Rimani in contatto con noi

ISCRIVITI

dav

cocktail ispirati al cinema

DRINK: 1976 (ispirato al film “Rush”, di Ron Howard, 2013) di Alessio Ciucci

Continuiamo il nostro viaggio tra i cocktail ispirati al cinema.

Stavolta vi parliamo del DRINK: 1976
(ispirato al film “
Rush”, di Ron Howard, 2013)

BARMAN: Alessio Ciucci, bartender del Borgo La Chiaracia Resort & SPA, di Castel Giorgio (Terni)

INGREDIENTI:

4,5 cl Fifty Pounds Gin
1,5 cl Amaro Formidabile
1 ts Assenzio Versinthe
1 cl sciroppo cannella
2 cl succo di arancia
1 cucchiaino di thè sencha
3 spruzzi profumo al cioccolato
1 spruzzo profumo al caffè

Bicchiere: coppetta cocktail

Garnish: scorza di arancia

PREPARAZIONE:
Affumicare il ghiaccio e inserirlo nello shaker, versare gli ingredienti e creare il drink con la tecnica dello shake and strain.

ISPIRAZIONE:
Il film oggetto di ispirazione racconta la storica rivalità di Niki Lauda e James Hunt nel campionato di Formula 1 del 1976. Il profumo al caffè rappresenta Niki Lauda, che veniva considerato un robot, un computer, mentre il profumo al cioccolato vuole ricordare James Hunt, uomo che viveva la giornata, con belle donne, una immagine legata a sigarette e alcol, insomma, una vita sregolata. Prevale proprio il profumo al cioccolato, in quanto il campionato del mondo fu vinto allora dal pilota inglese, ricordato dall’uso del Fifty Pounds, gin London Dry. L’assenzio francese Versinthe e il tè sencha rappresentano i prati che si trovano a bordo pista. Due caratteri e due piloti formidabili, abbracciati dall’Amaro Formidabile. Anche l’affumicatura rappresenta entrambi i protagonisti: Lauda ebbe il famoso incidente al Nurborgring, dove la vettura si incendiò, mentre Hunt era un accanito fumatore.

Scritto da

Giornalista enogastronomico, una laurea cum laude in Economia e Commercio all'Università La Sapienza di Roma, Responsabile per l'Italia del Concorso Internazionale Grenaches du Monde, Giudice del Concorso Mondiale di Bruxelles e Giudice del Concorso Mondiale del Sauvignon, docente F.I.S.A.R.. Ha una storia che comprende collaborazioni con Guide di settore. Cito solo le ultime : Slow Wine (Responsabile per la Sardegna edizioni 2015 e 2016), I Vini de L'Espresso (vice-curatore e coordinatore nazionale edizioni 2017 e 2018), I Ristoranti d'Italia de L'Espresso (edizioni dalla 2010 alla 2018). Collabora con le testate: www.lucianopignataro.it , www.repubblica.it/sapori ed Epulae. Ha scritto alcuni articoli sul quotidiano "Il Mattino" e su www.slowine.it. Ha una passione sfrenata per quel piccolo continente che prende il nome di "Sardegna", per le sue terre e per la sua gente.

Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia

COMMENTA

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La classifica dei migliori 10 Panettoni d’Italia del 2019 secondo Vinodabere

News

La classifica degli 8 migliori panettoni d’Italia del 2018 secondo Vinodabere

News

La ricetta della prelibata ciambella al mosto cotto

Cali di Zucchero

Il miele biologico dell'ape nera etnea

Gastronomia

Connect
Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia