Rimani in contatto con noi

ISCRIVITI

News

Anteprima Sagrantino 2015 – “un’annata a 5 stelle”

Nella deliziosa cittadina di Montefalco, ove è in corso la tre giorni dedicata alla presentazione dell’annata 2015 del Montefalco Sagrantino DOCG, abbiamo degustato, rigorosamente alla cieca, 55 campioni, di cui 10 in versione passito, espressione di un territorio viticolo tra i più conosciuti ed apprezzati dell’Umbria.
L’annata 2015 è di certo da annoverarsi tra le annate particolarmente generose, connotata da un andamento climatico nel complesso ottimale, con un inverno piovoso ed una stagione primaverile ventilata e con elevata irradiazione solare. Un’annata a 5 stelle è stata definita dal Presidente del Consorzio Filippo Antonelli che ha sottolineato i progressi compiuti nel corso degli anni.

I nostri assaggi hanno evidenziato vini di grande struttura e complessità con qualche piacevole interpretazione più spinta alla ricerca di una maggiore eleganza gustativa, tesa ad evidenziare il frutto e a mitigare l’irruenza tannica di un’uva che, di certo, come carica polifenolica vanta ben pochi rivali.
Queste le nostre migliori impressioni del Montefalco Sagrantino DOCG 2015.
Tabarrini – Colle alle Macchie
Scacciadiavoli
Dionigi
Bocale
Benedetti & Grigi – B & G
Romanelli
Di Filippo – Etnico
Le Mura Saracene – Goretti
Le Cimate – Donna Giulia
Adanti
Fattoria Colsanto
Antonelli San Marco
Tenuta Bellafonte – Collenottolo
Arnaldo Caprai – 25 anni
Fattoria Colleallodole – Milziade Antano

Montefalco Sagrantino Passito DOCG 2015:

Pardi
Di Filippo
Dionigi
Fattoria Colleallodole – Milziade Antano

Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia

“Il vino è uno dei maggiori segni di civiltà nel mondo.” In queste parole la condivisione di una nostra passione e la voglia di comunicarla. Salvatore Del Vasto, laureato in Giurisprudenza e da sempre appassionato di vino, diventa prima sommelier, poi frequenta il Bibenda Executive Wine Master di Fis e poi consegue il diploma di Master presso l’Università di Tor Vergata in “Cultura dell’alimentazione e delle tradizioni enogastronomiche”. Sabrina Signoretti, laureata in Scienze Politiche, coltiva la sua passione diventando sommelier del vino, assaggiatrice di oli di oliva vergini ed extra vergini e sommelier dell’olio extravergine di oliva dell’AISO. Una delle qualità nascoste, la spiccata attitudine per la fotografia.

COMMENTA

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La classifica degli 8 migliori panettoni d’Italia del 2018 secondo Vinodabere

News

Il miele biologico dell'ape nera etnea

Gastronomia

La viticoltura eroica della Valtellina: l'azienda Gianatti Giorgio

Aziende

Ma è giusto pagare l'acqua del rubinetto al ristorante?

News

Connect
Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia