valorizzato il Cannonau di Mamoiada, ha creato una cantina tutta sua: Vike Vike (Guarda Guarda in lingua sarda). La filosofia aziendale è quella contemporanea: grande attenzione in vigna e poco interventismo in cantina, con fermentazioni spontanee e basso apporto di solfiti.

7

Granazza Delissia 2022 – Cantina Marco Canneddu 96/100  (territorio/zona dei vigneti: Mamoiada) prezzo a scaffale enoteca 30 euro.

 

Vinificato senza macerazione. Lunghezza gustativa, sapidità, carattere e freschezza sono le parole chiave per definire il profilo organolettico di questa Granazza dal sorso pieno, avvolgente che si chiude con un pregevole finale su ricordi di miele, frutta secca e iodio.

L’Azienda:  Cantina Marco Canneddu

Via G. Manno 69 – Mamoiada (NU)

Tel.: +39 3496852916
email: cantinacanneddu@gmail.com

L’azienda della famiglia Canneddu si trova in uno dei luoghi più vocati per la coltivazione del Cannonau, a Mamoiada in provincia di Nuoro. Il microclima dettato dalla peculiare allocazione delle vigne – tra 650 e 900 metri di altezza esposte al sole e al vento, con grandi escursioni termiche notte/giorno – mantiene le piante e le uve sane, al riparo da malattie senza bisogno di interventi chimici. Ma tutta la filiera produttiva dell’azienda, certificata biologica, è improntata all’ecosostenibilità: in vigna si ara con i buoi, si lavora e si vendemmia solo manualmente, in cantina si usano lieviti indigeni e le fermentazioni sono spontanee.

6

Granazza 2022 – Mussennore 96,5/100 (territorio/zona dei vigneti: Mamoiada) prezzo a scaffale enoteca 28 euro.

Vinificazione senza macerazione. I sentori di mela ancora in fase di maturazione rinfrescano il palato unitamente a sfumature agrumate, acidità e leggera speziatura. Il piacere di bere chiudendo gli occhi senza pensare, assaporando l’attimo fuggente.

L’Azienda:   Cantina Mussennore

Località: Via Foscolo, n° 5  Mamoiada, 08024 (NU)

tel.  9 28 10 053

email:  info@cantinamussennore.com

Nel 1976 per iniziativa di Gesuino, nonno degli attuali proprietari (soprannominato Mussennore, che in sardo significa Monsignore), è stato impiantato a Mamojada in località Palagorrai, il primo vigneto di Cannonau (su terreni sabbiosi a circa 620 metri di quota) che ha dato origine alla proprietà che oggi la famiglia Fadda ancora gestisce. La cantina, fondata da Pietro Fadda nel 2016, con l’obiettivo iniziale di vendere vino sfuso, nel 2021 ha presentato al pubblico le sue prime etichette: un Cannonau rosso e un Cannonau rosato. L’azienda fa parte dell’Associazione Mamojà, che unisce una serie di produttori del luogo con l’obiettivo di promuovere insieme il vino, il territorio e le tradizioni di Mamojada.

5

Bianco Ghirada Baduorane 2022 – Mertzeoro 97/100 (territorio/zona dei vigneti: Mamoiada) prezzo a scaffale enoteca 28 euro (nella foto l’annata è la 2021, ma noi abbiamo assaggiato la 2022).

Vinificazione in acciaio  senza macerazione. Di colore oro zecchino bellissimo, seppur giovane, ha grandissima eleganza con un accenno molto composto di frutta gialla e poi un ritorno iodato fresco e agrumato; la sapidità, sussurrata e mai sopra le righe, riecheggia come l’onda di un diapason accompagnando il vino lungo tutto l’assaggio.  Fa presagire una lunga vita davanti.

L’Azienda: Mertzeoro

Tel. 3497589895 / 3396623752

email. cantinamertzeoro@gmail.com

I vigneti si trovano in località Baduorane, con circa un ettaro di Cannonau di dodici anni di età, uno di Granatza di 10 e un nuovo impianto di 3. L’azienda, dedita da sempre alla vendita di vino sfuso, ha iniziato con l’imbottigliamento nel 2019. Mertzeoro, ovvero Melchiorre, è lo stesso re magio che portò l’oro come dono a Gesù, e si riferisce al proprietario Melchiorre Paddeu.

4

Bianco di Orgosa 2022 – Orgosa 97,4/100  (territorio/zona dei vigneti: Orgosolo) prezzo a scaffale enoteca 20 euro.

Vinificato con macerazione per 4 giorni e affinamento in acciaio. La simbiosi con le bucce, dona al vino sentori evidenti di frutta secca, uniti a ricordi salmastri e ad un lungo finale iodato. Carattere, eleganza e sapidità completano il quadro organolettico.

L’azienda: Orgosa

Loc.Lucuriò 08027 Orgosolo (Nuoro)

email: mgorgosolo@tiscali.it

tel. +39 3397784958

L’azienda Vitivinicola  Orgosa è stata la prima azienda a produrre vino in bottiglia a Orgosolo. Nasce nel 2002 grazie all’intuizione di Giuseppe Musina che, recuperando i vigneti di famiglia, si  reinventa agricoltore ed artigiano, riuscendo nell’impresa di produrre vini dal carattere marcatamente territoriale, spontanei, sinceri, dal frutto fragrante e di beva irresistibile. I vigneti sono situati nella valle di Locoe, su terreni composti da sabbione da disfacimento granitico, dove è sita anche la cantina, e nella valle Sorasi, alle falde del Supramonte, con terreno prevalentemente calcareo. Il principale vitigno allevato è il Cannonau a cui si aggiungono in piccole quantità il Carignano, il Pascale e il Sangue di Cristo.

3

Perda Pintà 2021 – Sedilesu 98,5/100 (territorio/zona dei vigneti: Mamoiada) prezzo a scaffale enoteca 33 euro.

Un ceppo della Vigna del Perda Pintà

Vinificato senza macerazione. Giallo paglierino con riflessi dorati, agrumato, leggermente speziato con note di pepe bianco, poi anice stellato e macchia mediterranea. Fresco, sapido, ampio, persistente con lungo finale iodato. Un vino dinamico e complesso che merita la nostra Standing Ovation.

L’Azienda: Giuseppe Sedilesu

Via V. Emanuele II, 64, 08024 Mamoiada (NU)

email:giuseppesedilesu@gmail.com

tel: +39 078456791

Sedilesu è un nome ormai noto a tutti gli appassionati del buon bere. Uno dei pochi “brand” capace di sdoganarsi al di fuori dei confini isolani, ottenendo anche un ragguardevole successo commerciale, senza mai snaturarsi e restando sempre sardo fino al midollo. I vigneti si trovano ad oltre 600 metri di quota, in quella aspra e fantastica terra da vino che è Mamoiada. Dai ceppi di alberello accuditi con cura e lavorati in maniera artigianale in cantina, escono fuori ogni anno rossi succosi, sapidi e sempre coinvolgenti.

2

Ispavillu 2022 – Cantine di Orgosolo 98,8/100   (territorio/zona dei vigneti: Orgosolo) prezzo a scaffale enoteca 17 euro.

Vinificato senza macerazione, presenta sentori agrumati, iodati, salmastri e di erbe officinali. Il sorso, sapido, fresco ed avvolgente, mostra carattere ed eleganza e si chiude con un piacevolissimo finale su ricordi di frutta secca e toni minerali. Una meritatissima Standing Ovation.

 

L’Azienda:  Cantine di Orgosolo

Via E. Mattana, Zona P.I.P. – 08027 Orgosolo (NU)

Tel.: +39 0784 403096
email: info@cantinediorgosolo.it

Un gruppo di piccoli produttori, ciascuno con una propria storia ed esperienza produttiva alle spalle, costituiscono nel 2007 la società Cantine di Orgosolo e da allora selezionano le migliori uve Cannonau provenienti dai propri vigneti, per produrre in maniera artigianale dei vini rossi autentici, complessi, fortemente legati alla tradizione del luogo. L’impresa nasce ad Orgosolo, importante centro della Barbagia famoso per i suoi murales ed il Supramonte, caratterizzato da una realtà viticola formata da piccoli appezzamenti. La cantina è posta all’ingresso del centro abitato, per chi viene da Nuoro. Realizzata con tecniche e materiali ed attrezzature di nuova concezione, risulta essere molto funzionale ed adatta alle operazioni di trasformazione ed alla ricezione degli ospiti che intendono degustare i vini.

1

Maria Abbranca 2021 – Sannas 99/100  (territorio/zona dei vigneti: Mamoiada) prezzo a scaffale enoteca 42 euro.

 

Vinificata a grappolo intero con macerazione di 70 giorni e affinamento in tonneau esausti. Colore oro intenso, denso, ma luminoso, con note di arancia candita e fresca allo stesso tempo. Il sorso è avvolgente ed agile, sorretto da una sbuffata balsamica di erbe mediterranee. Vino equilibrato e complesso, materico eppure scorrevole. Pietra e sale sottolineano il lungo finale che non può che indurci alla Standing Ovation.

L’azienda: Sannas

Via Piave 14, 08024 Mamoiada (Nuoro)

email: piergraziano.sanna@gmail.com

tel. +39 339 1331395

L’azienda produce con successo vini molto territoriali, ma caratterizzati da un’impronta artigianale molto personale. Piergraziano Sanna segue la vigna con meticolosità come fosse un vero e proprio figlio. I risultati sono eccellenti, e contribuiscono con grande efficacia alla reputazione di un terroir unico come Mamoiada.

 

 

La Classifica dei Migliori Altri Vini Bianchi

 

10

Villa di Chiesa 2021 – Cantina Santadi 94/100  (territorio/zona dei vigneti: Santadi) prezzo a scaffale enoteca 22 euro circa.

Siamo davanti a un vino eterodosso rispetto al classico bianco sardo, ma la misura e l’eleganza sono dosati quasi alla perfezione. Frutto di un blend di Vermentino (60%) e Chardonnay (40%), fermentazione e affinamento di 9 mesi in barrique, con parte della massa subito in acciaio. I profumi sono quelli classici del genere: burro, banana, cannella, frutta esotica, torrefazione, vaniglia, riequilibrati però da una vena agrumata e minerale di impronta marina. La beva è strutturata ma fresca e agile, di buona finezza, piacevole e scorrevole. Il finale è saporito, segnato ancora da note agrumate cui si intreccia un sentore di miele e di spezie.

L’azienda: Cantina Santadi

Via Giacomo Tachis, 14 – 09010 Santadi

email: info@cantinadisantadi.it

tel. +39 0781950127

Nata negli anni Sessanta del Novecento, è probabilmente la cantina sociale del Sulcis più importante da un punto di vista storico, con un ruolo pionieristico per la valorizzazione del Carignano in termini di qualità e potenziale commerciale. È qui che Giacomo Tachis creò nel 1984 il Terre Brune, uno degli ambasciatori del vino sardo nel mondo. Oggi la via a fianco della sede aziendale prende il nome del celebre enologo. I soci sono circa 200, il patrimonio vitato (Vermentino compreso) è di ben 600 ettari.

8 Ex Aequo

Bianco Cuncordu 2022 – Gostolai 94,3/100  (territorio/zona dei vigneti: Oliena) prezzo a scaffale enoteca 13 euro circa.

Vino insolito, di grande personalità, ottenuto dal rarissimo vitigno Arvisionadu o Arvesiniadu (40 ettari totali in tutta l’isola) con piccoli saldi di Alvarega, altra uva “super autoctona”, e vinificato sui propri lieviti, come tutti i prodotti di Gostolai. Odora di mele stramature, melone, agrumi dolci e confettura di pesca. Il sorso è di buona salinità e acidità, ma a prevalere sono i toni dolci del frutto, è rotondo, profondo, leggermente tannico, ravvivato da un finale di mandorle amare.

L’Azienda: Gostolai

Via Friuli Venezia Giulia 24 – 08025 Oliena (NU)

Tel.: +39 0784288417

email: info@gostolai.it

L’azienda di Tonino Arcadu merita attenzione e rispetto. Perché se è vero che la maggior parte dell’uva lavorata viene acquistata, è anche vero che Tonino è un acutissimo selezionatore dei migliori grappoli di Oliena, che usa per produrre un Cannonau fedele alla tradizione e alla storia del Nepente.

8 Ex Aequo

Bianco Silenzi 2022 – Pala 94,3/100  (territorio/zona dei vigneti: Serdiana) prezzo a scaffale enoteca 9 euro circa.

A volte il segreto può essere la semplicità. Come in questo caso, in cui freschezza, sapidità e scorrevolezza del sorso descrivono un vino immediato ma di estrema piacevolezza, con i suoi sentori agrumati e di erbe officinali, e il suo finale minerale.

L’Azienda: Pala

Via Verdi, 7

09040 Serdiana

Tel +39 070 740284

E-mail: info@pala.it

Mario Pala rappresenta la quarta generazione di una famiglia da sempre dedita alla viticoltura e inscindibilmente legata alla terra di Sardegna. Nel 1950, con la prima vendemmia, iniziava la storia aziendale che oggi vede Mario affiancato dalla moglie Rita e dai figli Massimiliano, Maria Antonietta ed Elisabetta sempre più attenti a produrre  vini che siano fortemente espressivi del territorio, nel pieno rispetto delle tradizioni vitivinicole tramandate. Nel 2020 si sono spente le candeline per festeggiare la settantesima vendemmia.

7

Bianco PerKa 2021 – Corona Ruia 95/100 (territorio/zona dei vigneti: Romangia) prezzo a scaffale enoteca 30 euro circa.

Nel dialetto sardo perka vuol dire pietra antica, quella con cui sono stati costruiti i nuraghi, anche quelli che circondano i vigneti di questa storica azienda della Romangia. Da vigne di oltre 20 anni si ottiene il “blend” di uve che, fermentando ed affinandosi in acciaio, danno vita a questo vino che ci delizia con intense ed eleganti note agrumate, di frutta gialla e salmastre. Grande finezza anche al palato che si rivela largo, fresco e di lunga persistenza.

L’Azienda:  Corona Ruia

Località:  Pedras de Fogu, 07037 – Sorso (SS)

Tel.  +39 349 7406356

email: info@coronaruia.it

La storia di questa azienda inizia nel 1925 grazie al bisnonno Mereu. Ubicata nella Romangia, zona della Sardegna nord-occidentale del Logudoro, la terra più fertile dell’intera Isola che apparteneva, nel Medioevo, al Giudicato di Torres di cui oggi Porto Torres ricorda le vestigia. Un terreno, calcareo e arenario che poggia su un substrato di vulcaniti e marne, offre alle uve autoctone profumi e sapori unici.

6

Nasco di Cagliari Montesicci 2021 – Cantine di Dolianova 96/100  (territorio/zona dei vigneti: Dolianova) prezzo a scaffale enoteca 15 euro circa.

I vigneti di uve Nasco impiantati sui terreni ricchi di argille calcaree danno origine a un vino dai sentori complessi di frutta secca (mandorla), di fiori e frutta bianca, con nuance minerali (tufo); il sorso è molto equilibrato, ha ricchezza materica ed un lungo finale piacevolmente sapido e ammandorlato.

L’Azienda: Cantine di Dolianova

Località: Sant’Esu S.S. 387 km. 17+150

09041 Dolianova (CA)

email: info@cantinedidolianova.it

Tel: +39.070744101

La Cantina di Dolianova è nata nel 1949 dall’unione di 35 agricoltori che pian piano hanno costruito la più grande azienda vinicola della Sardegna con i suoi 1.200 ettari di vigneti propri e a 300 soci conferenti. Racchiude nella sua storia tutta l’identità dei vitigni autoctoni che hanno reso celebri i vini di questa terra, ottenendo importanti e unanimi riconoscimenti da tutta la critica enologica, nazionale e internazionale. Si caratterizza per uno straordinario rapporto qualità prezzo dei suoi prodotti.

5

Bianco Helios 2022 – Cantina Carboni 96,5/100   (territorio/zona dei vigneti: Ortueri, Mandrolisai) prezzo a scaffale enoteca 16 euro circa (nella foto l’annata è la 2021, ma noi abbiamo assaggiato la 2022).

Da uve Nasco e Vermentino nasce un vino dal profilo molto originale. Mineralità, sapidità, freschezza, avvolgenza del sorso si uniscono ad eleganza e carattere. Lunghissimo il finale su ricordi di frutta secca ed erbe officinali.

L’azienda: Cantina Carboni

Via Umberto 163 – Ortueri (NU)

email: info@vinicarboni.it

Tel. +39.078466213

L’azienda, con le sue vigne, ha sede ad Ortueri, nel cuore di una delle “regioni” storiche della Sardegna: il Mandrolisai, area della Sardegna centrale, circondata dalla Barbagia e dall’Ogliastra, dove si trovano le montagne più alte della regione. Parliamo di una piccola cantina a conduzione famigliare nata negli anni ’90 con l’obiettivo di difendere la millenaria tradizione della coltivazione dei vitigni autoctoni della zona (Cannonau, Bovale, Monica e Nasco), promuovendo i vini tipici del territorio, di cui la Doc Mandrolisai rappresenta il fiore all’occhiello.

4

Bianco Sentenzia 2022 – Murales 97/100  (territorio/zona dei vigneti: Gallura), prezzo a scaffale enoteca 24 euro circa.

Un Viognier che parla gallurese attraverso una sorprendente mineralità, note di agrumi e frutta secca, ricordi di erbe officinali e di macchia mediterranea. Materia, sapidità, freschezza, carattere e profondità di beva completano il quadro organolettico.

L’Azienda:  Murales

Localita Piliezzu, 1,

07026 Olbia SS

Tel. +39 393 923 1011

email: info@vinimurales.com

Piero Canopoli, enologo e sommelier, e la moglie Giuliana Dalla Longa, si sono trasferiti quasi 20 anni fa, da Varese in Gallura per dar vita a questa azienda che spazia a tutto tondo tra diverse varietà sarde (soprattutto Vermentino, Cannonau e Carignano) e internazionali (Viognier, Merlot, Cabernet Sauvignon e Syrah). Molto originali ed esteticamente curate sono le etichette che riprendono appunto il concetto dei murales.  Se vi recate in azienda non perdete l’occasione di fermarvi a pranzo alla Locanda Murales.

3

Karmis Cuvée 2022 – Contini 98/100  (territorio/zona dei vigneti: Cabras, Oristano) prezzo a scaffale enoteca 15 euro circa.

Vigne del Karmis

Vigne del Karmis

Un vino che deriva da un blend di Vernaccia e Vermentino e che mette in mostra muscoli e silhouette, carattere e piacevolezza, struttura ed eleganza. Sapido, elegante, mantiene un profilo minerale e avvolgente durante tutto l’assaggio. Merita la nostra Standing Ovation.

L’Azienda: Contini 

Via Genova, n. 48-50, 09072 Cabras – Oristano

tel. 39 0783290806

email: info@vinicontini.com

In Sardegna Contini è sinonimo di Vernaccia di Oristano. Visitando l’azienda si rimane senza parole di fronte alle diverse Vernaccia senza tempo, capaci di emozionare anche il bevitore più esperto. In questa azienda ogni cosa è presa sul serio: anche quando ci si è cimentati con il Cannonau, il risultato è stato subito eccellente.

2

Zilvara (70% Vermentino, 30% Galoppo) 2022 – Francesco Lepori 98,3/100  (territorio/zona dei vigneti: Trinità d’Agultu) prezzo a scaffale enoteca 29 euro circa.

 

Ceppo di Galoppo

Ceppo di Vermentino

Ormai un habitué dei piani alti delle nostre classifiche, ricavato da uve Vermentino (70%) e Galoppo (30%), un probabile parente del Viognier. Le vigne sono coltivate a piede franco su dune sabbiose a duecento metri dal mare, nella parte occidentale della Gallura. Ampio spettro aromatico: fico d’india, frutta e fiori gialli, agrumi, frutta secca. Ha grande sapidità e freschezza, con una nota decisamente morbida e leggermente alcolica che completa armoniosamente il quadro e accompagna verso un finale in cui tornano i toni dolci (ha un residuo zuccherino di circa 12 grammi/litro) e quelli sapidi. Vino di grande personalità, può essere gustato anche da solo, senza cibo. Meritata Standing Ovation.

L’azienda: Francesco Lepori

Azienda agricola
Lepori Francesco
Via Al Mare 29
07038 Trinità d’Agultu e Vignola
Email: leporifrancesco79@gmail.com
Cell +39 3495362866

L’azienda si trova a Trinità d’Agultu ed ha vigneti a piede franco su terreni sabbiosi. La produzione è limitata ed è realizzata con grande attenzione alla natura e all’ambiente. I vitigni in gioco sono il Vermentino, il Galoppo ed il Caricagiola. Ed il risultato sono dei vini unici, di grandissimo carattere, che parlano di territorio e tipicità.

1

Bianco Karinniu 2021 – Ugo Sionis Vigneto Santu Teru 98,5/100   (territorio/zona dei vigneti: Sarcidano) prezzo a scaffale enoteca 22 euro circa.

Le potenzialità del vitigno Nasco sono pienamente espresse nel Karinniu 2021, vino di straordinaria eleganza e mineralità, che mette in evidenza carattere, struttura, freschezza e sapidità. Sentori di frutti e fiori bianchi si uniscono a note di erbe officinali ed anticipano un lunghissimo e pregevole finale fumé che vale la nostra Standing Ovation.

 

L’azienda: Ugo Sionis Vigneto Santu Teru

Località: Nurallao 08030 (SU)

La Cantina “Vigneto Santu Teru” di Ugo Sionis si trova a Nurallao, piccolo paese del Sud Sardegna. I vini sono ottenuti da uve coltivate su terreni calcarei in località Santu Teru a circa 400 metri sul livello del mare in regime biologico.

 

La Classifica dei Migliori Vini Rosati

 

15 

Rosè 2022 – Cantina Marco Canneddu 92,5/100  (territorio/zona dei vigneti: Mamoiada) prezzo a scaffale enoteca 19 euro.

Sentori floreali, speziati e di macchia mediterranea si uniscono a ricordi di frutti rossi ed agrumi. Il sorso è sapido, fresco, scorrevole, senza rinunciare a materia e profondità di beva. Una buona rappresentazione delle potenzialità del territorio di Mamoiada anche sui Rosati.

L’azienda:   Cantina Marco Canneddu

 

 

 

 

 

 

 

Via Manno 69, Mamoiada (NU)

email: cantinacanneddu@gmail.com

tel. Grazia +39 349 6852916; Marco +39 340 2872307

L’azienda della famiglia Canneddu si trova in uno dei luoghi più vocati per la coltivazione del Cannonau, a Mamoiada in provincia di Nuoro. Il microclima dettato dalla peculiare allocazione delle vigne – tra 650 e 900 metri di quota esposte al sole e al vento, con grandi escursioni termiche notte/giorno – mantiene le piante e le uve sane, al riparo da malattie senza bisogno di interventi chimici. Ma tutta la filiera produttiva dell’azienda, certificata biologica, è improntata all’ecosostenibilità: in vigna si ara con i buoi, si lavora e si vendemmia solo manualmente, in cantina le fermentazioni sono spontanee.

14 

Cannonau di Sardegna Rosato Visera 2022 – Cantina Crisponi 93/100   (territorio/zona dei vigneti: Mamoiada) prezzo a scaffale enoteca 17 euro.

Dal vocatissimo territorio di Mamoiada nasce un vino rosato da uve Cannonau che mostra sin da subito il suo carattere con note fumé  e sensazioni speziate in evidenza. Ricco, sapido, minerale, termina con un lungo e pregevole finale di macchia mediterranea.

 

L’Azienda: Cantina Crisponi

Via Berlinguer,17,

08024 Mamoiada (NU),

email: cantina.crisponi@gmail.com

Tel: +39 3400868898

La Cantina Crisponi, nata nel 2021, è una piccola realtà familiare che gestisce circa due ettari a 650 metri di altitudine su terreni da disfacimento granitico. Visera, il nome dei  due vini (rosato e rosso) significa maschera in mamoiadino ed il logo aziendale rende appunto omaggio a quella indossata dai Mamuthones.

13

Mandrolisai Rosato Garage 2022 – I Garagisti di Sorgono 93,5/100  (territorio/zona dei vigneti: Mandrolisai) prezzo a scaffale enoteca 17 euro.

I tre giovani viticoltori di Sorgono continuano nella loro crescita, dando vita ad un vino artigianale e di grande espressività. Si presenta con note di rosa, lampone e cassis. Freschezza, materia, sapidità e precisione stilistica sono gli elementi che lo caratterizzano all’assaggio, che si chiude con  ricordi salmastri e di frutti gialli.

L’Azienda: I Garagisti di Sorgono

email: info@garagistidisorgono.com

A Sorgono, capoluogo del Mandrolisai, Pietro Uras, Renzo Manca e Simone Murru hanno deciso di unire le forze e coltivare ad alberello le vecchie vigne, di 60-80 anni di età, dei nonni e dei genitori, nelle migliori colline Burdaga, Figu, Pischina, Pardu e Cresia ad un altitudine di circa 550 metri. Naturalmente si vinificano i vitigni che compongono il Mandrolisai: Cannonau, Muristeddu (Bovale Sardo) e Monica.  Il risultato è rappresentato da tre etichette con i loro cognomi: Uras (Mandrolisai), Manca (Cannonau), Murru (Monica); la quarta, Parisi (Muristeddu), che significa “Insieme”, riunisce le uve di tutti.

12

Rosato Boeli 2022 – Cantina Muggittu 94/100 (territorio/zona dei vigneti: Mamoiada) prezzo a scaffale enoteca 19 euro.

Sentori di spezie, iodio, erbe aromatiche e note di macchia mediterranea per un rosato scorrevole ma di carattere che mette in evidenza sapidità, freschezza ed un piacevole finale su ricordi di frutti rossi.

 

L’Azienda: Cantina Muggittu

via Nuoro , Mamoiada,

email: mattiamuggittu27@gmail.com

Tel: +39 3451662329

Mattia Muggittu è il più giovane viticoltore dell’Associazione Mamojà. Con l’aiuto dei genitori ha costruito una delle cantine più grandi della zona. I suoi vini, già da subito, si inseriscono a pieno titolo nell’ambito della tipicità e del carattere dell’areale di Mamoiada.

11

Cagnulari Rosé Launeddas 2021 – Cantina Grappolo d’Oro 94,5/100 (territorio/zona dei vigneti: Usini) prezzo a scaffale enoteca 15 euro.

 

Fratello del “Muttos” Cagnulari vinificato in rosso, ambedue provenienti dai territori di Usini. La produzione di questo Rosé avviene tramite una piccola sosta in contatto con le bucce, quanto basta  per conferire al vino interessanti sentori di spezie, rosmarino e frutti rossi. Sapido, fresco ma anche con quella leggera tannicità che lo rende versatile negli abbinamenti a tavola.

 

L’Azienda: Cantina Grappolo d’Oro

via Vittorio Emanuele 80, Alghero

email: ilgrappolodoro@gmail.com

Tel:0799739157

Fabrizio Sassu, figlio e nipote di vignaioli, dopo un’esperienza ventennale presso Tenute Dettori, decide di aprire una sua azienda ad Alghero (con vigneti ad Usini). Da subito sceglie una conduzione biologica ed i vini sono molto territoriali. Il nome della cantina è nato ricordando quelle parole che il papà Giacomo gli ripeteva giorno dopo giorno: “la riuscita di un ottimo vino è la selezione dei grappoli che fai in vendemmia, avere dei grappoli sani è come avere l’oro in mano , è come avere dei grappoli d’oro”.

 

 

10

Rosato Tziu Simone 2022 – Francesco Cadinu 95/100   (territorio/zona dei vigneti: Mamoiada) prezzo a scaffale enoteca 19 euro.

Una edizione un po’ più timida del solito, almeno nell’estrazione, di un rosato che si va affermando tra i classici mamoiadini. Sapidità, freschezza, toni iodati ed agrumati e compostezza nell’assaggio sempre convincente, anche se lo preferivamo senza briglie e con minore precisione tecnica.

L’azienda:  Francesco Cadinu

Via Vittorio Emanuele II, 37, 08024 Mamoiada (Nuoro)

email: cantinafrancescocadinu@gmail.com

tel. +39 329 090 6997

Da meno di dieci anni Francesco Cadinu etichetta i suoi vini, eppure è già da considerare uno dei leader della vivace scena di Mamoiada, animata dalla meritoria Associazione Mamojà. Naturalmente il Cannonau fa parte da sempre della vita della sua famiglia (e di quella della moglie Simonetta). I vigneti di proprietà si estendono per 6 ettari, con un’età che varia dai 20 ai 120 anni, coltivati ad alberello con metodi tradizionali: si pratica ancora l’aratura con i buoi. Già dalla vendemmia 2020 la consulenza enologica è affidata al bravissimo Emiliano Falsini.

9

Atlantis Rosè 2022 – Atlantis 95,3/100  (territorio/zona dei vigneti: Berchidda) prezzo a scaffale enoteca 13 euro.

Realizzato dai vitigni Cannonau e Pascale in pari proporzioni. Si presenta con profumi di macchia mediterranea accompagnati da spezie ed agrumi. Il sorso è caratterizzato da sapidità e freschezza per terminare con note iodate e di spezie.

L’Azienda: Atlantis

Indirizzo: Via Torino, 3, 07022 Berchidda SS

Tel.: 3200285665

email: info@atlantiswine.it

Atlantis – Terre di Sardegna nasce nel 2013 a Berchidda per volontà di Francesco e Andrea Sannitu, il primo ingegnere gestionale, il secondo avvocato, che vengono attratti irresistibilmente dal richiamo della terra, grazie alle vigne del padre, che vendeva le uve ad altri. Una quindicina gli ettari in produzione su sabbie di origine granitica. Focus soprattutto sul Vermentino; ma c’è anche una piccola produzione di rossi, dal classico Cannonau a un interessante uvaggio di Cabernet Sauvignon, Merlot e Syrah.

8

Cannonau di Sardegna Rosato Liscia Renè 2022 – Pure Sardinia 95,5/100 (territorio/zona dei vigneti: Luras) prezzo a scaffale enoteca 16 euro.

Vino che nasce vicino Le Dune, spiaggia posta presso Badesi (SS), a poche centinaia di metri dal mare. In evidenza sentori di frutti rosso,  freschezza e mineralità. Il sorso è avvolgente e chiude con un lungo finale su ricordi speziati.

L’Azienda: Pure Sardinia

 

email: info@puresardinia.eu

Tel: +39 393 9835425

Azienda nata grazie all’intraprendenza di Flavio Porcu, che operante nel settore Food&Wine da diverso tempo, ha deciso pochi anni fa di lanciare una sfida nel settore Oleo-enoico. Oltre ai vini Doc, all’olio ed al mirto, ha iniziato a produrre una linea di Gin (link). L’idea è di portare l’anima della Sardegna in giro per il mondo, di qui l’aggettivo scelto che è evocativo: “Pure”.

 

7

Rosato Armonicu 2022 – Depperu 96/100  (territorio/zona dei vigneti: Luras) prezzo a scaffale enoteca 16 euro.

Un leggero residuo zuccherino non inficia, anzi valorizza, l’assaggio di un vino che mostra appieno il suo carattere attraverso ricchezza, avvolgenza del sorso, sapidità accompagnate da mineralità e lunghezza  su ricordi di frutti rossi e spezie dolci.

L’Azienda:  Depperu

 

 

 

 

 

 

Loc. “Sas Ruinas” (strada per la diga Liscia) 07025 Luras (OT)

tel.+39 079 647314

email: info@cantinadepperu.it

L’azienda  si è convertita alla produzione di vino da più di 20 anni (prima rappresentava un salumificio punto di riferimento per tutto il nord della Sardegna). I risultati ormai da diverso tempo sono eccellenti. Del resto le vigne sono nella zona più vocata dell’Alta Gallura (tra Luras e Calangianus) ed i tre fratelli Depperu (Luciano, Andrea e Giovanni) insieme al papà Paolo e supportati da pochi mesi  dal giovane enologo Paolo (rappresentante della nuova generazione della famiglia Depperu) sono letteralmente instancabili e sempre presenti (alternandosi) in vigna e cantina.

6

Cannonau di Sardegna Rosato Cipria Rosé 2021 – Carpante 96,5/100  (territorio/zona dei vigneti: Usini) prezzo a scaffale enoteca 14 euro circa.

Mineralità e note fruttate, speziate ed  agrumate introducono un sorso ricco e dinamico che si chiude con un finale su note iodate lunghissimo.  Carattere ed eleganza completano il quadro organolettico.

L’azienda:  Carpante

Località: Via G.Garibaldi, 151, 07049 Usini SS

Tel: 392 501 9777

email: info@carpante.it

Carpante ha i vigneti adagiati a 250 metri di altitudine sulle colline di Usini (Sassari), zona molto vocata per il Cagnulari – vitigno simbolo del territorio – ma anche per il Vermentino che qui dà origine a vini adatti al lungo invecchiamento. Il Carignano è stato “acquisito” da qualche anno con l’ingresso in azienda dell’agronomo Luca Mercenaro (diventato genero di Giorgio Careddu), che ha messo a disposizione la sua vigna di Carignano a Calasetta (Isola di Sant’Antioco) in località Cussorgia.

5

Rosé LiKorys 2022 – Fulghesu le Vigne 96,8/100  (territorio/zona dei vigneti: Meana Sardo) prezzo a caffale enoteca 15 euro circa.

Questo rosato, che deriva in prevalenza da uve Montepulciano, rappresenta una vera sorpresa. Note di ciliegia si fondono con profumi di spezie e agrumi che anticipano un lungo e pregevole finale su ricordi iodati e fumé. Freschezza, sapidità e materia completano il quadro organolettico.

Località “Su Figili Cerebinu” 08030 Meana Sardo (NU)

email: peppeful@tiscali.it

tel. +39 0784 64320 – +39 338 8729991

I Fulghesu da generazioni tramandano le conoscenze della coltivazione della vite, i saperi e le esperienze dell’arte enologica e le tradizioni del proprio territorio. Tutto ebbe inizio negli anni trenta a Meana Sardo, piccolo paese nella regione storica della Barbagia di Belvì (Nuoro), quando venne impiantato il primo vigneto, nelle splendide colline a ovest del Gennargentu, con le antiche varietà tuttora coltivate ed altri vitigni come la Tintoria. Nel 1969 il capo famiglia Nino Fulghesu, con i risparmi del proprio lavoro di emigrato, volle continuare nella sua attività di viticoltore acquistando altri terreni proseguendo l’avventura di una viticoltura moderna con uno sguardo al futuro. Oggi, nel solco tracciato dal padre, Maria Teresa con l’aiuto ed il supporto della famiglia, continua la tradizione con la realizzazione di una cantina dotata di moderne attrezzature, diventata subito un piccolo gioiello incastonato nelle meravigliose colline meanesi.

4

Cannonau di Sardegna Rosato Fromboliere 2022 – Cantine di Orgosolo 97/100  (territorio/zona dei vigneti: Orgosolo) prezzo a scaffale enoteca 14 euro.

Buona espressione di rosato da uve Cannonau dove note floreali e di macchia mediterranea si fondono con profumi di agrumi, spezie e frutti rossi. Il sorso mostra freschezza accompagnata da ricchezza, e termina con una nota minerale molto persistente.

L’Azienda:  Cantine di Orgosolo

Via E. Mattana, Zona P.I.P. – 08027 Orgosolo (NU)

Tel.: +39 0784 403096
email: info@cantinediorgosolo.it

Un gruppo di piccoli produttori, ciascuno con una propria storia ed esperienza lavorativa alle spalle, costituiscono nel 2007 la società Cantine di Orgosolo e da allora selezionano le migliori uve Cannonau provenienti dai propri vigneti, per produrre in maniera artigianale dei vini rossi autentici, complessi, fortemente legati alla tradizione del luogo. L’impresa nasce ad Orgosolo, importante centro della Barbagia famoso per i suoi murales ed il Supramonte, caratterizzato da una realtà viticola formata da piccoli appezzamenti. La cantina è posta all’ingresso del centro abitato, per chi viene da Nuoro. Realizzata con tecniche e materiali ed attrezzature di nuova concezione, risulta essere molto funzionale ed adatta alle operazioni di trasformazione ed alla ricezione degli ospiti che intendono degustare i vini della cantina.

3

Cannonau di Sardegna Rosato Rosamarina 2022 – Cantina Li Seddi 98,1/100   (territorio/zona dei vigneti: Badesi) prezzo a scaffale enoteca 10 euro circa.

Le vigne a piede franco da cui viene prodotto il Rosamarina godono della vicinanza del mare, prendendo vita da terreni sabbiosi e circondati da macchia mediterranea. Per salvaguardare questo ricco patrimonio, le uve portate in cantina non hanno necessità di restare a contatto con le bucce per molto tempo (12 ore), e proseguono la loro evoluzione in contenitori di acciaio. Ricordi di agrumi, fiori, frutta secca ed un grande finale minerale. Sapidità e materia completano un profilo da Standing Ovation.

L’azienda:  Cantina Li Seddi

Via Mare,29  07030 Badesi  (Olbia-Tempio)

tel.079683052

Le dune sabbiose e le viti a piede franco caratterizzano il territorio di Badesi, davanti al golfo dell’Asinara, dove Franco Stangoni, insieme ai figli, alleva le viti, concentrandosi sul Vermentino, che qui ottiene strordinari risultati, senza però disdegnare di occuparsi, con buoni esiti del Cannonau (anche in versione passita).

2

Nero Miniera Rosè 2022 – Enrico Esu 98,5/100  (territorio/zona dei vigneti: località Medau Desogus) prezzo a scaffale enoteca 16 euro circa.

 

Carattere, equilibrio, sapidità sono le parole chiave dell’assaggio. Ma anche materia, profondità di beva ed un lungo finale su ricordi iodati e di macchia mediterranea. Un rosato per niente timido, che ha il coraggio di esprimere a perfezione il territorio di origine e che vale la nostra Standing Ovation.

L’Azienda: Enrico Esu 

Indirizzo: Località Medau Desogus, 09010 Carbonia Sud Sardegna

email: enricoesu@alice.it

Telefono: 347 825 6871

Paesaggi unici quelli della Cantina Esu nella terra del carbone tra sugherete e terreni sabbiosi dove nel 1958 fu impiantato il primo vigneto di Carignano a piede franco, con allevamento classico ad alberello per resistere meglio alla elevata calura estiva e alle forti raffiche di vento di maestrale. I vigneti si trovano nel comune di Carbonia nelle campagne che si estendono da Gonnesa a Perdaxius, in località Medau Desogus, dove sotto al primo strato di sabbia a qualche decina di metri si trova proprio quel carbone dove affondano le radici delle vigne e dove sono ben radicate anche quelle degli uomini, che hanno visto per molti anni nelle miniere la fonte di lavoro e di reddito.

1

Mandrolisai Rosato Parèda 2022 – Cantina Meana 98,8/100  (territorio/zona dei vigneti: Meana Sardo) prezzo a scaffale enoteca 16 euro circa.

Dalle uve dei vitigni autoctoni del Mandrolisai (Bovale, Cannonau e Monica), nasce un vino  che risulta essere autentica espressione di questo territorio. I profumi di agrumi, frutti rossi, spezia e frutta secca si fondono con armonia, anticipando un sorso ricco e minerale di grande eleganza e carattere. Un vino che merita ampiamente la Standing Ovation.

L’azienda: Cantina Meana

MEANA Terra del Mandrolisai S.S. Agricola di Francesco Podda e C.

Via Roma 129 08030

Meana Sardo (NU)

Tel.+ 39 349 8797817 oppure  + 39 335 1229399

email: info@cantinameana.it

Francesco Podda, dopo una vita passata da dirigente d’azienda fuori regione torna in Sardegna con l’obiettivo di valorizzare un territorio unico come il Mandrolisai. Poche etichette, idee chiare, e tanto impegno per conseguire l’obiettivo. Ed i risultati già sono evidenti.

 

 

La Classifica dei Migliori Vini Dolci

 

15 

Vino Bianco Dolce Horus 2018 – Agricola Montespada   93/100 (territorio/zona dei vigneti: Gallura) prezzo a scaffale enoteca 19 euro circa (bottiglia da 0,500 litri).

Da uve Moscato raccolte molto mature e lasciate appassire in piccole casse in apposti siti dedicati con temperatura ed umidità tenute monitorate. Sentori di macchia mediterranea, miele e frutta secca. Di buon equilibrio gustativo grazie a sapidità e freschezza che vanno a bilanciare dolcezza e carica glicerica.

 

L’azienda: Agricola Montespada

Loc. Giunchizza Trinità d’Agultu e Vignola, Sassari

Tel. +39 349-3737 613

email: montespada@gmail.com

L’azienda ha sede in una zona molto vocata per il Vermentino,  a circa 20 Km da S.Teresa sulla direttrice litoranea che porta a Castelsardo, nel comune di Trinità D’Agultu. Si affaccia sul mare prospiciente le coste della Corsica, coste che dalla sommità della collina si possono facilmente ammirare. L’Azienda Agricola costeggia per oltre 1 km le rive del fiume Vignola e si trova pertanto nella valle a ridosso della ” Sierra du Cinqu denti” nella regione Giunchizza.

14 

Moscato di Sorso Sennori Oro Passito 2021 – Cantina Fara 94/100    (territorio/zona dei vigneti: Sennori) prezzo a scaffale enoteca 20 euro circa (bottiglia da 0,500 litri).

 

Il Moscato di Sorso Sennori è un grande classico del territorio, ed in questo caso trova una interpretazione particolarmente interessante, fatta di sensazioni iodate, di ricordi miele e frutta secca e di un lungo finale di erbe officinali. Il sorso è sapido, fresco, dinamico e mostra ottimo equilibrio gustativo.

L’Azienda:  Cantina Fara

 

Località: Via Raga, snc, 07036 Sennori (SS)

Tel.  368 721 1389

email:  info@cantinafara.com

L’Azienda Agricola Fara nasce a Sennori agli inizi del ‘900 dalla passione e dall’amore che Pietro Fara ha dedicato al lavoro della terra e in modo particolare, alla cura della vigna per la produzione di uve per la vinificazione. La dedizione alla terra e ai suoi frutti hanno scandito la sua vita tutti i giorni. Questa passione è stata tramandata da padre in figlio. Giorgio Fara porta avanti con amore e abnegazione il lavoro e la cura della vigna e, dal prodotto di questa unione passionale, nascono vini dal forte carattere, espressione dei colori e dei profumi del territorio di Sennori. La Cantina Fara produce 5 vini: Jolzi Vermentino di Sardegna DOC; Ziu Pedru Cannonau di Sardegna rosso DOC; Oro Passito Moscato passito di Sorso Sennori DOC ; Zirone isola dei nuraghi rosso passito igt ottenuto da uve autoctone rosse e Bentosu isola dei nuraghi bianco igt un blend di Vermentino e un tocco di Moscato.

13

Moscato di Sorso Sennori Antas 2020 – Cantina Sorso Sennori 94,5/100  (territorio/zona: Romangia) prezzo a scaffale enoteca 30 euro circa (bottiglia da 0,500 litri).

L’Antas è uno degli esempi utili a capire quanto sia sottovalutata la doc Moscato di Sorso Sennori che lo scorso anno ha celebrato 50 anni dalla nascita. Sentori speziati si uniscono a note di miele, rosmarino e frutta secca. Agile, con freschezza e sapidità a bilanciare residuo zuccherino e carica glicerica. Piacevole il finale di erbe officinali.

L’Azienda: Cantina Sorso Sennori

Via Marina, 5, 07037 Sorso SS

Email: info@cantinasorsosennori.it

Tel: 079 350118

L’azienda si colloca nel complesso mosaico geo-pedologico della Romangia e, per precisione, a Sorso. Fondata nel 1955, vanta oggi una superficie vitata di 40 ettari su terreni prevalentemente sabbiosi e argillosi, destinati principalmente alla produzione di Vermentino, Cannonau, Cagnulari e, ovviamente, Moscato. Prendas è una linea dedicata di vini, piuttosto limitata per entità e diffusione.

 

12

Vino bianco da uve stramature Bisài 2021 – Audarya 95/100 (territorio/zona: Serdiana) prezzo a scaffale enoteca 23 euro circa (bottiglia da 0,500 litri).

Un omaggio alla tradizione cagliaritana. Il vino nasce dall’appassimento in pianta (con taglio del tralcio) delle uve Nasco, coltivate ad alberello a 200 metri di quota. Affina esclusivamente in acciaio. Sentori di lavanda, fiori gialli, frutta disidratata, pera, erbe officinali. Grande agilità di beva, di media struttura, è molto fresco ed equilibrato. Adattissimo alla pasticceria secca e ai dolci con mandorle.

L’azienda: Audarya

09040 Serdiana | Cagliari | Sardegna | Italy Loc. Sa Perdera | SS 466 km. 10,100

email: info@audarya.it

tel. +39 070 740437

Ormai nel piccolo comune Serdiana c’è una schiera di aziende che fanno vini di qualità. A nomi come Argiolas e Pala da pochi anni si è aggiunta anche questa cantina, oggi guidata da Salvatore Pala e dalla sorella Nicoletta, che rappresentano la terza generazione della famiglia. Salvatore segue scrupolosamente la vigna e le attività di vinificazione. E i suoi vini – monitorati da chi scrive nel corso degli anni – manifestano un progresso continuo e sempre più evidente.

11

Moscato di Sorso Sennori Crabioni 2021 – Nuraghe Crabioni  96/100 (territorio/zona: Sorso) prezzo a scaffale enoteca 20 euro circa (bottiglia da 0,500 litri).

La dolcezza, domata da freschezza e sapidità, si unisce a ricordi di erbe aromatiche, iodio, frutti gialli e piante officinali. Lunghissimo il finale su sentori di tè, miele e frutta secca. Complessità ed eleganza completano il quadro organolettico.

L’azienda:  Nuraghe Crabioni 

Località: Lu Crabioni 07037 Sorso (Sassari)

Tel.  3402742056

Augusto Seghene, con l’aiuto del cugino Tonino Spanu fonda l’azienda a Sorso nel 2003. Nel giro di pochi anni, prima con le selezioni di Vermentino (Kanimari e Sussinku), poi con lo stesso Cannonau e con il tipico Moscato della zona, e da ultimo anche con il Cagnulari (etichetta Sussinku Rosso), la cantina si afferma tra le più importanti della Romangia. Circa 35 ettari coltivati davanti al mare, la cui salsedine spesso ricopre l’uva con la sua patina bianca e suggerisce quasi una trasmissione di sapori. I figli di Augusto (Alessandra e Maurizio) seguono gli aspetti commerciali mentre la direzione tecnica è del bravissimo enologo Mauro Murgia.

10

Oirad 2020 – Ferruccio Deiana 96,5/100  (territorio/zona dei vigneti: Parteolla e Basso Campidano) prezzo a scaffale enoteca 21 euro circa (bottiglia da 0,5 litri).

Eleganza, freschezza, succosità sono i marcatori di questo piacevolissimo vino dolce, che presenta evidenti sentori speziati e di erbe officinali, note di frutti gialli ed un lungo finale di macchia mediterranea.

 

L’Azienda: Ferruccio Deiana

Località Su Leunaxi, 09040 Settimo San Pietro CA

email: info@ferrucciodeiana.it

tel.+39 070749117

La cantina Ferruccio Deiana è situata presso il comune di Settimo S.Pietro in località Su Leunaxi, nel cuore del Parteolla e Basso Campidano. La sua struttura ricorda i vecchi casolari campidanesi, ed è circondata da vigneti di Vermentino, Nasco, Malvasia, Moscato, Cannonau, Monica, Carignano ed alcuni vitigni internazionali, in una cornice che vede la presenza anche degli ulivi. Le viti risalgono ai primi anni ’90, la cantina può contare oggi su cento ettari di vigne impiantati con un sistema di allevamento a Guyot.

9

Passito Rosso Zirone 2021- Cantina Fara 96,7/100  (territorio/zona dei vigneti: Romangia) prezzo a scaffale enoteca 18 euro circa (bottiglia da 0,5 litri).

 

Ottenuto da uve Girò in purezza presenta sentori di ciliegia ed amarena, note di erbe aromatiche e spezie, ricordi di fragola e di pesca. Sapidità e piacevole tannicità, insieme ad una sorprendente freschezza, vanno a bilanciare dolcezza e impatto glicerico. Il risultato è un vino goloso con un lungo finale di frutti di bosco.

L’Azienda:  Cantina Fara

 

Località: Via Raga, snc, 07036 Sennori (SS)

Tel.  368 721 1389

email:  info@cantinafara.com

L’Azienda Agricola Fara nasce a Sennori agli inizi del ‘900 dalla passione e dall’amore che Pietro Fara ha dedicato al lavoro della terra e in modo particolare, alla cura della vigna per la produzione di uve per la vinificazione. La dedizione alla terra e ai suoi frutti hanno scandito la sua vita tutti i giorni. Questa passione è stata tramandata da padre in figlio.  Giorgio Fara porta avanti con amore e abnegazione il lavoro e la cura della vigna e, dal prodotto di questa unione passionale, nascono vini dal forte carattere, espressione dei colori e dei profumi del territorio di Sennori.   La Cantina Fara produce 5 vini: Jolzi Vermentino di Sardegna DOC; Ziu Pedru Cannonau di Sardegna rosso DOC; Oro Passito Moscato passito di Sorso Sennori DOC ; Zirone isola dei nuraghi rosso passito igt ottenuto da uve autoctone rosse e Bentosu isola dei nuraghi bianco igt un blend di Vermentino e un tocco di Moscato.

8

Lajcheddu 2019 – Tondini 97/100 (territorio/zona dei vigneti: Gallura) prezzo a scaffale enoteca 26 euro circa (bottiglia da 0,5 litri).

Nasce da uve Moscato che subiscono appassimento conferendogli un colore giallo intenso, sensazioni di frutti tropicali, spezie e con buona persistenza su ricordi iodati. La dolcezza e l’apporto glicerico sono contrastate e  bilanciate dalla freschezza e dalla sapidità. Piacevole e lungo il finale su note di pesche e albicocche disidradate.

 

L’azienda:  Tondini

Loc. San Leonardo
07023 Calangianus (OT)

Tel. +39 3494157829 oppure +39 3488701275

email: info@tenutetondini.it

La cantina Tondini ha più di trent’anni di storia. Il fondatore Orlando Tondini, oggi alla guida dell’azienda con i suoi quattro figli, ha iniziato l’attività di viticoltore sul finire degli anni Ottanta, dando priorità al vitigno bianco principe della Sardegna: il Vermentino. Siamo nel cuore dell’Alta Gallura, su una collina tra Luras e Calangianus, zona d’eccellenza per il Vermentino, ma anche capitale sarda del sughero. I vigneti hanno esposizioni ottimali, ad  un’altitudine tra i 300 e i 400 metri di quota su terreni derivanti prevalentemente da disfacimento granitico. Il clima ventilato e le forti escursioni termiche fanno il resto, offrendo una gamma di bianchi sempre convincente e con un ventaglio aromatico indubbiamente espressivo ed affascinante.

7

Noli Me tollere Vitis Apiana 2020 – Cantina Sorso Sennori 97,4/100   (territorio/zona dei vigneti: Romangia) prezzo a scaffale enoteca 25 euro circa (bottiglia da 0,5 litri).

 

Dal territorio della Romangia, su terreni sabbiosi e argillosi, nasce un vino incentrato su ricchezza, sapidità e mineralità, dove le note dolci sanno ben integrarsi con questi elementi. Contraddistinto da profumi speziati a cui si associano note agrumate, termina con un finale su note di fico d’india molto intrigante.

L’Azienda: Cantina Sorso Sennori

Via Marina, 5, 07037 Sorso SS

Email: info@cantinasorsosennori.it

Tel: 079 350118

L’azienda si colloca nel complesso mosaico geo-pedologico della Romangia e, per precisione, a Sorso. Fondata nel 1955, vanta oggi una superficie vitata di 40 ettari su terreni prevalentemente sabbiosi e argillosi, destinati principalmente alla produzione di Vermentino, Cannonau e, ovviamente, Moscato. Prendas è una linea dedicata di vini, piuttosto limitata per entità e diffusione.

 

6

Moscato di Sardegna Passito Nùali 2021 – Siddùra 97,5/100  (territorio/zona dei vigneti: Gallura) prezzo a scaffale enoteca 24 euro circa (bottiglia da 0,375 litri).

Da terreni prevalentemente sabbiosi nasce questo straordinario vino passito, che unisce a sensazioni di miele, frutta secca, mela cotogna e pesche sciroppate, note iodate e salmastre. Il sorso è progressivo e dinamico ed in ottimo equilibrio grazie ad una freschezza realmente sorprendente.

 

 

L’Azienda:  Siddùra

 

 

Località Siddura,07020, Luogosanto

Telefono: 079 657 3027

email: amministrazione@siddura.com

L’azienda è nata con l’ambizione di “rifondare” e restaurare i vigneti nei pressi del borgo medievale di Luogosanto in piena Gallura. I lavori di scasso hanno portato una decina di anni fa alla nascita di un vero e proprio punto di riferimento per la produzione locale. L’approccio punta alla valorizzazione dei vitigni locali attraverso un uso sapiente della tecnologia, in modo da produrre vini che siano espressione pura del territorio e, allo stesso tempo, facili da posizionare sul mercato. I progressi sono evidenti di anno in anno, con prodotti sempre più a fuoco.

5

Vino da uve stramature El Dorado 2022- Fulghesu le Vigne 98/100  (territorio/zona dei vigneti: Meana Sardo) prezzo a scaffale enoteca 16 euro circa (bottiglia da 0,5 litri).

Dalle colline meanesi nasce un vino che si esprime su note speziate a cui si accompagnano sentori di miele e di agrume. Una dolcezza mai eccessiva è ben sorretta da sapidità ed acidità. Il sorso è dotato di buone dinamicità e progressione. Termina con un lungo finale iodato e salmastro che vale la nostra Standing Ovation.

L’azienda: Fulghesu le vigne

Località “Su Figili Cerebinu” 08030 Meana Sardo (NU)

email: peppeful@tiscali.it

tel. +39 0784 64320 – +39 338 8729991

I Fulghesu da generazioni tramandano le conoscenze della coltivazione della vite, i saperi e le esperienze dell’arte enologica e le tradizioni del proprio territorio. Tutto ebbe inizio negli anni trenta a Meana Sardo, piccolo paese nella regione storica della Barbagia di Belvì (Nuoro), quando venne impiantato il primo vigneto, nelle splendide colline a ovest del Gennargentu, con le antiche varietà tuttora coltivate ed altri vitigni come la Tintoria. Nel 1969 il capo famiglia Nino Fulghesu, con i risparmi del proprio lavoro di emigrato, volle continuare nella sua attività di viticoltore acquistando altri terreni proseguendo l’avventura di una viticoltura moderna con uno sguardo al futuro. Oggi, nel solco tracciato dal padre, Maria Teresa con l’aiuto ed il supporto della famiglia, continua la tradizione con la realizzazione di una cantina dotata di moderne attrezzature, diventata subito un piccolo gioiello incastonato nelle meravigliose colline meanesi.

4

Vino dolce da uve stramature Pretzisu 2022 – Cantina Pisu Luigi 98,5/100  (territorio/zona dei vigneti: Mandrolisai) prezzo a scaffale enoteca 25 euro circa (bottiglia da 0,5 litri).

Un territorio unico e straordinario può dar luogo perfino a grandi vini dolci. L’esempio è il Pretzisu 2022, caratterizzato da note di pera, tè e frutti gialli, insieme a ricordi di noci e miele. Un grande equilibrio gustativo ed un’incredibile lunghezza gustativa ci inducono ad una Standing Ovation.

Un ceppo della Vigna del Moscato di Luigi Pisu

L’Azienda: Cantina Pisu Luigi

Via Monte Bello 14,  08030 Atzara (NU)

email: luigipisu82@gmail.com

Tel. +39 3389377808

Cantina di recente costituzione (2019) che si dedica alla conduzione di 4 ettari nel territorio di Atzara. Al centro della filosofia aziendale c’è la dedizione alla vigna intesa come elemento dell’ecosistema. Ne conseguono lavorazioni attente alla natura ed interventi ridotti al minimo in cantina.

3

Moscato di Sardegna Kentàles 2021 – Chessa 99/100    (territorio/zona dei vigneti: Usini) prezzo a scaffale enoteca 29 euro circa (bottiglia da 0,5 litri).

Non solo Cagnulari e Vermentino nel territorio di Usini. Stavolta a sorprenderci è un grande Moscato. Ottenuto da raccolta tardiva delle uve dopo appassimento al sole, ottiene la Standing Ovation per gli intensi aromi floreali e minerali, il lungo finale iodato, e l’ottimo equilibrio gustativo. Eleganza e complessità completano il quadro organolettico.

L’azienda: Chessa

Via S. Giorgio, 07049 Usini SS

email: info@cantinechessa.it

Tel.: 328 374 7069

In un terroir vocato anche per la coltivazione del carciofo spinoso, da diversi anni Giovanna Chessa lavora con bravura ad attualizzare e implementare la storia agricola di famiglia dimostrando grande sensibilità nella produzione dei vini tipici di Usini, in particolare Vermentino e Cagnulari, senza dimenticare lo storico Moscato dolce.

2

Vino da uve stramature Latinia 2017 – Santadi 99,5/100  (territorio/zona dei vigneti: Santadi) prezzo a scaffale enoteca 24 euro circa (bottiglia da 0,375 litri).

Realizzato prevalentemente da uve Nasco. La 2017 è un’annata incredibile per questo vino che ormai è da annoverare, da diversi anni, tra i vini dolci migliori d’Italia. Intensità olfattiva straordinaria su note di albicocca secca, miele, datteri, fichi ed una persistenza infinita declinata in ricordi di noci e iodio in un mirabile gioco di contrasti tra sapidità e dolcezza, freschezza e carica glicerica. Il risultato è una strameritata Standing Ovation.

 

L’azienda:   Cantina Santadi

Via Giacomo Tachis, 14 – 09010 Santadi

email: info@cantinadisantadi.it

tel. +39 0781950127

Nata negli anni Sessanta del Novecento, è probabilmente la cantina sociale del Sulcis più importante da un punto di vista storico, con un ruolo pionieristico per la valorizzazione del Carignano in termini di qualità e potenziale commerciale. È qui che Giacomo Tachis creò nel 1984 il Terre Brune, uno degli ambasciatori del vino sardo nel mondo. Oggi la via a fianco della sede aziendale prende il nome del celebre enologo. I soci sono circa 200, il patrimonio vitato (Vermentino compreso) è di ben 600 ettari.

1

Vino Liquoroso Rosso Festa Norìa s.a. – Santadi 100/100  (territorio/zona dei vigneti: Santadi) prezzo a scaffale enoteca 28 euro circa (bottiglia da 0,500 litri).

Da uve Cannonau. La vinificazione e l’affinamento avvengono in piccole botti di rovere di terzo passaggio per diversi anni. La fermentazione viene arrestata attraverso l’aggiunta di alcol vinico. Un vero e proprio Porto alla maniera sarda. Il nome del vino evoca una grande festa ed infatti il quadro organolettico è da fuochi di artificio con note di frutti rossi, spezie, macchia mediterranea, erbe aromatiche, noci ed un lungo finale chinato ed agrumato. Cento centesimi, chapeau e Standing Ovation.

 

L’azienda:   Cantina Santadi

Via Giacomo Tachis, 14 – 09010 Santadi

email: info@cantinadisantadi.it

tel. +39 0781950127

Nata negli anni Sessanta del Novecento, è probabilmente la cantina sociale del Sulcis più importante da un punto di vista storico, con un ruolo pionieristico per la valorizzazione del Carignano in termini di qualità e potenziale commerciale. È qui che Giacomo Tachis creò nel 1984 il Terre Brune, uno degli ambasciatori del vino sardo nel mondo. Oggi la via a fianco della sede aziendale prende il nome del celebre enologo. I soci sono circa 200, il patrimonio vitato (Vermentino compreso) è di ben 600 ettari.

La Classifica dei Migliori Bovale

Recenti studi del DNA ci rappresentano delle differenze tra Bovale Sardo (o Muristellu) e Bovale di Spagna, entrambi presenti in Sardegna. Dato che in etichetta queste differenze non appaiono parleremo per praticità solo di “Bovale” in generale.

Il Bovale (sia quello sardo che quello di Spagna) è un vitigno usato storicamente come uva da taglio, essenzialmente per conferire ai vini ulteriore colore.

Negli ultimi 10/15 anni si è invece rivelata una varietà che anche in purezza può dare ottimi risultati.

E la nostra classifica ne consacra, in qualche misura, il successo.

 

10

Bovale Olosìa 2019 – Cantina Meana 93/100   (territorio/zona dei vigneti: Meana Sardo) prezzo a scaffale enoteca 19 euro circa.

Sentori speziati e di macchia mediterranea dominano la scena nell’assaggio di un vino fresco, sapido, avvolgente. Precisione stilistica ed eleganza insieme a freschezza sapidità. Di buon equilibrio gustativo e di discreta persistenza.

 

L’azienda: Cantina Meana

MEANA Terra del Mandrolisai S.S. Agricola di Francesco Podda e C.

Via Roma 129 08030

Meana Sardo (NU)

Tel.+ 39 349 8797817 oppure  + 39 335 1229399

email: info@cantinameana.it

Francesco Podda, dopo una vita passata da dirigente d’azienda fuori regione torna in Sardegna con l’obiettivo di valorizzare un territorio unico come il Mandrolisai. Poche etichette, idee chiare, e tanto impegno per conseguire l’obiettivo. Ed i risultati sono già evidenti.

9

Bovale Galanzette 2021 – Cantina Giacu 94/100  (territorio/zona dei vigneti: Mandrolisai) prezzo a scaffale enoteca 18 euro circa.

Proviene da vigneti locati tra i 500 e i 700 metri di altezza, su terreni a disfacimento granitico, ricchi di potassio. Evidenzia decisi sentori di frutta rossa (prugna, ciliegia), petali di rosa secca ed elegante speziatura.  Avvolgente, succoso, equilibrato, con tannini levigati, mostra sensazioni fruttate ed una vena fresca che ne esalta la bevibilità.

L’azienda: Cantina Giacu

 

Piccola azienda a conduzione familiare nata nel 2016. I vigneti sono a pochi chilometri dal centro di Sorgono, in prossimità del Santuario di San Mauro  e del sito archeologico di Biru ‘e Concas (in italiano sentiero delle teste), dove si trovano menhir, nuraghi e tombe dei giganti.

8

Capo Mannu 2022 – Tenute Evaristiano 94,5/100   (territorio/zona dei vigneti: Putzu Idu, Oristano) prezzo a scaffale enoteca 13 euro circa.

 

Scuro e denso, dal colore impenetrabile,  si apre con un ventaglio di sensazioni di pot-pourri di petali di rosa rossa e karkadè proseguendo verso note di cassis, more selvatiche, macchia mediterranea e scorza di chinotto. Il sorso si presenta tondo, fresco, vellutato, di ottima e succosa beva, con un lungo finale su eleganti ricordi floreali.

L’Azienda: Tenute Evaristiano

Loc. Is Araus SP10 Km 10.500 – 09070 San Vero Milis (OR)

Tel.: 0783 1814 897
email: info@cantinaevaristiano.it 

La Cantina Evaristiano nasce negli anni ’90, ma la sua storia vitivinicola risale al 1939, quando Padre Evaristo Madeddu e Beniamina Piredda crearono la Compagnia del Sacro Cuore con l’obiettivo di aiutare la comunità attraverso un progetto di educazione formazione e lavoro al sostegno dei bisognosi. Attualmente la Sede operativa enologica è ubicata nella località di Putzu Idu, nel comune di San Vero Milis (OR), situato nella costa occidentale della Sardegna. La “Società Agricola Evaristiano”, che oggi conta oltre 100 ettari di terreno, è stata fondata per rispondere alle esigenze socioeconomiche del momento, mantenendo intatto il carisma fondativo dell’opera evaristiana. Oggi le principali aree di coltivazione dei vigneti, estese per circa 30 ettari, sono così distribuite: Area del Sinis, nei pressi della comunità di Putzu Idu; Area del Medio Campidano, nei pressi della comunità di Serramanna; Area della piana di Cagliari, Sestu e Monserrato.

7

Bovale Nuracada 2020 – Audarya 95/100 (territorio/zona dei vigneti: Serdiana) prezzo a scaffale enoteca 23 euro.

Un Bovale sempre centrato, quello di Audarya, con sensazioni di erbe aromatiche, macchia mediterranea, spezie e frutti rossi in evidenza. Il sorso è fresco, sapido, dinamico e si chiude con un pregevole finale su ricordi balsamici.

L’azienda: Audarya

Località: 09040 Serdiana | Cagliari | Sardegna | Italy Loc. Sa Perdera | SS 466 km. 10,100

Tel.  +39 070 740437

email: info@audarya.it

Ormai nel piccolo comune Serdiana c’è una schiera di aziende che fanno vini di qualità. A nomi come Argiolas e Pala da pochi anni si è aggiunta anche questa cantina, oggi guidata da Salvatore Pala e dalla sorella Nicoletta, che rappresentano la terza generazione della famiglia. Salvatore segue scrupolosamente la vigna e le attività di vinificazione. E i suoi vini – monitorati da chi scrive nel corso degli anni – manifestano un progresso continuo e sempre più evidente.

6

Bovale Essentija 2021 – Pala 96/100 (territorio/zona dei vigneti: Serdiana) prezzo a scaffale enoteca 22 euro circa.

 

Mostra una grande stratificazione e articolazione degli aromi: una cornucopia di frutta scura con mora, mirtillo e visciola in risalto, quindi humus, ginepro, menta, elicriso e origano con un fondo minerale-gessoso. Sorso potente con tannini ancora acuminati e infiltranti, calore e corpo sostenuti da una robusta spalla acida e sapidità infusa, sviluppo lento e solare sulla polpa del frutto maturo, finale succoso e di inattesa freschezza con coda minerale-terrosa.

L’Azienda: Pala

Via Verdi, 7 – 09040 Serdiana

Tel +39 070 740284

email: info@pala.it

Mario Pala rappresenta la quarta generazione di una famiglia da sempre dedita alla viticoltura e inscindibilmente legata alla terra di Sardegna. Nel 1950, con la prima vendemmia, iniziava la storia aziendale che oggi vede Mario affiancato dalla moglie Rita e dai figli Massimiliano, Maria Antonietta ed Elisabetta sempre più attenti a produrre  vini che siano fortemente espressivi del territorio, nel pieno rispetto delle tradizioni vitivinicole tramandate. Nel 2020 si sono spente le candeline per festeggiare la settantesima vendemmia.

5

Bovale Su’diterra 2022 – Su’Entu 97/100  (territorio/zona dei vigneti: Marmilla) prezzo a scaffale enoteca 15 euro circa.

Porta degnamente gli emblemi di semplicità e bevibilità, senza banalizzarli: è infatti intenso, vibrante nei sentori di rovo (con la sua mora), ciliegia, mirto e benzoino, molto fresco e travolgente nell’immediatezza del frutto rosso e del nocciolo di ciliegia, ritmato e delicatamente speziato per fattura e gusto dei tannini. Chiusura col frutto in diminuendo, che cede il posto a cenni balsamici e minerali-marini.

L’Azienda: Su’Entu

SP 48 Km 1,8 (Strada Sanluri-Lunamatrona)
09025 Sanluri (CA)
tel. Cantina +39 (070) 935 71 206

email: info@cantinesuentu.com

Il progetto della famiglia Pilloni è uno di quelli di cui si parla molto nell’isola. Con l’obiettivo di valorizzare un territorio poco conosciuto e incontaminato, la Marmilla, in pochi anni ha messo su una cantina, una struttura ricettiva e una produzione vitivinicola di prima classe. I vigneti stanno diventando più maturi ed equilibrati, e ciò si riflette in una qualità media della produzione in continua crescita.

4

Bovale Parisi 2021 – I Garagisti di Sorgono 97,4/100   (territorio/zona dei vigneti: Mandrolisai) prezzo a scaffale enoteca 20 euro circa.

Freschezza, sapidità ed un’incredibile lunghezza gustativa sono le parole chiave nell’assaggio di un Bovale di grande rispondenza territoriale. Sentori di macchia mediterranea si uniscono a note di erbe officinali e frutti rossi ed anticipano un piacevolissimo ed interminabile finale iodato.

L’Azienda: I Garagisti di Sorgono

email: info@garagistidisorgono.com

A Sorgono, capoluogo del Mandrolisai, Pietro Uras, Renzo Manca e Simone Murru hanno deciso di unire le forze e coltivare ad alberello le vecchie vigne, di 60-80 anni di età, dei nonni e dei genitori, nelle migliori colline Burdaga, Figu, Pischina, Pardu e Cresia ad un altitudine di circa 550 metri. Naturalmente si vinificano i vitigni che compongono il Mandrolisai: Cannonau, Muristeddu (Bovale Sardo) e Monica.  Il risultato è rappresentato da tre etichette con i loro cognomi: Uras (Mandrolisai), Manca (Cannonau), Murru (Monica); la quarta, Parisi (Muristeddu), che significa “Insieme”, riunisce le uve di tutti.

3

Bovale Bagadìu 2021 – Fradiles 98/100    (territorio/zona dei vigneti: Mandrolisai) prezzo a scaffale enoteca 19 euro (nella foto della bottiglia è indicata la 2012 ma noi abbiamo assaggiato l’annata 2021).

I vigneti sono situati nella zona collinare del versante ovest della catena montuosa del Gennargentu, ad un altitudine di 550 metri, in un’area tanto affascinante e scenografica quanto dura e per certi versi ostile. Da qui proviene lo “scapolo”, questo il significato del termine bagadìu in sardo, che mostra colore rubino impenetrabile, sensazioni di piccoli frutti rossi maturi, speziatura dolce, note di arancia rossa e sentori di macchia mediterranea in chiusura. Sorso avvolgente, fresco sapido.  Eleganza e complessità che si traducono in una meritatissima Standing Ovation.

L’azienda: Fradiles

Incrocio per Località Creccherì, SP61, 08030 Atzara NU

email: info@fradiles.it

tel. +39 3331761683

Fradiles, “cugini” in lingua sarda, è guidata da Paolo Savoldo. L’azienda è votata in gran parte alla valorizzazione della Doc Mandrolisai, con 12 ettari di vigna ad Atzara, a 500-600 metri di quota, sotto il Gennargentu. Qui, su terreni derivanti da disfacimento granitico, vengono coltivate le varietà tipiche della zona: Bovale Sardo (Muristellu), Cannonau, Monica, ma anche Carignano (chiamato “Aniga di Sant’Antiogu”). Il sistema prevalente è l’alberello, con esemplari che in alcuni casi superano il secolo d’età. Da segnalare anche il bianco Funtanafrisca e il rosso Bagadiu, da Muristellu in purezza.

2

Muristellu 2015 – Atha Ruja 98,5/100 (territorio/zona dei vigneti: Dorgali) prezzo a scaffale enoteca 37 euro.

Mette in evidenza le grandi potenzialità di evoluzione del Muristellu (Bovale Sardo), con note di frutti rossi ancora integri, spezie, macchia mediterranea. Il sorso è incredibilmente fresco, speziato e mostra pienezza ed avvolgenza. Lunghissimo il finale balsamico. Complessità ed eleganza per una strameritata Standing Ovation.

 

L’Azienda: Atha Ruja

 

Via Oddoene, Dorgali (NU) ITALY

email:info@viniatharuja.com

Tel. +39 347 8693936

La Cantina Atha Ruja Poderi di Dorgali nasce nei primi anni ‘90, dalla condivisione del sogno di Pietro Pittalis e Annita Salis. La storia non ha avuto il percorso lineare dei filari dei vigneti, non è stato un “amore a prima vista”, ma l’elaborazione di una tradizione di viticoltori da due generazioni. Insieme all’enologo Marco Bernabei,  i due hanno iniziato quest’avventura con l’entusiasmo di quando da bambini raccoglievano l’uva della vendemmia sui piccoli cesti di incannucciato. Oggi tutte le fasi e i processi, dalla raccolta dei grappoli alla fermentazione e maturazione, vengono costantemente monitorati grazie a protocolli interni di controllo qualità.

1

Bovale Thesys 2021 – Pala 99/100   (territorio/zona dei vigneti: Serdiana) prezzo a scaffale enoteca 17 euro.

Foto della Vigna del Thesys

Dovendo porre un limite al gioco dei rimandi fra transeunti tracce sensibili e solida, insondabile sostanza, il naso è coinvolgente, profondo e intenso di amarena, cassis, cuoio, tabacco, ferro caldo e macchia mediterranea; il sorso energico, teso, corposo e diritto, fermo nella presa al palato e via via più disteso in progressione, con freschezza infusa e nitidi riconoscimenti fruttati nel finale. Bello e da immortalare solo rifugiandosi dietro al pretesto calviniano: “L’opera vera consiste non nella sua forma definitiva ma nella serie d’approssimazioni per raggiungerla”. Vale la nostra Standing Ovation.

L’Azienda: Pala

Via Verdi, 7 – 09040 Serdiana

Tel +39 070 740284

email: info@pala.it

Mario Pala rappresenta la quarta generazione di una famiglia da sempre dedita alla viticoltura e inscindibilmente legata alla terra di Sardegna. Nel 1950, con la prima vendemmia, iniziava la storia aziendale che oggi vede Mario affiancato dalla moglie Rita e dai figli Massimiliano, Maria Antonietta ed Elisabetta sempre più attenti a produrre  vini che siano fortemente espressivi del territorio, nel pieno rispetto delle tradizioni vitivinicole tramandate. Nel 2020 si sono spente le candeline per festeggiare la settantesima vendemmia.

 

La Classifica dei migliori Mandrolisai

Mandrolisai è una denominazione (ed un territorio) di origini antiche, che prevede l’utilizzo delle uve Bovale insieme a Cannonau e Monica. In questo territorio, sito nel centro della Sardegna, che ricade in gran parte nella provincia di Nuoro e solo per una piccola porzione nella provincia di Oristano, si trovano alcune delle più belle ed antiche vigne di tutta l’Isola. I Comuni interessati sono Ortueri, Atzara, Sorgono, Tonara, Desulo e Meana Sardo, in provincia di Nuoro, il Comune di Samugheo in provincia di Oristano.

Al momento i produttori che imbottigliano sono più di 20, i vini sono ogni anno più centrati e mostrano carattere, eleganza e grande aderenza territoriale. Per questo motivo siamo arrivati a recensire ben 20 etichette che ci hanno letteralmente conquistato.  Ci auguriamo che il percorso per la costituzione del relativo consorzio di tutela sia veloce. La Classifica include anche etichette non appartenenti alla denominazione, ma prodotte nel territorio con l’uvaggio caratteristico (Bovale, Cannonau, Monica).

20

Pareda Bio 2017 – Cantina Meana di Francesco Podda91/100 (territorio/zona dei vigneti: Meana Sardo) prezzo a scaffale enoteca 19 euro circa.


Note di spezie, frutti rossi e macchia mediterranea, si uniscono a sentori balsamici e leggermente boisé. Il sorso è fresco, sapido. Darà il meglio di sé con l’evoluzione.

L’azienda: Cantina Meana

MEANA Terra del Mandrolisai S.S. Agricola di Francesco Podda e C.

Via Roma 129 08030

Meana Sardo (NU)

Tel.+ 39 349 8797817 oppure  + 39 335 1229399

email: info@cantinameana.it

Francesco Podda, dopo una vita passata da dirigente d’azienda fuori regione torna in Sardegna con l’obiettivo di valorizzare un territorio unico come il Mandrolisai. Poche etichette, idee chiare, e tanto impegno per conseguire l’obiettivo. Ed i risultati sono già evidenti.

 

19

Rosso Ventuno 2021 – Vigne Centro Sardegna 92/100   (territorio/zona dei vigneti: Sorgono) prezzo a scaffale enoteca 20 euro circa.

Proviene da vigne di oltre 90 anni allevate ad alberello e si presenta con note balsamiche e frutti rossi a cui si accompagnano accenni di spezie ed agrumi. Ricco, con un tannino vellutato, termina in un finale lunghissimo di erbe officinali e macchia mediterranea.

L’Azienda: Vigne Centro Sardegna

Corso IV Novembre, 63

08038 – Sorgono (NU)

Email: info@vignecentrosardegna.com

Tel. +39 346 4499459

La storia delle Vigne Centro Sardegna, inizia con l’intuizione e la voglia di Iuri Marras di valorizzare il territorio ma soprattutto la vecchia vigna di proprietà del nonno Antonio, che conferiva l’uva ad altri produttori. Iuri ha deciso invece che fosse giunto il tempo di produrre per se stessi e di imbottigliare. Ha avuto subito il calore e il sostegno di alcuni amici e familiari. Da qui è nato il progetto Vigne Centro Sardegna nato per raccontare il cuore dell’isola e il Mandrolisai.

 

18

Mandrolisai Rosso Garage 2021 – I Garagisti di Sorgono 93/100    (territorio/zona dei vigneti: Sorgono) prezzo a scaffale enoteca 14 euro circa.

Una interpretazione della DOC Mandrolisai incentrata soprattutto sulla freschezza, senza perdere di vista il carattere dei vitigni Muristeddu,  Cannonau, e Monica. L’assaggio è tutto improntato su frutti rossi ed agrumi a cui si associa un sorso sapido e ricco.

L’Azienda: I Garagisti di Sorgono

email: info@garagistidisorgono.com

A Sorgono, capoluogo del Mandrolisai, Pietro Uras, Renzo Manca e Simone Murru hanno deciso di unire le forze e coltivare ad alberello le vecchie vigne, di 60-80 anni di età, dei nonni e dei genitori, nelle migliori colline Burdaga, Figu, Pischina, Pardu e Cresia ad un altitudine di circa 550 metri. Naturalmente si vinificano i vitigni che compongono il Mandrolisai: Cannonau, Muristeddu (Bovale Sardo) e Monica.  Il risultato è rappresentato da tre etichette con i loro cognomi: Uras (Mandrolisai), Manca (Cannonau), Murru (Monica); la quarta, Parisi (Muristeddu), che significa “Insieme”, riunisce le uve di tutti.

17

Mandrolisai Rosso 2020 – Cantina  Soberana  94/100   (territorio/zona dei vigneti: Samugheo) prezzo a scaffale enoteca 12 euro circa.

Un vino di straordinaria finezza che mostra sentori di frutti e fiori rossi, insieme a ricordi di erbe officinali e note balsamiche. Eleganza, complessità ed un sorso pulito e ricco allo stesso tempo  completano il già ampio quadro organolettico.

L’Azienda: Cantina  Soberana

Via Nonnu Macis 15/C 09086 Samugheo (OR)

tel. Andrea Loi +39 3459384487

tel. Raimondo Frongia +39 3463253041

email: soberanacantina@gmail.com

Nel Comune di Samugheo, l’unico della provincia di Oristano della doc Mandrolisai nel centro della Sardegna un’azienda che cerca di valorizzare un terroir unico, fatto di vecchie vigne (alcune hanno oltre 100 anni) su terreni da disfacimento granitico con importanti escursioni termiche giorno-notte.  Una produzione di nicchia (30 mila bottiglie) fedele all’identità territoriale.

16

Mandrolisai Rosso Superiore Balente 2018 – Cantina Carboni  94,5/100 (territorio/zona dei vigneti: Ortueri) prezzo a scaffale enoteca 25 euro circa.


In evidenza carattere, eleganza, complessità e freschezza. Note di frutti rossi e macchia mediterranea si uniscono a sensazioni speziate e ricordi di erbe officinali. Il sorso è agile senza rinunciare a materia e lunghezza gustativa.

L’azienda: Cantina Carboni

Via Umberto 163 – Ortueri (NU)

email: info@vinicarboni.it

Tel. +39.078466213

L’azienda, con le sue vigne, ha sede ad Ortueri, nel cuore di una delle “regioni” storiche della Sardegna: il Mandrolisai, area della Sardegna centrale, circondata dalla Barbagia e dall’Ogliastra, dove si trovano le montagne più alte della regione. Parliamo di una piccola cantina a conduzione famigliare nata negli anni ’90 con l’obiettivo di difendere la millenaria tradizione della coltivazione dei vitigni autoctoni della zona (Cannonau, Bovale, Monica e Nasco), promuovendo i vini tipici del territorio, di cui la Doc Mandrolisai rappresenta il fiore all’occhiello.

15

Mandrolisai Rosso Genìa (bio) 2020 – Cantina Meana di Francesco Podda  95/100 (territorio/zona dei vigneti: Meana Sardo) prezzo a scaffale enoteca 25 euro circa.

Sapido, fresco e di grande lunghezza gustativa, presenta note speziate e iodate, ricordi di macchia mediterranea ed una buona mineralità. Coniuga potenza ed eleganza in un sorso avvolgente e di grande equilibrio che si chiude con un piacevole finale su note di frutti rossi.

 

L’azienda: Cantina Meana

MEANA Terra del Mandrolisai S.S. Agricola di Francesco Podda e C.

Via Roma 129 08030

Meana Sardo (NU)

Tel.+ 39 349 8797817 oppure  + 39 335 1229399

email: info@cantinameana.it

Francesco Podda, dopo una vita passata da dirigente d’azienda fuori regione torna in Sardegna con l’obiettivo di valorizzare un territorio unico come il Mandrolisai. Poche etichette, idee chiare, e tanto impegno per conseguire l’obiettivo. Ed i risultati sono già evidenti.

14

Mandrolisai Rosso Quarantesimo Parallelo 2020 – Luigi Murru 95,4/100  (territorio/zona dei vigneti: Sorgono) prezzo a scaffale enoteca 26 euro.

 

Sensazioni speziate e agrumate si uniscono a note di macchia mediterranea. Il sorso è fresco, sapido, succoso, con tannini levigati e mostra struttura e complessità. Il finale insiste su ricordi balsamici e iodati.

L’Azienda: Luigi Murru

Vico II Amsicora 5,

08038, Sorgono, Nuoro

email: murruluigi@tiscali.it

Tel.+39 3404020462

Piccola realtà con un vigneto di circa un ettaro acquistato e reimpiantato nel 2005, in agro del Comune di Sorgono in località Burdaga, collocato ad una altitudine di 650 metri su terreni franco-sabbiosi. Si producono solo 1500 bottiglie di un’unica etichetta, il quarantesimo parallelo, che ha visto la nascita con la vendemmia 2018.

13 

Mandrolisai Rosso Quarantesimo Parallelo 2021 – Luigi Murru 95,5/100 (territorio/zona dei vigneti: Sorgono) prezzo a scaffale enoteca 26 euro.

 

 

Bevibilità, scorrevolezza senza rinunciare a materia e lunghezza gustativa. Queste le caratteristiche del Quarantesimo Parallelo 2021 che mostra note floreali e di frutti rossi, sentori di spezie ed erbe officinali. Il sorso è fresco, sapido ed avvolgente.

L’Azienda: Luigi Murru

Vico II Amsicora 5,

08038, Sorgono, Nuoro

email: murruluigi@tiscali.it

Tel.+39 3404020462

Piccola realtà con un vigneto di circa un ettaro acquistato e reimpiantato nel 2005, in agro del Comune di Sorgono in località Burdaga, collocato ad una altitudine di 650 metri su terreni franco-sabbiosi. Si producono solo 1500 bottiglie di un’unica etichetta, il quarantesimo parallelo, che ha visto la nascita con la vendemmia 2018.

12

Mandrolisai Rosso 2020 – Vitivinicola Etzo 95,7/100  (territorio/zona dei vigneti: Atzara) prezzo a scaffale enoteca 23 euro circa.

 

Da vigneti di età compresa tra i 15 e i 72 anni nel comune di Atzara, situati a 650 metri sul livello del mare nasce un vino che affina in parte in acciaio e in parte in barrique usate. Ci accoglie con note di frutti rossi a cui si accompagnano sentori di spezie ed agrumi, Il sorso è intenso con un ottima progressione iodata e termina su ricordi di macchia mediterranea.

L’Azienda: Vitivinicola Etzo

Via Vittorio Emanuele, 93/a

08030 – Atzara (NU)

Email:

Tel: +39 333 654 0778

La Vitivinicola Etzo nasce nel 2019 ad Aztara (Nuoro) paese situato nel cuore della Sardegna, nella subregione storica del Mandrolisai e nello stesso anno viene svolta la prima vendemmia. I vigneti sono condotti a regime biologico e la forma di allevamento è quella ad alberello sardo. Si trovano all’interno dell’area iscritta nel Registro Nazionale dei Paesaggi storico rurali e denominata “Paesaggio Policulturale: I vigneti del Mandrolisai di Atzara e Sorgono”, unico paesaggio iscritto in Sardegna. Tra questi un vigneto è stato impiantato nel 1950 risultando iscritto all’albo comunale dei vigneti storici del Mandrolisai.

11

Mandrolisai Fradiles 2021 – Fradiles 96/100   (territorio/zona dei vigneti: Atzara) prezzo a scaffale enoteca 16 euro circa (nella foto della bottiglia è indicata la 2008 ma noi abbiamo assaggiato l’annata 2021).

Ottenuto dai vitigni tradizionali della zona: Bovale, Cannonau e Monica, allevati oltre i 500 metri di altitudine, questo vino racchiude in sé tutto il territorio del Mandrolisai con il suo carattere pieno e vellutato. Sentori di frutti maturi (ciliegia e more quasi in confettura), note di macchia mediterranea e ricordi di speziatura dolce introducono ad un sorso fresco, sapido e moderatamente tannico, tanto da riequilibrare la sensazione di calore dell’apertura. Complessivamente intenso, persistente e di grande carattere.

L’azienda: Fradiles

Incrocio per Località Creccherì, SP61, 08030 Atzara NU

email: info@fradiles.it

tel. +39 3331761683

Fradiles, “cugini” in lingua sarda, è guidata da Paolo Savoldo. L’azienda è votata in gran parte alla valorizzazione della Doc Mandrolisai, con 12 ettari di vigna ad Atzara, a 500-600 metri di quota, sotto il Gennargentu. Qui, su terreni derivanti da disfacimento granitico, vengono coltivate le varietà tipiche della zona: Bovale Sardo (Muristellu), Cannonau, Monica, ma anche Carignano (chiamato “Aniga di Sant’Antiogu”). Il sistema prevalente è l’alberello, con esemplari che in alcuni casi superano il secolo d’età. Da segnalare anche il bianco Funtanafrisca e il rosso Bagadìu, da Muristellu in purezza.

10

Mandrolisai Rosso Superiore 2020 – Cantina Soberana  96,5/100  (territorio/zona dei vigneti: Mandrolisai) prezzo a scaffale enoteca 15 euro circa.

 

Da vigne di Muristellu, Cannonau, Monica e altre varietà autoctone, che in alcuni casi raggiungono i 50 anni di età, coltivate a 450 metri di quota. Affinamento in acciaio con breve passaggio in barrique esauste. Frutti e fiori rossi, uva spina, macchia mediterranea, leggermente affumicato, pepe nero e chiodi di garofano. Sorso di buone freschezza e armonia, succosissimo e di notevole tensione. Finale ricco, con rimandi al sottobosco e alle spezie.

L’Azienda: Cantina Soberana

Via Nonnu Macis 15/C 09086 Samugheo (OR)

tel. Andrea Loi +39 3459384487

tel. Raimondo Frongia +39 3463253041

email: soberanacantina@gmail.com

Nel Comune di Samugheo, l’unico della provincia di Oristano della doc Mandrolisai nel centro della Sardegna un’azienda che cerca di valorizzare un terroir unico, fatto di vecchie vigne (alcune hanno oltre 100 anni) su terreni da disfacimento granitico con importanti escursioni termiche giorno-notte.  Una produzione di nicchia (30 mila bottiglie) fedele all’identità territoriale.

9

Mandrolisai Krabone 2021 – Vigne Centro Sardegna 97/100  (territorio/zona dei vigneti: Sorgono) prezzo a scaffale enoteca 25 euro circa.

Dal cuore della Sardegna e da vigne di oltre 80 anni proviene questo vino che rappresenta al meglio il territorio della sua denominazione. Un colore rubino impenetrabile lascia presagire un ventaglio olfattivo che spazia dalla confettura rossa, a sensazioni balsamiche, a note di pepe nero e di vaniglia (dovute agli 8 mesi di affinamento in legno). Affascina per il suo equilibrio tra struttura e freschezza che, unitamente alla sapidità, progrediscono in un lungo finale in cui emergono eleganti ricordi di spezie ed erbe officinali.

L’Azienda: Vigne Centro Sardegna

Corso IV Novembre, 63

08038 – Sorgono (NU)

Email: info@vignecentrosardegna.com

Tel. +39 346 4499459

La storia delle Vigne Centro Sardegna, inizia con l’intuizione e la voglia di Iuri Marras di valorizzare il territorio ma soprattutto la vecchia vigna di proprietà del nonno Antonio, che conferiva l’uva ad altri produttori. Iuri ha deciso invece che fosse giunto il tempo di produrre per se stessi e di imbottigliare. Ha avuto subito il calore e il sostegno di alcuni amici e familiari. Da qui è nato il progetto Vigne Centro Sardegna nato per raccontare il cuore dell’isola e il Mandrolisai.

 

8

Mandrolisai Rosso 2021 – Cantina Giacu 97,3 /100    (territorio/zona dei vigneti: Atzara) prezzo a scaffale enoteca 20 euro circa.

 

Le uve provengono dalle vigne situate sulle colline di Sorgono, a 500 metri di altezza. Dopo una macerazione prefermentativa di tre giorni, fermenta per 15 giorni sulle bucce. Affinamento in acciaio e qualche mese in bottiglia prima della commercializzazione. In evidenza sentori di lamponi e melograno, spezie in sottofondo. Sorso di impronta acida e minerale, con tannini dolci e carezzevoli, è di notevole bevibilità e scorrevolezza. Chiusura complessa, di buon equilibrio, contrassegnata dai frutti rossi.

L’azienda: Cantina Giacu

 

Via Veneto, 20/A,

08038 Sorgono NU

Email: agricolagiacu@gmail.com

Tel: 393 194 8566

Piccola azienda a conduzione familiare nata nel 2016. I vigneti sono a pochi chilometri dal centro di Sorgono, in prossimità del Santuario di San Mauro e del sito archeologico di Biru ‘e Concas (in italiano sentiero delle teste), dove si trovano menhir, nuraghi e tombe dei giganti.

 

7

Mandrolisai 2021 – La Dolce Vigna di Antonella Pisu 98/100   (territorio/zona dei vigneti: Atzara) prezzo a scaffale enoteca 28 euro circa.

 

Questo sorprendente Mandrolisai viene prodotto con le migliori uve provenienti dai vigneti di Muristeddu (Bovale Sardo), Cannonau e Monica, posti su terreni derivanti da disfacimento granitico, tendenti al sabbioso, a 600 metri di quota. Le varietà di uva, vendemmiate la prima settimana di ottobre, vengono vinificate insieme con fermentazione spontanea ed affinano 8 mesi in legno medio ed ulteriori 8-10 mesi in bottiglia. Il risultato è in un calice che deborda di sensazioni: cassis, pepe nero, sentori agrumati e iodati, ritorni balsamici e di macchia mediterranea che si susseguono in un finale lunghissimo. Al sorso si  rivela corposo, caldo, avvolgente, sapido, dotato di un’elegante tannicità per chiudersi su richiami speziati e di frutti rossi. Un vino da Standing Ovation che viene  prodotto in meno di 3 mila bottiglie.

L’Azienda: La Dolce Vigna di Antonella Pisu

Tel.: +39 3288148897

email:info@dolcevigna.it

Antonella Pisu, microbiologa ed enologa, con il progetto “La Dolce Vigna” mira a valorizzare il territorio del Mandrolisai ed in particolare quello di Atzara. Con poche ma significative parole esprime la sua visione: “Per me la vigna è tutto: la mia casa, il mio lavoro, la mia passione. Un contesto sostenibileecologico, in piena armonia con l’ambiente circostante.”  Ma la vigna è per Antonella anche “l’insieme di attività autentiche e genuine, che possono essere sperimentate in prima persona da chiunque desideri prenderne parte”. Il turismo in vigna dunque con l’obiettivo di far conoscere il territorio e le attività che servono a produrre un grande vino come il Mandrolisai.

6

Mandrolisai Centro 2021 – Vigne Centro Sardegna 98,3/100    (territorio/zona dei vigneti: Sorgono) prezzo a scaffale enoteca 22 euro circa.

Foto dei ceppi di Vigne Centro Sardegna

Naso accogliente e intenso di ciliegia, china, arancia sanguinella e garofano, pulito e profondo nelle note silvestri e terrose. Trama fitta dei tannini, polpa e succulenza di frutta rossa fresca – con la sua saporosa, rinfrescante acidità – a connotare l’ingresso; struttura e vigoria emergenti in progressione, elevati da freschezza istante, sapidità infusa e richiami di bosco ed erbe officinali. Lungo e arioso finale sugli stessi accordi d’apertura (ciliegia, terra, cortecce e fogliame). Merita la nostra Standing Ovation.

L’Azienda: Vigne Centro Sardegna

Corso IV Novembre, 63

08038 – Sorgono (NU)

Email: info@vignecentrosardegna.com

Tel. +39 346 4499459

La storia delle Vigne Centro Sardegna, inizia con l’intuizione e la voglia di Iuri Marras di valorizzare il territorio ma soprattutto la vecchia vigna di proprietà del nonno Antonio, che conferiva l’uva ad altri produttori. Iuri ha deciso invece che fosse giunto il tempo di produrre per se stessi e di imbottigliare. Ha avuto subito il calore e il sostegno di alcuni amici e familiari. Da qui è nato il progetto Vigne Centro Sardegna nato per raccontare il cuore dell’isola e il Mandrolisai.

5

Mandrolisai Rosso Uras 2020 – I Garagisti di Sorgono 98,5/100    (territorio/zona dei vigneti: Sorgono) prezzo a scaffale enoteca 22 euro circa.

Un Mandrolisai che stupisce per eleganza e profondità esprimendo appieno il territorio attraverso profumi di macchia mediterranea che si fondono a spezie e note agrumate e un sorso pulito e ricco allo stesso tempo, sapido, fresco che mostra complessità e lunghezza gustativa. Il finale insiste su ricordi balsamici e di erbe officinali. Vale la nostra Standing Ovation.

L’Azienda: I Garagisti di Sorgono

email: info@garagistidisorgono.com

A Sorgono, capoluogo del Mandrolisai, Pietro Uras, Renzo Manca e Simone Murru hanno deciso di unire le forze e coltivare ad alberello le vecchie vigne, di 60-80 anni di età, dei nonni e dei genitori, nelle migliori colline Burdaga, Figu, Pischina, Pardu e Cresia ad un altitudine di circa 550 metri. Naturalmente si vinificano i vitigni che compongono il Mandrolisai: Cannonau, Muristeddu (Bovale Sardo) e Monica.  Il risultato è rappresentato da tre etichette con i loro cognomi: Uras (Mandrolisai), Manca (Cannonau), Murru (Monica); la quarta, Parisi (Muristeddu), che significa “Insieme”, riunisce le uve di tutti.

 

4

Mandrolisai Rosso Superiore Baioe 2020 – Cantina Giacu   98,7/100   (territorio/zona dei vigneti: Atzara) prezzo a scaffale enoteca 30 euro circa.

Foto delle vigne di Giacu

 

Dedicato al nonno dei titolari, è ricavato da vecchie viti ad alberello piantate prevalentemente in località Monte ‘e Pischina. Oltre ai tre vitigni classici della denominazione è presente nell’uvaggio un 10% di altre varietà autoctone, tra cui il Nebbiolo. Un anno in botti grandi e piccole di rovere. Leggermente boisé, speziato, con note di frutti di bosco, macchia mediterranea e sfumature minerali di terra. Tannini eleganti, beva slanciata e dinamica, intensa e succosa. Grande persistenza, ricca di frutto e sapore, che invita al riassaggio. Standing Ovation, senza discussioni di sorta.

L’azienda: Cantina Giacu

 

Via Veneto, 20/A,

08038 Sorgono NU

Email: agricolagiacu@gmail.com

Tel: 393 194 8566

Piccola azienda a conduzione familiare nata nel 2016. I vigneti sono a pochi chilometri dal centro di Sorgono, in prossimità del Santuario di San Mauro  e del sito archeologico di Biru ‘e Concas (in italiano sentiero delle teste), dove si trovano menhir, nuraghi e tombe dei giganti.

3

Sardegna Mandrolisai S’Òmine Creccherie 2021 – Cantina Pisu Luigi    99/100 (territorio/zona dei vigneti: Atzara) prezzo a scaffale enoteca 25 euro circa.

La Vigna del S’Òmine Creccherie

Carattere, eleganza, freschezza, complessità sono le parole chiave per la descrizione di un Mandrolisai succoso, che presenta note di frutti rossi, macchia mediterranea ed erbe officinali. Il sorso è sapido, avvolgente, complesso ed armonico e si chiude con un lungo finale su ricordi iodati e balsamici. Il risultato è la nostra Standing Ovation.

L’Azienda: Cantina Pisu Luigi

Via Monte Bello 14,  08030 Atzara (NU)

email: luigipisu82@gmail.com

Tel. +39 3389377808

Cantina di recente costituzione (2019) che si dedica alla conduzione di 4 ettari nel territorio di Atzara. Al centro della filosofia aziendale c’è la dedizione alla vigna intesa come elemento dell’ecosistema. Ne conseguono lavorazioni attente alla natura ed interventi ridotti al minimo in cantina.

2

Mandrolisai Giuàle 2020 – Famiglia Demelas 99,5/100   (territorio/zona dei vigneti: Atzara) prezzo a scaffale enoteca 36 euro circa.

Prodotto in una manciata di bottiglie – circa 2000 – Giuàle lascia un ricordo vivo per l’equilibrio immediato e naturalmente sotteso al suo palinsesto di frutta rossa, alloro, spezie dolci ed erbe officinali, definiti chiaramente e modulati con basso profilo. Austero e diritto, ha un’intensità soffusa e d’insieme che assomma profumi in un bouquet corale e coeso di grande suggestione. Al sorso ha presa gagliarda e andamento ritmato per grana e qualità dei tannini, è fresco, goloso nel frutto e per i dosati rimandi a spezie (cumino, pepe rosa) ed erbe. Ha classe e disinvoltura in progressione da grande vino e come tale, infatti, chiude con una lunga, giocosa coda di ricordi fruttati, terrosi ed erbacei in ripetizione non casuale, ordinata e definita, succosa e sapida. La conseguenza è, dunque, la nostra Standing Ovation.

L’Azienda: Famiglia Demelas

Località S’ULIMU 08030 ATZARA (NU)

email: info@famigliademelas.com

Tel. 347 0993307

Ad Atzara, nel vocatissimo territorio del Mandrolisai, la Famiglia Demelas, che per tanti anni ed alcune generazioni ha prodotto vino sfuso,  ha deciso nel 2019 di passare all’imbottigliamento con risultati da subito lusinghieri. Il nome dei vini naturalmente è in lingua sarda e le etichette sono ideate dall’artista Patta Artist che si è ispirato alla tradizione in chiave moderna.

1

Mandrolisai Rosso Superiore Antiogu 2020 – Fradiles 99,6/100    (territorio/zona dei vigneti: Atzara) prezzo a scaffale enoteca 20 euro circa (nella foto della bottiglia è indicata la 2007 ma noi abbiamo assaggiato l’annata 2020).

Ceppi della Vigna che origina l’Antiogu

È il Mandrolisai “storico” dell’azienda, che ha contribuito a restituire fama a una denominazione ingiustamente dimenticata fino a pochi anni fa. Le vigne cinquantenni di Muristellu, Cannonau e Monica sono allevate a circa 500 metri di altitudine sulle colline di Atzara. Affinato un anno in acciaio e un anno in tonneau di primo e secondo passaggio. Sentori ematici, tostati, speziati (pepe e noce moscata), poi ciliegia, prugna, frutta sotto spirito. Sorso fresco e salino, dinamico, tannini potenti e di notevole struttura, ancora da addomesticare del tutto. Finale lungo, molto elegante, su toni balsamici e di spezie orientali. Vale la nostra Standing Ovation.

L’azienda: Fradiles

Incrocio per Località Creccherì, SP61, 08030 Atzara NU

email: info@fradiles.it

tel. +39 3331761683

Fradiles, “cugini” in lingua sarda, è guidata da Paolo Savoldo. L’azienda è votata in gran parte alla valorizzazione della Doc Mandrolisai, con 12 ettari di vigna ad Atzara, a 500-600 metri di quota, sotto il Gennargentu. Qui, su terreni derivanti da disfacimento granitico, vengono coltivate le varietà tipiche della zona: Bovale Sardo (Muristellu), Cannonau, Monica, ma anche Carignano (chiamato “Aniga di Sant’Antiogu”). Il sistema prevalente è l’alberello, con esemplari che in alcuni casi superano il secolo d’età. Da segnalare anche il bianco Funtanafrisca e il rosso Bagadìu, da Muristellu in purezza.

 

 

La Classifica dei Migliori Monica di Sardegna

 

10

Monica di Sardegna Superiore Iselis 2020 – Argiolas 91/100    (territorio/zona dei vigneti: Serdiana) prezzo a scaffale enoteca 19 euro circa.

Dimostra buona dinamicità e lunghezza, pur restando contratto nella fase finale. Mostra acidità agrumata e salinità marina, sulla scorta dei migliori per la tipologia. Merita la menzione in Guida, grazie anche alla pulizia di bocca ed ai tannini eleganti e ben integrati nella sua struttura.

L’azienda: Argiolas

Via Roma, 28/30 – 09040 Serdiana (CA)

Tel. +39 070740606

email: info@argiolas.it

Fondata alla fine degli anni trenta da Antonio Argiolas, questa cantina è una delle più grandi e prestigiose della Sardegna (e d’Italia). Un nome che ha fatto conoscere i vini sardi nel mondo, il Turriga (un vino di fama internazionale creato dal celebre enologo Giacomo Tachis) su tutti. I terreni si trovano nel sud della Sardegna, nelle subregioni della Trexenta e del Sulcis. Una vasta gamma di etichette prodotte, tutte di assoluto valore, derivanti da vitigni come il Cannonau, il Vermentino, il Bovale, il Nasco e diversi altri oltre al Carignano.

9

Monica di Sardegna 2022 – Audarya 92/100     (territorio/zona dei vigneti: Serdiana) prezzo a scaffale enoteca 12 euro circa.

Potente e caldo dall’inizio alla fine dell’assaggio. Diverte la vena giocosa a base di frutti rossi, appena colti nel bosco. Prevalgono le spezie scure e gli sbuffi di garriga tra lentisco, elicriso e bacche di mirto.

L’azienda: Audarya

Loc. Sa Perdera | SS 466 km. 10,100

09040 Serdiana | Cagliari

email: info@audarya.it

Tel.  +39 070 740437

Ormai nel piccolo comune Serdiana c’è una schiera di aziende che fanno vini di qualità. A nomi come Argiolas e Pala da pochi anni si è aggiunta anche questa cantina, oggi guidata da Salvatore Pala e dalla sorella Nicoletta, che rappresentano la terza generazione della famiglia. Salvatore segue scrupolosamente la vigna e le attività di vinificazione. E i suoi vini – monitorati da chi scrive nel corso degli anni – manifestano un progresso continuo e sempre più evidente.

8

Monica di Sardegna MNC 2021 – Quartomoro 92,5/100   (territorio/zona dei vigneti: Soleminis, Basso Campidano) prezzo a scaffale enoteca 18 euro circa.

Potente e nervoso come un cavallo che scalpita al picchetto. Questa verve lo conduce a tralasciare, talvolta, il piacere puro di beva verso un confronto dinamico senza esclusioni di colpi tra naso e palato. In sincronia nelle sfumature agrumate scure, meno nell’irsuta spezia davvero indomabile. Il tempo in bottiglia saprà certificare se il vino e l’annata meritano un gradino superiore. Per adesso il risultato resta comunque soddisfacente.

L’azienda: Quartomoro

Località: Via Dino Poli 31, 09092 Arborea (OR)

Tel. +39 346764 3522

email: info@quartomoro.it

Quartomoro rappresenta una realtà dinamica e in continua evoluzione fondata dall’enologo e vignaiolo Piero Cella  ad Arborea in provincia di Oristano. La cantina  nasce come  una sorta di laboratorio, una fabbrica di idee che condensa saperi ed esperienze della viticoltura e dell’enologia sarda. La filosofia aziendale è ispirata alla produzione di vini marcatamente territoriali, eleganti e originali realizzati con il massimo rispetto della natura e dei suoi tempi e con un moderato intervento in cantina.

7

Monica di Sardegna Perdera 2021 – Argiolas 93/100  (territorio/zona dei vigneti: Serdiana) prezzo a scaffale enoteca 11 euro circa (nella foto della bottiglia è indicata la 2018 ma noi abbiamo assaggiato l’annata 2021).

 

La compostezza è il segreto di questo vino equilibrato e dalla gradevole beva. Richiami di rosmarino e mirto, ai quali seguono spezie forti e scure dal pepe in polvere alla liquirizia, per finire verso sensazioni di chinotto e tamarindo. Scatta dinamico e teso, percorrendo un corridoio in verticale che spinge dritto alle parti saline mordaci. La giusta complessità per un esempio di versatilità nell’abbinamento con la gastronomia regionale.

L’azienda: Argiolas

Via Roma, 28/30 – 09040 Serdiana (CA)

Tel. +39 070740606

email: info@argiolas.it

Fondata alla fine degli anni trenta da Antonio Argiolas, questa cantina è una delle più grandi e prestigiose della Sardegna (e d’Italia). Un nome che ha fatto conoscere i vini sardi nel mondo, il Turriga (un vino di fama internazionale creato dal celebre enologo Giacomo Tachis) su tutti. I terreni si trovano nel sud della Sardegna, nelle subregioni della Trexenta e del Sulcis. Una vasta gamma di etichette prodotte, tutte di assoluto valore, derivanti da vitigni come il Cannonau, il Vermentino, il Bovale, il Nasco e diversi altri oltre al Carignano.

6

Monica di Sardegna Oltreluna 2021 – Pala 94/100  (territorio/zona dei vigneti: Serdiana) prezzo a scaffale enoteca 13 euro circa.

 

Vento di mare che porta con sé la salsedine e la tipica sensazione iodata salina. Non serve altro per descrivere questo vino, frutto dell’espressione che la varietà autoctona può offrire in Sardegna. La progressione agrumata sostiene un finale in grande spolvero tra sensazioni di cannella, macis, mirto e cacao fondente. Succoso e leggermente amaricante negli aromi di bocca.

L’Azienda: Pala

Via Verdi, 7 – 09040 Serdiana

Tel +39 070 740284

email: info@pala.it

Mario Pala rappresenta la quarta generazione di una famiglia da sempre dedita alla viticoltura e inscindibilmente legata alla terra di Sardegna. Nel 1950, con la prima vendemmia, iniziava la storia aziendale che oggi vede Mario affiancato dalla moglie Rita e dai figli Massimiliano, Maria Antonietta ed Elisabetta sempre più attenti a produrre  vini che siano fortemente espressivi del territorio, nel pieno rispetto delle tradizioni vitivinicole tramandate. Nel 2020 si sono spente le candeline per festeggiare la settantesima vendemmia.

5

Monica di Sardegna Murru 2021 – I Garagisti di Sorgono 94,5/100  (territorio/zona dei vigneti: Sorgono) prezzo a scaffale enoteca 19 euro circa (nella foto della bottiglia è indicata la 2019 ma noi abbiamo assaggiato l’annata 2021).

 

Ci sono tutte le componenti per mettersi in mostra, dalla tonalità del colore che rimanda alla visciola, alle sensazioni di carruba, mirtilli rossi americani e viola mammola, per chiudere con ricordi di spezie scure in polvere e tabacco biondo. Un vino molto gastronomico.

L’Azienda: I Garagisti di Sorgono

email: info@garagistidisorgono.com

A Sorgono, capoluogo del Mandrolisai, Pietro Uras, Renzo Manca e Simone Murru hanno deciso di unire le forze e coltivare ad alberello le vecchie vigne, di 60-80 anni di età, dei nonni e dei genitori, nelle migliori colline Burdaga, Figu, Pischina, Pardu e Cresia ad un altitudine di circa 550 metri. Naturalmente si vinificano i vitigni che compongono il Mandrolisai: Cannonau, Muristeddu (Bovale Sardo) e Monica.  Il risultato è rappresentato da tre etichette con i loro cognomi: Uras (Mandrolisai), Manca (Cannonau), Murru (Monica); la quarta, Parisi (Muristeddu), che significa “Insieme”, riunisce le uve di tutti.

4

Monica di Sardegna 2022 – Cantina La Giara 95/100 (territorio/zona dei vigneti: Alta Marmilla) prezzo a scaffale enoteca 12 euro circa.

Un ceppo della vigna del Monica – La Giara

Goloso a dir poco. Un vino che rispecchia l’anima del varietale, sempre in gioco tra nuance floreali scure e spezie come i chiodi di garofano. L’allungo finale racconta di essenze agrumate che sfociano nei riverberi di macchia mediterranea e pepe rosa. Sorso pulito, elegante e avvolgente per un ottimo rapporto qualità prezzo.

L’Azienda: Cantina La Giara

Bivio Escovedu

09090 USELLUS (OR)

email: info@cantinalagiara.it

Tel: tel:0783 938006

La Cantina La Giara nasce nel 1958, ai piedi dell’omonimo altopiano, dall’iniziativa di alcuni viticoltori nella sub-regione sarda della Marmilla, a circa 300 metri di altezza. I vigneti dei Soci si estendono in un raggio di circa 25 chilometri in territori che si distinguono per notevoli varietà e tipologie.

3

Monica di Sardegna Antigua 2022 – Santadi 96/100  (territorio/zona dei vigneti: Santadi) prezzo a scaffale enoteca 12 euro circa.

 

Nasce dal connubio tra due vitigni tipici della Sardegna, il Monica (85%) e il Carignano (15%). Fermenta e affina in vasche di cemento prima di finire in bottiglia ed essere commercializzato. Sa farsi apprezzare per i suoi profumi di mora e mirtillo, che si accompagnano a note speziate ed ematiche, e per il suo sorso morbido, largo e vellutato. Intrigante e persistente il finale su ricordi di macchia mediterranea.

L’azienda: Santadi

Via Giacomo Tachis, 14 – 09010 Santadi

email: info@cantinadisantadi.it

tel. +39 0781950127

Nata negli anni Sessanta del Novecento, è probabilmente la cantina sociale del Sulcis più importante da un punto di vista storico, con un ruolo pionieristico per la valorizzazione del Carignano in termini di qualità e potenziale commerciale. È qui che Giacomo Tachis creò nel 1984 il Terre Brune, uno degli ambasciatori del vino sardo nel mondo. Oggi la via a fianco della sede aziendale prende il nome del celebre enologo. I soci sono circa 200, il patrimonio vitato (Vermentino compreso) è di ben 600 ettari.

2

Monica di Sardegna Po Tui 2021 – Silvio Carta  97/100   (territorio/zona dei vigneti: Alghero) prezzo a scaffale enoteca 14 euro circa.

 

Questa storica azienda sarda, nota per le sue Vernaccia ed i distillati, ci regala un Monica che colpisce con un’esplosione di frutti rossi maturi e croccanti, note erbacee e di fiori secchi su cui si insinuano suadenti riflessi salmastri. Il sorso è sorprendentemente vellutato, fresco, sapido, succoso e si chiude con vibrazioni di macchia mediterranea tipiche della migliore Sardegna.

L’azienda:  Silvio Carta

S.P. 12 km 7,800 , 09070 Zeddiani (OR) Sardegna – Italia

email: info@silviocarta.it

tel. +39 0783.410314

Fondata nel 1929 a Baratili San Pietro (OR), la cantina di Silvio Carta – oggi guidata dal figlio Elio – è nata con lo scopo di valorizzare la Vernaccia, il suo vino bandiera, di cui è uno dei massimi rappresentanti in Sardegna. Parallelamente ha sviluppato una gamma di vini e spirits derivati da vitigni (Vermentino, Cannonau, Monica, Cagnulari) e bacche locali (mirto e ginepro in primis). I vini rossi provengono da uve della zona di Alghero.

1

Monica di Sardegna Duca di Mandas 2021 – Trexenta    98/100 (territorio/zona dei vigneti: Trexenta) prezzo a scaffale enoteca 10 euro circa.

 

Il nome rende omaggio all’unico ducato spagnolo instauratosi in Sardegna dal 1614 al 1843 che, probabilmente, introdusse sull’isola la coltivazione della Monica, un’uva a bacca rossa, che si è ambientata molto bene nella zona della Trexenta. Ottenuto per il 90%  da Monica, e per il restante 10% da uve a bacca rossa autoctone, viene fatto fermentare per 3 mesi in botti di legno, segue un ulteriore mese in bottiglia. Eleganti ed intense sensazioni speziate si uniscono a note di frutto rosso maturo e di macchia mediterranea. Bocca vinosa ed intensa in cui si equilibrano sapidità, freschezza, tannicità vellutata e sbuffi di boisé che ci accompagnano nel lunghissimo finale. Ottimo il rapporto qualità-prezzo. Inevitabile la nostra Standing Ovation.

L’azienda: Trexenta

Viale Piemonte, 40, 09040 Senorbì (CA)

email: info@cantinatrexenta.it

tel. +39 0709808863

Il coraggio e l’amore per la coltivazione della vite sono stati i tratti comuni dei 23 viticoltori che nel 1956 dettero vita alla Cooperativa Agricola Trexenta. Situata nel comune di Senorbì, nel centro-sud della Sardegna, costituisce uno dei migliori esempi di come la cooperazione possa dare ottimi risultati quando l’obiettivo comune è quello della riscoperta dei vitigni autoctoni ed il rispetto dell’ambiente che li circonda. Oggi la cantina è giunta al considerevole numero di 150 soci conferitori e ad un’estensione dei vigneti di circa 200 ettari gestiti con una professionalità consolidata e tramandata da generazioni.

 

La Classifica dei Migliori Cagnulari

 

15 

Alghero Cagnulari Ultima Stella 2021 – Gavino Delogu 91/100    (territorio/zona dei vigneti: Usini) prezzo a scaffale enoteca 20 euro circa.

 

Da uve Cagnulari in purezza, è un vino di impatto diretto, di non elevata complessità ma molto territoriale e identitario. Profumi intensi e balsamici di macchia mediterranea, prugne, more e pepe; ha un tannino fine e setoso, la beva è succosa, fresca e vellutata con ritorni di frutta scura.

L’azienda: Gavino Delogu

Via G. Matteotti,

07049 Usini SS

Email: vinigavinodelogu@gmail.com

Tel: 347 819 8814

Fondata nel 2016, la piccola cantina di Gavino Delogu si trova nel territorio di Usini (Sassari), in una storica sub-regione, il Coros, dell’antico Giudicato di Torres. L’enologo è Pier Michele Chessa. I vitigni coltivati, su 2,5 ettari, sono il Vermentino, il Cagnulari (vitigno tradizionale della zona) e il Cannonau. Attualmente si producono due vini, il Vermentino Prima Stella e il Cagnulari Ultima Stella, per un totale di circa 2300 bottiglie.

14 

Cagnulari Serra Juales 2021 – Francesco Fiori 92/100  (territorio/zona dei vigneti: Usini) prezzo a scaffale enoteca 19 euro circa.

Un vino appetitoso, destinato ad abbinamenti versatili con la gastronomia locale. Fiori violacei, amarene sotto spirito e riverberi di spezia dolce sul finale. Chiosa sapido con tannini ben istruiti ed amalgamati alla trama.

L’azienda: Francesco Fiori

Località: via Ossi, 10 – 07049 Usini (SS),

Tel.  338 1949246

email: info@vinifiori.it

La famiglia Fiori si dedica alla produzione vinicola da oltre 3 generazioni. Nelle campagne di Sas Luzzanas, Serra Juales e Serra Aspridda, Francesco Fiori segue direttamente la coltivazione di circa sei ettari di terreno. I vigneti sono situati tutti in agro di Usini, impiantati in posizione collinare su terreni argillosi e calcarei e hanno una età media di 35 anni. Le viti sono allevate ad alberello latino. Il primo imbottigliamento è stato effettuato nel 2003. Attualmente si producono circa 15.000 bottiglie.

13

Cagnulari Pinta 2021 – Binza ‘e su Re 93/100  (territorio/zona dei vigneti: Usini) prezzo a scaffale enoteca 16 euro circa (nella foto della bottiglia è indicata la 2019 ma noi abbiamo assaggiato l’annata 2021).

Pinta è ottenuto dalle uve Cagnulari dei vigneti Calaresu e Pirapeglias, posti a 180 metri di altezza su terreni calcarei. Ha sentori intensi di bacche nere e mirto, di macchia mediterranea, con nuance di piccoli frutti di bosco. È fresco, con notevole acidità e sapidità e con ricordi di liquirizia ed erbe amaricanti.

L’Azienda: Binza ‘e su Re

Loc. Tuvaoes e Più,

07049 – Usini (SS)

email: binzaesure@gmail.com

Tel: +39 338 3191724

Binza ‘e su Re significa in sardo “La vigna del Re”: il nome deriva dalla località in cui è situata l’abitazione di famiglia ed è anche un riconoscimento a Billia Cherchi, viticoltore, che per primo ha fatto conoscere i vini di Usini al di fuori dei confini isolani. La figlia Annalisa insieme a Francesco Manna conducono oggi l’azienda fondata nel 2015. Il loro obiettivo è, muovendosi sempre nel solco della tradizione, produrre vini identitari che sappiano anche soddisfare un pubblico moderno ed internazionale. Le vigne di Vermentino, Cagnulari e Cannonau sono tutte situate in agro di Usini.

12

Cagnulari Sass’Antico 2020 – Tenuta L’Ariosa 94/100  (territorio/zona dei vigneti: vicinanze di Sassari) prezzo a scaffale enoteca 15 euro circa.

Un vino di spessore e lunghezza, tratto da una storia secolare di questa varietà autoctona altamente rappresentativa dell’Isola dei Nuraghi. Ci sono tutte le componenti attese, dall’agrume alla spezie scure per terminare su richiami iodati e materici.

L’Azienda:  Tenuta L’Ariosa

Località: Z.I. Predda Niedda Sud strada 15, (07100) Sassari

Tel. +39 079 261905

email:  info@rau.it

I fratelli RAU sono proprietari oltre che della storica distilleria che porta il loro nome, anche della Tenuta l’Ariosa. Il tutto inizia nel 1926, e l’azienda, ubicata in provincia di Sassari, rappresenta il recente cammino intrapreso alla ricerca della più alta qualità ed espressione del territorio del Nord-Ovest della Sardegna. Consta di vigneti immersi nell’incontaminato entroterra sardo, solo cultivar autoctone allevate a spalliera o alberello sardo, con basse rese e utilizzo delle più moderne tecnologie in cantina.

11

Cagnulari 2021 – Cantina Pedres 95/100  (territorio/zona dei vigneti: Gallura) prezzo a scaffale enoteca 13 euro circa.

Sensazioni minerali all’ennesima potenza. Un vino figlio del mare e del vento, sospinto dalle brezze balsamiche della Sardegna più vera e genuina. Completa il quadro organolettico un accento di frutta rossa matura, seguita da spezie delicate tra noce moscata e liquirizia. Immediato e piacevole.

 

L’Azienda: Cantina Pedres

Località: Via Mincio, 42, Zona ind.le Sett. 7, 07026 Olbia

Tel.   +39 0789 595075

email:  info@cantinapedres.it

Dalla tradizione vitivinicola della Famiglia Mancini, iniziata alla fine dell’800, e dalla perseveranza e lungimiranza del più giovane dei suoi discendenti, Giovanni Mancini, ha origine la Cantina Pedres. Situata in Gallura, più precisamente a Olbia,  la Cantina Pedres è sul mercato dal 2002 con una produzione di vini ottenuti da uve selezionate di provenienza esclusivamente Gallurese. Nel 2002 grazie ad Antonella, figlia di Giovanni, viene intrapreso un importante processo di rinnovamento tecnologico della Cantina, con investimenti che hanno interessato sia il sistema di produzione che i vigneti.

10

Cagnulari Sussinku Rosso 2021 – Nuraghe Crabioni 96/100   (territorio/zona dei vigneti: Sorso) prezzo a scaffale enoteca 15 euro circa.

Ottima la progressione nelle tipiche sfumature offerte dal varietale. Dalla ciliegia ancora croccante si passa rapidamente a chiodi di garofano e sentori di mirto, per concludere su scie salmastre di giusta consistenza. Il sorso resta piacevole, con una leggera contrattura sul finale, sintomo di quella gioventù non ancora addomesticata. L’attesa ulteriore in bottiglia saprà dargli giovamento.

L’azienda:  Nuraghe Crabioni 

Località: Lu Crabioni 07037 Sorso (Sassari)

Tel.  3402742056

Augusto Seghene, con l’aiuto del cugino Tonino Spanu fonda l’azienda a Sorso nel 2003. Nel giro di pochi anni, prima con le selezioni di Vermentino (Kanimari e Sussinku), poi con lo stesso Cannonau e con il tipico Moscato della zona, e da ultimo anche con il Cagnulari (etichetta Sussinku Rosso), la cantina si afferma tra le più importanti della Romangia. Circa 35 ettari coltivati davanti al mare, la cui salsedine spesso ricopre l’uva con la sua patina bianca e suggerisce quasi una trasmissione di sapori. I figli di Augusto (Alessandra e Maurizio) seguono gli aspetti commerciali mentre la direzione tecnica è del bravissimo enologo Mauro Murgia.

9

Cagnulari  Po Tui 2021 – Silvio Carta 96,5/100 (territorio/zona dei vigneti: Alghero) prezzo a scaffale enoteca 14 euro circa.

 

Si muove sinuoso, con eleganza da vero attore, dimostrando carattere e dinamismo già dal primo impatto. Un tripudio di spezie scure, agrumi mediterranei e salinità finale. Buono l’equilibrio, che lo rende il classico esempio di vino goloso da bere con assoluto piacere.

L’azienda:  Silvio Carta

S.P. 12 km 7,800 , 09070 Zeddiani (OR) Sardegna – Italia

email: info@silviocarta.it

tel. +39 0783.410314

Fondata nel 1929 a Baratili San Pietro (OR), la cantina di Silvio Carta – oggi guidata dal figlio Elio – è nata con lo scopo di valorizzare la Vernaccia, il suo vino bandiera, di cui è uno dei massimi rappresentanti in Sardegna. Parallelamente ha sviluppato una gamma di vini e spirits derivati da vitigni (Vermentino, Cannonau, Monica, Cagnulari) e bacche locali (mirto e ginepro in primis). I vini rossi provengono da uve della zona di Alghero.

8

Cagnulari 2021 – Cherchi 97/100  (territorio/zona dei vigneti: Usini) prezzo a scaffale enoteca 15 euro circa.

 

È la storica etichetta di riferimento della tipologia: Cherchi fu il primo a vinificare il Cagnulari in purezza. Uve coltivate sui terreni argillosi e calcarei delle colline di Usini, a 200 metri di altitudine. Affinamento prevalentemente in acciaio, con una piccola quota che sosta per 6-8 mesi in botti di rovere. Sentori di frutti rossi e scuri (ribes, visciola), liquirizia, sottobosco. Tannini fitti e morbidi, freschezza e sapidità accompagnano un sorso dal semplice e piacevolissimo gusto fruttato. Finale di media persistenza, che intercetta un tono minerale molto evidente. Un piccolo classico.

L’azienda: Cherchi

Località Sa Pala ‘e Sa Chessa 07049 Usini (SS)

mail: info@vinicolacherchi.com

tel.+39 079 380273

Giovanni Maria Cherchi, conosciuto da tutti come zio Billia, da poco scomparso, ha dato vita a questa azienda 50 anni fa, cercando di valorizzare, con successo, il vitigno Cagnulari nella zona più vocata in Sardegna (Usini) insieme al Vermentino che in questo territorio dà generalmente risultati fantastici e si dimostra molto adatto all’invecchiamento. Salvatore, figlio di Billia, ha preso in mano le redini dell’azienda. La consulenza enologica è del bravissimo Piero Cella.

7

Cagnulari 2021 – Chessa 97,2/100 (territorio/zona dei vigneti: Usini) prezzo a scaffale enoteca 16 euro circa.

Limate alcune asperità del varietale, il vino riserva sorprese in positivo guardando al carattere da frutta di bosco matura e sbuffi di erbe mediterranee. Gioca sulla eleganza e bevibilità, piuttosto che sull’opulenza e lunghezza gustativa. Ottimo il rapporto qualità-prezzo.

L’Azienda: Chessa

Via San Giorgio

07049 Usini (SS)

email: info@cantinechessa.it

Tel. +39 328 3747069

In un terroir vocato per la coltivazione del carciofo spinoso, da diversi anni Giovanna Chessa lavora con bravura ad attualizzare e implementare la storia agricola di famiglia dimostrando grande sensibilità nella produzione dei vini tipici di Usini, in particolare Vermentino e Cagnulari, senza dimenticare lo storico Moscato dolce.

6

Cagnulari  Sinzeru 2021 –  Salvatore Chessa 97,5/100  (territorio/zona dei vigneti: Usini) prezzo a scaffale enoteca 14 euro circa.

L’azienda produce tre vini, di cui due cagnulari, a testimoniare la storica vocazione del territorio per questo vitigno. Il Sinzeru mostra grande struttura e materia, il sorso avvolgente e sapido evidenzia una frutta dolce, rossa e scura (prugna, mora, lampone), con aromi balsamici e speziati. Ottima piacevolezza di beva.

L’Azienda: Salvatore Chessa

Via Sotgia 11

07049 Usini (SS)

Tel. +39 3470289441

email: chessasalvatore@hotmail.com

Nel territorio di Usini, con  5 ettari vitati Salvatore Chessa produce da qualche anno Vermentino e Cagnulari in piccole quantità (12 mila bottiglie in tutto) con grande passione e dedizione. Ed i risultati sono arrivati attraverso tipicità ed aderenza territoriale dei suoi vini.

5

Alghero Cagnulari Riserva Recònta 2019 – Santa Maria La Palma 98/100  (territorio/zona dei vigneti: Alghero) prezzo a scaffale enoteca 20 euro circa.

Standing Ovation meritata per questo vino frutto del sapiente lavoro realizzato su una delle varietà autoctone presenti nel nord della Sardegna. Ottima base fruttata, che richiama gli agrumi rossi, la spezia dolce e la ciliegia matura. Sorso sapido e pronunciato, con lunghezza e un passo deciso verso le nuance balsamiche tra ricordi di mirto, lentisco ed elicriso.

 

L’azienda: CantinaSanta Maria La Palma

Loc. Santa Maria la Palma – 07040 Alghero (SS)

email: vini@santamarialapalma.it

tel. +39 079999008

Nata nel 1959 grazie all’accordo di un centinaio di viticoltori che lavoravano i terreni della Nurra di Alghero, dopo la bonifica e la riforma agraria del 1946, la cooperativa Santa Maria La Palma è oggi un gigante con più di 300 soci, 650 ettari e circa quattro milioni di bottiglie annue. Il Vermentino Aragosta è stato tra i primi vini sardi a raggiungere la popolarità fuori dall’isola e ancora oggi è tra i bianchi più venduti d’Italia.

4

Cagnulari 2021 – Carpante 98,3/100    (territorio/zona dei vigneti: Usini) prezzo a scaffale enoteca 16 euro circa.

Grappolo delle viti di Cagnulari di Carpante

Carattere, eleganza, lunghezza gustativa sono in evidenza. Sentori minerali, speziati si uniscono a ricordi balsamici e di macchia mediterranea. Il sorso è fresco, avvolgente, sapido e si chiude con un interminabile finale di erbe officinali. Merita la nostra Standing Ovation.

L’azienda:  Carpante

Località: Via G.Garibaldi, 151, 07049 Usini SS

Tel: 392 501 9777

email: info@carpante.it

Carpante ha i vigneti adagiati a 250 metri di altitudine sulle colline di Usini (Sassari), zona molto vocata per il Cagnulari – vitigno simbolo del territorio – ma anche per il Vermentino che qui dà origine a vini adatti al lungo invecchiamento. Il Carignano è stato “acquisito” da qualche anno con l’ingresso in azienda dell’agronomo Luca Mercenaro (diventato genero di Giorgio Careddu), che ha messo a disposizione la sua vigna di Carignano a Calasetta (Isola di Sant’Antioco) in località Cussorgia.

3

Cagnulari 2021 – Cantina TraMonti di Antonio Marogna 98,5/100   (territorio/zona dei vigneti: Sorso) prezzo a scaffale enoteca 16 euro circa.

Vigne del Cagnulari della Cantina TraMonti

Il rigoglioso sviluppo vegetativo e la conseguente ricchezza estrattiva delle uve di questa annata hanno regalato vini con elevato grado alcolico (16,5%) ma, in questo caso, accompagnato anche da un mosaico di profumi e sapori: macchia mediterranea, frutta rossa matura, balsamico e speziato. È succoso, materico, i tannini sono morbidi e rotondi. Regala una beva equilibrata e gustosa. Una Standing Ovation di sostanza.

L’Azienda:  Cantina TraMonti di Antonio Marogna

Strada Provinciale 29
07037 – Sorso (SS)

email: vendite@vinitramonti.it

Tel. +39 329 4878245

TraMonti ha sede in Romangia, a Sorso. La sua fondazione a opera di Salvatore Marogna risale al tardo XIX sec., quando fu riattato il sito storico di Tres Montes; a questo  si aggiungono nel 2010 i 4 ettari di Badde Pira, oggi fulcro della produzione aziendale. Gestione biodinamica, vendemmia manuale, nessuna filtrazione (decantazione spontanea) per il Cagnulari, il Cannonau e il Vermentino prodotti oggi da Antonio, discendente del fondatore.

2

Cagnulari Prendas 2019 – Cantina Sorso Sennori 99/100    (territorio/zona dei vigneti: Romangia) prezzo a scaffale enoteca 25 euro circa.

Grappoli delle vigne del Prendas

Il Cagnulari Prendas proviene dalle colline attorno alla città di Sorso. Ha sentori variegati di mirtillo, mora, prugna, con note iodate, di spezie scure e sbuffi vanigliati. Ha grande struttura, ricco di sostanza e ben sostenuto da tannino ed acidità, che armonizzano un sorso secco e saporito. Giustamente premiato con la nostra Standing Ovation.

L’Azienda: Cantina Sorso Sennori

Via Marina, 5, 07037 Sorso SS

Email: info@cantinasorsosennori.it

Tel: 079 350118

L’azienda si colloca nel complesso mosaico geo-pedologico della Romangia e, per precisione, a Sorso. Fondata nel 1955, vanta oggi una superficie vitata di 40 ettari su terreni prevalentemente sabbiosi e argillosi, destinati principalmente alla produzione di Vermentino, Cannonau e, ovviamente, Moscato. Prendas è una linea dedicata di vini, piuttosto limitata per entità e diffusione.

1

Cagnulari  Spanu 2021- Binzamanna  99,5/100    (territorio/zona dei vigneti: Martis, Anglona) prezzo a scaffale enoteca 20 euro circa.

Uno dei ceppi della Vigna del Cagnulari di Binzamanna

Le uve che danno origine a questo vino sono Cagnulari con un piccolo saldo di Bovale.  La passione di Sara Spanu e di suo marito Walter ha dato origine ad un vino spettacolare, dagli inconfondibili profumi sardi: macchia mediterranea, spezie, erbe selvatiche, bacche e frutti scuri. Succoso, sapido, dai tannini morbidi, ha una elegante “leggerezza” di beva, con ritorni fruttati e di lunga persistenza. Una Standing Ovation che rasenta la perfezione.

L’Azienda: Binzamanna

Loc. Tanca de Sas Piras

07030 MARTIS (SS)

email: info@binzamanna.com

Tel. +39 345 3518190

Nata a Martis, un piccolo paese della provincia di Sassari, nel 2001 da un progetto di Sara e suo marito Walter, con l’intento di valorizzare vitigni autoctoni come Cagnulari, Bovale, Cannonau e Vermentino. Binzamanna significa Vigna Grande. I risultati sono evidenti ed il percorso qualitativo è già tracciato.

 

La Classifica dei migliori Carignano

21

Caregnan Damanera 2020 – Agricola Montespada 91/100 (territorio/zona dei vigneti: Gallura) prezzo a scaffale enoteca 23 euro circa.

 

Ottenuto da una selezione di uve dai vigneti situati in località Giunchizza. La vendemmia avviene con un leggero appassimento dei grappoli in pianta. Profumi di fiori e frutta rossa in confettura con sbuffi minerali. La beva è succosa e sostanziosa, con marcate note di cacao e piccoli frutti di bosco dolci, il tannino è fitto e levigato, il finale equilibrato e persistente.

L’azienda: Agricola Montespada

Loc. Giunchizza Trinità d’Agultu e Vignola, Sassari

email: montespada@gmail.com

Tel. +39 349-3737 613

L’azienda ha sede in una zona molto vocata per il Vermentino,  a circa 20 Km da S.Teresa sulla direttrice litoranea che porta a Castelsardo, nel comune di Trinità D’Agultu. Si affaccia sul mare prospiciente le coste della Corsica, coste che dalla sommità della collina si possono facilmente ammirare. L’Azienda Agricola si estende per oltre 1 km le rive del fiume Vignola e si trova pertanto nella valle a ridosso della ” Sierra du Cinqu denti” nella regione Giunchizza.

20

Carignano del Sulcis Is Solus 2022 – Sardus Pater 91,2/100  (territorio/zona dei vigneti: Sant’Antioco) prezzo a scaffale enoteca 13 euro circa.

Sensazioni speziate si uniscono a note di frutti rossi, macchia mediterranea e a toni balsamici. Il sorso è sapido, fresco, avvolgente e si chiude con un piacevole finale su ricordi iodati e di erbe officinali.

 

L’azienda: Sardus Pater

Via della Rinascita 46 09017 Sant’Antioco (CI)

email: info@cantinesarduspater.it

+39 0781 83937

La cantina cooperativa Sardus Pater si trova sull’isola di Sant’Antioco e ha iniziato l’attività a metà degli anni ’50 del secolo scorso. All’ attivo ha 200 soci conferitori con uve provenienti da un’area vitata di 300 ettari. La scelta di puntare soprattutto alla valorizzazione del vitigno Carignano, impiantato su terreni sabbiosi con basse rese per ettaro e a piede franco, ha fatto sì che la cantina sia sugli scudi ormai da anni, riuscendo a riconvertirsi come molte realtà dell’area nella produzione di vino di qualità.
Carignano ma non solo: Vermentino a partire dal 1994, e Moscato e Nasco, e per i rossi, Monica e Cannonau.

19

Carignano del Sulcis 3 doc 2019 – Biomar Tenuta La Sabbiosa 91,5/100   (territorio/zona dei vigneti: Calasetta) prezzo a scaffale enoteca 22 euro circa.

 

Da vecchie vigne a piede franco sopravvissute agli espianti degli anni Settanta, coltivate ad alberello sulle sabbie di Calasetta, ecco un vino semplice ed elegante proposto da un’azienda molto giovane. Note sottili di spezie, frutta rossa e confettura di mirtillo. Sorso molto saporito, ricco, dove spicca la ottima qualità della materia prima. Chiude su toni minerali, quasi iodati, e di macchia mediterranea.

L’Azienda: Biomar Tenuta La Sabbiosa

 

Località Cussorgia – Case sparse snc

09011 Calasetta (SU)

email: info@biomar.bio

Tel. 3921493397

Un’azienda emergente con vigneti a Calasetta, tutti a piede franco, allevati secondo i dettami (ed anche la certificazione) biologici. Ed i vini prodotti risultano veramente convincenti e rispondenti alle caratteristiche del territorio e di un vitigno così interessante come il Carignano.

18

Carignano del Sulcis Superiore 932 2020 –  Calasetta 92/100  (territorio/zona dei vigneti: Calasetta) prezzo a scaffale enoteca 15 euro circa.

Il nome 932 ricorda i tredici viticoltori che nel 1932 si unirono e fondarono una delle più antiche cantine della Sardegna. Frutto di una selezione di uve provenienti dall’isola di Sant’Antioco, ha profumi di macchia mediterranea, erbe selvatiche, corteccia e frutti rossi; il tannino fine e vellutato si integra con sensazioni balsamiche ed un finale amaricante.

L’azienda: Calasetta

Via Roma, 134, 09011 Calasetta (CI)

Tel. 0781 88413

email: info@cantinadicalasetta.it

La Cantina Calasetta rappresenta un esempio vincente di cooperazione enoica che oggi aggrega circa 300 viticoltori mossi da un unico intento, produrre vini fortemente identitari e di grande piacevolezza gustativa. Siamo nell’isola di Sant’Antioco, a sud-ovest della Sardegna, in un terroir davvero unico caratterizzato da terreni sabbiosi che consentono di coltivare la vite franca di piede. Condizione questa che consente al Carignano, uva regina dell’areale, di raggiungere la sua massima espressione.

17

Carignano del Sulcis Desèa 2021 – Calasetta 92,5/100  (territorio/zona dei vigneti: Calasetta) prezzo a scaffale enoteca 13 euro circa.

Etichetta nata per esaltare le doti di freschezza e bevibilità della tipologia, raggiunge pienamente il suo obbiettivo. Da vigne coltivate sulle dolci colline del basso Sulcis, a un passo dal mare. Il vino viene affinato in cemento e acciaio. Profumi nitidi di fiori rossi, ciliegie, agrumi e macchia mediterranea. Il sorso è agile e succoso, elegante, quasi spensierato nei richiami molto chiari al frutto di origine. Buona persistenza.

L’azienda: Calasetta

Via Roma, 134, 09011 Calasetta (CI)

Tel. 0781 88413

email: info@cantinadicalasetta.it

La Cantina Calasetta rappresenta un esempio vincente di cooperazione enoica che oggi aggrega circa 300 viticoltori mossi da un unico intento, produrre vini fortemente identitari e di grande piacevolezza gustativa. Siamo nell’isola di Sant’Antioco, a sud-ovest della Sardegna, in un terroir davvero unico caratterizzato da terreni sabbiosi che consentono di coltivare la vite franca di piede. Condizione questa che consente al Carignano, uva regina dell’areale, di raggiungere la sua massima espressione.

16 

Carignano C 2021 – Alberto Loi 93/100  (territorio/zona dei vigneti: San Vito, Sarrabus) prezzo a scaffale enoteca 14 euro circa.

 

Sapido, fresco, persistente, ma soprattutto succoso, avvolgente, elegante. Così si presenta il Carignano di Alberto Loi, che mostra sensazioni minerali, speziate e ricordi di frutti rossi e macchia mediterranea. Il sorso è dinamico e progressivo ed il finale insiste su note iodate e di erbe aromatiche.

L’Azienda: Alberto Loi

Tenute e Cantina
SS 125 Km.124,1 Cardedu (NU)

Tel. +39 070240866

Per risalire alla  storia della famiglia Loi è necessario tornare indietro di quattro generazioni quando agli inizi del 900 inizia la produzione dei propri vini a Cardedu in Ogliastra , nella provincia di Nuoro. I Vigneti, posti tra il Gennargentu ed il mare in posizione pedecollinare, rappresentano per molti una delle zone più vocate per la produzione del Cannonau.

15 

Carignano del Sulcis Grotta Rossa 2021 – Cantina Santadi 94/100  (territorio/zona dei vigneti: Santadi) prezzo a scaffale enoteca 9 euro circa.

Tra i vini che si distinguono per rapporto qualità-prezzo il Grotta Rossa è un assoluto fuoriclasse con le sue note salmastre, iodate, i suoi richiami di macchia mediterranea ed erbe officinali. Il sorso è scorrevole senza rinunciare a complessità e lunghezza gustativa.

L’Azienda: Cantina Santadi

Via Giacomo Tachis, 14 – 09010 Santadi

Tel. +39 0781950127

email: info@cantinadisantadi.it

Nata negli anni Sessanta del Novecento, è probabilmente la cantina sociale del Sulcis più importante da un punto di vista storico, con un ruolo pionieristico per la valorizzazione del Carignano in termini di qualità e potenziale commerciale. È qui che Giacomo Tachis creò nel 1984 il Terre Brune, uno degli ambasciatori del vino sardo nel mondo. Oggi la via a fianco della sede aziendale prende il nome del celebre enologo. I soci sono circa 200, il patrimonio vitato (Vermentino compreso) è di ben 600 ettari.

14 

Carignano del Sulcis Riserva Is Solinas 2020 – Argiolas 94,5/100   (territorio/zona dei vigneti: Tenuta Is Solinas, Golfo di Palmas)  prezzo a scaffale enoteca 23 euro circa.

 

Un’etichetta che consolida le già note capacità dell’azienda di produrre secondo criteri di elevata qualità. L’Is Solinas 2020 si presenta opulento ed elegante allo stesso tempo con note di spezie e macchia mediterranea, un sorso avvolgente, sapido e fresco ed un lungo finale iodato e minerale.

 

L’azienda: Argiolas

Via Roma, 28/30 – 09040 Serdiana (CA)
email: info@argiolas.it
tel. +39 070740606

Fondata alla fine degli anni trenta da Antonio Argiolas, questa cantina è una delle più grandi e prestigiose della Sardegna (e d’Italia). Un nome che ha fatto conoscere i vini sardi nel mondo, il Turriga (un vino di fama internazionale creato dal celebre enologo Giacomo Tachis) su tutti. I terreni si trovano nel sud della Sardegna, nelle subregioni della Trexenta e del Sulcis. Una vasta gamma di etichette prodotte, tutte di assoluto valore, derivanti da vitigni come il Cannonau, il Vermentino, il Bovale, il Nasco e diversi altri oltre al Carignano.

13

Carignano del Sulcis Superiore Arruga 2020 – Sardus Pater 95/100 (territorio/zona dei vigneti: Sant’Antioco) prezzo a scaffale enoteca 26 euro circa.

Maestoso per la sua materia e per complessità, mostra sensazioni ematiche, note di frutti rossi ed erbe officinali e dei tannini di buona finezza. Sapido, fresco ed elegante, chiude con un pregevole finale iodato.

 

L’azienda: Sardus Pater

Via della Rinascita 46 09017 Sant’Antioco (CI)

email: info@cantinesarduspater.it

+39 0781 83937

La cantina cooperativa Sardus Pater si trova sull’isola di Sant’Antioco e ha iniziato l’attività a metà degli anni ’50 del secolo scorso. All’ attivo ha 200 soci conferitori con uve provenienti da un’area vitata di 300 ettari. La scelta di puntare soprattutto alla valorizzazione del vitigno Carignano, impiantato su terreni sabbiosi con basse rese per ettaro e a piede franco, ha fatto sì che la cantina sia sugli scudi ormai da anni, riuscendo a riconvertirsi come molte realtà dell’area nella produzione di vino di qualità.
Carignano ma non solo: Vermentino a partire dal 1994, e Moscato e Nasco, e per i rossi, Monica e Cannonau.

12

Carignano Spantau 2019 – Cantine Nuraghe Antigori 95,5/100    (territorio/zona dei vigneti: Capoterra) prezzo a scaffale enoteca 24 euro circa.

Ottenuto da uve Carignano in purezza raccolte a mano, si impone con un elegante bouquet connotato da sentori di spezie (pepe nero), ciliegia matura, erbe aromatiche ed accenni salmastri. Succoso, morbido e vellutato al sorso, invita più volte al riassaggio anche grazie alla elegante tessitura tannica. Superbo finale su note sapide e fruttate. Solo acciaio.

L’Azienda: Cantine Nuraghe Antigori 

Loc. Baccalamanza,

09012 Capoterra CA

Email: info@cantinenuragheantigori.it

Tel:  3701457389

Antigori, «luogo delle cose antiche» nel linguaggio locale è, il nome di uno dei più importanti nuraghi della Sardegna la cui costruzione risale al II millennio a.C., distante solo poche centinaia di metri da Baccalamanza a Capoterra, sede dell’attuale azienda vitivinicola di Carlo Luigi Scano. Siamo in un luogo unico ed incantato che guarda il mare, vicino a Cagliari, in una delle più vaste aree forestali d’Europa dove la natura appare ancora immutata ed incontaminata. In questi luoghi gli archeologi hanno ritrovato reperti risalenti alle antichissime civiltà greche, a testimonianza di frequenti interscambi avvenuti, sin da allora, con le popolazioni oltre il mare. Coltivazione in rigoroso regime biologico, pratiche colturali manuali, artigianali e sostenibili e valorizzazione delle varietà autoctone sono gli ulteriori elementi che connotano l’attuale conduzione aziendale.

11

Caregnan 2019 – Agricola Montespada 96/100   (territorio/zona dei vigneti: Gallura) prezzo a scaffale enoteca 18 euro circa.

Cararattere, eleganza, succosità sono le parole chiave dell’assaggio. Note di spezie, frutti rossi, macchia mediterranea, anticipano un sorso teso e sapido, avvolgente e minerale che si chiude con ricordi persistenti di erbe aromatiche.

L’azienda: Agricola Montespada

Loc. Giunchizza Trinità d’Agultu e Vignola, Sassari

Tel. +39 349-3737 613

email: montespada@gmail.com

L’azienda ha sede in una zona molto vocata per il Vermentino,  a circa 20 Km da S.Teresa sulla direttrice litoranea che porta a Castelsardo, nel comune di Trinità D’Agultu. Si affaccia sul mare prospiciente le coste della Corsica, coste che dalla sommità della collina si possono facilmente ammirare. L’Azienda Agricola si estende per oltre 1 km le rive del fiume Vignola e si trova pertanto nella valle a ridosso della ” Sierra du Cinqu denti” nella regione Giunchizza.

10

Carignano 2021 – La Giara 96,5/100   (territorio/zona dei vigneti: Arcidano) prezzo a scaffale enoteca 15 euro circa.

 

Carignano ed eleganza spesso vanno a braccetto, come in questo caso in cui freschezza, sapidità, tannini di rara finezza, si accompagnano a sensazioni di macchia mediterranea, erbe officinali, frutti rossi e spezie. Pregevole il finale su toni salmastri e iodati.

 

L’Azienda: La Giara

Bivio Escovedu

09090 USELLUS (OR)

email: info@cantinalagiara.it

Tel: tel: 0783 938006

La Cantina La Giara nasce nel 1958, ai piedi dell’omonimo altopiano, dall’iniziativa di alcuni viticoltori nella sub-regione sarda della Marmilla, a circa 300 metri di altezza. I vigneti dei Soci si estendono in un raggio di circa 25 chilometri in territori che si distinguono per notevoli varietà e tipologie.

9

Carignano del Sulcis Riserva Bricco delle Piane 2020 – Calasetta 97/100   (territorio/zona dei vigneti: Calasetta) prezzo a scaffale enoteca 20 euro circa.

 

Il Bricco delle Piane nasce nelle zone collinari del basso Sulcis, su suoli calcareo-argillosi da vigneti allevati ad alberello su piede franco. Ha profumi floreali, di erbe aromatiche, di frutta rossa e bacche; corposo, dal sorso secco, fresco, scorrevole e amaricante, dalla lunga persistenza.

L’azienda: Calasetta

Via Roma, 134, 09011 Calasetta (CI)

Tel. 0781 88413

email: info@cantinadicalasetta.it

La Cantina Calasetta rappresenta un esempio vincente di cooperazione enoica che oggi aggrega circa 300 viticoltori mossi da un unico intento, produrre vini fortemente identitari e di grande piacevolezza gustativa. Siamo nell’isola di Sant’Antioco, a sud-ovest della Sardegna, in un terroir davvero unico caratterizzato da terreni sabbiosi che consentono di coltivare la vite franca di piede. Condizione questa che consente al Carignano, uva regina dell’areale, di raggiungere la sua massima espressione.

8

Carignano del Sulcis Nur 2021 – Sardus Pater 97,2/100  (territorio/zona dei vigneti: Sant’Antioco) prezzo a scaffale enoteca 11 euro circa.

Un vino senza fronzoli, ma diretto e sincero, che mostra le grandi potenzialità del Carignano di finezza e bevibilità senza necessità di opulenza ed estrazione. Sapido, fresco, con note di frutti rossi, spezie ed un piacevole finale balsamico. Da segnalare l’ottimo rapporto qualità-prezzo.

 

L’azienda: Sardus Pater

Via della Rinascita 46 09017 Sant’Antioco (CI)

email: info@cantinesarduspater.it

+39 0781 83937

La cantina cooperativa Sardus Pater si trova sull’isola di Sant’Antioco e ha iniziato l’attività a metà degli anni ’50 del secolo scorso. All’ attivo ha 200 soci conferitori con uve provenienti da un’area vitata di 300 ettari. La scelta di puntare soprattutto alla valorizzazione del vitigno Carignano, impiantato su terreni sabbiosi con basse rese per ettaro e a piede franco, ha fatto sì che la cantina sia sugli scudi ormai da anni, riuscendo a riconvertirsi come molte realtà dell’area nella produzione di vino di qualità.
Carignano ma non solo: Vermentino a partire dal 1994, e Moscato e Nasco, e per i rossi, Monica e Cannonau.

7

Carignano del Sulcis Riserva Rocca Rubia 2020 – Cantina Santadi 97,5/100   (territorio/zona dei vigneti: Santadi) prezzo a scaffale enoteca 20 euro circa.

 

Il “second vin” della Cantina Santadi, che in alcune annate duetta con il primo (il Terre Brune) per piacevolezza e complessità. Ampi profumi, intensi, di macchia mediterranea, pepe nero, cardamomo, erbe amare, mirtillo, more e prugne. Sorso elegante, gustoso, pieno, agile e sapido, con richiami di frutti scuri.

L’Azienda: Cantina Santadi

Via Giacomo Tachis, 14 – 09010 Santadi

Tel. +39 0781950127

email: info@cantinadisantadi.it

Nata negli anni Sessanta del Novecento, è probabilmente la cantina sociale del Sulcis più importante da un punto di vista storico, con un ruolo pionieristico per la valorizzazione del Carignano in termini di qualità e potenziale commerciale. È qui che Giacomo Tachis creò nel 1984 il Terre Brune, uno degli ambasciatori del vino sardo nel mondo. Oggi la via a fianco della sede aziendale prende il nome del celebre enologo. I soci sono circa 200, il patrimonio vitato (Vermentino compreso) è di ben 600 ettari.

5 ex aequo

Nativo 2020 – Murales 98/100    (territorio/zona dei vigneti: Gallura) prezzo a scaffale enoteca 25 euro circa.

È la dimostrazione delle potenzialità e della capacità di adattamento della varietà (il Carignano), anche in territori diversi da quelli del Sulcis. Qui siamo in Gallura, su suoli granitici. Ed il risultato è un vino di straordinaria eleganza, che vale la nostra Standing Ovation, con note fumé e accenni minerali, richiami speziati ed un lungo finale di frutti rossi.

 

L’Azienda:  Murales

Localita Piliezzu, 1,

07026 Olbia SS

Tel. +39 393 923 1011

email: info@vinimurales.com

Piero Canopoli, enologo e sommelier, e la moglie Giuliana Dalla Longa, si sono trasferiti più di 20 anni fa, da Varese in Gallura per dar vita a questa azienda che spazia a tutto tondo tra diverse varietà sarde (soprattutto Vermentino, Cannonau e Carignano) e internazionali (Viognier, Merlot, Cabernet Sauvignon e Syrah). Molto originali ed esteticamente curate sono le etichette che riprendono appunto il concetto dei murales.  Se vi recate in azienda non perdete l’occasione di fermarvi a pranzo alla Locanda Murales.

5 ex aequo

Carignano del Sulcis 1 Il Bio 2019 – Biomar (Tenuta La Sabbiosa) 98/100   (territorio/zona dei vigneti: Calasetta) prezzo a scaffale enoteca 30 euro circa.

 

 

Un’esplosione di profumi che vanno dalle varie declinazioni della macchia mediterranea (mirto, cisto, lentisco) a note di spezie e frutti rossi, fino a sensazioni agrumate e minerali. Carattere, eleganza, pienezza del sorso, sapidità, freschezza ed un lungo finale iodato per una meritata Standing Ovation.

L’Azienda: Biomar Tenuta La Sabbiosa

 

Località Cussorgia – Case sparse snc

09011 Calasetta (SU)

email: info@biomar.bio

Tel. 3921493397

Un’azienda emergente con vigneti a Calasetta, tutti a piede franco, allevati secondo i dettami (ed anche la certificazione) biologici. Ed i vini prodotti risultano veramente convincenti e rispondenti alle caratteristiche del territorio e di un vitigno così interessante come il Carignano.

4

Carignano del Sulcis Riserva Is Arenas 2020 – Sardus Pater 99/100    (territorio/zona dei vigneti: Sant’Antioco) prezzo a scaffale enoteca 40 euro circa.

Una Vecchia Vigna di Carignano di Sardus Pater

Un grappolo del Carignano di Sardus Pater

Is Arenas è il termine in lingua sarda che indica “le sabbie”, terreno dove viene allevato questo Carignano a piede franco, con piante coltivate ad alberello. Di grande struttura, ha sentori di piccoli frutti di bosco scuri, erbe amare, arancia nera e pepe nero, con toni balsamici. Avvolgente, morbido e succoso, ha un tannino fine e fitto, riverberi di frutta scura e liquirizia. Il mosaico di profumi e sapori, perfettamente profilati ed amalgamati gli valgono la nostra Standing Ovation.

 

L’azienda: Sardus Pater

Via della Rinascita 46 09017 Sant’Antioco (CI)

email: info@cantinesarduspater.it

+39 0781 83937

La cantina cooperativa Sardus Pater si trova sull’isola di Sant’Antioco e ha iniziato l’attività a metà degli anni ’50 del secolo scorso. All’ attivo ha 200 soci conferitori con uve provenienti da un’area vitata di 300 ettari. La scelta di puntare soprattutto alla valorizzazione del vitigno Carignano, impiantato su terreni sabbiosi con basse rese per ettaro e a piede franco, ha fatto sì che la cantina sia sugli scudi ormai da anni, riuscendo a riconvertirsi come molte realtà dell’area nella produzione di vino di qualità.
Carignano ma non solo: Vermentino a partire dal 1994, e Moscato e Nasco, e per i rossi, Monica e Cannonau.

3

Carignano del Sulcis Superiore Terre Brune 2019 – Cantina Santadi 99,3/100   (territorio/zona dei vigneti: Santadi) prezzo a scaffale enoteca 40 euro circa.

 

 

Una delle vigne vecchie di Carignano di Santadi

Le Vigne di Carignano di Santadi

Vino emblema di questa azienda (concorre ad essere uno dei migliori rossi italiani), è ottenuto da vecchie vigne a piede franco, con uvaggio Carignano 95% e Bovaleddu 5%. Sentori complessi di macchia mediterranea e frutta scura (amarena, mirto, more), con note di liquirizia e sfumature ferrose; la beva è sostanziosa, ma sapida, fluida e armonica, ha tannini vellutati, cenni speziati e ricordi di piccoli frutti di bosco scuri. Vino dall’inconfondibile anima sarda che merita in pieno la nostra Standing Ovation.

L’Azienda: Cantina Santadi

Via Giacomo Tachis, 14 – 09010 Santadi

Tel. +39 0781950127

email: info@cantinadisantadi.it

Nata negli anni Sessanta del Novecento, è probabilmente la cantina sociale del Sulcis più importante da un punto di vista storico, con un ruolo pionieristico per la valorizzazione del Carignano in termini di qualità e potenziale commerciale. È qui che Giacomo Tachis creò nel 1984 il Terre Brune, uno degli ambasciatori del vino sardo nel mondo. Oggi la via a fianco della sede aziendale prende il nome del celebre enologo. I soci sono circa 200, il patrimonio vitato (Vermentino compreso) è di ben 600 ettari.

2

Caregnan 2018 – Agricola Montespada 99,4/100   (territorio/zona dei vigneti: Gallura) prezzo a scaffale enoteca 18 euro circa.

Le uve Carignano, raccolte dopo un breve appassimento sulla pianta, conferiscono materia e carattere al vino. Note di frutta rossa matura e caramella alla frutta (lampone), con nuance di cacao e spezie. Il sorso è secco, strutturato e profondo ma anche scorrevole e con buona freschezza, ricco di sapori ed aromi coerenti con l’olfatto. La nostra Standing Ovation sottolinea il livello qualitativo raggiunto.

 

L’azienda: Agricola Montespada

Loc. Giunchizza Trinità d’Agultu e Vignola, Sassari

Tel. +39 349-3737 613

email: montespada@gmail.com

L’azienda ha sede in una zona molto vocata per il Vermentino,  a circa 20 Km da S.Teresa sulla direttrice litoranea che porta a Castelsardo, nel comune di Trinità D’Agultu. Si affaccia sul mare prospiciente le coste della Corsica, coste che dalla sommità della collina si possono facilmente ammirare. L’Azienda Agricola si estende per oltre 1 km le rive del fiume Vignola e si trova pertanto nella valle a ridosso della ” Sierra du Cinqu denti” nella regione Giunchizza.

1

Carignano del Sulcis Nero Miniera 2021 – Enrico Esu 99,5/100   (territorio/zona dei vigneti: località Medau Desogus) prezzo a scaffale enoteca 20 euro circa.

 

Le Vigne di Enrico Esu

Ceppi delle Vigne di Enrico Esu

Il Sulcis in un sorso. Tutto quello che ci si può aspettare da un Carignano di questo territorio lo troviamo qui. Carattere, tannini di rara finezza, eleganza, richiami di erbe officinali, spezie e sensazioni balsamiche. Struttura, sapidità, ed incredibile persistenza. Insomma una strameritata Standing Ovation.

L’azienda:  Enrico Esu 

Indirizzo: Località Medau Desogus, 09010 Carbonia Sud Sardegna

email: enricoesu@alice.it

Telefono: 347 825 6871

Paesaggi unici quelli della Cantina Esu nella terra del carbone tra sugherete e terreni sabbiosi dove nel 1958 fu impiantato il primo vigneto di Carignano a piede franco, con allevamento classico ad alberello per resistere meglio alla elevata calura estiva e alle forti raffiche di vento di maestrale. I vigneti si trovano nel comune di Carbonia nelle campagne che si estendono da Gonnesa a Perdaxius, in località Medau Desogus, dove sotto al primo strato di sabbia a qualche decina di metri si trova proprio quel carbone dove affondano le radici delle vigne e dove sono ben radicate anche quelle degli uomini, che hanno visto per molti anni nelle miniere la fonte di lavoro e di reddito.

 

I Migliori Cannonau

 

 

Nelle classifiche che seguono prendiamo in considerazione tutti i vini realizzati esclusivamente o quasi con Cannonau  indipendentemente dalla denominazione (quindi troverete anche etichette IGT o VDT).

Data la vastità di produzione dei vini derivanti da questa varietà nella Regione, abbiamo confermato la scelta  di declinare il nostro racconto  per territorio.

La Classifica dei Migliori Cannonau del Territorio di Alghero

 

5

Cannonau di Sardegna San Costantino 2022 – Poderi Parpinello 94/100   prezzo a scaffale enoteca 13 euro circa.

Da vigne allevate lungo il litorale di Alghero, su terreni ricchi di roccia arenaria e marne calcaree. Solo acciaio. Frutti rossi e agrumi, sfumature di macchia mediterranea e di spezie. Sorso morbido, delicato, relativamente semplice ma con una certa dote di sapore e di acidità che invita al riassaggio. Interpretazione azzeccata del Cannonau giovane e beverino, con una piacevole scia di freschezza e di frutto croccante in chiusura.

L’Azienda: Poderi Parpinello

 

 

4

Cannonau di Sardegna Riserva Naramae 2020 – Cantina Santa Maria La Palma 95/100   prezzo a scaffale enoteca 16 euro circa.

 

Espressività e lunghezza per un ottimo campione, degno rappresentante della Sardegna enologica. Tanta materia, belle sfumature di piccoli frutti di bosco, spezie scure e garriga. Succoso, potente e muscolare, dai tannini ancora scalpitanti ma di gradevole fattura. Prosegue su eleganti scie di lampone maturo e iodio marino, arrestandosi dopo molti passi, per il puro piacere di chi degusta.

L’azienda: Cantina Santa Maria La Palma

Loc. Santa Maria la Palma – 07040 Alghero (SS)

email: vini@santamarialapalma.it

tel. +39 079999008

Nata nel 1959 grazie all’accordo di un centinaio di viticoltori che lavoravano i terreni della Nurra di Alghero, dopo la bonifica e la riforma agraria del 1946, la cooperativa Santa Maria La Palma è oggi un gigante con più di 300 soci, 650 ettari e circa quattro milioni di bottiglie annue. Il Vermentino Aragosta è stato tra i primi vini sardi a raggiungere la popolarità fuori dall’isola e ancora oggi è tra i bianchi più venduti d’Italia.

3

Cannonau di Sardegna Serenata 2021 – Silvio Carta 96/100  prezzo a scaffale enoteca 15 euro circa.

Precisione stilistica, tannini levigati, struttura, freschezza e profondità di beva sono i principali descrittori di questo Cannonau. Sapido e avvolgente, chiude su ricordi balsamici e di macchia mediterranea.

L’azienda:  Silvio Carta

S.P. 12 km 7,800 , 09070 Zeddiani (OR) Sardegna – Italia

email: info@silviocarta.it

tel. +39 0783.410314

Fondata nel 1929 a Baratili San Pietro (OR), la cantina di Silvio Carta – oggi guidata dal figlio Elio – è nata con lo scopo di valorizzare la Vernaccia, il suo vino bandiera, di cui è uno dei massimi rappresentanti in Sardegna. Parallelamente ha sviluppato una gamma di vini e spirits derivati da vitigni (Vermentino, Cannonau, Monica, Cagnulari) e bacche locali (mirto e ginepro in primis). I vini rossi provengono da uve della zona di Alghero.

2

Cannonau di Sardegna Riserva 2020 – Poderi Parpinello 96,1/100   prezzo a scaffale enoteca 16 euro circa.

 

Dalle migliori vigne aziendali, in località Janna de Mare, ecco una Riserva agile e snella, che rivela una bellissima espressione fruttata. Due anni di affinamento, di cui sei mesi in botti di rovere francese. Frutti di bosco in confettura, note balsamiche ed ematiche. Sorso gustoso, sapido, equilibrato, di buona scorrevolezza ed estrazione. Retrogusto speziato con sfumature minerali di scoglio marino.

L’Azienda: Poderi Parpinello

 

1

Cannonau di Sardegna Riserva Redìt 2018 – Cantina Santa Maria La Palma 97/100    prezzo a scaffale enoteca 20 euro circa.

Le Vigne del Redìt

Da vigne vicine al mare, a nord di Alghero, coltivate su terreni calcarei. Affinato per 14 mesi in tonneau di media tostatura. Odora di frutta rossa, macchia (mirto, elicriso) e spezie orientali. Sapido, robusto ma espansivo, dal tannino elegante. Buona persistenza su toni balsamici e speziati. Il legno, usato con giudizio, non pregiudica la tipicità.

L’azienda: Cantina Santa Maria La Palma

Loc. Santa Maria la Palma – 07040 Alghero (SS)

email: vini@santamarialapalma.it

tel. +39 079999008

Nata nel 1959 grazie all’accordo di un centinaio di viticoltori che lavoravano i terreni della Nurra di Alghero, dopo la bonifica e la riforma agraria del 1946, la cooperativa Santa Maria La Palma è oggi un gigante con più di 300 soci, 650 ettari e circa quattro milioni di bottiglie annue. Il Vermentino Aragosta è stato tra i primi vini sardi a raggiungere la popolarità fuori dall’isola e ancora oggi è tra i bianchi più venduti d’Italia.

 

 

La Classifica dei Migliori Cannonau del Territorio di Dorgali

 

7

Cannonau di Sardegna Kene    2022  Cantina Dorgali 92/100   prezzo a scaffale enoteca 13 euro circa.

 

Tanta spezia (pepe nero), agrumi succosi e more selvatiche. Un vino di carattere e profondità, dai tannini ancora nervosi e dal finale su ricordi iodati e di erbe officinali . Eccellente il rapporto qualità-prezzo.

L’Azienda: Cantina Dorgali

Via Piemonte, 11, 08022 Dorgali (NU)

email: info@cantinadorgali.com

Tel.: 0784 96143

Un’eccellente realtà che testimonia la qualità produttiva e organizzativa delle cantine sociali in Sardegna. Fondata nel 1953, consta di 660 ettari appartenenti a 220 soci. I terreni, di origine granitica e vulcanica, si estendono dalla valle di Oddoene fin quasi al mare di Cala Cartoe, costituendo un terroir diversificato che dà origine ad una ampia gamma di vini, di cui il Cannonau, trovandosi nella sua zona di elezione, è il principale beneficiario e protagonista assoluto.

6

Cannonau di Sardegna 2020  – Atha Ruja 95/100   prezzo a scaffale enoteca 24 euro circa.

Da alberelli riprodotti per via massale da vigne centenarie. Un anno in tonneau. Viole, ciliegie, mirtilli, arancia sanguinella, macchia mediterranea (rosmarino, mirto), lievi toni affumicati. Sorso di media intensità, sapido, fresco, pulito, trama tannica fine e sottile, la tecnica non pregiudica carattere e  complessità. Chiusura di impronta speziata e minerale, quasi salmastra.

L’Azienda: Atha Ruja

Località: Via Oddoene, Dorgali (NU) ITALY

email:info@viniatharuja.com

Tel. +39 347 8693936

La Cantina Atha Ruja Poderi di Dorgali nasce nei primi anni ‘90, dalla condivisione del sogno di Pietro Pittalis e Annita Salis. La storia non ha avuto il percorso lineare dei filari dei vigneti, non è stato un “amore a prima vista”, ma l’elaborazione di una tradizione di viticoltori da due generazioni. Insieme all’enologo Marco Bernabei,  i due hanno iniziato quest’avventura con l’entusiasmo di quando da bambini raccoglievano l’uva della vendemmia sui piccoli cesti di incannucciato. Oggi tutte le fasi e i processi, dalla raccolta dei grappoli alla fermentazione e maturazione, vengono costantemente monitorati grazie a protocolli interni di controllo qualità.

5

Cannonau di Sardegna Terra Sorella 2021 – Atha Ruja 96/100   prezzo a scaffale enoteca 20 euro circa.

 

 

Merita la nostra attenzione per materia, eleganza ed espressività. Insiste su sensazioni di frutta matura. Dal ricordo di amarene, prosegue su spezie bianche pepate, note ematiche e finale iodato. Equilibrato ed armonico.

L’Azienda: Atha Ruja

Località: Via Oddoene, Dorgali (NU) ITALY

email:info@viniatharuja.com

Tel. +39 347 8693936

La Cantina Atha Ruja Poderi di Dorgali nasce nei primi anni ‘90, dalla condivisione del sogno di Pietro Pittalis e Annita Salis. La storia non ha avuto il percorso lineare dei filari dei vigneti, non è stato un “amore a prima vista”, ma l’elaborazione di una tradizione di viticoltori da due generazioni. Insieme all’enologo Marco Bernabei,  i due hanno iniziato quest’avventura con l’entusiasmo di quando da bambini raccoglievano l’uva della vendemmia sui piccoli cesti di incannucciato. Oggi tutte le fasi e i processi, dalla raccolta dei grappoli alla fermentazione e maturazione, vengono costantemente monitorati grazie a protocolli interni di controllo qualità.

4

Cannonau di Sardegna Icorè 2021 – Cantina Dorgali 97/100  prezzo a scaffale enoteca 11 euro circa.

Profondità e carattere per un vino che ricalca in pieno le tipicità del varietale e del suo territorio. Danza su note di macchia mediterranea eleganti e sinuose, tra elicriso e mirto, proseguendo su visciole mature, pepe nero in grani e arancia sanguinella. Sorso salmastro di ottimo impatto, su scie officinali piacevoli e molto persistenti.

L’Azienda: Cantina Dorgali

Via Piemonte, 11, 08022 Dorgali (NU)

email: info@cantinadorgali.com

Tel.: 0784 96143

Un’eccellente realtà che testimonia la qualità produttiva e organizzativa delle cantine sociali in Sardegna. Fondata nel 1953, consta di 660 ettari appartenenti a 220 soci. I terreni, di origine granitica e vulcanica, si estendono dalla valle di Oddoene fin quasi al mare di Cala Cartoe, costituendo un terroir diversificato che dà origine ad una ampia gamma di vini, di cui il Cannonau, trovandosi nella sua zona di elezione, è il principale beneficiario e protagonista assoluto.

3

Cannonau di Sardegna Riserva Nùrule 2020 – Cantina Dorgali 98/100   prezzo a scaffale enoteca 19 euro circa.

Standing Ovation meritata per eleganza e lunghezza. Nuance agrumate incisive, che si alternano a chiodi di garofano, bacche di mirto e salsedine. Sorso di grande impatto, arricchito da una scia salina che sembra non finire mai. Un occhio, infine, al prezzo assolutamente vantaggioso.

L’Azienda: Cantina Dorgali

Via Piemonte, 11, 08022 Dorgali (NU)

email: info@cantinadorgali.com

Tel.: 0784 96143

Un’eccellente realtà che testimonia la qualità produttiva e organizzativa delle cantine sociali in Sardegna. Fondata nel 1953, consta di 660 ettari appartenenti a 220 soci. I terreni, di origine granitica e vulcanica, si estendono dalla valle di Oddoene fin quasi al mare di Cala Cartoe, costituendo un terroir diversificato che dà origine ad una ampia gamma di vini, di cui il Cannonau, trovandosi nella sua zona di elezione, è il principale beneficiario e protagonista assoluto.

2

Cannonau di Sardegna Riserva Kuèntu 2018 – Atha Ruja 98,7/100   prezzo a scaffale enoteca 33 euro circa.

Vigne di Cannonau di Atha Ruja

Una piccola produzione (poco più di tremila bottiglie) in stile moderno, ma dalla tecnica sorvegliata. Nasce da alberelli di 40-50 anni di età allevati nella Valle dell’Oddoene su terreni di disfacimento granitico. Sosta per due anni in barrique. Bel ventaglio di frutti: ribes, ciliegie, more, visciole. Poi arrivano i fiori appassiti, le spezie (pepe nero), le erbe aromatiche, la liquirizia. Sorso ricco e fruttato, sapido e minerale, di notevole potenza e allungo. Estrazione tannica da applausi, beva travolgente, finale da Standing Ovation.

 

 

L’Azienda: Atha Ruja

Località: Via Oddoene, Dorgali (NU) ITALY

email:info@viniatharuja.com

Tel. +39 347 8693936

La Cantina Atha Ruja Poderi di Dorgali nasce nei primi anni ‘90, dalla condivisione del sogno di Pietro Pittalis e Annita Salis. La storia non ha avuto il percorso lineare dei filari dei vigneti, non è stato un “amore a prima vista”, ma l’elaborazione di una tradizione di viticoltori da due generazioni. Insieme all’enologo Marco Bernabei,  i due hanno iniziato quest’avventura con l’entusiasmo di quando da bambini raccoglievano l’uva della vendemmia sui piccoli cesti di incannucciato. Oggi tutte le fasi e i processi, dalla raccolta dei grappoli alla fermentazione e maturazione, vengono costantemente monitorati grazie a protocolli interni di controllo qualità.

1

Cannonau di Sardegna Classico D53 2019 – Cantina Dorgali 99/100  prezzo a scaffale enoteca 22 euro circa.

Vigne di Cannonau della Cantina di Dorgali

Il nome deriva dall’anno di nascita della cooperativa, il 1953. Le uve sono coltivate a circa 400 metri di altitudine, su terreni calcarei. Fermentazione in tini di legno troncoconici, affinamento per 12 mesi in tonneau e altrettanti in botti grandi di rovere. Esplode già all’olfatto con frutta rossa, lamponi e mirtilli in confettura, spezie come noce moscata e chiodi di garofano. Il sorso è succoso e verticale, di notevole struttura ed equilibrio, tannini fitti ed eleganti, è sapido e profondo. Chiusura molto lunga in cui tornano le sensazioni fruttate assieme a una bella scia balsamica. Meritatissima Standing Ovation.

L’Azienda: Cantina Dorgali

Via Piemonte, 11, 08022 Dorgali (NU)

email: info@cantinadorgali.com

Tel.: 0784 96143

Un’eccellente realtà che testimonia la qualità produttiva e organizzativa delle cantine sociali in Sardegna. Fondata nel 1953, consta di 660 ettari appartenenti a 220 soci. I terreni, di origine granitica e vulcanica, si estendono dalla valle di Oddoene fin quasi al mare di Cala Cartoe, costituendo un terroir diversificato che dà origine ad una ampia gamma di vini, di cui il Cannonau, trovandosi nella sua zona di elezione, è il principale beneficiario e protagonista assoluto.

 

La Classifica dei Migliori Cannonau del Territorio della Gallura

 

15 

Cannonau di Sardegna Demiurgo 2021 – Atlantis   93/100  prezzo a scaffale enoteca 22 euro circa.

 

Ancora irrequieto nella verve astringente finale. Dimostra giovinezza e possibilità evolutiva, con un frutto ricco di agrumi e ciliegie croccanti. Spezie bianche e scure in chiusura, su scie salmastre energiche.

L’Azienda: Atlantis Berchidda 

Indirizzo: Via Torino, 3, 07022 Berchidda SS

Tel.: 3200285665

email: info@atlantiswine.it

Atlantis – Terre di Sardegna nasce nel 2013 a Berchidda per volontà di Francesco e Andrea Sannitu, il primo ingegnere gestionale, il secondo avvocato, che vengono attratti irresistibilmente dal richiamo della terra, grazie alle vigne del padre, che vendeva le uve ad altri. Una quindicina gli ettari in produzione su sabbie di origine granitica. Focus soprattutto sul Vermentino; ma c’è anche una piccola produzione di rossi, dal classico Cannonau a un interessante uvaggio di Cabernet Sauvignon, Merlot e Syrah.

14 

Cannonau di Sardegna Nalbioni 2021 – Li Duni 94/100  prezzo a scaffale enoteca 16 euro circa.

Non si può non restare colpiti dall’eleganza e dall’espressività di un simile campione. Contiamo, per chi saprà aspettarlo, che un piccolo riposo nella cantina di casa gli possa giovare ulteriormente. Ad ogni modo il vino si presenta di gradevole impatto gustativo, con tutto ciò che il varietale sa offrire: frutta rossa, spezie calde e nuance officinali di mirto e rosmarino.

L’azienda: Li Duni

Loc. Li Parisi – 07030 Badesi (SS)

email: info@cantinaliduni.com

tel +39 079 914 4480 / +39 388 426 3825

A Badesi, su terreni sabbiosi, troviamo le viti a piede franco dell’azienda Li Duni. Le vigne sono molto vicine al mare, tanto che il sale riesce a volte ad arrivare fin sopra agli acini. Il vento favorisce delle ottime escursioni termiche tra notte e giorno. La gamma prevede il Vermentino in prima linea, ma non sono da trascurare anche i rossi, prevalentemente a base di Cannonau. Un terroir incredibile nel quale le viti sono allevate come si faceva nei secoli scorsi, prima dell’attacco della fillossera, per ottenere vini unici, particolari e ricchi di sfumature iconiche della Sardegna.

13

Cannonau di Sardegna Donosu 2022 – Cantina Tani 95/100  prezzo a scaffale enoteca 17 euro circa.

 

Terreni a disfacimento granitico ospitano vigneti in alta collina (500-600 metri di quota) da cui proviene questo Cannonau. Ha un bouquet intenso di prugne, mirtilli, more e bacche nere, con sfumature ematiche e di erbe aromatiche. Il sorso è corposo ma scorrevole, con ritorni di fruttati e una trama tannica consistente ma ben integrata nella struttura del vino.

L’Azienda: : Cantina Tani

Loc. Conca Sa Raighina 07020 Monti (OT)

email: info@cantinatani.it

tel. +39 335472221

Tonino Tani e le figlie Angelica e Roberta, hanno dato vita a questa cantina con annesso, piacevole agriturismo. Siamo a Monti, nel cuore dell’area di produzione del Vermentino di Gallura. Le vigne qui sono a 350 metri, su terreni da disfacimento granitico. La vendemmia è manuale. Si producono con successo anche vini a base di Cannonau. La Cantina, costruita nel 2008, è ubicata nel cuore dei vigneti per consentire l’immediata vinificazione delle uve appena colte. Struttura all’avanguardia, conta interamente su macchine in acciaio inox, ed ha annessa area di affinamento seminterrata.

12

Cannonau di Sardegna Tàmara 2018 – Cantina del Vermentino 95,5/100 prezzo a scaffale enoteca 14 euro circa.

Vigneti ad alberello, locati sulle colline galluresi del comune di Monti, generano questo Cannonau dai sentori floreali e di frutta scura (amarena e prugne), con nuance speziate e vanigliate. Le sensazioni corpose e morbide sono ben bilanciate da buona acidità e un tannino deciso e levigato.

L’azienda:  Cantina del Vermentino

Via San Paolo, n° 2 07020 Monti (OT) Italia

email: cantina@vermentinomonti.it

Tel +39 0789 44012

Conosciuta in Sardegna come la Cantina di Monti, è una  cooperativa di grandi dimensioni (350 soci, 600 ettari di vigne, tre milioni di bottiglie) nata nel 1956. Da diversi anni riesce a mantenere un alto standard qualitativo soprattutto nella vasta gamma dei vini bianchi, con un ottimo rapporto qualità-prezzo. I vigneti sono nelle zone più vocate della Gallura, tra i 100 e 450 metri di quota, su terreni di disfacimento granitico. Il Vermentino è naturalmente l’uva regina, il suo allevamento è favorito dalle notevoli escursioni termiche.

11

Cannonau di Sardegna Riserva Tararà 2018 – Vigneti Zanatta 96/100 prezzo a scaffale enoteca 26 euro circa.

Ottenuto da una selezione di uve in vigneti a ridosso del mare della Costa Smeralda, ha profumi di amarena e frutti di bosco, erbe selvatiche e bacche, con sfumature tostate e di vaniglia. Il sorso è secco, intenso e strutturato, il tannino vellutato, con riverberi di frutta scura matura e spezie che accompagnano un finale equilibrato e persistente.

 

L’Azienda: Vigneti Zanatta

 

 

L’Azienda: Vigneti Zanatta

Via Spirito Santo, 56 – OLBIA (SS) – Italy

tel. +39 348 6679492 –  +39 348 6684601

Email: info@vignetizanatta.it

Vigneti Zanatta è una giovane azienda nata nel 2003 per iniziativa di Bruno Zanatta che, da giovane enologo trevigiano, nel 1975 iniziò la sua carriera nella zona del gallurese. L’azienda si estende su una superficie di 120 ettari, principalmente allocati nel comune di Olbia, non lontani dalle meravigliose spiagge della Costa Smeralda, dove vengono coltivate le varietà Vermentino e Cannonau.

10

Cannonau di Sardegna Animosu 2020 – Tenute Gregu 96,5/100  prezzo a scaffale enoteca 17 euro circa.

Dai vigneti di proprietà a Calangianus, a 500 metri di altitudine. Affinato in acciaio. Profumi molto tipici, frutta matura (mirtilli, ciliegie, arance rosse), spezie dolci, macchia (mirto, elicriso). Sorso ricco e vigoroso, fresco e scorrevole, di buon ritmo; in evidenza l’ottima qualità della materia prima, con tannini dolci e maturi. Finale profondo.

 

L’Azienda: Tenute Gregu

Loc. Giuncheddu,

07023 Calangianus

email:info@tenutegregu.com

Telefono: +39 348 0364383

Tenute Gregu  si trova ai piedi del Monte Limbara, nelle campagne tra Telti e Calangianus con 30 ettari di superficie vitata nei quali crescono il Cannonau e, soprattutto, il Vermentino che dà luogo a due vini molto caratteristici e rappresentativi del territorio.

9

Cannonau di Sardegna   Dieci 2021 – Augusto Mandras  96,6/100  prezzo a scaffale enoteca 35 euro circa.

Dieci è l’etichetta più recente della cantina di Augusto Madras, un Cannonau in purezza che ha profumi di incenso e viola, seguiti da amarena e more. Ricordi di frutta scura si integrano con una buona acidità e tannini morbidi e delicati, per una beva equilibrata e sostanziosa.

 

L’Azienda: Augusto Mandras 

Località: S.p. 24 • Loc. Juanne Maccu – 07020 PADRU (SS)

tel.    345 2155227

email: augustomandras@tiscali.it

 

Siamo a Padru, a 12 km dalle spiagge di San Teodoro e 10 km da Olbia, dove Augusto Mandras ha dato vita all’azienda omonima volta a valorizzare uno straordinario territorio circondato da colline e cime montuose ed immerso nella macchia mediterranea. La località dove si estendono i cinque ettari del vigneto è denominata “Juanne Maccu” e ricade appieno nel cuore della rigogliosa Valle del fiume Lerno. Qui troviamo anche un vitigno autoctono unico e pregiato, realmente introvabile altrove, ovvero, l’Aleatico Rosso di Padru.

8

Cannonau di Sardegna Riserva Pentima 2020 – Surrau 97/100  prezzo a scaffale enoteca 30 euro circa.

Come la tela di un quadro di valore, il vino sembra dipinto da un abile artista, che ha saputo raccontare la Sardegna più cruda e vera. Complesso, si esprime con frutti rossi e succo di melagrana, con richiami di noce moscata e liquirizia a corredo della classica, immancabile nota di mirto. Lunghissimo.

L’azienda: Surrau

 

 

 

Località Chilvagghja, Strada Provinciale Arzachena, Km 1, 07021 Porto Cervo (OT)

email: info@vignesurrau.it

tel. 0789 82933

Le Cantine Surrau possiedono oltre 50 ettari di terreno, occupato in parte da vigneti, nella zona più orientale della Gallura, in vallate soleggiate accarezzate dal vento di maestrale e poste di fronte alle bocche di Bonifacio. I suoli sono composti da sabbie granitiche delle colline di Jannisolu e Capichera e argille delle pianure di Pastura e Cascioni. La cantina, dal design moderno, si trova all’inizio della strada che da Arzachena conduce a Porto Cervo ed è frutto di un progetto architettonico​ integrato nella natura.

7

Cannonau di Sardegna Riserva Il Muto 2017 – Agricola Montespada 97,5/100  prezzo a scaffale enoteca 19 euro circa.

La potenza è nulla senza controllo recitava un noto spot pubblicitario. Qui le trame tanniche particolarmente vivaci riescono a trovare un ottimo compromesso su acidità agrumate e composta gelatinosa di frutti di bosco. Si allarga al palato, avviluppandolo in un riverbero continuo di macchia mediterranea e sale marino.

L’azienda: Agricola Montespada

Loc. Giunchizza Trinità d’Agultu e Vignola, Sassari

Tel. +39 349-3737 613

email: montespada@gmail.com

L’azienda ha sede in una zona molto vocata per il Vermentino,  a circa 20 Km da S.Teresa sulla direttrice litoranea che porta a Castelsardo, nel comune di Trinità D’Agultu. Si affaccia sul mare prospiciente le coste della Corsica, coste che dalla sommità della collina si possono facilmente ammirare. L’Azienda Agricola si estende per oltre 1 km le rive del fiume Vignola e si trova pertanto nella valle a ridosso della ” Sierra du Cinqu denti” nella regione Giunchizza.

6

Cannonau di Sardegna Cerasio 2021 – Cantina Pedres 98/100   prezzo a scaffale enoteca 20 euro circa.

Perfetto esemplare di vino concepito con una tecnica moderna ma ben dosata, grazie a un uso intelligente del legno. Dai vigneti di proprietà a Monti, a 300-350 metri di quota. Passaggio di 6-8 mesi in botti di rovere. Frutti rossi, prugne mature, agrumi, terra bagnata, sullo sfondo cacao e note tostate. Sorso rotondo, composto, elegante, non ha l’esplosività dei Cannonau più tipici ma una beva dinamica e scattante. Chiusura molto lunga, succosa e speziata. Meritata Standing Ovation.

L’azienda:  Cantina Pedres

Località: Via Mincio, 42, Zona ind.le Sett. 7, 07026 Olbia

Tel.   +39 0789 595075

email:  info@cantinapedres.it

Dalla tradizione vitivinicola della Famiglia Mancini, iniziata alla fine dell’800, e dalla perseveranza e lungimiranza del più giovane dei suoi discendenti, Giovanni Mancini, ha origine la Cantina Pedres. Situata in Gallura, più precisamente a Olbia, la Cantina Pedres è sul mercato dal 2002 con una produzione di vini ottenuti da uve selezionate di provenienza esclusivamente gallurese. Nel 2002 grazie ad Antonella, figlia di Giovanni, viene intrapreso un importante processo di rinnovamento tecnologico della Cantina, con investimenti che hanno interessato sia il sistema di produzione che i vigneti.

5

Cannonau di Sardegna Ruju pirinu 2021 – Lu Colbu 98,3/100  prezzo a scaffale enoteca 20 euro circa.

 

 

Il tipico paesaggio gallurese, con le sue coste e la macchia mediterranea, è l’habitat che genera questo vino dai caratteri floreali, di erbe selvatiche e bacche, con note iodate, balsamiche e fruttate. La beva è vigorosa, con ricordi di frutti rossi e scuri e un tannino raffinato, che si accompagna ad una bella freschezza. Una complessità ed armonia sensoriale che gli vale la nostra Standing Ovation.

L’Azienda: Lu Colbu

Viale Sardegna, 140

07030 Santa Maria Coghinas – Sassari

Alessandro tel. 328 0565548

email:Alessandro.oggiano87@gmail.com

Poco più di tre ettari suddivisi tra Cannonau e Vermentino, allevati attraverso un attento processo di operazioni colturali eseguite manualmente, con rese molto basse al fine di ottenere uve di elevata qualità. Questa è la connotazione dell’azienda Lu Colbu, fondata con l’obiettivo di produrre vini i cui sapori e profumi siano l’espressione di una terra segnata dalla sua storia, delle sue coste da sogno, della sua macchia mediterranea, dal suo odore inconfondibile di terra fertile ed incontaminata.

3 Ex aequo

Cannonau di Sardegna Raighinas 2021 – Tenute Gregu 98,5/100   prezzo a scaffale enoteca 16 euro circa.

 

L’ultimo nato di questa giovane azienda, in un’annata decisamente favorevole per il Cannonau, raggiunge le vette dell’eccellenza. Da vigne allevate a Calangianus, ai piedi del monte Limbara (siamo sui 500 metri), vinificate e affinate in acciaio dopo un breve passaggio in legno per la fermentazione malolattica. Delizioso e variegato all’olfatto, frutti di bosco, more in confettura, rabarbaro, china. Frutto copioso anche in bocca, è caldo e pieno, ricco di acidità, dai tannini smussati. Ma la sua carta vincente è nell’irresistibile progressione gustativa, che accompagna un finale speziato e persistente, con echi di macchia mediterranea. Standing Ovation senza discussioni.

L’Azienda: Tenute Gregu

Loc. Giuncheddu,

07023 Calangianus

email:info@tenutegregu.com

Telefono: +39 348 0364383

Tenute Gregu  si trova ai piedi del Monte Limbara, nelle campagne tra Telti e Calangianus con 30 ettari di superficie vitata nei quali crescono il Cannonau e, soprattutto, il Vermentino che dà luogo a due vini molto caratteristici e rappresentativi del territorio.

3 Ex aequo

Cannonau di Sardegna L’Ora Grande 2021 – La Contralta 98,5/100   prezzo a scaffale enoteca 29 euro circa.

La Contralta – Le Vigne di Cannonau

Da vigneti che guardano il mare della Sardegna nordorientale, a Palau, proviene questo Cannonau in purezza dai variegati sentori di ribes rosso, lamponi e ciliegia, con echi balsamici e speziati. Il sorso è suadente, cremoso, con ricordi di piccoli frutti di bosco rossi e maturi che ne accentuano la dolcezza; tensione acida e un tannino elegante provvedono ad armonizzare e vivacizzare la beva. Ben meritata la nostra Standing Ovation.

L’Azienda: La Contralta

L’enologo Roberto Gariup, friulano di origine, ma ormai sardo di adozione, è l’amministratore delegato ma anche il factotum di questa nuova realtà gallurese. Il nome dell’azienda deriva dal toponimo di una piccola spiaggia adiacente a uno dei due poderi della Tenuta che si trova sotto il monumento naturale della Roccia dell’Orso a Palau. I vitigni allevati sono Vermentino, Cannonau e Carignano. Il logo nasce da un’idea dell’architetto e designer John Pawson, padre del minimalismo europeo, ispirato dal suo progetto di una cappella che sarà costruita nelle tenute di Palau.

1 Ex aequo

Cannonau di Sardegna Riserva Fòla 2019 – Siddùra 99/100   prezzo a scaffale enoteca 29 euro circa.

Vigna del Fòla

In gallurese fòla significa favola. Ed è davvero una favola di vino questa Riserva, solare, mediterranea, frutto di alberelli coltivati nel cuore della Gallura, a 300 metri di altitudine, su suoli sabbiosi da disfacimento granitico. Affinamento di 12 mesi in botti di rovere e acciaio. Naso travolgente di amarene, prugne selvatiche, ciliegie sotto spirito, fiori macerati, erbe aromatiche (menta, basilico). Tannini finissimi, è sapido, consistente ed equilibrato grazie a una viva acidità. Chiusura lunghissima su toni balsamici e iodati. Da Standing Ovation.

L’Azienda:  Siddùra

 

 

 

Località Siddura,07020, Luogosanto

Telefono: 079 657 3027

email: amministrazione@siddura.com

L’azienda è nata con l’ambizione di “rifondare” e restaurare i vigneti nei pressi del borgo medievale di Luogosanto in piena Gallura. I lavori di scasso hanno portato una decina di anni fa alla nascita di un vero e proprio punto di riferimento per la produzione locale. L’approccio punta alla valorizzazione dei vitigni locali attraverso un uso sapiente della tecnologia, in modo da produrre vini che siano espressione pura del territorio e, allo stesso tempo, facili da posizionare sul mercato. I progressi sono evidenti di anno in anno, con prodotti sempre più a fuoco.

1 Ex aequo

Cannonau di Sardegna 2021 – Agricola Montespada 99/100   prezzo a scaffale enoteca 15 euro circa.

 

Da vigne coltivate in località Giunchizza, è affinato brevemente in botti di rovere. Frutta rossa, frutti di bosco (fragoline, ribes), sottobosco, pepe nero, macchia mediterranea. Trama tannica elegante, è morbido e asciutto, di buona struttura. Strepitoso finale balsamico e minerale. È un vino giovane e teoricamente semplice, eppure i nostri assaggi lo piazzano ai vertici, a dimostrazione che anche in Gallura si possono ottenere grandi Cannonau. Per questo merita la Standing Ovation.

L’azienda: Agricola Montespada

Loc. Giunchizza Trinità d’Agultu e Vignola, Sassari

Tel. +39 349-3737 613

email: montespada@gmail.com

L’azienda ha sede in una zona molto vocata per il Vermentino,  a circa 20 Km da S.Teresa sulla direttrice litoranea che porta a Castelsardo, nel comune di Trinità D’Agultu. Si affaccia sul mare prospiciente le coste della Corsica, coste che dalla sommità della collina si possono facilmente ammirare. L’Azienda Agricola si estende per oltre 1 km le rive del fiume Vignola e si trova pertanto nella valle a ridosso della ” Sierra du Cinqu denti” nella regione Giunchizza.

 

 

La Classifica dei Migliori Cannonau del Territorio di Mamoiada

 

 

Il livello qualitativo della produzione dei viticoltori di Mamoiada è realmente sbalorditivo. Solo in altri pochissimi territori d’Italia abbiamo una concentrazione di vini con straordinario carattere e fedele aderenza territoriale.

 

30

Cannonau di Sardegna Visera 2021 – Cantina Crisponi 94/100  prezzo a scaffale enoteca 26 euro circa.

È il primo Cannonau di questa giovanissima azienda mamoiadina, che alleva due ettari di vigna a 650 metri di altitudine. E convince con un olfatto originale, che intriga, dove il frutto resta sullo sfondo: è affumicato, speziato, minerale. Bel sorso balsamico, salato, succoso, di buona dinamica e dal finale trascinante. Da seguire.

L’Azienda: Cantina Crisponi

Via Berlinguer,17,

08024 Mamoiada (NU),

email: cantina.crisponi@gmail.com

Tel: +39 3400868898

La Cantina Crisponi, nata nel 2021, è una piccola realtà familiare che gestisce circa due ettari a 650 metri di altitudine su terreni da disfacimento granitico. Visera, il nome dei  due vini (rosato e rosso) significa maschera in mamoiadino ed il logo aziendale rende appunto omaggio a quella indossata dai Mamuthones.

29

Ghirada Ocruarana 2021 – Teularju 94,5/100   prezzo a scaffale enoteca 48 euro circa.

 

Ancora straordinariamente giovane. Siamo sicuri che la trama tannica troverà una sua migliore dimensione con l’evoluzione in bottiglia. Questo è il pregio del varietale e di fare vino a tali altitudini. More selvatiche e pepe rosa, unite a sale marino e bacche di ginepro.

L’AziendaTeularju 

Via Berlinguer, 15, 08024 Mamoiada (NU)

Tel. +39 333 488 3921

Email: teularjumamoiada@gmail.com

 

Una delle ultime nate a Mamoiada è l’azienda vinicola Teularju, condotta da Francesco Sedilesu (già noto per essere stato il vero motore primo del fermento mamoiadino) e Rosa Muggittu insieme ai loro figli, Giovanni, sua moglie Elisabetta, Vincenza e Giuseppe. Nata nel 2017 con l’impianto di nuovo vigneto, interamente coltivato a Cannonau che solo nel 2019 ha dato luogo alla prima vendemmia e la vinificazione dei primi due Ghiradas (i cru), l’Ocruarana e la Cara’Gonare, mentre nel 2020 nascono i vini delle altre due Ghiradas, l’Erula e la Rizza.

28

Cannonau di Sardegna Perdas Longas 2021 – Francesco Cadinu 95,5/100  prezzo a scaffale enoteca 34 euro circa.

 

Vigne a 650 metri di altezza, di circa 70 anni ed allevate ad alberello, producono questo Cannonau di stile prettamente mamoiadino. Sentori di erbe officinali, frutta rossa matura e bacche, con echi balsamici. Il sorso è corposo e sapido, i ricordi fruttati e speziati si abbinano a tannini robusti dai toni erbacei.

L’Azienda:  Francesco Cadinu

Località: Via Vittorio Emanuele II, 37 – 08024 Mamoiada (NU)

Tel.: +39 3290906997
email: cantinafrancescocadinu@gmail.com

Da meno di dieci anni Francesco Cadinu etichetta i suoi vini, eppure è già da considerare uno dei leader della vivace scena di Mamoiada, animata dalla meritoria Associazione Mamojà. Naturalmente il Cannonau fa parte da sempre della vita della sua famiglia (e di quella della moglie Simonetta). I vigneti di proprietà si estendono per 6 ettari, con un’età che varia dai 20 ai 120 anni, coltivati ad alberello con metodi tradizionali: si pratica ancora l’aratura con i buoi. Già dalla vendemmia 2020 la consulenza enologica è affidata al bravissimo Emiliano Falsini.

27

Cannonau di Sardegna Riserva 2019 – Mussennore 96/100 prezzo a scaffale enoteca 42 euro circa.

 

Dalla vigna Palagorrai, piantata nel 1976 a 700 metri di altezza. Due anni in tonneau. Profumi esuberanti, tostatura, vaniglia, chiodi di garofano, rosa appassita, ciliegie sotto spirito, carrube, capperi e rosmarino. Beva gustosa, guizzante, sfaccettata, è un vino potente e fruttato, teso e minerale. Finale sapido, balsamico e speziato, di buona persistenza.

L’Azienda:   Cantina Mussennore

Località: Via Foscolo, n° 5  Mamoiada, 08024 (NU)

tel.  9 28 10 053

email:  info@cantinamussennore.com

Nel 1976 per iniziativa di Gesuino, nonno degli attuali proprietari (soprannominato Mussennore, che in sardo significa Monsignore), è stato impiantato a Mamojada in località Palagorrai, il primo vigneto di Cannonau (su terreni sabbiosi a circa 620 metri di quota) che ha dato origine alla proprietà che oggi la famiglia Fadda ancora gestisce. La cantina, fondata da Pietro Fadda nel 2016, con l’obiettivo iniziale di vendere vino sfuso, nel 2021 ha presentato al pubblico le sue prime etichette: un Cannonau rosso e un Cannonau rosato. L’azienda fa parte dell’Associazione Mamojà, che unisce una serie di produttori del luogo con l’obiettivo di promuovere insieme il vino, il territorio e le tradizioni di Mamojada.

26

Cannonau di Sardegna Bobotti 2021 – Sannas 96,5/100  prezzo a scaffale enoteca 30 euro circa.

 

“Fratello” più giovane della quasi omonima Riserva (Bobotti+) prodotta da Piergraziano Sanna, Bobotti è un vino dai profumi freschi e balsamici di erbe di campo, bacche e frutti di bosco. Il sorso dolce e ciliegioso (visciole) è ben strutturato, persistente, con buona acidità e una trama tannica fitta e levigata.

L’azienda: Sannas

Via Piave 14, 08024 Mamoiada (Nuoro)

email: piergraziano.sanna@gmail.com

tel. +39 339 1331395

L’azienda produce con successo vini molto territoriali, ma caratterizzati da un’impronta artigianale molto personale. Piergraziano Sanna con meticolosità segue la vigna come fosse un vero e proprio figlio. I risultati sono eccellenti, e contribuiscono con grande efficacia alla reputazione di un terroir unico come Mamoiada.

25

Boeli 2021 – Muggittu  97/100 prezzo a scaffale enoteca 28 euro circa.

 

Biglietto da visita tipico dei vini d’altura in quest’angolo di Sardegna. Gioca tra ampiezze fruttate e tensioni verticali e vorticose su note salmastre, acidità corroboranti di marasche croccanti e spezie ruvide. L’arbitro che giunge da moderatore è la macchia mediterranea: riesce sempre a mettere tutti d’accordo, anche questa volta.

L’Azienda: Muggittu 

Via Nuoro 48, 08024 Mamoiada NU

Tel. 3451662329

Email: mattiamuggittu27@gmail.com

Mattia Muggittu è il più giovane viticoltore dell’Associazione Mamojà. Con l’aiuto dei genitori ha costruito una delle cantine più grandi della zona. I suoi vini, già da subito, si inseriscono a pieno titolo nell’ambito della tipicità e del carattere dell’areale di Mamoiada.

 

24

Ghirada Fittiloghe 2020 –  VikeVike 97,1/100  prezzo a scaffale enoteca 29 euro circa.

Da un vigneto di vent’anni situato a 750 metri di altitudine, ecco un Cannonau che nell’affollato panorama mamojadino potremmo perfino definire “moderno con giudizio”. Affina un anno in grandi botti di rovere e in acciaio. Olfatto molto espressivo: macchia (mirto e lentisco), olive, viola, mon chéri, frutti di bosco, china, grafite. Sorso esplosivo e al tempo stesso elegante, tannini esuberanti, beva scorrevole, di ottima dinamica. Chiusura minerale e agrumata, molto rinfrescante.

L’azienda: VikeVike

Via Marsala 19-21, 08024 Mamoiada (NU)

email:cantinavikevike@gmail.com

tel.+39 3482290179

Da alcuni anni Simone Sedilesu, giovane enologo, esponente della famiglia che ha per prima valorizzato il Cannonau di Mamoiada, ha creato una cantina tutta sua: Vike Vike (Guarda Guarda in lingua sarda). La filosofia aziendale è quella contemporanea: grande attenzione in vigna e poco interventismo in cantina, con fermentazioni spontanee e basso apporto di solfiti. Oltre al rosso si producono un rosato, un dolce da Moscato, un bianco da Granazza e una Riserva.

23

Cannonau di Sardegna Riserva 2019 – Jankara 97,2/100  prezzo a scaffale enoteca 36 euro circa.

Stile moderno ma interpretato con la giusta misura per questa Riserva, ottenuta da una vigna ventenne di due ettari sulle colline di Mamoiada, a 750 metri sul livello del mare. Due anni in barrique e tonneau, piccolo saldo (2%) di Alicante (Bouschet). Nel calice sentori di cuoio e spezie scure, cioccolata, mirto, liquirizia, resina. Gustoso, ricco, l’impalcatura tannica è robusta ma il sorso è fresco e scorrevole. Buona persistenza terrosa e balsamica.

L’Azienda: Jankara

Via Regina Elena, 55

07030 Sant’Antonio di Gallura (SS)

email: renato@vinijankara.com

tel. 3287577060

Il simbolo di Jankara è l’antico stemma del “Gallo di Gallura”, che risale all’anno 1116 e appartiene in origine ad uno dei primi Giudici di Gallura, Il Gallo divenne il simbolo di Gallura dopo un patto che fu stretto con I Pisani durante il regime di Costantino e alla data attuale simboleggia l’antica terra dalle montagne di granito. Fondata da Renato Spanu nel 2006, situata nel nord-est della Sardegna, tra le colline dell’Alta Gallura, dopo l’acquisto di 8 ettari di terreno nella “Vena di San Leonardo”, all’interno di questa vena, la vigna di Jankara è situata in un “cru” chiamato “Giannaghe” oppure “Jannaca” nel dialetto Gallurese, che si ritrova davanti ad un altro storico “Cru” della zona chiamata “Karana” a 300 metri di altezza. Da qualche anno l’azienda ha in affitto una vigna a Mamoiada dove sta sperimentando la produzione di Cannonau in area vocata.

22

Cannonau di Sardegna 2020 – Jankara 97,3/100 prezzo a scaffale enoteca 26 euro circa.

 

Questa cantina gallurese ha avuto l’ottima idea di affittare due ettari a Mamojada per produrre i propri Cannonau. Ed eccoci davanti a un vino intensamente fruttato, di bella estrazione tannica e chiusura rinfrescante, che odora di spezie, vaniglia, caffè, ciliegie, viole, erbe aromatiche. Un anno in barrique e tonneau di vari passaggi.

L’Azienda: Jankara

Via Regina Elena, 55

07030 Sant’Antonio di Gallura (SS)

email: renato@vinijankara.com

tel. 3287577060

Il simbolo di Jankara è l’antico stemma del “Gallo di Gallura”, che risale all’anno 1116 e appartiene in origine ad uno dei primi Giudici di Gallura, Il Gallo divenne il simbolo di Gallura dopo un patto che fu stretto con I Pisani durante il regime di Costantino e alla data attuale simboleggia l’antica terra dalle montagne di granito. Fondata da Renato Spanu nel 2006, situata nel nord-est della Sardegna, tra le colline dell’Alta Gallura, dopo l’acquisto di 8 ettari di terreno nella “Vena di San Leonardo”, all’interno di questa vena, la vigna di Jankara è situata in un “cru” chiamato “Giannaghe” oppure “Jannaca” nel dialetto Gallurese, che si ritrova davanti ad un altro storico “Cru” della zona chiamata “Karana” a 300 metri di altezza. Da qualche anno l’azienda ha in affitto una vigna a Mamoiada dove sta sperimentando la produzione di Cannonau in area vocata.

21

Izzos 2022 – Pino Paddeu 97,4/100 prezzo a scaffale enoteca 33 euro circa.

L’esigenza di una maggior piacevolezza si acquisisce, in taluni casi, solo dando valore all’attesa. E qui il tempo di aspettarlo in bottiglia c’è tutto, per ampliare la gamma di frutti di bosco e sfumature mediterranee di cui il vino è ricco. Finale iodato appetitoso.

 

 

L’azienda: Pino Paddeu

Via San Cosimo 42 08024 Mamoiada (NU)

tel. +39 340 5889539

Piccolo produttore con viti (2 ettari) in località Piliarvu, condotte con bassissimo impatto ambientale, e innestate direttamente in campo con talee recuperate da vigneto ultracentenario. La vinificazione avviene a cappello sommerso con una parte dei raspi in immersione. Segue affinamento in botti di castagno nuove.

20

Cannonau di Sardegna Mamuthone 2021 – Giuseppe Sedilesu 97,5/100 prezzo a scaffale enoteca 19 euro circa.

 

La sua qualità è chiara e cristallina fin dal primo sorso. Nuance delicate di frutta rossa sotto spirito e vene acidule tra ribes rosso, cannella e susina acerba. Corredo di erbe officinali e ruggine sul finale.

L’Azienda: Giuseppe Sedilesu

Via V. Emanuele II, 64, 08024 Mamoiada (NU)

email:giuseppesedilesu@gmail.com

tel: +39 078456791

Sedilesu è un nome ormai noto a tutti gli appassionati del buon bere. Uno dei pochi “brand” capace di sdoganarsi al di fuori dei confini isolani, ottenendo anche un ragguardevole successo commerciale, senza mai snaturarsi e restando sempre sardo fino al midollo. I vigneti si trovano ad oltre 600 metri di quota, in quella aspra e fantastica terra da vino che è Mamoiada. Dai ceppi di alberello accuditi con cura e lavorati in maniera artigianale in cantina, escono fuori ogni anno rossi succosi, sapidi e sempre coinvolgenti.

19

Cannonau di Sardegna De Vidda 2022 – Pasquale Bonamici 97,6/100 prezzo a scaffale enoteca 38 euro circa (nella foto è riportata l’annata 2021, ma noi abbiamo assaggiato la 2022).

Da alcune delle vigne più alte del comprensorio mamoiadino nasce un vino in grado di colpire la nostra attenzione ad ogni sorso. Conserva un’eleganza superba e una delicatezza di fiori viola, marasche succose e spezie scure in grani. Mirto in chiusura, giusto per ricordare a tutti la sua anima sarda.

L’azienda: Pasquale Bonamici

 

Tel. +39 3282726943

Dal 2020 Pasquale Bonamici vinifica solo le sue uve, con fermentazioni spontanee in acciaio ed esclusivamente nelle annate favorevoli. Circa 5 mila bottiglie prodotte. Vigne a circa 750 metri di quota in zona Sa ‘Oprecada, allevate con rispetto della natura e dell’ecosistema. La Riserva deriva da vigne di circa 120 anni di età.

18

Ghirada Gurguruò 2020 – VikeVike 97,7/100  prezzo a scaffale enoteca 55 euro circa.

Da alberelli di 30 anni allevati a 700 metri di quota. Il 50% della fermentazione è a grappolo intero. Un anno e mezzo in botti di rovere di terzo e quarto passaggio. Macchia mediterranea, mirto, corbezzolo, frutti rossi, mineralità granitica che rimanda alla composizione dei terreni di Mamoiada. Sorso goloso, avvolgente, dinamico, grande bevibilità. Chiusura intensa su toni balsamici.

L’azienda: VikeVike

Via Marsala 19-21, 08024 Mamoiada (NU)

email:cantinavikevike@gmail.com

tel.+39 3482290179

Da alcuni anni Simone Sedilesu, giovane enologo, esponente della famiglia che ha per prima valorizzato il Cannonau di Mamoiada, ha creato una cantina tutta sua: Vike Vike (Guarda Guarda in lingua sarda). La filosofia aziendale è quella contemporanea: grande attenzione in vigna e poco interventismo in cantina, con fermentazioni spontanee e basso apporto di solfiti. Oltre al rosso si producono un rosato, un dolce da Moscato, un bianco da Granazza e una Riserva.

1ex aequo

Ghirada Malarthana 2021  – Cantina Mulargiu 98/100  prezzo a scaffale enoteca 30 euro circa.

Mulargiu – Ghirada Malarthana

Vigna settantenne ad alberello, affinamento in cemento. Ampio spettro olfattivo: bergamotto, fichi, prugna secca, cacao, tabacco, sfumature speziate (cannella, cardamomo). Palato di buona agilità, già disteso, bel cambio di passo, un filo di dolcezza ma anche freschezza da vino di montagna. Finale succoso e balsamico, con toni di caffè, arancia rossa, pepe. Vale la nostra Standing Ovation.

 

L’Azienda: Cantina Mulargiu

 

Via Sardegna 7b,

08024 Mamoiada (NU)

email: cantinamulargiu@gmail.com

Tel. 3913996563

I fratelli Francesco ed Emanuele Mulargiu, nipoti di Giuseppe Sedilesu, con l’aiuto dei genitori, hanno fatto nascere questa nuova cantina a Mamoiada. Francesco è molto attivo nella comunità di Mamoiada ed ha dato vita anche al Ristorante Su Tapiu, assolutamente da visitare, non solo per una elevata qualità della proposta gastronomica, ma perchè qui potete trovare al calice i vini di quasi tutti i produttori del territorio. Le vigne sono allevate con estrema cura nel rispetto della natura circostante.

16 ex aequo

Cannonau di Sardegna Ghirada Palagorrai 2020 – Mussennore 98/100   prezzo a scaffale enoteca 28 euro circa.

 

 

Mussennore – Le Vigne

Potente, scattante come un centometrista ai blocchi di partenza, ma con un passo lungo da maratoneta. Non perde fiato, procedendo tra note di mirto, mirtillo maturo ed affumicature eleganti e intense. Prosegue su scie verticali puntute, complici dei tannini di nerbo e sapore, che promettono vita in bottiglia. Da bere adesso e in futuro sempre con orgoglio. Per noi è Standing Ovation.

L’Azienda:   Cantina Mussennore

Località: Via Foscolo, n° 5  Mamoiada, 08024 (NU)

tel.  9 28 10 053

email:  info@cantinamussennore.com

Nel 1976 per iniziativa di Gesuino, nonno degli attuali proprietari (soprannominato Mussennore, che in sardo significa Monsignore), è stato impiantato a Mamojada in località Palagorrai, il primo vigneto di Cannonau (su terreni sabbiosi a circa 620 metri di quota) che ha dato origine alla proprietà che oggi la famiglia Fadda ancora gestisce. La cantina, fondata da Pietro Fadda nel 2016, con l’obiettivo iniziale di vendere vino sfuso, nel 2021 ha presentato al pubblico le sue prime etichette: un Cannonau rosso e un Cannonau rosato. L’azienda fa parte dell’Associazione Mamojà, che unisce una serie di produttori del luogo con l’obiettivo di promuovere insieme il vino, il territorio e le tradizioni di Mamojada.

15 

Ghirada Baduorane 2021 – Mertzeoro 98,1/100   prezzo a scaffale enoteca 28 euro circa.

Mertzeoro – Le Vigne

Puntuto e ancora erbaceo, di grande carattere. La tipica espressività del varietale, declinata in toto su mirto, elicriso e fiori di sambuco. Proseguono in successione nervature di cacao in polvere, ciliegie croccanti e tabacco. Lungo e appagante, da riassaggiare più volte nel tempo. Merita la nostra Standing Ovation.

L’Azienda: Mertzeoro

Tel. 3497589895 / 3396623752

email. cantinamertzeoro@gmail.com

I vigneti si trovano in località Baduorane, con circa un ettaro di Cannonau di 12 anni di età, uno di Granatza di 10 e un nuovo impianto di 3. L’azienda, dedita da sempre alla vendita di vino sfuso, ha iniziato con l’imbottigliamento nel 2019. Mertzeoro, ovvero Melchiorre, è lo stesso re magio che portò l’oro come dono a Gesù, e si riferisce al proprietario Melchiorre Paddeu.

14 

Ghirada Su Hastru ‘e su Horvu 2021 – Andrea Cosseddu 98,2/100   prezzo a scaffale enoteca 30 euro circa.

Da uve acquistate dalla giovane vigna omonima (la “Fortezza del corvo”), piantata a 650 metri di altitudine. Un anno in tonneau nuovi. Legno dosatissimo, sfumature tostate (caffè, cacao) e mentolate, sensazioni floreali (rosa), ricco corredo di frutta (fragole, amarene, lamponi), erbe officinali. Sorso agile, succoso e verticale, tannini decisi ma già ben integrati, sapidità rocciosa. Lunghissima chiusura balsamica di macchia mediterranea. Per noi è da Standing Ovation.

 

L’Azienda: Andrea Cosseddu

 

Via Vittorio Emanuele II .8 ,

08024 Mamoiada (NU)

email: andrea.andreacosseddu@gmail.com

Tel. 3493921671

Andrea Cosseddu, titolare dell’Enoteca La Rossa al centro di Mamoiada, è molto attivo nell’Associazione Mamojà. Acquista ogni anno le uve per realizzare vini molto territoriali, che si sposino con i valori dell’associazione.

13

Cannonau di Sardegna Bakarru 2021 – Gian Piero Tramaloni 98,3/100  prezzo a scaffale enoteca 34 euro circa.

 

Appena 1.300 bottiglie di questo vino ottenuto da alberelli di circa 80 anni dell’omonimo vigneto, dimorato a oltre 650 metri di quota. Dodici mesi in tonneau. Ampio ed espressivo con profumi di viole, visciole, ribes, prugne in confettura, sottobosco, sfumature di vaniglia, liquirizia e cioccolato. Sorso tannico e profondo, molto centrato, bella intensità di frutto, acidità e sapidità calibratissime. Chiusura lunghissima accompagnata da agrumi, sale e una netta sensazione di erbe infuse da vermouth. Di qui la nostra Standing Ovation.

L’azienda: Gian Piero Tramaloni

 

Via Caprera 25A, 08024 Mamoiada NU

Tel. 3287388900

Azienda di lunga tradizione familiare. Tre vigneti distribuiti su 4 ettari. Il vigneto più antico dell’azienda ha circa 80 anni, sito in località “Bacarru”, è a circa 560 metri di altitudine. Quello situato in località “Vidihinzos”, anche questo di circa 80 anni, è a circa 750 metri. Il terzo, il più giovane (20 anni), si trova in località “Berei” a circa 540 metri di quota. L’azienda produce da sempre vino sfuso ma dalla vendemmia 2020 nasce la prima bottiglia Ghirada Bakarru.

12

Cannonau di Sardegna Berteru Sa Cava de Pulinaria 2022 – Luca Gungui 98,4/100 prezzo a scaffale enoteca 35 euro circa.

Vigna Sa Cava de Pulinaria

Fratello minore del Berteru Sas de Melas. Un vino dotato di succosità e tanta piacevolezza del sorso. Qualità essenziale quando si parla di un campione giovane, con prospettive entusiasmanti per il futuro. Attacco floreale di rosa canina e violetta per poi spingere su succo d’amarena e spezie dolci. Sorso salino e dinamico. Merita la nostra Standing Ovation.

L’Azienda: Luca Gungui

Corso Vittorio Emanuele 21, 08024 Mamoiada (Nuoro)

email: cantinagungui@tiscali.it

tel.+39 3473320735

Luca Gungui, 35 anni, dopo una laurea in Scienze della Pubblica Amministrazione col massimo dei voti e varie esperienze lavorative nel settore pubblico, nel 2015 ha scelto di tornare alle radici, e alla gestione dell’azienda familiare a Mamoiada. Grazie ad attenzione e cura maniacale della vigna ha ottenuto risultati subito eccellenti, con vini che parlano schiettamente di territorio.

11

Tzappu 2021 – Siotto 98,6/100   prezzo a scaffale enoteca 30 euro circa.

Un ceppo della Vigna di Siotto

la Vigna di Siotto

L’esordio di Gianfranco Siotto nell’imbottigliamento è di quelli da ricordare. Lunghezza, spessore, espressività. Sembrano aggettivi coniati appositamente per un vino esattamente aderente al suo territorio. Spezie scure in polvere, ciliegia matura ed arancia sanguinella per concedersi un dolce divagare tra le dune del mare, verso note di macchia mediterranea e richiami iodati. Il risultato è la nostra Standing Ovation.

L’Azienda: Siotto

Via Barbagia 14, 08024, Mamoiada (NU)

email: cantinasiotto@gmail.com

Tel. +39 3394732039

Gianfranco Siotto è uno degli ultimi viticoltori che hanno scelto di imbottigliare nel vocatissimo territorio di Mamoiada. I vigneti più vecchi (60 anni di età) sono a Nord in zona Elisi, mentre quelli più giovani (22 anni) sono a Sud in zona Pulenaria, per un totale di poco più di un ettaro.

 

 

10

Cannonau di Sardegna Zibbo 2021 – Cantina Marco Canneddu 98,8/100   prezzo a scaffale enoteca 35 euro circa.

Un ceppo della vigna dello Zibbo

Vigna dello Zibbo

Quando la nave salpa nessuno resti a terra. Il bastimento condotto dal vino degustato è carico di frutta matura dal sapore di mora selvatica e chinotto. Stuzzicante la vena amarognola offerta dai tannini cesellati dalla mano di un’artista in stato di grazia. Il sintomo di un territorio in continuo fermento, che non smette di colpire la nostra attenzione con prodotti belli da ammirare e, soprattutto, da assaggiare. Vale la nostra Standing Ovation.

L’Azienda:  Cantina Marco Canneddu

Via G. Manno 69 – Mamoiada (NU)

Tel.: +39 3496852916
email: cantinacanneddu@gmail.com

L’azienda della famiglia Canneddu si trova in uno dei luoghi più vocati per la coltivazione del Cannonau, a Mamoiada in provincia di Nuoro. Il microclima dettato dalla peculiare allocazione delle vigne – tra 650 e 900 metri di altezza esposte al sole e al vento, con grandi escursioni termiche notte/giorno – mantiene le piante e le uve sane, al riparo da malattie senza bisogno di interventi chimici. Ma tutta la filiera produttiva dell’azienda, certificata biologica, è improntata all’ecosostenibilità: in vigna si ara con i buoi, si lavora e si vendemmia solo manualmente, in cantina si usano lieviti indigeni e le fermentazioni sono spontanee.

9

Minneddu 2021 – Giampaolo Paddeu 98,9/100   prezzo a scaffale enoteca 36 euro circa.

 

Un ceppo della vigna del Minneddu

Il nome Minneddu è il diminutivo di Giuanneddu, nonno di Giampaolo Paddeu. Da vigne a piede franco e senza l’aggiunta di solfiti. Vino di carattere, succoso al punto giusto e ricco di nerbo. Una progressione senza incertezze lungo il sentiero degli agrumi rossi, del chiodo di garofano e del ribes nero. Chiosa deciso verso sfumature di garriga tra mirto e lentisco, senza dimenticare le piccole erbe mediterranee di cui è piena la Sardegna. Vale la nostra Standing Ovation.

L’azienda: Giampaolo Paddeu

 

Pizza Europa 40, Mamoiada (NU)

tel. +39 3383044344

E-mail: cantinapaddeu@gmail.com

Piccolo produttore che produce circa 5 mila bottiglie da viti a piede franco a oltre 700 metri di quota e senza solfiti aggiunti. I vini che ne derivano sono senz’altro territoriali e mostrano l’anima di Mamoiada. Da vero artigiano, Giampaolo ha ricavato la cantina in uno spazio dedicato sotto casa.

8

Ghirada Istevene 2020 – VikeVike 99/100   prezzo a scaffale enoteca 80 euro circa.

Un vino in stato di grazia, energico, palpitante, aereo. Le uve provengono da una vecchia vigna ultracentenaria presa in affitto biennale, lavorata ancora con i buoi perché il trattore non ci passa. L’intera fermentazione è svolta a grappolo intero coi raspi. Un anno e mezzo in tonneau. Frutti rossi, buccia d’arancia, china, caffè in polvere, pepe, erbe mediterranee, chiodi di garofano. Il sorso fresco, agile, profondo, e la lunghissima persistenza balsamica gli valgono la nostra Standing Ovation.

L’azienda: VikeVike

Via Marsala 19-21, 08024 Mamoiada (NU)

email:cantinavikevike@gmail.com

tel.+39 3482290179

Da alcuni anni Simone Sedilesu, giovane enologo, esponente della famiglia che ha per prima valorizzato il Cannonau di Mamoiada, ha creato una cantina tutta sua: Vike Vike (Guarda Guarda in lingua sarda). La filosofia aziendale è quella contemporanea: grande attenzione in vigna e poco interventismo in cantina, con fermentazioni spontanee e basso apporto di solfiti. Oltre al rosso si producono un rosato, un dolce da Moscato, un bianco da Granazza e una Riserva.

7

Cannonau di Sardegna Riserva Ballu Tundu 2019 – Giuseppe Sedilesu 99,1/100  prezzo a scaffale enoteca 30 euro circa.

Un ceppo della vigna del Ballu Tundu

Vini di tale fattura ti fanno ritrovare la calma e la pace in un mondo vorticoso. E come un valzer romantico, la dolcezza delle nuance di lampone maturo, erbe officinali, arancia candita e prelibate spezie rendono goloso l’assaggio, esigendo un immediato nuovo sorso. Finale salino, quasi salmastro con una trama tannica perfetta, da lasciare di stucco. Il risultato è la nostra Standing Ovation.

L’Azienda: Giuseppe Sedilesu

Via V. Emanuele II, 64, 08024 Mamoiada (NU)

email:giuseppesedilesu@gmail.com

tel: +39 078456791

Sedilesu è un nome ormai noto a tutti gli appassionati del buon bere. Uno dei pochi “brand” capace di sdoganarsi al di fuori dei confini isolani, ottenendo anche un ragguardevole successo commerciale, senza mai snaturarsi e restando sempre sardo fino al midollo. I vigneti si trovano ad oltre 600 metri di quota, in quella aspra e fantastica terra da vino che è Mamoiada. Dai ceppi di alberello accuditi con cura e lavorati in maniera artigianale in cantina, escono fuori ogni anno rossi succosi, sapidi e sempre coinvolgenti.

6

Cannonau di Sardegna Dudùli 2021 –  Pino Beccoi 99,2/100   prezzo a scaffale enoteca 27 euro circa.

Un ceppo della vigna del Duduli

Il tripudio non basta, ci vuole la Standing Ovation per un’eccellenza mamoiadina che colpisce nel segno. Grande eleganza di piccoli frutti di bosco, pepe nero in grani, tostature al caffè ed un leggero riverbero di brace ardente. Sorso dai tannini ben domati, fatti di seta pura e saporiti al tempo stesso. Scie lunghe, quasi infinite, di iodio e macchia mediterranea, che valgono da sole il prezzo a scaffale.

L’Azienda:  Pino Beccoi

 

Via Tola 14A, 08024 Mamoiada (NU)

Tel. 3357827767

Email: pino.beccoi@gmail.com

Un dodicenne per fare una sorpresa al padre, vignaiolo di quell’incredibile terra da vino che è Mamoiada, contatta una designer di successo (Mara Damiani, cagliaritana con collaborazioni importanti anche con la Disney) e le commissiona la nuova etichetta del rosso di punta della piccola cantina. Nasce così, dal sogno, e dai piccoli risparmi di un intraprendente adolescente, il senso di un progetto enologico che ha portato alla nascita di Dudùli: un Cannonau in purezza nato a Mamoiada nella vallata da cui ha preso il nome. La Damiani ne ha firmato etichetta e logo, sorpresa forse più di tutti dell’anomala richiesta e ben felice di dare il suo contributo a questa bella storia. A fare il resto, e dare quindi “sostanza” al tutto, ci ha pensato Pino Beccoi. Dudùli è il toponimo della zona dove è ambientato il vigneto, con viti ad alberello di circa 70 anni, esposto a nord-est, oggetto di escursioni termiche importanti durante il periodo estivo.

5

Cannonau di Sardegna Riserva Bobotti+ 2019 – Sannas 99,3/100   prezzo a scaffale enoteca 49 euro circa.

 

Cannonau ricavato da piante in maggioranza ultracentenarie. Per le etichette dei suoi vini Piergraziano Sanna si rifà ai personaggi della tradizione sarda: Bobotti è l’uomo nero che spaventa i bambini. Balsamico, con profumi di prugna, piccoli frutti di bosco rossi e scuri e nuance di macchia mediterranea. Sorso succoso, fresco e sapido, ricco, con ritorni speziati, di erbe aromatiche e frutta scura matura Complessità, eleganza e piacevolezza aromatica che si riflettono nell’attribuzione della nostra Standing Ovation.

L’azienda: Sannas

Via Piave 14, 08024 Mamoiada (Nuoro)

email: piergraziano.sanna@gmail.com

tel. +39 339 1331395

L’azienda produce con successo vini molto territoriali, ma caratterizzati da un’impronta artigianale molto personale. Piergraziano Sanna con meticolosità segue la vigna come fosse un vero e proprio figlio. I risultati sono eccellenti, e contribuiscono con grande efficacia alla reputazione di un terroir unico come Mamoiada.

4

Cannonau di Sardegna Ghirada S’Ena  Manna 2020 – Giovanni Ladu 99,4/100  prezzo a scaffale enoteca 30 euro circa.

Ladu – Le Vigne

Ladu – Le Vigne

Ladu – Le Vigne

Vino di grande personalità, dalla bocca strepitosa e di lunghissima persistenza. Nasce da vigne allevate a 600 metri di altitudine e affina in tonneau e acciaio. Naso caldo e accogliente: frutti scuri in confettura, ciliegie, fragole, viole, erbe aromatiche, ginepro, tabacco, sensazioni erbacee e terrose. Sorso preciso, pulsante, di grande compostezza e finezza, saporito, giustamente tannico. Chiusura profonda, di perfetta armonia, con note agrumate e cenni di anguria. Standing ovation strameritata.

L’Azienda: Giovanni Ladu

La Cantina Giovanni Ladu è una giovane azienda che fonda le sue radici sulla famiglia e sul passato. Con la fortuna – come spiega il titolare – di trovarsi in un territorio vocato e di vinificare ormai da tre generazioni. La sede è a Mamoiada, in località S’Ena Manna. La superficie vitata è misurata, circa 2 ettari, su terreni granitici a un’altitudine media di 620 metri. Si lavora in maniera tradizionale. Le uve scelte sono Cannonau e poche piante di Granazza. Grazie al microclima favorevole i trattamenti, quando necessari, sono limitati al solo utilizzo di rame e zolfo.

3

Cannonau di Sardegna Ghirada Elisi 2021 – Francesco Cadinu 99,6/100   prezzo a scaffale enoteca 44 euro circa.

 

Un Cannonau di “montagna”, prodotto in poche bottiglie da un singolo appezzamento di vigna (Ghirada) di 80 anni d’età, denominato Elisi. Sentori floreali e note di piccoli frutti di bosco rossi (lampone, ribes), con echi balsamici e di macchia mediterranea. Il sorso è pieno ed energico; tannino, sapidità ed accentuata acidità fanno da contraltare ad una ricchezza glicerica e fruttata. Una Standing Ovation con punteggio tra i più alti, a testimonianza della continua crescita qualitativa dei vini realizzati di questa zona.

L’Azienda:  Francesco Cadinu

Località: Via Vittorio Emanuele II, 37 – 08024 Mamoiada (NU)

Tel.: +39 3290906997
email: cantinafrancescocadinu@gmail.com

Da meno di dieci anni Francesco Cadinu etichetta i suoi vini, eppure è già da considerare uno dei leader della vivace scena di Mamoiada, animata dalla meritoria Associazione Mamojà. Naturalmente il Cannonau fa parte da sempre della vita della sua famiglia (e di quella della moglie Simonetta). I vigneti di proprietà si estendono per 6 ettari, con un’età che varia dai 20 ai 120 anni, coltivati ad alberello con metodi tradizionali: si pratica ancora l’aratura con i buoi. Già dalla vendemmia 2020 la consulenza enologica è affidata al bravissimo Emiliano Falsini.

2

Cannonau di Sardegna   Istimau 2021 – Montisci Vitzizzai 99,7/100   prezzo a scaffale enoteca 27 euro circa.

Montisci Vitzizzai – Le Vigne

Montisci Vitzizzai – Le Vigne

Un vino succosissimo, dal frutto goloso e quasi esplosivo, ottenuto da alberelli in parte ottantenni coltivati a 700 metri di quota, in località Foddigheddu. Affinato in botti di rovere e di castagno. Nel calice c’è un intero cesto di frutta giustamente matura: more selvatiche, ribes, fragoline, melograno; emergono poi note di china, resina, pepe bianco, cacao amaro, mirto, rabarbaro. Beva robusta ma elegante e avvolgente, tannini fitti ancora in evoluzione. Enorme persistenza. Esprime appieno lo spirito del vitigno e del terroir e conquista in scioltezza la nostra Standing Ovation.

 

L’azienda:  Montisci Vitzizzai

Corso Vittorio Emanuele III 121

08024  Mamoiada

gianluigimontisci@hotmail.com

tel.+39  3805339704

La Cantina Montisci Vitzizzai è un’azienda a conduzione familiare condotta dai coniugi Gianluigi e Marcella. Le vigne sono coltivate ad alberello, su terreni di origine granitica, nella parte alta di una vallata di Mamoiada chiamata “Foddigheddu” a 700 metri di altezza. La cantina rappresenta una giovane realtà produttiva di Mamoiada che, attraverso l’associazione Mamojà,  ha iniziato ad imbottigliare il vino proveniente dal Cannonau delle proprie vigne ottenendo da subito riconoscimenti e apprezzamenti. L’azienda lavora in biologico. La raccolta delle uve è fatta a mano e la vinificazione è tradizionale, senza l’aggiunta di lieviti o altri coadiuvanti.

1

Cannonau di Sardegna Brulleri Ghirada Bruncu Boeli 2021 – Osvaldo Soddu 100/100   prezzo a scaffale enoteca 28 euro circa.

Osvaldo Soddu – Le Vigne

Osvaldo Soddu – Le Vigne

L’enorme crescita del vino di Mamoiada può essere spiegata solo da questa bottiglia, che vorresti non finisse mai. Alla terza annata, Osvaldo Soddu conquista la nostra Standing Ovation e i 100/100 con questo meraviglioso nettare, ottenuto da una piccola vigna (quattromila ceppi) piantata nel 2004 a 630 metri di altitudine. Affinato per un anno in tonneau e botti di castagno. Naso ricco e intenso: frutti rossi e scuri in confettura (prugne, visciole), sottobosco, mirto, menta, carrube, sfumature vegetali (pomodoro) e pepate. Sorso trascinante, molto gustoso, tannini raffinati, ha struttura ed equilibrio; grande progressione minerale e fruttata, freschissima, spettacolare finale iodato, agrumato, sapido, ammandorlato, dalla persistenza infinita. Un autentico inno al territorio.

L’Azienda:  Osvaldo Soddu

Loc. Badu Orgolesu snc – 08024 Mamoiada (NU)

Tel.: +39 3485264170
email: osvaldosoddu@gmail.com

La cantina Osvaldo Soddu si trova a un chilometro dal paese di Mamoiada in una zona chiamata Bruncu Boeli a 630 metri di altezza. Osvaldo, il penultimo di otto figli, cresciuto in una famiglia legata più alla pastorizia che alla coltivazione della vite, da ragazzo, non amava occuparsi dei lavori nel vigneto di famiglia. Scopre questa passione solo nel 2004, quando riceve in eredità dal padre un ettaro di terreno, dove si trovava un vigneto di ottant’anni ormai dismesso. A trent’anni ricomincia ad avvicinarsi al mondo del vino con uno spirito diverso: impianta il nuovo vigneto a Cannonau, ristruttura un’antica casa di campagna e costruisce la sua cantina proprio davanti alla vigna. Cresce il legame con la terra, le sue viti e la passione per il vino. Con l’annata 2019, il primo imbottigliamento ufficiale, circa 5000 bottiglie di Cannonau in purezza, vinificato in tre versioni: rosato, rosso e riserva. I vini sono ottenuti come da tradizione, da uve sane, lavorate in biologico, fermentazioni spontanee, pochi solfiti aggiunti.

 

 

La Classifica dei Migliori Cannonau del Territorio dell’Ogliastra

 

 

5

Cannonau di Sardegna Jerzu Riserva Cardedo 2020 – Alberto Loi 93/100  prezzo a scaffale enoteca 17 euro circa.

Versione garbatamente moderna, molto piacevole. Quadro olfattivo variegato: fiori appassiti, frutta matura (prugna, amarena, mora), tabacco, noci, suggestioni mediterranee di mirto e ginepro, note di torrefazione. Beva molto equilibrata, fresca, sapida, avvolgente, dai tannini fitti e morbidi, sensazioni minerali e ferrose che sfumano in un finale succoso di buona lunghezza.

 

L’Azienda: Alberto Loi

Tenute e Cantina
SS 125 Km.124,1 Cardedu (NU)

Tel. +39 070240866

Per risalire alla  storia della famiglia Loi è necessario tornare indietro di quattro generazioni quando agli inizi del ‘900 inizia la produzione dei propri vini a Cardedu in Ogliastra , nella provincia di NuoroI vigneti sono posti tra il Gennargentu ed il mare in posizione pedecollinare, una delle zone più vocate per la produzione del Cannonau.

4

Cannonau di Sardegna Sa Mola 2021 – Alberto Loi 94/100  prezzo a scaffale enoteca 11 euro circa.

Interpretazione “semplice” e tradizionale del Cannonau, ma di grande autenticità. Vinificato e affinato in legno e acciaio. Naso di buona complessità, con note speziate che si intrecciano alla frutta (more, amarene), ai fiori macerati (rosa), alla liquirizia e alle erbe aromatiche, con sfumature di terra e tabacco. Il sorso è caldo e tannico, di buona dinamica. Finale di notevole lunghezza, leggermente ammandorlato.

L’Azienda: Alberto Loi

Tenute e Cantina
SS 125 Km.124,1 Cardedu (NU)

Tel. +39 070240866

Per risalire alla  storia della famiglia Loi è necessario tornare indietro di quattro generazioni quando agli inizi del ‘900 inizia la produzione dei propri vini a Cardedu in Ogliastra , nella provincia di NuoroI vigneti sono posti tra il Gennargentu ed il mare in posizione pedecollinare, una delle zone più vocate per la produzione del Cannonau.

3

Cannonau di Sardegna Jerzu 2022 – Alberto Loi 95/100  prezzo a scaffale enoteca 34 euro circa.

 

Vino che diverte per la sua semplicità ed immediatezza. Gioca tra sensazioni saline, di arancia rossa, liquirizia e tabacco Kentucky, per finire nelle sfumature tipiche da mirto ed elicriso. Elegante e persistente.

L’Azienda: Alberto Loi

Tenute e Cantina
SS 125 Km.124,1 Cardedu (NU)

Tel. +39 070240866

Per risalire alla  storia della famiglia Loi è necessario tornare indietro di quattro generazioni quando agli inizi del ‘900 inizia la produzione dei propri vini a Cardedu in Ogliastra , nella provincia di NuoroI vigneti sono posti tra il Gennargentu ed il mare in posizione pedecollinare, una delle zone più vocate per la produzione del Cannonau.

2

Cannonau di Sardegna Jerzu Riserva Alberto Loi 2019 – Alberto Loi 98/100   prezzo a scaffale enoteca 20 euro circa.

Alberto Loi – Le Vigne

Alberto Loi – Le Vigne

Tradizione e modernità vanno a braccetto in questa Riserva, concepita con rigore e gusto per le cose buone. Maturazione in rovere di Slavonia e barrique di secondo passaggio. I profumi sono di pura Sardegna: presenti tutte le sfumature possibili di macchia mediterranea, dal mirto al rosmarino all’elicriso, note speziate ed eteree, ciliegie e prugne in confettura. Sorso pieno e intenso, di grande equilibrio grazie a una spiccata acidità che compensa la potenza alcolica e fruttata. Lunga persistenza finale, succosa ed estremamente sapida, quasi piccante. Una Standing Ovation indiscutibile.

L’Azienda: Alberto Loi

Tenute e Cantina
SS 125 Km.124,1 Cardedu (NU)

Tel. +39 070240866

Per risalire alla  storia della famiglia Loi è necessario tornare indietro di quattro generazioni quando agli inizi del ‘900 inizia la produzione dei propri vini a Cardedu in Ogliastra , nella provincia di NuoroI vigneti sono posti tra il Gennargentu ed il mare in posizione pedecollinare, una delle zone più vocate per la produzione del Cannonau.

1

Cannonau di Sardegna Perda Rubia 2020 – Tenute Perda Rubia 99,7/100  prezzo a scaffale enoteca 30 euro circa (nella foto della bottiglia è indicata la 2019 ma noi abbiamo assaggiato l’annata 2020).

Tenute Perda Rubia – Le Vigne

Etichetta storica del Cannonau sardo, imbottigliato ed etichettato per la prima volta nel 1949, marchio di fabbrica indelebile della famiglia Mereu, anche quest’anno è ai vertici delle nostre classifiche e conquista la Standing Ovation. Da vigne di trent’anni allevate rigorosamente a piede franco, solo mosto fiore, affina a lungo in grandi botti di rovere. Note ematiche, floreali e speziate, ciliegie, cuoio, tabacco. Ha la straordinaria prerogativa di essere tecnicamente perfetto, di grande pulizia ed equilibrio al palato, e al tempo stesso profondamente identitario. Ha una notevole struttura, tannini incisivi ma estratti a regola d’arte, una beva fresca e succosa, una bellissima dinamica e un finale a dir poco profondo e di (quasi) infinita persistenza.

 

L’azienda: Tenute Perda Rubia

Via Asproni 29, 08100 Nuoro NU

info@tenuteperdarubia.com

Nel 1945 nasce Perda Rubia, da un’idea del commendator Mario Mereu, e vedrà la prima vendemmia nel 1949. Renato Mereu, figlio di Mario, porta avanti l’attività di famiglia, impiantando nel 1971 nuovi vigneti a piede franco con una nuova concezione di tipo colturale. Nel 2014 la terza generazione della famiglia Mereu dà avvio ad un’importante opera di rinnovamento e rilancio introducendo la nuova etichetta Naniha, con l’obiettivo di presentare il Cannonau “in purezza” sui nuovi mercati internazionali, pur nel rispetto dei tradizionali metodi di lavorazione, tramandati nel corso della settantennale attività. Oggi l’azienda dispone di circa 600 ettari di superficie, tutti condotti in biologico, di cui 20 ettari destinati a vigneto.

 

 

La Classifica dei Migliori Cannonau del Territorio di Oliena

 

15 

Cannonau di Sardegna Nepente di Oliena ZioBi 2020 – Cantina Biscu 92/100prezzo a scaffale enoteca 20 euro circa.

Le vigne situate nel territorio di Marguliai, ai piedi del Monte Corrasi a pochi chilometri da Oliena, danno origine allo ZioBi, dai sentori di prugna, mirtilli, lamponi e mirto, con nuance balsamiche e floreali (violetta). Il sorso è secco e sapido, piuttosto caldo, con decisa acidità e lunga persistenza fruttata.

L’azienda: Cantina Biscu

 

Località Marguliai – Oliena (NU)

Email: cantinabiscu@hotmail.com

Tel. 3470443901

La famiglia Biscu produce il Cannonau di Sardegna Nepente di Oliena da circa trenta anni e tre generazioni. L’azienda vitivinicola è stata creata nel 2018, con tre ettari di vigna (certificata in biologico) alle pendici del Monte Corrasi, in provincia di Nuoro, dove nasce ZioBì. Vengono prodotte circa 3000 bottiglie.

14 

Cannonau di Sardegna Nepente di Oliena Frutos 2021 – Gostolai 93/100 prezzo a scaffale enoteca 12 euro circa.

Vino morbido, di pronta beva, grazie anche a una macerazione ridotta. Odora di fragole, litchi, frutti a bacca rossa, agrumi, erbe aromatiche, liquirizia e spezie scure, con sfumature minerali (iodio, grafite). Nonostante la sua apparente leggerezza è comunque corposo e robusto, giustamente alcolico, dai tannini raffinati. Ottimo finale, lungo, balsamico, molto sapido.

 

L’Azienda:  Gostolai

Via Friuli Venezia Giulia 24 – 08025 Oliena (NU)

Tel.: +39 0784288417
email: info@gostolai.it

L’azienda di Tonino Arcadu merita attenzione e rispetto. Perché se è vero che la maggior parte dell’uva lavorata viene acquistata, è anche vero che Tonino è un acutissimo selezionatore dei migliori grappoli di Oliena, che usa per produrre un Cannonau fedele alla tradizione e alla storia del Nepente.

13

Cannonau di Sardegna Nepente di Oliena Tiscali 2020 – Fratelli Puddu 94/100 prezzo a scaffale enoteca 13 euro circa.

 

Affina esclusivamente in acciaio e propone i profumi di macchia mediterranea tipici di queste zone, ed un sorso fresco, sapido e armonico allo stesso tempo. Elegante ed equilibrato, termina su ricordi minerali e di erbe officinali.

L’Azienda:  Fratelli Puddu

Località Orbuddai – 08025 Oliena (NU)

Tel.: +39 0784 288457
email: info@aziendapuddu.it

Nina Puddu con tenacia e determinazione porta avanti il progetto di famiglia: produrre Cannonau fedeli alla storia della vocatissima zona di Oliena. I vini riescono a convincere contemporaneamente modernisti e tradizionalisti.

12

Cannonau di Sardegna Nepente di Oliena Riserva Grazia Deledda 2018 – Gostolai 95,5/100   prezzo a scaffale enoteca 23 euro circa.

Ispirato nel nome alla scrittrice sarda Premio Nobel per la Letteratura, ricalca le stesse orme di profondità e carattere. Molto scuro, denso e materico, ricco di spezia, ma anche amarena sotto spirito e variegature al cacao. Da un’annata impegnativa, un vino di assoluta eleganza, giunto al massimo del suo splendore.

L’Azienda:  Gostolai

Via Friuli Venezia Giulia 24 – 08025 Oliena (NU)

Tel.: +39 0784288417
email: info@gostolai.it

L’azienda di Tonino Arcadu merita attenzione e rispetto. Perché se è vero che la maggior parte dell’uva lavorata viene acquistata, è anche vero che Tonino è un acutissimo selezionatore dei migliori grappoli di Oliena, che usa per produrre un Cannonau fedele alla tradizione e alla storia del Nepente.

11

Cannonau di Sardegna Nepente di Oliena Classico Irilai 2018 – Cantina Oliena 96/100   prezzo a scaffale enoteca 20 euro circa.

 

Un corredo floreale vivace e intenso, pieno di sensazioni da rosa rossa e glicine. Seguono in progressione le nuance caratteristiche di frutta scura matura e polvere di pepe, unite in matrimonio a balsamicità imperanti e gustose. Prosegue nelle scie finali salmastre e iodate, con la stessa forza del mare in tempesta.

L’azienda:  Cantina Oliena

Via Nuoro 112 – 08025 Oliena (NU)

Tel.: +39 0784 287509
email: info@cantinasocialeoliena.it

Dal lontano 1950, anno di fondazione, la cooperativa punta tutto sulla qualità delle uve Cannonau coltivate in zona, ed è tra le poche ad avvalersi di specifica sotto-denominazione. Il Nepente di Oliena celebrato da D’Annunzio è tornato a essere, dopo qualche anno di appannamento, uno dei rossi più caratterizzati dell’isola: e ora non mancano le bottiglie di grande qualità. La consulenza enologica è del bravissimo Daniele Manca.

10

Cannonau di Sardegna Nepente di Oliena Riserva Corrasi 2016 – Cantina Oliena 96,5/100 prezzo a scaffale enoteca 24 euro circa.

 

Nasce dai migliori grappoli dei soci conferitori della cantina sociale, prodotti da vecchi ceppi ad alberello. La maturazione avviene in vasche di cemento refrigerate per poi proseguire in botti di rovere di Slavonia ed in barrique di rovere francese per almeno 6 mesi. Note di fiori appassiti, amarene e prugne in confettura, more e mirtilli, con decise sfumature vanigliate, di tabacco dolce e cuoio. Sorso succoso, vellutato, tannini ricchi, la potenza alcolica è ben integrata, il finale è intenso, persistente ed elegante.

 

L’azienda:  Cantina Oliena

Via Nuoro 112 – 08025 Oliena (NU)

Tel.: +39 0784 287509
email: info@cantinasocialeoliena.it

Dal lontano 1950, anno di fondazione, la cooperativa punta tutto sulla qualità delle uve Cannonau coltivate in zona, ed è tra le poche ad avvalersi di specifica sotto-denominazione. Il Nepente di Oliena celebrato da D’Annunzio è tornato a essere, dopo qualche anno di appannamento, uno dei rossi più caratterizzati dell’isola: e ora non mancano le bottiglie di grande qualità. La consulenza enologica è del bravissimo Daniele Manca.

9

Cannonau di Sardegna Carrelas 2021 – Cantina Boinaglios 97/100  prezzo a scaffale enoteca 17 euro circa.

 

Le uve vengono prodotte nella vigna situata in località Boinaglios (o “Voinaglios”, bovari, conduttori di buoi), da cui la cantina prende il nome, su terreni argillosi di medio impasto. Al prevalente Cannonau contribuisce un 10% di Bovale Sardo e Cabernet Sauvignon. Solo acciaio. Toni piacevolmente selvatici all’olfatto, che esaltano note più classiche di frutta matura (prugne e ciliegie), vinose e tenuemente speziate (pepe, chiodi di garofano). Sorso di bella complessità aromatica, compatto e scorrevole, succoso ed equilibrato, di ottima persistenza in un finale segnato da sentori balsamici e fruttati.

L’Azienda: Cantina Boinaglios

Via Senatore Chironi 52

08025, Oliena

email: luciano@leddafele.it

Tel. +39 3476812069

La famiglia Tolu ha fatto la storia del Nepente di Oliena fin dall’Ottocento, quando “si facevano arrivare dalle vigne i carri trainati dai buoi, e i ‘Boinaglios’ li guidavano lungo le ‘carrelas’ (strade) fino a scaricare i cesti con le uve nel cortile interno della casa; nella capiente cantina, servitori ed amici pigiavano l’uva coi piedi. Agli albori del Novecento, furono tra i primi a Oliena ad usare la pigiatrice meccanica e i torchi meccanici”. Nel 2004 la vigna Boinaglios è stata reimpiantata dagli attuali discendenti Ledda Fele. L’impresa agricola è stata costituita formalmente nel 2009 e lo stemma araldico degli avi Tolu è stato adottato come simbolo ed etichetta del vino.

 

 

8

Cannonau di Sardegna Nepente di Oliena Pupusu 2020 – Ruju Sardu 98/100   prezzo a scaffale enoteca 25 euro circa.

 

Ruju Sardu – Le Vigne

Ruju Sardu – Le Vigne

Sentori di frutti rossi, agrumi, intense sensazioni balsamiche e speziate, anticipano un sorso succoso, sapido, fresco che si chiude con un lungo finale su ricordi di iodio ed erbe officinali. Eleganza e complessità per un vino che raggiunge la nostra Standing Ovation.

L’Azienda: Ruju Sardu

Via Tirso 22 –  09122 Cagliari

Tel.: 328 164 33 13

www.sambene.it

La Cantina Ruju Sardu, (letteralmente: rosso sardo) nasce con l’intento di omaggiare ed esaltare il vitigno che indiscutibilmente rappresenta l’intera isola sarda, il Cannonau, affiancando allo stesso piccole porzioni di vigna allevate con uve internazionali (Cabernet Sauvignon e Syrah). «Con Ruju Sardu ho reso omaggio alla passione familiare per il vino e la vigna». Così Bastiano Pugioni, patron aziendale, ha deciso di puntare su due sole etichette prodotte in piccole quantità: Pupusu Cannonau Nepente di Oliena DOC e Sàmbene IGT Isola dei Nuraghi. Due rossi sardi a testimoniare la scelta del nome aziendale.

 

 

7

Cannonau di Sardegna Nepente di Oliena Bandidu 2021 – Anonima Cantine 98,1/100   prezzo a scaffale enoteca 24 euro circa.

Anonima Cantine – Le Vigne

Un vino selvaggio, di carattere e profondità, che non nasconde la sua anima barbaricina, attraverso sensazioni di macchia mediterranea (mirto, elicriso, ginepro), di erbe officinali, ed un lungo finale su ricordi di frutti rossi. Il sorso è teso, succoso, pieno. Non si dimentica facilmente e merita la nostra Standing Ovation.

L’Azienda: Anonima Cantine

 

email: anonimacantine@gmail.com

Il nome dell’azienda e del vino prodotto sono tutto un programma. Ma qui, anche grazie ad una buona presenza di vecchie vigne, si produce un vino della tradizione che rende omaggio ad un territorio vocatissimo come quello di Oliena.

 

6

Cannonau di Sardegna Nepente di Oliena Galu 2022 – Agricola Salis 98,2/100 prezzo a scaffale enoteca 35 euro circa.

Salis – Le Vigne

Galu significa “ancòra” ed a questo abbiamo pensato durante l’assaggio. Scorrevolezza del sorso, eleganza, bevibilità, senza rinunciare a materia e complessità, caratterizzano un Nepente di Oliena sapido, avvolgente. La chiusura è su toni speziati e ricordi di frutti rossi. Vale la Nostra Standing Ovation.

L’Azienda: Agricola Salis

 

Via Firenze, 21, Oliena,

email: agricola.salis@gmail.com

Tel: 328 923 9355

Piccola realtà a conduzione familiare. Il logo è ispirato al soprannome della famiglia Salis “Sos de ‘urmihagliu” (quelli del formicaio). Il nome del vino, Galu, che significa ancòra, mette in risalto sia la trasmissione della passione vitivinicola alle nuove generazioni, che le caratteristiche di bevibilità che fanno sì che una bottiglia finisca in fretta donando piacere e soddisfazione.

 

5

Cannonau di Sardegna Nepente di Oliena 2021 – Cantina Oliena 98,3/100   prezzo a scaffale enoteca 13 euro circa.

La dannunziana memoria viene rispettata in toto da questo vino, intrigante e potente, delicato e fragrante al tempo stesso. Una vera gioia assaggiare tali espressioni, che ricalcano l’anima vera dell’Isola, contraddistinta da zefiri tesi, che soffiano ricchi di profumi officinali e salsedine. Il risultato è la nostra Standing Ovation.

 

L’azienda:  Cantina Oliena

Via Nuoro 112 – 08025 Oliena (NU)

Tel.: +39 0784 287509
email: info@cantinasocialeoliena.it

Dal lontano 1950, anno di fondazione, la cooperativa punta tutto sulla qualità delle uve Cannonau coltivate in zona, ed è tra le poche ad avvalersi di specifica sotto-denominazione. Il Nepente di Oliena celebrato da D’Annunzio è tornato a essere, dopo qualche anno di appannamento, uno dei rossi più caratterizzati dell’isola: e ora non mancano le bottiglie di grande qualità. La consulenza enologica è del bravissimo Daniele Manca.

4

Cannonau di Sardegna Nepente di Oliena Riserva Pro Vois 2019 – Fratelli Puddu 98,4/100     prezzo a scaffale enoteca 38 euro circa.

Il Pro Vois è il vino più importante dei Fratelli Puddu e ben rappresenta la tipicità dei Cannonau di Oliena. Spicca per piacevolezza e complessità anche in questa annata, che rivela variegati profumi di sottobosco, con cenni vegetali, di mirto e spezie dolci. La struttura compatta, il tannino morbido e robusto e l’accentuata acidità, danno origine ad una beva sostanziosa, complessa e articolata, con ricchezza alcolica e un lungo finale caratterizzato da note terrose e di frutta rossa. Conquista meritatamente la nostra Standing Ovation.

 

L’Azienda:  Fratelli Puddu

Località Orbuddai – 08025 Oliena (NU)

Tel.: +39 0784 288457
email: info@aziendapuddu.it

Nina Puddu con tenacia e determinazione porta avanti il progetto di famiglia: produrre Cannonau fedeli alla storia della vocatissima zona di Oliena. I vini riescono a convincere contemporaneamente modernisti e tradizionalisti.

3

Cannonau di Sardegna Nepente di Oliena Riserva Sos Usos 2020 – Gostolai 98,5/100   prezzo a scaffale enoteca 19 euro circa.

 

Complesso e profondo. Succosità da tamarindo e mirtillo selvatico, in unione alle immancabili spezie, alla china, rosmarino e lentisco. Le erbe officinali caratterizzano il sorso, con sbuffi energici continui e sfumature più delicate a ravvivare l’attenzione. Una meritata Standing Ovation.

L’Azienda:  Gostolai

Via Friuli Venezia Giulia 24 – 08025 Oliena (NU)

Tel.: +39 0784288417
email: info@gostolai.it

L’azienda di Tonino Arcadu merita attenzione e rispetto. Perché se è vero che la maggior parte dell’uva lavorata viene acquistata, è anche vero che Tonino è un acutissimo selezionatore dei migliori grappoli di Oliena, che usa per produrre un Cannonau fedele alla tradizione e alla storia del Nepente.

2

Cannonau di Sardegna Nepente di Oliena Vosté 2022 – Iolei Nois 98,7/100   prezzo a scaffale enoteca 18 euro circa.

Iolei Nois – Le Vigne

Iolei Nois – Le Vigne

Vostè è un’espressione tipica della lingua sarda, traducibile con il “voi” di antica usanza ma con un di più di deferenza, come quando ci si rivolge a una persona anziana e autorevole. Qui rimane solo la tipicità, visto che siamo davanti a un calice che racchiude la beva travolgente e inarrestabile dei migliori Cannonau giovani. Solo acciaio. Profumi di ciliegia, melograno, mora e lampone, viole e garofano, ginepro e grafite, con evidenti note di macchia mediterranea, mirto in particolare. Sorso dolce, freschissimo, avvolgente, di buona struttura e profondità, con tannini già integrati. Grande persistenza, intensa e minerale. Standing Ovation in scioltezza.

L’azienda:  Iolei – Nois

 

Via Nuoro – 08025 Oliena

mail: info@iolei.it

tel: + 39 3488863219

Azienda dinamica e ormai alla terza generazione. Tre ettari vitati, con produzione che si attesta intorno alle 15 mila bottiglie: vini realizzati con le uve tradizionali, Cannonau e Vermentino. E di forte impronta territoriale, conseguenza di scelte ben precise, con basso intervento in vigna, vinificazione e affinamento in acciaio (solo per la riserva si utilizza la botte) ad esaltare frutto, bevibilità e tipicità.

1

Cannonau di Sardegna Nepente di Oliena Classico Carros 2019 – Fratelli Puddu 99,7/100 prezzo a scaffale enoteca 19 euro circa.

 

Dagli assaggi effettuati nel 2018 ecco la Piccola Guida completa dei migliori vini della Sardegna per Vinodabere – VINODABERE – Esperienze nel mondo del vino, della gastronomia e della ristorazione

Fratelli Puddu – Le Vigne

Dalla selezione delle uve del vigneto Orbuddai, sito ai piedi del monte Corrasi, nasce un vino di fortissima personalità, succoso, che presenta freschezza, un tannino di rara finezza, persistenza, equilibrio ed un finale lunghissimo su profumi di frutti rossi ben integrati ad agrumi e spezie. Inevitabile la nostra Standing Ovation.

L’Azienda:  Fratelli Puddu

Località Orbuddai – 08025 Oliena (NU)

Tel.: +39 0784 288457
email: info@aziendapuddu.it

Nina Puddu con tenacia e determinazione porta avanti il progetto di famiglia: produrre Cannonau fedeli alla storia della vocatissima zona di Oliena. I vini riescono a convincere contemporaneamente modernisti e tradizionalisti.

 

La Classifica dei Migliori Cannonau del Territorio di Orgosolo

 

4

Cannonau di Sardegna Luna Vona 2022 – Cantine di Orgosolo 94/100  prezzo a scaffale enoteca 22 euro circa.

 

Da uve provenienti dai vigneti biologici siti presso la vallata di Locoe. Dopo la fermentazione viene posto all’interno di botti in castagno per circa 8 mesi, successivamente in bottiglia per almeno 3 mesi. Sentori speziati e note di frutti rossi anticipano un sorso fresco, sapido e agile che si chiude con un lungo finale di erbe officinali.

L’azienda:  Cantine di Orgosolo

Via E. Mattana, Zona P.I.P. – 08027 Orgosolo (NU)

Tel.: +39 0784 403096
email: info@cantinediorgosolo.it

Un gruppo di piccoli produttori, ciascuno con una propria storia ed esperienza produttiva alle spalle, costituiscono nel 2007 la società Cantine di Orgosolo e da allora selezionano le migliori uve Cannonau provenienti dai propri vigneti, per produrre in maniera artigianale dei vini rossi autentici, complessi, fortemente legati alla tradizione del luogo. L’impresa nasce ad Orgosolo, importante centro della Barbagia famoso per i suoi murales ed il Supramonte, caratterizzato da una realtà viticola formata da piccoli appezzamenti. La cantina è posta all’ingresso del centro abitato, per chi viene da Nuoro. Realizzata con tecniche e materiali ed attrezzature di nuova concezione, risulta essere molto funzionale ed adatta alle operazioni di trasformazione ed alla ricezione degli ospiti che intendono degustare i vini della cantina.

3

Locoe 2022 – Cantine di Orgosolo 96/100  prezzo a scaffale enoteca 18 euro circa (nella foto appare l’annata 2018, ma noi abbiamo assaggiato la 2022).

Da uve Cannonau, con un saldo di Carignano, Muristellu e Pascale di Cagliari. Matura in vasca in cemento e fa un passaggio in tonneau di rovere, successivamente in bottiglia. Spezie, macchia mediterranea agrumi sono i descrittori di un vino succoso, fresco, sapido, che coniuga eleganza e complessità, struttura e lunghezza gustativa.

 

 

L’azienda:  Cantine di Orgosolo

Via E. Mattana, Zona P.I.P. – 08027 Orgosolo (NU)

Tel.: +39 0784 403096
email: info@cantinediorgosolo.it

Un gruppo di piccoli produttori, ciascuno con una propria storia ed esperienza produttiva alle spalle, costituiscono nel 2007 la società Cantine di Orgosolo e da allora selezionano le migliori uve Cannonau provenienti dai propri vigneti, per produrre in maniera artigianale dei vini rossi autentici, complessi, fortemente legati alla tradizione del luogo. L’impresa nasce ad Orgosolo, importante centro della Barbagia famoso per i suoi murales ed il Supramonte, caratterizzato da una realtà viticola formata da piccoli appezzamenti. La cantina è posta all’ingresso del centro abitato, per chi viene da Nuoro. Realizzata con tecniche e materiali ed attrezzature di nuova concezione, risulta essere molto funzionale ed adatta alle operazioni di trasformazione ed alla ricezione degli ospiti che intendono degustare i vini della cantina.

2

Cannonau di Sardegna 2021 – Cantina Orgosa 99/100   prezzo a scaffale enoteca 21 euro circa.

 

La versione “base” del cannonau di Giuseppe Musina è più essenziale rispetto alla Riserva, ma non per questo meno riuscito, infatti solo di poco risulta, nel punteggio, inferiore, meritando quindi pienamente la nostra Standing Ovation. Affinato in solo acciaio, ha sentori di frutta scura matura e in confettura, con note balsamiche e di macchia mediterranea. Ha grande carattere, ricco, elegante, con tannino ed acidità bilanciati da una materia succosa e fruttata.

 

L’Azienda: Cantina Orgosa

Loc.Lucuriò 08027 Orgosolo (Nuoro)

email: mgorgosolo@tiscali.it

tel. +39 3397784958

L’azienda Vitivinicola  Orgosa è stata la prima azienda a produrre vino in bottiglia a Orgosolo. Nasce nel 2002 grazie all’intuizione di Giuseppe Musina che, recuperando i vigneti di famiglia, si  reinventa agricoltore ed artigiano, riuscendo nell’impresa di produrre vini dal carattere marcatamente territoriale, spontanei, sinceri, dal frutto fragrante e di beva irresistibile. I vigneti sono situati nella valle di Locoe, su terreni composti da sabbione da disfacimento granitico, dove è sita anche la cantina e nella valle Sorasi, alle falde del Supramonte, con terreno prevalentemente calcareo. Il principale vitigno allevato è il Cannonau a cui si aggiungono in piccole quantità la Granazza, il Carignano, il Pascale e il Sangue di Cristo.

1

Cannonau di Sardegna Riserva Tziu Ziliu 2019 – Cantina Orgosa 100/100  prezzo a scaffale enoteca 31 euro circa.

Le uve che compongono lo Tziu Ziliu  sono allevate nei vigneti in alta collina nell’agro di Orgosolo, su terreni sabbiosi derivati da disfacimento granitico. Affinato in botti di castagno, se ne ricava questo piccolo capolavoro che, grazie anche ad un’annata particolarmente felice, conquista una Standing Ovation con il nostro massimo punteggio. Colpisce il vasto corredo aromatico: ginepro, elicriso, mirto, piccoli frutti di bosco maturi e frutta secca. Il sorso è succoso, energico, dinamico, i riverberi di frutta scura si integrano con tannini raffinati ed una grande freschezza che rendono la beva elegante e piacevolissima.

 

L’Azienda: Cantina Orgosa

Loc.Lucuriò 08027 Orgosolo (Nuoro)

email: mgorgosolo@tiscali.it

tel. +39 3397784958

L’azienda Vitivinicola  Orgosa è stata la prima azienda a produrre vino in bottiglia a Orgosolo. Nasce nel 2002 grazie all’intuizione di Giuseppe Musina che, recuperando i vigneti di famiglia, si  reinventa agricoltore ed artigiano, riuscendo nell’impresa di produrre vini dal carattere marcatamente territoriale, spontanei, sinceri, dal frutto fragrante e di beva irresistibile. I vigneti sono situati nella valle di Locoe, su terreni composti da sabbione da disfacimento granitico, dove è sita anche la cantina e nella valle Sorasi, alle falde del Supramonte, con terreno prevalentemente calcareo. Il principale vitigno allevato è il Cannonau a cui si aggiungono in piccole quantità la Granazza, il Carignano, il Pascale e il Sangue di Cristo.

 

 

La Classifica dei Migliori Cannonau del Territorio della Romangia

 

10

Cannonau di Sardegna Akkordos 2021 – Corona Ruia 92/100  prezzo a scaffale enoteca 29 euro circa.

Prende il nome da “Sos Akkordos”, gli accordi, i contratti che venivano stipulati per la gestione di un campo. Dal calendario nuragico sancisce l’inizio dell’anno agricolo nel mese di settembre. Da vigne di oltre 60 anni. Affina in barrique per 6 mesi. Sentori di frutti rossi e macchia mediterranea si uniscono a sensazioni boisé e di erbe officinali ed anticipano un sorso fresco, sapido ed avvolgente.

L’Azienda: Corona Ruia

Località:  Pedras de Fogu, 07037 – Sorso (SS)

Tel.  +39 349 7406356

email: info@coronaruia.it

La storia di questa azienda inizia nel 1925 grazie al bisnonno Mereu. Ubicata nella Romangia, zona della Sardegna nord-occidentale del Logudoro, la terra più fertile dell’intera Isola che apparteneva, nel Medioevo, al Giudicato di Torres di cui oggi Porto Torres ricorda le vestigia. Un terreno calcareo e arenario che poggia su un substrato di vulcaniti e marne, offre alle uve autoctone profumi e sapori unici.

9

Cannonau di Sardegna Prendas 2019 – Cantina Sorso Sennori 94/100   prezzo a scaffale enoteca 30 euro circa.

Un Cannonau di impatto immediato, semplice ma molto tipico e territoriale. Ha profumi di frutta rossa dolce (prugna, visciola) ed erbe/piante aromatiche (timo, lentisco, mirto). Il sorso è sapido, ha decisa acidità e ricordi di macchia mediterranea, con un finale amaricante.

L’Azienda: Cantina Sorso Sennori

Via Marina, 5, 07037 Sorso SS

Email: info@cantinasorsosennori.it

Tel: 079 350118

L’azienda si colloca nel complesso mosaico geo-pedologico della Romangia e, per precisione, a Sorso. Fondata nel 1955, vanta oggi una superficie vitata di 40 ettari su terreni prevalentemente sabbiosi e argillosi, destinati principalmente alla produzione di Vermentino, Cannonau e, ovviamente, Moscato. Prendas è una linea dedicata di vini, piuttosto limitata per entità e diffusione.

8

Cannonau di Sardegna Riserva 2020 – Fattorie Isola 95/100  prezzo a scaffale enoteca 29 euro circa.

Da uve di Cannonau provenienti da vigneti a conduzione biologica ubicati a Tres Montes, nasce un vino dove ai profumi di frutta rossa si associano spezie e agrumi, per poi lasciar spazio ad un sorso ricco, accompagnato da un tannino ben presente. Termina su note iodate e di macchia mediterranea.

L’Azienda: Fattorie Isola

Strada Vicinale Taniga Baldella 36/E

07100 Sassari, Italia

email: fattorieisola@gmail.com

Tel: 342 718 6580

 

7

Cannonau di Sardegna Crabioni 2021 – Nuraghe Crabioni 95,8/100  prezzo a scaffale enoteca 19 euro circa.

Da vigne impiantate a 200 metri dal mare, in località Marritza, su terreni argillosi e sabbiosi, nasce il Cannonau Crabioni. Profumi di macchia mediterranea, di bacche, prugne e ciliegie mature con sbuffi fumé. Il tannino è morbido, la beva risulta potente, sapida e saporita, con una lunga persistenza.

 

L’azienda:  Nuraghe Crabioni 

Località: Lu Crabioni 07037 Sorso (Sassari)

Tel.  3402742056

Augusto Seghene, con l’aiuto del cugino Tonino Spanu, fonda l’azienda a Sorso nel 2003. Nel giro di pochi anni, prima con le selezioni di Vermentino (Kanimari e Sussinku), poi con lo stesso Cannonau e con il tipico Moscato della zona, e da ultimo anche con il Cagnulari (etichetta Sussinku Rosso), la cantina si afferma tra le più importanti della Romangia. Circa 35 ettari coltivati davanti al mare, la cui salsedine spesso ricopre l’uva con la sua patina bianca e suggerisce quasi una trasmissione di sapori. I figli di Augusto (Alessandra e Maurizio) seguono gli aspetti commerciali mentre la direzione tecnica è del bravissimo enologo Mauro Murgia.

6

Cannonau di Sardegna Alikante 2017 – Cantina Sorso Sennori 97,4/100 prezzo a scaffale enoteca 25 euro circa.

Ottenuto da vigneti che guardano il golfo dell’Asinara, sulle colline di Sorso, è affinato un anno in botte di rovere. Ha profumi di erbe selvatiche, sottobosco e piante officinali, con echi tostati e vanigliati. Il sorso è secco, con ricchezza glicerica, corposo; il tannino è morbido e levigato, ha buona fluidità e scorrevolezza, con riverberi di ciliegie e piccoli frutti di bosco.

L’Azienda: Cantina Sorso Sennori

Via Marina, 5, 07037 Sorso SS

Email: info@cantinasorsosennori.it

Tel: 079 350118

L’azienda si colloca nel complesso mosaico geo-pedologico della Romangia e, per precisione, a Sorso. Fondata nel 1955, vanta oggi una superficie vitata di 40 ettari su terreni prevalentemente sabbiosi e argillosi, destinati principalmente alla produzione di Verm