Rimani in contatto con noi

ISCRIVITI

News

A SAN POLO DI PIAVE LA CANTINA ANTONIO FACCHIN OSPITA LA VENDEMMIA SOCIAL-E

La vendemmia è il momento dove si concentra il frutto e il lavoro di un’intera annata, importantissimo dal punto di vista enologico ed assume nell’accezione più sociale anche un ruolo di condivisione.

Da questa valenza simbolica nasce il progetto Vendemmia Social-e, giunto alla nuova edizione 2020. L’evento, patrocinato dall’ULSS2 Marca Trevigiana, si è tenuto nella prima di due giornate il 4 Settembre presso la Cantina Antonio Facchin Wines di San Polo di Piave in provincia di Treviso e coordinato dall’agenzia di comunicazione Zeta Group di Treviso.

Evento sociale oltreché social in quanto i veri protagonisti sono state famiglie e persone che si sono trovate nella condizione difficile di affrontare una malattia, hanno simbolicamente vendemmiato le uve Glera della Cantina Antonio Facchin assieme a ospiti e giornalisti come emblema di gruppo e solidarietà.

Il vino prodotto da questa vendemmia verrà messo in vendita a Natale ed il ricavato sarà interamente destinato alle attività di supporto ai servizi di psicologia ospedaliera e all’umanizzazione delle cure. Durante la giornata si sono svolte altre due attività a sostegno di alcune fondazioni locali: la presentazione del libro “Emozioni Scoperte”, curato da Marta Bellè e Luca Pinzi, attraverso la scrittura autobiografica tante persone sono riuscite ad affrontare il duro percorso della malattia ed infine una lezione di Viet-Thai Chi sotto le stelle con un brindisi finale.

Angelo Facchin ci ha aperto le porte della sua cantina, raccontandoci la storia di un’azienda familiare che gestisce assieme ai fratelli, nata nel 1870 con solo pochi ettari, adesso ne coltiva circa 80, producendo un’ampia gamma di vini tra cui bianchi come il Prosecco DOC Treviso, il Pinot Grigio, il Manzoni bianco, tra i rossi spicca il vitigno autoctono Raboso del Piave “Géron” e il “Barucchella” a base Cabernet Sauvignon. La degustazione si è concentrata sui vini che per Antonio rappresentano di più l’azienda e il territorio del Piave:

Barucchella 2014 Marca Trevigiana IGT
Prodotto per la gran parte con Cabernet Sauvignon ed in percentuale minore Cabernet Franc, Petit Verdot e Merlot in appassimento, viene affinato in barriques per 24 mesi. Il colore è rosso rubino con riflessi granati e il naso si apre con note di frutti di bosco maturi, accenni erbacei, e note di spezie dolci. Il gusto è pieno, appagante, di buona freschezza con un tannino ben lavorato dal legno che porta il vino su un finale persistente.

Raboso del Piave “Géron”2008 Marca Trevigiana IGT
Tradizionalmente il Raboso è un vitigno di maturazione tardiva e – come ci spiega Antonio – è tra i primi a germogliare e l’ultimo a maturare. Proprio per queste caratteristiche una parte delle uve si presta ad essere sottoposta ad appassimento, pratica che fa ricordare altre denominazioni storiche del Veneto. Dopo la fermentazione in acciaio il vino è affinato per quasi 4 anni in botte di rovere, ed a seguire acciaio e bottiglia.
L’annata 2008 di Geron si presenta di un colore profondo, impenetrabile che mostra al naso un tripudio aromatico di frutta in confettura, spezie come il tabacco dolce da pipa, il cuoio e note balsamiche di liquirizia. In bocca la sua opulenza arriva composta ed elegante, un tannino stretto ma integrato che sostiene la sontuosa alcolicità del vino.

Scritto da

Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia

La classifica dei migliori 10 Panettoni d’Italia del 2019 secondo Vinodabere

News

La Classifica dei migliori Cannonau della Piccola Guida della Sardegna di Vinodabere – Seconda Edizione (assaggi effettuati nel 2019)

News

La classifica degli 8 migliori panettoni d’Italia del 2018 secondo Vinodabere

News

NELLA CLASSIFICA DEI 10 CAFFÈ PIU’ COSTOSI AL MONDO 4 DERIVANO DALLA MASTICAZIONE DEGLI ANIMALI

News

Connect
Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia