Rimani in contatto con noi
[the_ad id="81458"]

ISCRIVITI

News

Le Guide di Vinodabere – Guida ai Migliori Pinot Nero d’Italia – Prima Edizione

Introduzione

Scegliere di compilare una Guida ai Migliori Pinot Nero italiani può a prima vista parere un azzardo. E invece, di fatto, è secondo Vinodabere il modo di colmare una lacuna che si va facendo sempre più vistosa man mano che la produzione nazionale dedicata si variega e amplia per diffusione, quantità e qualità. Si sa, quando si parla di questo vitigno lo si fa sempre con una certa deferenza – innegabilmente meritata – verso i cugini d’Oltralpe. Per anni i viticoltori italiani hanno cercato di avvicinarsi al modello Borgogna, spesso con risultati deludenti. Negli ultimi dieci anni (e qualcosa in più) però, forse perché l’imitazione non è stata più la prima, istintiva opzione, la varietà ha trovato anche da noi una sua dimensione e una sua strada. Sfaccettata, variegata, molteplice: come è molteplice e sfaccettata la geografia agronomica e umana (i terroir) dell’ampelografia nazionale. E gli assaggi – volutamente riservati per questa prima edizione ai Pinot Nero “fermi”, bolle escluse dunque – ce lo hanno confermato. Nella degustazione di 150 campioni (ringraziamo l’Osteria Poerio di Roma per l’ospitalità) ben 63 sono le etichette che hanno trovato spazio nella nostra pubblicazione (riservata come gli aficionados sanno a vini di alta caratura e punteggio) e ben 32, una su due insomma, sono state premiate con Standing Ovation. A comandare è, ed era prevedibile, l’Alto Adige (che vede entrare in Guida ben 40 campioni con 22 Standing Ovation). Ma non mancano sorprese dalla Toscana (5 etichette in Guida, di cui 3 con Standing Ovation), dal Trentino (7 etichette in Guida, di cui 2 con Standing Ovation), dal Piemonte (5 etichette in Guida, di cui 2 con Standing Ovation), dalla Valle d’Aosta (2 etichette in Guida, di cui 1 con Standing Ovation), dall’Oltrepò Pavese (1 Standing Ovation e 2 ingressi in Guida, ma con soli 20 campioni presentati) e persino dalla Sicilia (una Standing Ovation). La strada appare comunque ormai tracciata con Pinot Nero cento per cento italiani anche nello spirito, non più emuli di nessuno ma radicata espressione dei territori di origine.

 

Metodologia

Nelle nostre guide l’obiettivo è quello di rivolgersi al consumatore finale, ai ristoratori e tutti gli esercenti dei circuiti commerciali che ruotano attorno al vino. Che abbiamo dunque messo al centro del nostro lavoro, creando delle classifiche per tipologia ed insiemi omogenei, provando a rispondere alle esigenze di chi vuole orientarsi nell’acquisto di una bottiglia o nella costruzione di una cantina o anche di una carta dei vini se titolare di un locale. Non mancano le descrizioni delle aziende e le loro storie, ma solo dopo ciascun vino recensito; per questo alcune – quelle di cantine presenti con più vini – saranno ripetute per non costringere il lettore ad andare a cercarle altrove nella Guida.

Utilizziamo alcuni simboli per spiegare ancora meglio le differenze qualitative tra i vini recensiti.

 

Abbiamo attribuito 1 applauso  a quelle etichette che si attestano tra i 90 ed i 94,9 centesimi (vini decisamente buoni), 2 applausi tra i 95 ed i 97,9 (vini ottimi), e la Standing Ovation  tra 98 e 100 (vini eccellenti). I punteggi, essendo frutto di una media di degustazione in panel, possono prevedere anche i decimi di punto. Le classifiche sono in ordine inverso (si parte dall’ultima posizione per arrivare alla prima).

Per rendere più compiutamente comprensibili e trasparenti le nostre valutazioni vi ricordiamo che abbiamo usato una scala di punteggio internazionale (quindi mediamente più alta di quelle in uso in Italia) e che tutti gli assaggi sono stati svolti rigorosamente alla cieca.

Qualora almeno la metà del panel abbia attribuito il punteggio di 100/100 ad un campione, si è provveduto ad un riassaggio per confermare o meno questo punteggio massimo.

La Squadra

Curatori: Maurizio Valeriani e Antonio Paolini.

I testi che leggerete in Guida sono di: Carlo Bertilaccio, Salvatore Del Vasto, Maurizio Gabriele, Luca Matarazzo, Daniele Moroni, Gianmarco Nulli Gennari, Antonio Paolini, Emanuela Pistoni, Franco Santini, Gianni Travaglini, Maurizio Valeriani.

Hanno completato la squadra di assaggio: Ruggero Faliva, Paolo Frugoni, Federico Gabriele, Pino Perrone, Giuseppe Picconi, Marco Sciarrini, Sabrina Signoretti.

 

Classifica dei Migliori Pinot Nero d’Italia

63

Alto Adige Pinot Nero Riserva Hirsch 2018 – WEINGUT STEINHAUS S.R.L. Società Agricola   95/100 (territorio/zona vigneti:  Salorno, Alto Adige) prezzo a scaffale enoteca 34 euro circa.

Da vigneti ubicati a 600 metri di altezza nasce un vino che vinifica prima in acciaio, per poi fare un affinamento di un anno in botti di rovere e successivamente ulteriori 4 mesi in bottiglia prima di andare in commercio. Incentrato su sentori di frutta rossa con ciliegia, lampone, ribes e mora cui si accompagnano nel finale note speziate. Un sorso dinamico ed avvolgente si accompagna ad un tannino mai invadente.

WEINGUT STEINHAUS S.R.L. Società Agricola

 

 

Via Pochi, 11 – 39040 Salorno (BZ)

Tel + 39 328 4583363

Mail info@wsteinhaus.it

62 

Alto Adige Pinot Nero Glen 2019 – Azienda Vinicola Castelfeder    95,1/100 (territorio/zona vigneti:  Glen, Montagna, Alto Adige) prezzo a scaffale enoteca 24 euro circa.

L’etichetta del vino riporta il ponte di Glen, vicino Bolzano, simbolo della prima industrializzazione della zona, ma anche osservatorio da cui ammirare e gettare l’occhio sui quattro quinti della superficie vitata atesina. Il Glen matura per un anno in barrique di secondo passaggio e affina 3 mesi in bottiglia. Ha profumi delicati di piccoli frutti scuri, con note tostate e vanigliate. In bocca è fine, delicato, con ricordi di caffè e qualche nota di riduzione.

Azienda Vinicola Castelfeder  

Via F.-Harpf 15

39040 Cortina s.s.d.Vino (BZ)

Tel. +39 0471 820 420

Email info@castelfeder.it

La Castelfeder è stata fondata nel 1969 da Alfons Giovanett ed è condotta oggi dai nipoti Ines (addetta marketing) e Ivan (enologo). I 60 ettari di vigneti si estendono dal comune di Salorno a Bolzano, tra i 450 e i 790 metri di altezza, su terreni di conglomerato calcare-porfido, con diversi microclimi. Il Pinot Nero gioca, con diverse etichette, il ruolo più importante nella produzione aziendale, che comprende anche altri vitigni locali e internazionali.

61

Pinot Nero dell’Oltrepò Pavese Re.noir 2018 – Az. Agr. Rebollini Bruno 95,2/100 (territorio/zona vigneti:  Borgoratto Mormorolo, Oltrepò Pavese) prezzo a scaffale enoteca 36 euro circa.

Frutto di una selezione di uve in vigna (e successiva macerazione con délestage conclusivo), il vino matura 12 mesi in barrique e affina 15 mesi in bottiglia. Ha profumi floreali (ginestra, viola), di sottobosco, di mirtillo, ribes, mora, prugna e spezie dolci. Al gusto è delicato, con tannini setosi e ricordi di frutta scura; il sorso è teso, sapido, fresco e di grande piacevolezza.

 

Az. Agr. Rebollini Bruno

 

 

 

Località Sbercia – Borgoratto Mormorolo – PAVIA

Tel. 0383 87 22 95

Email info@rebollini.it

La Cantina Rebollini è stata fondata agli inizi del ‘900 dal nonno degli attuali proprietari, ed è oggi gestita da Gabriele Rebollini, enologo della casa, che dal 1968 porta avanti i valori e la tradizione vinicola di famiglia. I 33 ettari di proprietà sono ubicati nei comuni di Casteggio, Calvignano, Borgo Priolo e Borgoratto. La struttura di vinificazione sorge proprio nel comune di Borgoratto. La composizione dei suoli in vigna varia da rocce sedimentarie marine nelle zone collinari più basse a quelle di origine gessosa delle zone più alte.

60

Alto Adige Pinot Nero Ludwig 2019 – Elena Walch   95,3/100 (territorio/zona vigneti:  Montagna, Alto Adige) prezzo a scaffale enoteca 38 euro circa.

 

Rispettoso del territorio e del varietale di provenienza, il vino gioca molto sul frutto, denso e materico, da amarene mature, more di gelso e mirtilli neri. L’eleganza è accresciuta da una vena speziata e balsamica, intrigante, seppur di misurata ampiezza. Infinito lo spettro degli abbinamenti gastronomici ipotizzabili.

Elena Walch 

Via Andreas Hofer, 1

39040 Tramin/Termeno

Tel.   (+39) 0471/860 172

Email info@elenawalch.it

Architetto di professione, Elena Walch ha sposato l’erede di una delle più antiche famiglie vinicole della regione, importando nuovi concetti di modernizzazione in azienda. Oggi la conduzione è nelle mani delle figlie Julia e Karoline, quinta generazione della famiglia. La filosofia aziendale è che i vini debbano essere espressione unica del proprio terreno, del clima e del lavoro svolto in vigna, e che il vigneto debba essere lavorato secondo i principi della sostenibilità e in tal modo trasmesso intatto alle prossime generazioni. La convinzione profonda che la qualità del vino nasca in vigna implica dunque la volontà di lavorare senza compromessi, rispettando il DNA del singolo vigneto. Con 60 ettari in produzione, tra cui spiccano i due vigneti Castel Ringberg a Caldaro e Kastelaz a Termeno, Elena Walch si colloca tra le più importanti personalità vinicole dell’Alto Adige.

59

Alto Adige Pinot Nero Riserva Linticlarus 2019 – Tiefenbrunner    95,4/100   (territorio/zona vigneti:  Montagna, Alto Adige) prezzo a scaffale enoteca 42 euro circa.

Dualità è il termine corretto per esprimere un giudizio su questo vino. L’attacco olfattivo tende ad essere timido, con note piccanti di zenzero e pepe nero. Al sorso invece esplode nella sua fragranza più tipica: la frutta di bosco. Lamponi, fragoline o more selvatiche fa poca differenza perché, nello scorrere di un attimo, il vino sarà già finito.

Tiefenbrunner srl

 

Via Castello, 4 – Niclara

I-39040 Cortaccia sulla Strada del Vino (BZ)

Tel  +39 0471 88 01 22

Email info@tiefenbrunner.com

Le radici di casa Tiefenbrunner affondano nella storia. Reperti dell’età della Pietra e del Bronzo, rinvenuti nei pressi delle rovine del castello, attestano la presenza di insediamenti già in epoca preistorica. Il podere “Linticlar” fu menzionato per la prima volta nei registri ufficiali nel 1225. E nel 1848 il Turmhof fu inserito nel registro commerciale come azienda vitivinicola. Insomma, una delle tenute più antiche dell’Alto Adige. Herbert Tiefenbrunner (1928-2015) si appassionò all’arte di mastro cantiniere quando aveva appena 15 anni. Nel 1968, sua moglie Hilde inaugurò il punto di ristoro. Nel 2000, cambio della guardia. E ora sono le nuove leve impegnate a portare avanti la cultura e la tradizione di famiglia.

58

Alto Adige Pinot Nero Fuxleiten 2020 – Tenuta Pfitscher    95,5/100 (territorio/zona vigneti:  Montagna, Alto Adige) prezzo a scaffale enoteca 25 euro circa.

Le vigne si trovano a Montagna, presso la cantina, a un’altezza compresa tra 500 e 700 metri. Il vino fermenta a temperatura controllata in fusti d’acciaio inox e affina in botti di rovere. Al naso, ecco note di cacao e di leggera tostatura, poi frutti di bosco, bacche rosse e speziatura non invasiva. Al palato, tannino impeccabile, frutto caldo ma integro, sorso equilibrato, pieno e di ottima persistenza. Un bell’esempio di Pinot Nero giovane, da bere spensieratamente e in cui semplicità ed eccellenza vanno a braccetto.

Tenuta Pfitscher 

 

Via Dolomiti 17  ·  39040 Montagna (BZ)

Tel  +39 0471 168 13 17

Email  info@pfitscher.it

La famiglia Pfitscher produce vino nella Bassa Atesina dal 1861 e ancor oggi si rappresenta come azienda di stampo prettamente familiare, con Klaus, Monika e i tre figli Daniel, Hannes e Marion al comando delle operazioni. A circa 500 metri di quota, nella modernissima cantina edificata dieci anni fa fuori dal centro storico di Montagna, l’azienda produce svariate etichette da appezzamenti situati in sei diversi comuni della stretta vallata che dal Trentino arriva fino a Bolzano. Diversi i cavalli di battaglia, tra cui Sauvignon, Pinot Blanc, Pinot Noir, Gewürztraminer, Müller-Thurgau, Lagrein e Chardonnay, per un totale di ben 17 referenze.

57

Maremma Toscana Temerario 2009 – Casavyc di Viviana Filocamo  95,6/100 (territorio/zona vigneti:  Amiata, Toscana) prezzo a scaffale enoteca 35 euro circa.

Un Pinot Nero della Maremma, proveniente da uve allevate a quasi 500 metri di quota, figlio di un progetto ambizioso e temerario, ma rilevatosi vincente. Naso contornato da intensi profumi di frutta matura, prugne, richiami minerali e incisive note di spezie dolci. Forza, eleganza ed equilibrio all’assaggio, sorprende per la vitale freschezza e l’appagante allungo minerale. Finale di quelli che lasciano il segno.

Casavyc di Viviana Filocamo

Loc. Camporomano 43,

58054 Scansano (GR) Italy

Tel +39 3356880673

Email gm.casavyc@gmail.com

Casavyc è un progetto e un sogno nato dalla mente di Viviana Filocamo e Claudio Sabatucci nel 2002. Una dinamica realtà  in un angolo di Maremma, alle pendici del monte Amiata a Camporomano, a pochi chilometri da Scansano, tra querce, pascoli e torrenti. È proprio qui che da subito tutto è iniziato con la convinzione che in questa porzione di territorio si potessero produrre grandi vini. D’altronde gli ingredienti c’erano tutti. Viti allevate a 500 metri di quota su terreni composti da sassi, forti escursioni termiche tra il giorno e la notte e un’ottima esposizione dei vigneti. A questo si aggiunge la profonda conoscenza dei vini e dei territori francesi con le relative tecniche di produzione, acquisita dai patron aziendali, sapientemente adattate alla loro realtà produttiva.  In cantina le uve sono vendemmiate singolarmente per vigneto e per varietà e vengono vinificate separatamente per dare ad ogni partita di uva i giusti tempi di fermentazione e maturazione, in acciaio o in legno, solo alla fine le varie masse vengono scelte e miscelate per ottenere un prodotto finale al massimo livello.

55 ex aequo

Alto Adige Pinot Nero Riserva Flora 2019 – Cantina Kellerei Girlan    95,7/100 (territorio/zona vigneti:  dai cru “Girlan”, “Mazon” e “Pinzon”, Alto Adige) prezzo a scaffale enoteca 36 euro.

Ottenuto da uve raccolte manualmente, provenienti dai vigneti «Girlan», «Mazon» e «Pinzon», situati a un’altitudine compresa tra i 380 e 530 metri. Si mostra al naso in tutta la sua potenzialità espressiva. Ribes, amarena, ciliegia e tenue speziatura, anticipano un sorso bilanciato, succoso, elegante, di incisiva struttura, connotato di una dote tannica raffinata e perfettamente integrata. Sorprendentemente lungo il finale dagli intensi richiami fruttati. Affinato per 12 mesi in barrique (70%) e piccole botti di legno da 12 ettolitri (30%), a cui segue un ulteriore affinamento in bottiglia per 6 mesi.

Cantina Kellerei Girlan 

 

 

St. Martinstrasse 24,

I-39057 Girlan (BZ)

Tel. +39 0471 662403

Mail info@girlan.it

Una storia di successo e di tradizione quella della cantina Girlan, nata nel 1923 in un maso storico del XVI secolo, in località Cornaiano, non lontano da Bolzano e dal Lago di Caldaro,  grazie alla visione di 23 viticoltori. Oggi dopo anni di lavoro, sempre all’insegna della stessa filosofia produttiva, i soci sono diventati 200 per un totale di 220 ettari di proprietà vitati dislocati tra i migliori appezzamenti dell’Oltradige e della Bassa Altesina. Il lavoro aziendale è da sempre stato ispirato alla valorizzazione degli antichi vitigni altoatesini (Vernatsch, Pinot Bianco e Pinot Nero) a cui si è aggiunto nel tempo il desiderio  di creare vini di carattere con vitigni internazionali (Chardonnay e Sauvignon), conferendo agli stessi, comunque, un’impronta del territorio di provenienza. L’intera filiera produttiva si fonda su una profonda convinzione di agricoltura sostenibile, in un’armoniosa simbiosi tra il rispetto dell’ambiente ed esaltazione del terroir di appartenenza.

55 ex aequo

Vallée d’Aoste Pinot Nero Vigne Tzeriat 2020 – Grosjean Vins    95,7/100 (territorio/zona vigneti: Comune di Quart, Valle d’Aosta) prezzo a scaffale enoteca 26 euro circa.

 

Il Vigneto Tzeriat è situato a 800 metri di quota in un anfiteatro naturale protetto dalle correnti fredde e citato già nel 1838 dall’ampelografo Gatta come una delle zone migliori per la viticoltura nel Comune di Quart. È frutto di questo terroir speciale la particolare tensione rilevabile all’assaggio, con trama tannica robusta e amaricante (ma in via di evoluzione). Le freschezze agrumate e una buona vena sapida sostengono il vino, ancora giovanilmente segnato da piccole angolosità che il tempo provvederà a smussare.

Grosjean Vins

 

Fraz Ollignan 2

11020 Quart, Valle d’Aosta

Tel. +39 0165 77 57 91

Email info@grosjeanvins.it

Ereditati i terreni dalla moglie, nel 1968 il signor Dauphin (nonno degli odierni titolari) iniziò ad imbottigliare il proprio vino per presentarlo alla “II Exposition des Vins du Val d’Aoste”. Da allora tre generazioni ne hanno, avvicendandosi, continuato il lavoro. Anche con la implementazione dell’impianto fotovoltaico (tra le tante innovazioni a basso impatto ambientale realizzate qui) con cui i Grosjean hanno voluto dare concretezza e continuità all’opera di salvaguardia del territorio. Perché è anzitutto da casa propria, coi prodotti e le ricchezze che ha, che si deve davvero iniziare a costruire qualcosa di più bello e sano.

54

Alto Adige Pinot Nero Buchholz 2019 – Azienda Vinicola Castelfeder   95,8/100 (territorio/zona vigneti: pendio di Buchholz,Salorno, Alto Adige) prezzo a scaffale enoteca 24 euro circa.

Rosso rubino pieno, con leggere sfumature porpora. Fruttato netto da piccoli frutti a bacca rossa (marasca) più cenni floreali di rosa canina. Incantevole speziatura sul finale, che prosegue su un allungo minerale e termina con un tocco mentolato, vegetale, che ricorda la foglia di alloro. In bocca il vino è finemente tannico, equilibrato, con bella spalla acida, profondo e incisivo. Il gusto è fruttato e balsamico in armonia col naso e una punta chinata e amarostica. Ottima lunghezza.

Azienda Vinicola Castelfeder  

Via F.-Harpf 15

39040 Cortina s.s.d.Vino (BZ)

Tel. +39 0471 820 420

Email info@castelfeder.it

La Castelfeder è stata fondata nel 1969 da Alfons Giovanett ed è condotta oggi dai nipoti Ines (addetta marketing) e Ivan (enologo). I 60 ettari di vigneti si estendono dal comune di Salorno a Bolzano, tra i 450 e i 790 metri di altezza, su terreni di conglomerato calcare-porfido, con diversi microclimi. Il Pinot Nero gioca, con diverse etichette, il ruolo più importante nella produzione aziendale, che comprende anche altri vitigni locali e internazionali.

53

Alto Adige Pinot Nero Turmhof 2020 – Tiefenbrunner srl  95,9/100 (territorio/zona vigneti: Val Venosta, Alto Adige) prezzo a scaffale enoteca 25 euro circa.

 

Si sa che in terra altoatesina il Pinot Nero italiano riesce a esprimere note di finezza ad alto livello, e questo “Turmhof” lo dimostra appieno. Le uve provengono da diversi appezzamenti, sparsi fra Mazzon, Pinzano, Corona, Aica e Fiè, non solo di proprietà, ma anche selezionati fra quelli di validi conferitori. Lamponi, more, ciliegie, tutto il ventaglio di frutti rossi e neri maturi è il biglietto da visita olfattivo. In bocca è il tannino finissimo e maturo a far la differenza, dando spessore tattile all’assaggio, che prosegue con energia e piacevolezza fino al lungo finale fruttato. Il tutto in un quadro di mirabile precisione ed eleganza.

Tiefenbrunner srl

 

Via Castello, 4 – Niclara

I-39040 Cortaccia sulla Strada del Vino (BZ)

Tel  +39 0471 88 01 22

Email info@tiefenbrunner.com

Tiefenbrunner in Alto Adige è da tempo sinonimo di affidabilità e qualità. La storia è lunga, e bisogna tornare indietro di ben sette generazioni per risalire all’anno di fondazione, riportato sulle carte come 1848. La cantina è immersa in un paesaggio bucolico, circondata da piante secolari, verdi colline e un piccolo laghetto. Lavora uve di proprietà dai 25 ettari a conduzione diretta, e uve raccolte da conferitori circostanti, con cui è stato instaurato un lungo rapporto di collaborazione. Fiore all’occhiello della produzione è sicuramente il Müller-Thurgau Feldmarschall, il cui vigneto di produzione, davvero spettacolare, è posto a oltre 1000 metri di altitudine sull’altopiano di Favogna in un contesto pedoclimatico davvero senza eguali.

52

Langhe Pinot Nero I Cortini 2019 – Azienda Castello di Neive    96/100 (territorio/zona vigneti: Neive, Piemonte) prezzo a scaffale enoteca 27 euro circa.

Questo splendido Pinot Nero nasce dal vigneto “I Cortini”, praticamente adiacente al Castello. Le vigne sono a metà collina, su un terreno di marne e sabbie, ideale per ricercare quell’idea di eleganza e finezza transalpina non facili da ritrovare in Italia per questa varietà. Ovviamente il vino ha poco a che fare con i modelli borgognoni, ma si esprime su un registro comunicativo molto chiaro, dove bacche rosse e nere e spezie la fanno da padrone. L’equilibrio complessivo e l’eleganza, quelli sì, non fanno tuttavia difetto, regalando una beva lineare e pienamente godibile.

Azienda Castello di Neive 

 

Castello, Sede e Cantine storiche

Via Castelborgo 1

12052 | Neive

Tel. +39 017367171 

Ubicata all’interno dello splendido castello settecentesco, la cantina è di proprietà della famiglia Stupino dal 1964. Uve di qualità, ovviamente, ma anche nocciole di primissimo livello si ottengono dai 60 ettari coltivati. Castello di Neive è, per i cultori, sinonimo di Barbaresco, con il famoso vigneto Santo Stefano, già mappato fin dal 1742, ed esposizione, pendenza, microclima e terreno che lo rendono unico. Da 10 anni è stata aperta una seconda cantina, sempre a Neive, in una struttura più funzionale, dove possono essere seguiti al meglio tutti i processi di vinificazione e affinamento. Non stupisce che chi ha fatto del grande vino di Langa la propria missione riesca bene anche con un’uva internazionale gloriosa quanto difficile da trattare.

51

Alto Adige Pinot Nero Vinschgauer 2018 –  SchlossWeingut Stachlburg   96,1/100 (territorio/zona vigneti: Val Venosta, Alto Adige) prezzo a scaffale enoteca 23 euro circa.

 

Un Pinot Nero fedele espressione dei pendii da cui provengono le uve che lo generano. Vino potente, ma allo stesso tempo agile, con quel bonus di freschezza che solo alcuni terroir atesini riescono a dare. Al naso il vino è ricco e sfaccettato, di chiara impostazione moderna, dove il frutto scuro cede rapidamente il passo a nuance speziate, con sentori affascinanti di cuoio, liquirizia, cioccolato. In bocca tutta questa opulenza si traduce in un sorso comunque dinamico, dove un tannino maturo e un’acidità tesa e persistente creano un bel contrasto morbido-acido che risulta nel complesso estremamente piacevole.

SchlossWeingut Stachlburg 

 

 

Peter-Mitterhoferstr. 2

I – 39020 Partschins

Tel. +39 335 265939

Email sigmund.kripp@stachlburg.com

Il castello Stachlburg, tipicamente situato al centro di un villaggio tirolese, è sorto nel XII secolo come sede ministeriale. Siamo nel comune di Parcines, dove il barone Sigmund Kripp, discendente dei proprietari del castello, ha avviato nel 1990 quest’avventura enologica, da subito incentrata su direttrici di sostenibilità e rispetto dell’ambiente. La produzione in vigna è biologica, in cantina invece si fa ricorso alle più moderne tecniche di vinificazione nel nome dell’apprezzabile approccio filosofico che mira a coniugare tradizione e avanguardia. Alla base poi c’è un terroir vocatissimo, dove clima, caratteristiche del terreno ed esposizione favoriscono una maturazione ottimale delle uve e una perfetta salubrità, condizione indispensabile per ottenere vini di questa qualità.

50

Alto Adige Pinot Nero Riserva Zeno 2019 – Cantina Merano    96,2/100 (territorio/zona vigneti: Merano, Alto Adige) prezzo a scaffale enoteca 34 euro circa.

Da vigne coltivate ad oltre 500 metri sulle colline sopra Merano e da una selezione di cloni provenienti dalla Francia, ecco un vino che rispecchia almeno in parte i canoni tipici. Sorso avvolgente, con tannini ben dosati e riverberi di gioventù ancora evidenti, cui qualche mese ulteriore di sosta in bottiglia avvicinerà e affinerà ulteriormente  l’equilibrio finale.

Cantina Produttori Merano Burggräfler Coop. Soc. Agr.

 

 

Via Cantina 9

39020 Marlengo (BZ)

Tel.  +39 0473 447137

E-mail info@cantinamerano.it

Tradizione, paesaggio e viticoltura sono da sempre strettamente legati al territorio meranese. La prima pietra per la fondazione della Cantina fu posata nel 1901 con pochissimi viticoltori aderenti. Oggi, a distanza di oltre un secolo e dopo la fusione della Cantina Burggräfler e della Cantina Vini Merano, avvenuta nel 2010, la cooperativa conta oltre 360 soci. È con il loro sostegno che si sono potuti realizzare con successo i lavori per la ristrutturazione e l’ampliamento della sede attuale operativa e di accoglienza. La riapertura nel giugno 2013 ha di fatto dato il via per la Cantina meranese a una nuova era.

49

Trentino Superiore Pinot Nero 2018 – Soc. Agricola Maso Poli   96,3/100 (territorio/zona vigneti: Lavis, Trentino) prezzo a scaffale enoteca 23 euro circa.

Un Pinot Nero diretto, intrigante, che ti accoglie con un bouquet di frutti rossi e continua con una impressionante facilità di beva. Fresco, scorrevole, succoso e di bella struttura. Una presenza in bocca molto piacevole e lunga accompagnata da un tannino garbato ma di carattere.

Soc. Agricola Maso Poli

 

Pressano di Lavis – Strada del Vino, 33

38015 – LAVIS (TN)

Tel.  +39 0461 871519

Email  info@masopoli.com

Dieci ettari vitati, un vecchio podere di campagna del 1700, situati in una posizione ideale per altitudine ed esposizione. Questa è la proprietà della famiglia Togn. Ristrutturata nel 2000 con vista sulla Piana Rotaliana. L’obiettivo dell’azienda è quello di “dare un’anima al vino, renderlo unico, irripetibile e intimamente legato al suo territorio” applicando una filosofia aziendale basata sulla coesistenza di tecniche tradizionali con metodi moderni.

48

Pinot Nero 2018 – Weingut Befehlhof      96,4/100 (territorio/zona vigneti: Val Venosta, Alto Adige) prezzo a scaffale enoteca 17 euro circa.

Da vigne coltivate qui sin dal 1400, un esempio significativo di Pinot Nero di montagna, 700 metri di quota, Val Venosta, nella tenuta Befehlhof di Vezzano. Il vigneto è di appena 1.2 ettari, la fermentazione spontanea con lieviti autoctoni. Notevole il ventaglio aromatico nel calice, floreale, speziato e poi fruttato, con ricordi di prugna, ciliegia e frutti rossi, insieme a una notevole mineralità. La beva è scorrevole, piena, rotonda e vellutata. Chiusura succosa e agrumata, di lunga e gradevole persistenza.

Weingut Befehlhof 

 

 

Torggweg 2 Vetzan via Torggi 2 – Vezzano

39028 – Schlanders Silandro

Tel. +39 0473742197

Email  info@befehlhof.it 

L’azienda vinicola Befehlhof rappresenta una storica realtà situata nel centro del paese di Vezzano (BZ), a 710 metri sdi quota., che affonda le sue radici in un lontano passato.  Le prime informazioni sull’esistenza della cantina risalgono, infatti, al 1313 a conferma della lunga tradizione e cultura vitivinicola del territorio. Ma è negli anni settanta del secolo scorso che la cantina assume un nuovo ruolo e un nuovo impulso produttivo grazie al proprietario Oswlad Schuster, a cui va il merito di aver contribuito alla valorizzazione della viticoltura in questa zona tipicamente dedicata alla  produzione frutticola. Oggi è Magdalena a gestire l’azienda e a prendersi cura dei circa 1,2 ettari di vigneto sui quali vengono allevati oltre al vitigno storico tipico della Val Venosta  (Fraueler) anche, Gewürztraminer, Kerner, Zweigelt,  Pinot Nero e Riesling.

47

Trentino Pinot Nero Vigna Bindesi 2019 – Az. Agricola Maso Grener   96,5/100 (territorio/zona vigneti: Pressano, Lavis, Trentino) prezzo a scaffale enoteca 24 euro circa.

Partiamo dal varietale, che quando si assaggia un Pinot Nero, vino così peculiare e riconoscibile, deve essere ben espresso. In questo Vigna Bindesi, un “cru” che domina dall’alto dei suoi 500 metri la Valle dell’Adige, non c’è proprio da lamentarsi: il vino colpisce per intensità olfattiva e nettezza dei profumi e il bel risultato è completato da un sorso di mirabile equilibrio, che si sviluppa sia in ampiezza, con la sua generosa dote di frutto e spezia, sia in lunghezza, grazie a una spinta acida che ne allunga la beva e lo rende intrigante e persistente. Un bel risultato, di buona espressività e dove l’apporto del legno, pur avvertibile, è ben integrato.

Az. Agricola Maso Grener

 

Località Masi, 21 – Strada provinciale 131

Pressano di Lavis – 38015 – LAVIS Trento

Tel. +39 0461 871514

Email info@masogrener.it

Maso Grener è la piccola azienda che con orgoglio e tenacia viene gestita da Cinzia Giacomoni e Fausto Peratoner. Entrambi hanno famiglie che affondano le radici nella terra e nei vigneti da molto tempo, e si sono conosciuti sui banchi della scuola enologica di San Michele all’Adige. Dopo anni di lavoro e impegno, ecco realizzato un sogno che, nel caso di Cinzia e Fausto consiste nell’acquisizione di un vigneto e di un vecchio maso da ristrutturare. Nel 1999 nasce così Maso Grener. Siamo a Pressano, nei pressi di Lavis, una delle zone storiche della viticoltura trentina. Anche se la ricerca è durata quasi un quarantennio, è solo nel 2013 che i due portano a termine i primi imbottigliamenti. Oggi l’azienda lavora in regime biodinamico e si caratterizza per un approccio preciso e rispettoso verso la terra e l’uva che se ne nutre.

46

Alto Adige Pinot Nero 2018 – Graf Pfeil Kränzelhof    96,6/100   (territorio/zona vigneti: Cermes, Alto Adige) prezzo a scaffale enoteca 24 euro circa.

 

Da uve selezionate di una singola vigna, il vino esibisce profumi di piccoli frutti di bosco, prugna ed erbe selvatiche. In bocca è agile, saporito e gustoso; di media struttura, ha tannini giovani e vibranti bilanciati da aromi fruttati (amarena, mirtilli) e sentori di erbe officinali, per una beva fresca ed elegante.

Graf Pfeil Kränzelhof 

 

 

Via Palade 1

39010 CermesAlto Adige

Tel. +39 0473 56 45 49

Email info@kraenzelhof.it

La Tenuta Kränzelhof del Conte Franz Graf von Pfeil – quota tra i 300 e i 500 metri – alleva e lavora  numerose varietà di uva: Blauburgunder, Schiava, Merlot, Cabernet, Weiss Burgunder, Sauvignon e Traminer.  La gestione delle vigne, come tutta la filosofia aziendale, é improntata alla sostenibilità. I vini hanno tutti un forte carattere territoriale. Il Conte è anche un appassionato di giardinaggio e arte; ed accanto ai filari ha realizzato un insieme di terrazzamenti, aree a giardino e laghetti disegnando così un ambiente armonico e fascinoso, in simbiosi con i vigneti.

45

Pinot Nero Lacrima Blu 2015 – Vitivinicola Il POGGIO di Anna Gattobigio     96,7/100 (territorio/zona vigneti: Trasimeno, Umbria) prezzo a scaffale enoteca 17 euro circa.

Un vino proveniente da vigne di 20 anni, ci mostra che anche in Umbria il Pinot Nero può esprimere appieno le sue potenzialità. Si presenta con note di frutti di bosco e liquirizia che anticipano un sorso dinamico e di buona struttura con una nota iodata e sapida che termina in un finale speziato lunghissimo.

Vitivinicola Il POGGIO di Anna Gattobigio 

Via Petrarca 60 , Loc. Macchie

06061 – Castiglione del Lago (PG)

Tel.  +39 347 9229671

Email.  info@vitivinicolailpoggio.com 

Situata tra le colline del Lago la Vitivinicola il Poggio di Anna Gattobigio si compone di tredici ettari di vigneto, dove trovano dimora vitigni territoriali e non, tra cui il Pinot Nero impiantato negli anni 2000. Gestita con passione da Anna e Walter, la Cantina è stata costruita negli anni ’80 e totalmente ristrutturata ed implementata nel 2004. Ci sono circa 50 botti di varia grandezza, che permettono di vinificare le diverse varietà di uve separatamente. Una parte della cantina è riservata alla vinificazione delle uve di aziende del territorio che non hanno la possibilità di farlo

44

Piemonte Pinot Nero Marchese Leopoldo 2018 – Cantine dei Marchesi Incisa della Rocchetta   96,8/100   (territorio/zona vigneti: Rocchetta Tanaro, Piemonte) prezzo a scaffale enoteca 33 euro circa.

 

Non abbiate fretta – che è cattiva consigliera, come si sa – nello stappare questo vino. Occorre un po’ di tempo e di pazienza perché questo prodotto iconico firmato da una cantina altrettanto iconica possa svelarsi nella sua completezza. Intanto, già regala aromi di macchia mediterranea, arance amare e note tostate. Il sorso ha trama tannica già evoluta ed integrata, complice l’annata più fresca di altre.

Cantine dei Marchesi Incisa della Rocchetta

 

 

Via Roma 66,

14030 Rocchetta Tanaro (AT)

Tel:   +39 0141 644647

Email:  info@marchesiincisawines.it

La storia dei Marchesi Incisa risale all’anno Mille, con un insediamento nel Monferrato. La vite era coltivata dai monaci benedettini già nel 1300 nei possedimenti di famiglia sulla collina di Sant’Emiliano. Il Marchese Leopoldo Incisa della Rocchetta, autore di vari contributi scientifici al miglioramento della qualità dei vini, membro della Reale Accademia di Agricoltura in Torino e tra i massimi ampelografi ed enologi del suo tempo, pubblicò nel 1862 un famoso catalogo di uve rare da lui raccolte. Nel secondo dopoguerra il Marchese Mario Incisa della Rocchetta lascia il Piemonte per le terre di sua moglie a Bolgheri, in Toscana, portando con sé le conoscenze acquisite sulla viticoltura e l’amore sfrenato per il vino che lo porterà a creare il Sassicaia. In Piemonte le proprietà’ storiche della famiglia Incisa sono gestite dal fratello, il Marchese Oddone, e dai suoi figli.

43

Trentino Pinot Nero Quaranta Jugheri Riserva Vigna Feldi 2019 – Cantina Sociale Roveré del Luna 96,9/100

(territorio/zona vigneti:  Roveré della Luna, Trentino)

prezzo a scaffale enoteca 26 euro circa.

Ottenuto da uve provenienti dal vigneto Feldi che insiste su un terreno ciottoloso con leggera presenza di sabbia e argilla, si concede al naso con intensi sentori di frutta rossa, chiodi di garofano, accenni floreali, richiami balsamici, note vanigliate. Succoso, materico, morbido ed equilibrato all’assaggio, sorprende per l’incisiva freschezza e sapidità, tannini nobili e ben integrati e per il lunghissimo finale su ritorni fruttati. Affinato in barrique nuove di rovere francese.

Cantina Sociale Roveré del Luna

 

Via IV Novembre, 9

38030 Roveré della Luna – Tn

Tel. +39 0461 658530

Email  info@csrovere1919.it

Dinamica realtà, costituita sotto forma  di Cantina Sociale, fondata da 24 lungimiranti viticoltori di Roveré della Luna, piccolo comune della provincia di Trento, nel lontano 1919 nell’immediato dopoguerra.  Attualmente la forma giuridica è quella di una cooperativa formata da 270 soci conferitori, ciascuno dei quali preserva la titolarità della propria azienda agricola. Rispetto per l’uomo e per il territorio, passione per il lavoro e per la cura del prodotto, ricerca della qualità e dell’innovazione, sono alcuni dei principi che ispirano l’impegno quotidiano degli associati. I vigneti della Cantina si estendono su circa 420 ettari di superficie, parte in Trentino e parte in Alto Adige, interamente iscritti alle DOC Trentino, Alto Adige, Teroldego Rotaliano, Lago di Caldaro/Kalterersee e Valdadige. Tra le etichette aziendali la collezione Quaranta Jugheri interpreta quattro grandi vitigni del territorio (Pinot Grigio, Gewürztraminer, Pinot Nero Lagrein), con l’intento di portare nel calice tutta l’espressività di questo areale.

42

Alto Adige Pinot Nero Maso delle Rose 2018 – Cantina Josef Weger   97/100 (territorio/zona vigneti:  Girlan, Alto Adige) prezzo a scaffale enoteca 25 euro circa.

 

Delicato e potente, dialettico come il giorno e la notte, il sole e la luna, è un vino bifronte. Una parte speziata domina in principio, con netta evocazione di pepe nero in grani. Poi emerge in successione il succo, da ribes nero e mora selvatica, e la beva sfocia quindi in un gradevole finale balsamico.

Cantina Josef Weger

 

Via Casa di Gesù, 17, 39057 Appiano sulla strada del vino Bolzano

Tel. +39 0471 66 24 16

Email info@wegerhof.it

La casa vinicola Josef Weger fu fondata nel 1820, e condotta da allora a oggi dalla famiglia. Josef fu uno dei pioneri che hanno fatto la storia dei grandi vini dell’Alto Adige. Sulle colline di Cornaiano i Weger hanno casa, tenuta e le centenarie cantine. Con l’ingresso e l’impegno del figlio Johannes  sono complessivamente sei le generazioni che hanno portato avanti l’impresa. Alla fine degli anni ‘70 e nei primi anni ‘80 gli interessi familiari si sono allargati al settore del turismo e della gastronomia. E a questo scopo l’antica cantina è stata trasformata in stube vinicola.

41

Alto Adige Pinot Nero Riserva Jura 2018 – Cantina Nals Margreid   97,1/100 (territorio/zona vigneti:  Oltradige, Alto Adige) prezzo a scaffale enoteca 26 euro circa.

 

Le vigne, tra i 350 e i 450 metri di quota, insistono su terreni di origine glaciale, con argilla e calcare. Il clima lì è mite, grazie al vento caldo dell’Ora che arriva da sud (Lago di Garda). Uve raccolte a mano, fermentazione in acciaio e maturazione in barrique per un anno hanno come risultato un olfatto tipico di bacche rosse e scure, poi erbette aromatiche, arancia rossa, terra bagnata e spezie leggere. Il sorso ha buona dinamica e tannini eleganti, la materia si fa sentire, ma non ostacola una beva piacevole e gustosa. Finale ancora un po’ frenato. Il vino dà l’impressione di potersi sciogliere ulteriormente nei prossimi anni.

Cantina Nals Margreid 

 

 

Via Heiligenberg 2

39010 Nalles · South Tyrol

Tel +39 0471 678 626

Email info@nalsmargreid.com

A Nalles la viticoltura ha background storico di certa rilevanza, visto che i primi documenti risalgono al 1063: una disposizione testamentaria del Duomo di Augusta, da cui risulta che il vescovo d’allora aveva acquistato le vigne di quattro poderi. La Cantina Nals, composta da 32 soci, viene fondata nel 1932. Nel 1985 si fonde con la Margreid-Entiklar. Oggi conta su 160 ettari di vigneti e 138 soci. Il patrimonio viticolo si espande su tutta la parte meridionale della provincia di Bolzano, dove trovano dimora Pinot Bianco, Sauvignon, Riesling, Chardonnay, Gewürztraminer, Müller Thurgau; tra i rossi, oltre al Pinot Nero, spiccano Schiava, Lagrein, Cabernet e Merlot.

40

Pinot Nero ORNOIR 2018 – Azienda Agricola Ornina  97,2/100 (territorio/zona vigneti:  Casentino, Toscana) prezzo a scaffale enoteca 28 euro circa.

Dal Casentino un interessante, sorprendente Pinot Nero, ultimo arrivato in casa Ornina. Fermentazione spontanea in acciaio e macerazione di 15 giorni, con 12 mesi di maturazione in legno grande e piccolo più sei mesi in bottiglia per un vino al contempo floreale e fruttato, intenso, ricco di aromi espressi con grande eleganza (susina, ciliegia, ribes e mirtilli e spezie esotiche). Sorso molto gradevole, dalla chiusura piacevolmente sapida: il tutto con una persistenza e una freschezza non comuni.

Azienda Agricola Ornina

 

 

Strada per Ornina, 121

52016 Castel Focognano AR

Tel.  338 238 1000

Email info@ornina.it

Giovane, naturale e biodinamica questa piccola realtà del casentino nata nel 2008 quando Marco Biagioli, classe 1982,  ancora studente alla facoltà di agraria di Firenze, prende in mano i due ettari di vigna piantati dal babbo Orazio nel 1973 all’interno della proprietà storica della famiglia.  Da quella vendemmia si intuì che in questa porzione di territorio fare vino poteva essere una scommessa vincente. Da qui parte la sfida, intraprendendo sin da subito in vigna la strada del biologico prima e della biodinamica poi e del metodo poco interventista in cantina. Il tutto con un’idea ben precisa in testa, quella di portare in vinificazione il miglior frutto di una terra sana e lavorarla nel massimo rispetto della sua espressività, cosicché in ogni bicchiere  fosse possibile assaporare un po’ di Casentino. L’impianto di nuove vigne e la realizzazione nel 2016 della nuova cantina, progettata seguendo principi Steineriani e tecnologie innovative per limitarne l’impatto ambientale, hanno contribuito ancor più ad alimentare l’anima sperimentatrice di Marco. Attualmente sono 7 le etichette aziendali con l’ultimo arrivato, il Pinot Nero Ornoir, già a giocare un ruolo da protagonista.

39

Alto Adige Pinot Nero Riserva Trattmann 2019 – Cantina Girlan 97,3/100 (territorio/zona vigneti: Girlan, Alto Adige) prezzo a scaffale enoteca 41 euro circa.

Grande carattere e personalità per questo Pinot Nero ottenuto da uve provenienti da vecchi vigneti delle sottozone Mazon e Girlan, che insistono su terreni profondi di argilla e calcare (Mazon) e caratterizzati da un deposito morenico su roccia porfirica vulcanica (Girlan). Intensi e complessi i sentori di frutta matura (lamponi, ciliegia); poi accenni di sottobosco e note di caffè precedono un sorso succoso di gran corpo, contornato da un tannino gentile e perfettamente integrato. Lungo ed estremamente appagante il finale, con rimandi fruttati e di spezie dolci. Il vino affina per 12 mesi in barrique e piccole botti di legno (12 ettolitri). Seguono 8 mesi di sosta in grandi legni da 70 ettolitri e un ulteriore riposo in bottiglia per 8 mesi.

Cantina Kellerei Girlan 

 

St. Martinstrasse 24,

I-39057 Girlan (BZ)

Tel. +39 0471 662403

Mail info@girlan.it

Una storia di successo e di tradizione quella della cantina Girlan, nata nel 1923 in un maso storico del XVI secolo, in località Cornaiano, non lontano da Bolzano e dal Lago di Caldaro, grazie alla visione di 23 viticoltori. Oggi dopo anni di lavoro, sempre all’insegna della stessa filosofia produttiva, i soci sono diventati 200, per un totale di 220 ettari di proprietà dislocati tra i migliori appezzamenti dell’Oltradige e della Bassa Atesina. Il lavoro aziendale è da sempre stato ispirato alla valorizzazione degli antichi vitigni atesini (Vernatsch, Pinot Bianco e Pinot Nero) cui si è aggiunto nel tempo il desiderio di creare vini di carattere con vitigni internazionali (Chardonnay e Sauvignon), conferendo agli stessi, comunque, un’impronta marcatamente territoriale. L’intera filiera produttiva si fonda su una profonda scelta di agricoltura sostenibile, in armonica simbiosi tra il rispetto dell’ambiente e l’esaltazione del terroir di appartenenza.

38

Trentino Pinot Nero Stif 2059 2018 – Cantina Vivallis     97,4/100 (territorio/zona vigneti: Vallagarina, Trentino) prezzo a scaffale enoteca 23 euro circa.

Il vino proviene da vigneti a bassa resa, in linea, del resto, con quanto ci si aspetta trattandosi di Pinot Nero. Colore rosso rubino, eleganza al naso con note floreali e frutti rossi in bella evidenza, e conferma al sorso, molto scorrevole, di facile beva. Anche la speziatura contribuisce all’eleganza del vino. Bello il finale, lungo e con tannini setosi decisamente gradevoli.

Cantina Vivallis

 

 

Via per Brancolino, 4

38060 Nogaredo TN

Tel. +39 0464 412073

Email  info@vivallis.it

Il marchio Vivallis è nato nel 2004 raccogliendo l’eredità secolare della Società Agricoltori Vallagarina puntando a mantenere e rafforzare lo storico e appassionato legame del lavoro tra vigna e cantina come coerente espressione del proprio territorio. La cooperativa raccoglie uve da 700 soci, con 950 ettari di vigneto di proprietà opportunamente e variamente dislocati in questa fetta meridionale del Trentino da vino.

37

Alto Adige Pinot Nero 2019 – Graf Pfeil Kränzelhof  97,5/100 (territorio/zona vigneti: Cermes, Alto Adige) prezzo a scaffale enoteca 24 euro circa.

 

Sprint di freschezze agrumate e tipiche per un vino che gioca su minor materia e maggior disinvoltura, specialmente al palato. Bella l’eleganza delle note di spezie, tra scure e dolci, con chiusura minerale e ferrosa. Manca solo un più deciso allungo finale per renderlo da Standing Ovation, ma merita comunque i nostri 2 Applausi.

Graf Pfeil Kränzelhof 

 

Via Palade 1

39010 CermesAlto Adige

Tel. +39 0473 56 45 49

Email info@kranzelhof.it

“Per noi l’arte, il piacere di un vino squisito e le esperienze speciali nella natura hanno molto in comune. Siamo convinti che questo obiettivo sia stato raggiunto con noi al Kränzelhof.”  Così Franz & Stephanie von Pfeil raccontano il loro sogno: una antica tenuta del 1182 restaurata totalmente nel 1985 con dentro un ristorante e ben 7 giardini nati dall’amore per l’Inghilterra. Palcoscenico per mostre di artisti nazionali e internazionali, è anche una vera e propria galleria d’arte nella natura per appassionati epicurei. In collaborazione con il ristorante Miil, i Von Pfeil hanno sviluppato anche un concetto culinario sui generis nel giardino della casa del vino.

36

Piemonte Pinot Nero Re Noir 2017 – Lo Zoccolaio   97,6 /100 (territorio/zona vigneti: Barolo, Piemonte) prezzo a scaffale enoteca 20 euro circa.

Figlio di vigneti collocati a 300 metri di quota con esposizione a sud est, su suoli calcareo – marnosi. Il vino matura 18 mesi in barrique e affina 6 mesi in bottiglia. Ha profumi di frutta rossa matura, bacche e sottobosco. Il sorso è elegante, con ricordi di prugna e amarena, buona progressione e finale amaricante e iodato.

Lo Zoccolaio

 

 

Localita Boschetti 4

12060 Barolo (CN)

Tel. +39 0141 837287

Email  info@cascinalozoccolaio.it

La Cascina Lo Zoccolaio, che fa parte di uno dei più grossi gruppi italiani di settore, attivo dal 1947: la Fratelli Martini Secondo Luigi s.p.a., di cui Gianni è presidente e titolare. La Cantina si trova nel cuore delle Langhe, in quel di Barolo, ma ha vigneti anche a Monforte d’Alba, Verduno, Ravera e Novello. Il Nebbiolo, con i suoi 14 ettari di vigne su 30 totali, é il fulcro della produzione aziendale. Ad esso si aggiungono altri vitigni locali e internazionali, tra cui non ultimo il Pinot Nero.

35

Alto Adige Pinot Nero Riserva Sanct Valentin 2019 – Cantina Produttori San Michele Appiano 97,7/100  (territorio/zona vigneti: San Michele Appiano, Alto Adige) prezzo a scaffale enoteca 43 euro circa.

 

Superbo ed elegante come solo i vini di gran carattere sanno essere. Già sorprendente al naso, con un’impronta olfattiva ricca, cadenzata da note di piccoli frutti, erbe aromatiche, spezie dolci, accenni di sottobosco, questo Pinot Nero si concede in bocca con tutta la sua succosità e profondità gustativa. Incisiva freschezza, sapidità e invidiabile progressione agrumata si armonizzano a un bagaglio tannico fitto e di pregevole fattura. Di grande equilibrio, il vino chiude con un lunghissimo finale sul frutto. Fa il suo affinamento in barrique-tonneau; e dopo circa un anno l’assemblaggio sosta per un ulteriore periodo di sei mesi in botti grandi.

Cantina Produttori San Michele Appiano

Via Circonvallazione 17-19

39057 Appiano sulla Strada del Vino

Tel. +39 0471 66 44 66

Email  office@stmichael.it

Appiano, alle porte delle Dolomiti, con oltre 1.000 ettari di vigna, è il più grande comune vitivinicolo dell’Alto Adige nel cuore della provincia di Bolzano. Qui 330 viticoltori, animati da una grande passione tramandata da generazioni, gestiscono 385 ettari di vigneti rappresentando in pieno un esempio di cooperativismo ispirato alla qualità produttiva. La maggior parte delle vigne di Pinot Bianco, Sauvignon e Pinot Nero si trova sui pendii ai piedi del massiccio della Mendola, zona nota come Appiano Monte, da 400 a 700 metri di quota. La qualità delle uve portate in cantina e il sapere e la dedizione di chi le lavora fanno sì che ogni bottiglia, dal Gewürztraminer al Müller Thurgau, dal Sauvignon al Riesling, dal Pinot Bianco al Lagrein e al Pinot Nero, rappresenti una perfetta sintesi tra territorio e varietale. La nuova cantina gravitazionale di 30.000 metri cubi, completata nel 2020, permette di garantire un conferimento ed una lavorazione delle uve moderni ed efficaci capaci di conservare la qualità del frutto.

34

Pinot Nero 2019 –  Cantina LasteRosse  – Pancheri Pietro   97,8/100 (territorio/zona vigneti: Val di Non, Trentino) prezzo a scaffale enoteca 18,00 euro circa.

 

Assaggio di spiccata qualità gustativa che fa dell’eleganza, finezza e delicatezza il suo timbro di riconoscimento. Un Pinot Nero di alta quota, ottenuto dai vigneti della Val di Non a 730 metri, che si concede al naso con intense percezioni fruttate (frutti rossi), piacevolmente incastonate in una cornice di spezie dolci e note agrumate. In bocca il vino è decisamente armonico, con freschezza e sapidità che sembrano quasi rincorrersi per condurre a un lunghissimo finale con ritorni iodati e fruttati.  Maturato in barrique di rovere e a seguire in botti di acciaio inox prima dell’imbottigliamento, continua l’affinamento in bottiglia per almeno 3 mesi prima della commercializzazione.

Cantina LasteRosse – Pancheri Pietro 

 

 

via 4 Novembre, 33

Novella – frazione Romallo (TN)

Tel. +39 348 334 5105

Email  info@lasterosse.it

Tra le montagne della Val di Non, nel comune di Novella, ci sono piccoli vigneti che scendono ripidi fino alle sponde del lago di Santa Giustina. Siamo oltre i 700 metri di altezza; e qui Silvia e Pietro Pancheri, che si definiscono “contadini liberi”, portano avanti il loro progetto, che è anche il sogno familiare: quello di credere nella natura, nei suoi ritmi, nella sua forza. Qui la viticoltura diventa eroica e i vigneti sono necessariamente lavorati a mano sulla roccia rossa, con rese molto basse. Una cantina piccola dunque, che preserva tutta l’essenza del territorio esaltando le diverse varietà allevate dal Gewürztraminer, all’autoctono Groppello di Revò, fino ad arrivare al Pinot Nero. Ogni singola bottiglia è curata e coccolata. Alcune sono ancora confezionate a mano.

33

Alto Adige Pinot Nero Riserva Eustachius 2018 Schloss – Weingut Stachlburg  97,9/100 (territorio/zona vigneti: Parcines, Alto Adige) prezzo a scaffale enoteca 36 euro circa.

Una versione di Pinot Nero che manifesta gran carattere. Il colore è rubino tendente al granato. Le note olfattive, balsamiche, ricordano il sottobosco e frutti rossi maturi. Il sorso è impegnativo ma piacevole, di grande struttura. Il legno recita la sua parte, con note speziate che accompagnano un finale decisamente lungo.

SchlossWeingut Stachlburg 

 

Peter-Mitterhoferstr. 2

I – 39020 Partschins

Tel. +39 335 265939

Email sigmund.kripp@stachlburg.com

Stachlburg è il classico castello che ti aspetti di trovare al centro di un villaggio tirolese. Venne edificato a Parcines nel XII secolo come sede ministeriale. E qui il barone Sigmund Kripp, discendente della famiglia proprietaria, ha avviato nel 1990 quest’avventura enologica, centrata subito su direttrici di sostenibilità e rispetto dell’ambiente. La produzione è biologica, ma in cantina si fa ricorso alle più moderne tecniche di vinificazione con un approccio che mira apertamente a coniugare tradizione e avanguardia. Base essenziale è comunque il terroir, vocatissimo, dove clima, caratteristiche del terreno ed esposizione favoriscono una maturazione ottimale delle uve e una perfetta salubrità, premessa fondamentale alla qualità dei vini.

32

Alto Adige Pinot Nero Riserva Lehmont 2018 – Cantina San Paolo   98/100  (territorio/zona vigneti: San Paolo, Appiano, Alto Adige) prezzo a scaffale enoteca 35 euro circa.

I terreni argillosi (dal tedesco Lehm) e la zona di Eppan-Berg (Mont) danno il nome a questo Pinot Nero, evocando il terreno d’origine – un misto di limo, sabbia e pietre – e l’effetto rinfrescante dei venti di montagna. L’età delle piante sfiora ormai i 40 anni. Il vino fermenta in tini di legno aperti e affina per 15 mesi in tonneau e barrique. Al naso sciorina tostato, amarena, arancia, spezie (chiodi di garofano). La bocca è centratissima, ha frutto e polpa, e tannini raffinati, ma di buona struttura. C’è carattere e allungo, ottima dinamica e persistenza, con ritorni di frutta rossa e spezie. Quando si libererà dalla confezione (leggi: legno) diventerà ancora di più un fuoriclasse. Già da ora merita la nostra Standing Ovation.

Cantina San Paolo 

 

 

Schloss-Warth-Weg 21

39057 St. Pauls/Appiano Bolzano

Tel. +39 0471 18077 00

Email  info @ stpauls.wine

Nel 1907 36 contadini di San Paolo, Missiano, Monte (Appiano) e Riva di Sotto fondarono la Cantina Produttori San Paolo. In pochi anni altri trenta soci si unirono e la cantina venne dotata dei più moderni macchinari disponibili all’epoca. Ma fino a 60 anni fa, l’uva veniva pigiata a piedi nudi in vigna. Oggi la cooperativa è composta da oltre 200 soci. Gli impianti vanno dal cuore del borgo medievale di San Paolo fino ad arrivare ad alta quota, in una posizione riparata sul versante meridionale delle alture, ventilata dai venti della Costiera della Mendola e caratterizzata da notti fresche. Nelle cantine si alternano serbatoi in acciaio, grandi botti in legno invecchiato e piccoli carati di rovere.

28 ex aequo

Alto Adige Pinot Nero Vigna Haselhof 2019 –Az. Vitivinicola Josef Brigl    98,1/100  (territorio/zona vigneti: Colterenzio, Cornaiano, Alto Adige) prezzo a scaffale enoteca 20 euro circa.

Realizzato con uve provenienti dai vigneti aziendali della tenuta Haselhof, il vino matura in botte grande e affina in bottiglia. Ha colore rubino profondo, profumi intensi di frutti rossi (ciliegie, ribes, more) e note eteree e speziate. In bocca è ricco, potente, con tannini robusti e levigati, gli aromi di frutti rossi in primo piano. La tessitura è fine e di grande eleganza. Logica conseguenza la nostra Standing Ovation.

Az. Vitivinicola Josef Brigl 

 

 

 

Via Madonna del Riposo 3

I- 39057 San Michele/Appiano, (BZ)

Tel.  +39 0471 662419

Email  brigl@brigl.com

La cantina Brigl può vantare come anno di fondazione il lontanissimo 1309.  Situata nei pressi di San Michele Appiano, ha 50 ettari di vigneti nelle zone Windegg, Haselhof e Rielerhof, piantati su suoli a prevalenza di calcare e ghiaia, insieme a sabbie e argilla. Vengono coltivati sia vitigni locali (Gewürztraminer, Lagrein, Schiava) che internazionali. Tra questi ultimi spicca il Pinot Nero.

28 ex aequo

Alto Adige Pinot Nero Riserva Select Blauburgunder 2018 – Weingut Hans Rottensteiner  98,1/100 (territorio/zona vigneti: Bolzano, Alto Adige) prezzo a scaffale enoteca 30 euro circa.

 

Bilanciato, armonico e decisamente appagante questo assaggio derivante da uve provenienti da terreni sabbiosi, ricchi di porfido, capaci di esprimere al meglio le potenzialità del territorio. Naso accattivante caratterizzato dalla piacevole alternanza di frutti rossi, viola, erbe aromatiche, rimandi minerali, accenni di spezie dolci. In bocca il vino è morbido, pregevolmente arricchito da una lunga progressione fresco sapida e da un lunghissimo finale minerale e speziato che invita più volte al riassaggio. Un totale che merita la nostra Standing Ovation. Maturato in barrique francesi.

Weingut Hans Rottensteiner 

 

Via Sarentino 1a·

39100 Bolzano

Tel.  +39 0471 282015

Email info@rottensteiner.wine

Una filosofia produttiva nitida e decisa quella della cantina Hans Rottensteiner, ovvero “creare” vini che si distinguano per chiarezza, eleganza e freschezza e, soprattutto, capaci di esprimere chiaramente la propria tipicità in relazione al varietale e al territorio. Fondata da Hans Rottensteiner nel 1956, l’azienda ha mosso i suoi primi passi dedicandosi dapprima alla commercializzazione di vino sfuso in Svizzera, per poi, negli anni ‘80, subire una decisa svolta, anche grazie all’ingresso in cantina del figlio Toni che avviò un intenso lavoro finalizzato all’imbottigliamento dei propri vini. Sin dalle origini è stata realizzata una proficua collaborazione con i contadini di zona che consente di aggiungere all’uva proveniente dai dieci ettari aziendali quella di conferitori locali. I processi di lavorazione coniugano sapientemente tradizione e innovazione. Grandi botti di rovere di cinquant’anni si affiancano a serbatoi di acciaio e barrique, per raggiungere il pregevole risultato finale.

28 ex aequo

Alto Adige Pinot Nero 2020 – Hartmann Donà     98,1/100 (territorio/zona vigneti: Alto Adige) prezzo a scaffale enoteca 30 euro circa.

Da un vigneto posto a 500 metri di quota, su un terreno leggermente acido. Le uve raccolte dopo un’attenta selezione vengono portate in cantina, segue una fermentazione con lieviti naturali in tini di legno, per poi affinare in barrique di quinto passaggio per 12 mesi con un seguente affinamento in bottiglia per 4 mesi. Al naso profumi di piccoli frutti rossi, mirtillo, mora, lampone si accompagnano ad accenni speziati, segue un sorso fresco elegante e con tannini croccanti. Vale la nostra Standing Ovation.

Hartmann Donà 

 

Industriezone 1-5

39011 Lana (BZ),

Tel. +39 329 26 10 628

Emal info@hartmanndona.it

Un’azienda costruita interamente sulla personalità del suo proprietario, Hartmann Donà, appena 0,65 ettari di proprietà e uve provenienti da 12 conferitori seguiti per altri 7 ettari di vigneti. Poche parole ma tanti fatti, con l’intento di interpretare e rappresentare le tre caratteristiche che danno vita ad un vino: il suolo, il vitigno e il clima. Lavorazioni naturali in cantina e nelle vigne con l’obiettivo di esprimere al massimo l’annata per esaltare un frutto proveniente da terreni di natura glaciale morenica, di medio impasto, ricchi di limo e privi di argilla e calcare.

28 ex aequo

Alto Adige – Pinot Nero Riserva Limited Edition 2016 – Weingut  Plonerhof    98,1/100  (territorio/zona vigneti: Marlengo, Alto Adige) prezzo a scaffale enoteca 50 euro circa.

 

 

Fiore all’occhiello dell’azienda, matura 24 mesi in barrique. Al naso sciorina intense note fruttate (lampone, ribes rosso, amarena e prugna) con nuance di caffè e leggera tostatura. In bocca è potente, materico, con ritorni di frutti rossi e spezie, e chiude con lunghissima persistenza. Vino imponente che giustifica la nostra Standing Ovation.

Weingut  Plonerhof 

 

Via Tramontana 29

39020 Marlengo (BZ)

Tel. +39 0473 490525

Email info@weingut-plonerhof.it

La Cantina Plonerhof, fondata nel 2004, si trova a Marlengo, sulle colline circostanti la piana di Merano, su terreni composti di argilla sabbiosa, granito, schegge di rovere e gneis. Erhard Tutzer ne é il creatore. Esperto vivaista di barbatelle e cloni di Pinot Nero in particolare, Erhard ha sfruttato le sue conoscenze per impiantare al meglio i suoi 5 ettari di vigne, degradanti a valle e piantati a rittochino, modalità che permette lo sfruttamento ottimale delle correnti d’aria che scendono e risalgono da e verso la valle, inducendo freschezza e complessità nelle uve.

25 ex aequo

Alto Adige Pinot Nero Riserva Thalman 2018 – Cantina Produttori Bolzano   98,2/100  (territorio/zona vigneti: Renon, Alto Adige) prezzo a scaffale enoteca 30 euro circa.

Un vino da considerare non solo per l’impatto attuale, ma sicuramente anche in prospettiva. Al momento è di fatto un giovanissimo, dal grande carattere, tutto spezie e mirtilli maturi. Ma la sua complessità nasconde e promette un equilibrio da autentico fuoriclasse, più evidente al sorso che al naso. Il futuro è tutto suo. Intanto noi gli dedichiamo una Standing Ovation.

Cantina Produttori Bolzano

Via Moritzinger 36

I -39100 Bolzano

Tel.  +39 0471 27 09 09

Email  info@kellereibozen.com

Una lamiera di alluminio traforato color bronzo avvolge la facciata dell’edificio, disegnando ramificazioni che ricordano una foglia stilizzata di vite. Lo si può vedere da lontano il maestoso cubo che sembra prendere vita dal pendio circostante, nuovo simbolo della cultura vitivinicola della città: la Cantina Bolzano–Kellerei Bozen. L’architettura e il design non lasciano dubbi su cosa rappresenti l’edificio: un luogo in cui il vino si esprime in tutte le sue affascinanti sfaccettature. È qui che nuovi e antichi saperi sulla viticoltura e la vinificazione s’incontrano e portano alla produzione di una ricca selezione di vini di qualità, supportata dal lavoro di 224 soci e delle loro famiglie.

25 ex aequo

Piemonte Pinot Nero Apertura 2017 – Soc. Agricola Colombo- Cascina Pastori  98,2/100  (territorio/zona vigneti: Astigiano, Piemonte) prezzo a scaffale enoteca 18 euro circa.

 

Prodotto da vigne di media collina giacenti su terreni calcareo-marnosi, l’Apertura matura per 15 -18 mesi in tonneau e botte grande. Al naso si esprime con sentori di piccoli frutti di bosco rossi e neri, seguiti da note floreali e di spezie dolci. Grande coerenza naso-bocca, con ricordi di lampone, fragoline, mirtilli e more e un sorso fresco, succoso e scorrevole. Finale lungo, di grande eleganza e da Standing Ovation.

Soc. Agricola Colombo- Cascina Pastori

 

Reg. Cafra 172/B – Bubbio,

14051 (Asti)

Tel.   +39 0144 852807

Email  info@colombovino.it

L’azienda agricola Colombo-Cascina Pastori è situata sulle colline di Bubbio, borgo langarolo in provincia di Asti, fondata nel 2004 da Antonio Colombo in stretta collaborazione con l’enologo Riccardo Cotarella. Le vigne sono esposte a sudest su suoli di origine calcareo-marnosa propizi alla coltivazione del Pinot Nero.

 

25 ex aequo

Pinò 2017 – Az. Agricola Gulfi     98,2/100 (territorio/zona vigneti: Monte La Guardia, Randazzo, Etna, Sicilia) prezzo a scaffale enoteca 67 euro circa.

Versante nord dell’Etna, Randazzo, vigne originate da una selezione massale di Pinot Nero d’origine borgognotta, con viti allevate ad alberello e coltivate su terrazze e terreni di origine lavica . Nasce qui questo Pinot che si annuncia con un bel rosso rubino, affascina al naso con cenni agrumati, di frutti rossi e una lontana nota balsamica. Di grande  freschezza, scorrevole, lungo e con tannino decisamente elegante, tanto da guadagnarsi con pieno merito la nostra Standing Ovation.

Az. Agricola Gulfi 

 

 

Contrada Patria, Chiaramonte Gulfi,

RG   97012

Tel.  0932 921654

Email  info@gulfi.it

Forte legame con il territorio e con la “sicilianità”. Tre generazioni della famiglia di Vito Catania al lavoro per “custodire la nostra terra” a Chiaromonte Gulfi, in provincia di Ragusa, e un’azienda agricola fortemente attenta al connubio tra prodotto e area di origine. Piena fedeltà dunque alla tradizione della coltivazione ad alberello e all’idea di viticoltura biologica organica, mai invasiva.

23 ex aequo

Alto Adige Pinot Nero Riserva Anrar 2019 – Cantina Andriano   98,3/100  (territorio/zona vigneti: Alto Adige) prezzo a scaffale enoteca 43 euro circa.

 

Le uve sono quelle di un vigneto di Pinzon (Egna) gestito da uno storico conferitore. Rese contenute (35 quintali/ettaro). In vinificazione parte della raccolta viene lavorata a grappolo intero per estrarre un frutto più preciso. Fermentazione in acciaio, affinamento per un anno in barrique. Profumi raffinati, more e mirtilli, spezie orientali, tè nero, lieve fumé. Il sorso è di sostanza, ricco ma al tempo stesso elegante, ha succo, struttura ed equilibrio. Bello l’allungo finale con nitidi ritorni fruttati (ciliegie rosse) e freschezza invidiabile. Quest’anno ha vinto l’ambito concorso “Giornate del Pinot Nero”, noi gli conferiamo la nostra Standing Ovation.

Cantina Andriano

 

 

Via Silberleiten 7 ,

I- 39018  Terlano  BZ

Tel. . +39 0471 257156

Email  office@kellerei-andrian.com

Andriano rivendica il primato di essere la prima cooperativa fondata nell’Alto Adige, nel lontano 1893. In tempi molto più recenti (2008) si unisce con la “storica” dirimpettaia, la Cantina di Terlano. Nonostante la vicinanza, diversissimi sono clima, terroir e specialità della casa: a Terlano prevalgono i bianchi, ad Andriano, pur vantando un Sauvignon impeccabile, i cavalli di battaglia sono i rossi, come il Lagrein (qui uno dei primi esperimenti con le barrique) e il Pinot Nero. Siamo tra i 300 e i 500 metri di quota; i terreni sono di natura calcareo-argillosa, con inserti di roccia dolomitica. Il clima è abbastanza fresco soprattutto nelle ore serali e garantisce un surplus di acidità. I soci sono 60.

23 ex aequo

Vallèe d’Aoste Pinot Nero 850   2020 – Az. Agricola Rosset Terroir   98,3/100 (territorio/zona vigneti: Saint Pierre, Valle d’Aosta)prezzo a scaffale enoteca 36 euro circa.

Questo splendido Pinot Nero proviene da un piccolo appezzamento a circa 600 metri di quota nella zona di Saint Pierre, nel cuore della Valle D’Aosta. Un vino di caratura e impostazione internazionale, dove l’apporto dei 12 mesi di affinamento in barrique francesi lascia il suo imprinting, pur restando all’interno di un quadro complessivo equilibrato e misurato, dove i sentori di spezia e frutto sono ben evidenti. Il sorso è sapido, elegante e avvolgente, con la morbidezza iniziale ben contrastata da ottima freschezza che lo rende molto interessante e indubbiamente piacevole. Chiusura lunghissima e pulitissima per un campione che merita la nostra Standing Ovation.

Az. Agricola Rosset Terroir 

 

 

Località Torrent de Maillod 4

Quart Valle d’Aosta

Tel.  0165 774111

Email  info@rosseterroir.it

L’Azienda agricola Rosset Terroir è una piccola realtà privata che ha saputo ritagliarsi uno spazio importante nell’ambito vitivinicolo valdostano, scommettendo sulle peculiarità di questo territorio aspro e montano, dove per fare vino ci vuole davvero tanta passione e cocciutaggine. La cantina, che per limiti fisici si concentra ovviamente su una produzione numericamente esigua, è ben nota per l’altissima qualità dei suoi bianchi, tra cui spicca il progetto Sopraquota 900, che dà vita a veri vini d’altura. L’approccio serio e rigoroso si vede però in tutta la gamma prodotta, e un bellissimo esempio è il Pinot Nero in Guida.

20 ex aequo

Alto Adige Pinot Nero Riserva Burgum Novum 2018 – Az. Vinicola Castelfeder   98,4/100   (territorio/zona vigneti: Gleno, Montagna, Alto Adige) prezzo a scaffale enoteca 35 euro circa.

 

Etichetta di riferimento dell’azienda (primo Imbottigliamento nel 1988). Al naso sentori di spezia (pepe nero), agrume, piccoli frutti rossi e prugna con note legnose e balsamiche. In bocca rivela grande varietà di aromi: marasca, mirtillo, prugna, note di torrefazione, rabarbaro. I tannini sono fitti ed eleganti e ottima è la progressione, con finale sapido e lunghezza iodata. Vino di grande classe e da Standing Ovation.

Azienda Vinicola Castelfeder  

Via F.-Harpf 15

39040 Cortina s.s.d.Vino (BZ)

Tel. +39 0471 820 420

Email info@castelfeder.it

La Castelfeder è stata fondata nel 1969 da Alfons Giovanett ed è condotta oggi dai nipoti Ines (addetta marketing) e Ivan (enologo). I 60 ettari di vigneti si estendono dal comune di Salorno a Bolzano, tra i 450 e i 790 metri di altezza, su terreni di conglomerato calcare-porfido, con diversi microclimi. Il Pinot Nero gioca, con diverse etichette, il ruolo più importante nella produzione aziendale, che comprende anche altri vitigni locali e internazionali.

20 ex aequo

Alto Adige Pinot Nero Riserva Lafòa 2018 – Cantina Colterenzio   98,4/100   (territorio/zona vigneti: Colterenzio, Cornaiano, Alto Adige) prezzo a scaffale enoteca 33 euro circa.

 

La finezza, l’eleganza, la scorrevolezza, ma anche la potenza sono il biglietto da visita di questa Riserva che tra toni floreali e speziati approda a intensi sentori fruttati (prugna, ciliegia e piccoli frutti rossi) mixati con equilibrio e persistenza. Il vino, del resto, è il risultato di un progetto importante, durato un decennio e puntato a un esito di alta qualità che potesse far parte della linea alta e di pregio della cantina Colterenzio. Grande attenzione al terroir e al trattamento delle uve portano a una raffinatezza che raggiunge un eccellente livello qualitativo e la conseguente Standing Ovation, anche grazie a un uso attento del legno.

Cantina Colterenzio 

 

Strada del Vino 8

39057 Cornaiano/Appiano (BZ)

Telefono +39 0471 664 246

Email info@colterenzio.it

 

Una cantina sociale di 300 soci, nata nel 1960, quando 26 vignaioli di Colterenzio fondarono, nei pressi di Appiano, la propria cooperativa, dandole il nome della propria terra: il piccolo borgo di Schreckbichl (in italiano Colterenzio). Poi nel 1979 la grande svolta con l’arrivo di Luis Raifer, che fece ingresso in veste di direttore portando con sé ambizione e intuizione, perché per primo riconobbe le grandi potenzialità di questi terreni. Oggi Colterenzio è una cantina importante nell’Alto Adige con vini che si fanno ricordare per eccellente qualità.

20 ex aequo

Pinot Nero 2019 – Soc. Agricola del Podere della Civettaja   98,4/100 (territorio/zona vigneti: Casentino, Toscana) prezzo a scaffale enoteca 38 euro circa.

 

Deriva da vinificazioni separate per ogni appezzamento, con masse assemblate poi in vasche di cemento dove si completa l’affinamento. Tecniche di coltivazione della vite simili a quelle adottate in Francia e metodi poco interventisti in cantina portano alla nascita di un vino elegante e piacevole al sorso, introdotto da note speziate a cui si accompagnano profumi di agrumi e toni succosi e balsamici. Un insieme convincente, che vale la nostra Standing Ovation.

Soc. Agricola del Podere della Civettaja

via di casina rossa 5/a

52015 Località Romena Pratovecchio, Arezzo

Tel.  339 709 8418

Il Podere della Civettaja si trova a Romena di Pratovecchio sull’Appennino toscano in una valle chiusa da due crinali, a 500 metri di quota. Simbolo del Podere è una scultura romanica collocata su un capitello della Pieve di Romena: raffigura un agricoltore del XII secolo che, a braccia levate, attende la sua rivelazione. Il proprietario è Vincenzo Tommasi, appassionato di Borgogna che, dopo uno studio accurato dei terreni, ha deciso di provare a misurarsi in un territorio a lungo ritenuto inadatto a produrre vini di qualità. Selezioni massali, alta densità d’impianto, basse rese, coltivazione biologica, fermentazioni spontanee, assenza di correttivi e filtrazioni, imbottigliamento manuale per caduta sono i punti cardine della produzione.

19

Alto Adige Pinot Nero 2018 – Az. Agricola Maso Thaler   98,5/100  (territorio/zona vigneti: Gleno, Montagna, Alto Adige) prezzo a scaffale enoteca 26 euro circa.

 

 

Un intrigante contrasto tra toni speziati e fruttati accompagna il sorso iniziale di questo vino che, con eleganza, regala poi note ematiche, di cuoio e tabacco insieme a sentori di spezia dolce, susina e buccia di pesca oltre ai classici piccoli frutti rossi. Da uve scelte e raccolte a mano, con vari passaggi in legno e acciaio, e infine affinamento per 20 mesi in bottiglia, il Thaler esprime bene la passione e la pazienza con cui viene prodotto. Solo la parte più pregiata e migliore delle uve finisce infatti in bottiglia; il resto viene consumato in famiglia. Merita la nostra Standing Ovation.

Az. Agricola Maso Thaler 

 

Via Gleno, 59

39040 Montagna (BZ)

Tel.  +39 3939877312

Email   info @ masothaler.it

Un vero e proprio progetto familiare quello di Maso Thaler, concretizzatosi nel 2004 a coronamento di una spiccata passione per la viticoltura che ha indotto la famiglia Motta a lasciare Roma per trasferirsi lungo la Strada del Vino di Termeno, a Gleno, appena sopra il paese di Montagna, in provincia di Bolzano. È sicuramente questa una delle zone italiane più vocate all’allevamento di uve Pinot Nero, grazie a terreni di origine porfirica con infiltrazioni di materiali dolomitici e a un clima molto ventilato con forti escursioni termiche. La gestione viticola è nelle mani del fondatore dell’azienda, Nino Motta, coadiuvato dalla moglie Anna Maria Vianini Tolomei, e dai figli Filippo, Francesco e Piergiorgio. Un lavoro arduo reso ancora più difficile e impegnativo dalle forti pendenze dei terreni e da alcuni vigneti anche terrazzati che impongono una lavorazione esclusivamente manuale. Il risultato di tanto impegno e dedizione è rappresentato da 6 etichette aziendali, ottenute da sole uve di proprietà, capaci di portare nel calice un vero e proprio “distillato” del territorio.

17 ex aequo

Trentino Pinot Nero Riserva Golalupo 2019 – Cantina Endrizzi  98,6/100   (territorio/zona vigneti: San Michele all’Adige, Trentino) prezzo a scaffale enoteca 19 euro circa.

Il colore è un limpido, piacevole rosso rubino. Il vino ha olfattiva densa e ricca, con lampone, ribes, bulbo d’orchidea, violetta, ricordi di rabarbaro e un tocco fine di spezia. In bocca è equilibrato con netto sentore di piccoli frutti a bacca rossa e un raffinato finale di spezie. Tannino morbido e pulito, seppur incisivo. In generale un Pinot Nero di grande sostanza, notevole lunghezza ed estrema eleganza. Giustamente ambizioso, merita pieno riconoscimento del suo valore. E la nostra Standing Ovation ne è la dimostrazione.

Cantina Endrizzi 

 

 

Loc. Masetto, 2

38098 S. Michele all’Adige Trento

Tel. +39.0461.650129

Email  info@endrizzi.it

Cantine Endrizzi in località Masetto a San Michele all’Adige nata nel 1885 è una tra le più antiche cantine trentine. Seguita dalla stessa famiglia da cinque generazioni, oggi vede in sella Paolo, Christine, Lisa Maria e Daniele coadiuvati dall’enologo Vito Piffer. Il nome dell’azienda deriva dalla dialettizzazione del cognome Endrici. È stata tra le prime aziende a potersi fregiare della definizione “ecosostenibile” sia per la coltura delle vigne che per la cantina, forte di un’ala interamente costruita secondo i principi dell’architettura sostenibile. L’azienda possiede, come Serpaia di Endrizzi, anche vigneti in Toscana con 30 ettari nel podere Maremmelo, in Maremma, presso Magliano, dove produce vari vini rossi.

17 ex aequo

Alto Adige Pinot Nero Riserva Matan 2019 – Tenuta Pfitscher 98,6/100 (territorio/zona vigneti: Gleno, Montagna, Alto Adige) prezzo a scaffale enoteca 39 euro circa.

Il Pinot Nero “Matan” di Pfitscher proviene dai vigneti di Gleno e Langefeld, a Montagna, appezzamenti siti a un’altitudine compresa tra i 500 e i 600 metri. Vino di grande struttura, portata però con grazia. I piccoli frutti rossi, che ti aspetti di trovare espliciti e freschi in campioni di tale qualità, sono impreziositi da note balsamiche, di spezie, di caffè e vaniglia, che definiscono un insieme di chiara impronta moderna, ma estremamente seducente. Il tannino è puntuto ma finissimo, il sorso largo e persistente, l’equilibrio tra frutto e spezia mirabile, il tutto in un quadro di grande eleganza. Un vino di notevole personalità, che non si farà dimenticare facilmente. Chapeau e Standing Ovation.

Tenuta Pfitscher 

 

 

Via Dolomiti 17  ·  39040 Montagna (BZ)

Tel.  +39 0471 168 13 17

Email  info@pfitscher.it

Classica azienda altoatesina a conduzione familiare, dove genitori e figli sono coesi alla ricerca della qualità e della massima espressività nei vini. “Preferiamo vigneti scoscesi, ma nei nostri vini ci piace tirare dritti”: da questo claim aziendale si evince gran parte della filosofia della famiglia Plitscher, il cui obiettivo è creare vini che non siano solo buoni, ma anche onesti e sinceri nel racconto della terra che dà loro vita. La cantina stessa è bellissima, perfettamente integrata nel paesaggio di montagna, e vale senz’altro una visita.

16

Alto Adige Pinot Nero Jansen 2020 – Weingut Ritterhof  98,7/100  (territorio/zona vigneti: Montagna, Alto Adige) prezzo a scaffale enoteca 17 euro circa.

Un Pinot Nero a dir poco immenso. Carattere indomito, espressione di un territorio straordinario, eleganza balsamica, con sbuffi speziati e finale da brace ardente. La piacevolezza di bocca si esalta in richiami di frutti di bosco dal gusto nitido e succoso. Incredibilmente conveniente il prezzo a scaffale per una Standing Ovation.

Weingut Ritterhof 

 

Strada del Vino 1

39052 Caldaro sulla Strada del Vino

Tel. +39 0471 963 298

Email: info@ritterhof.it

Alla Tenuta Ritterhof situata a Caldaro in Alto Adige, sulla Strada del Vino n. 1 si curano le viti con grandissima dedizione. L’uva viene selezionata a mano e trasformata con passione con l’intento di produrre vini eccellenti e di carattere, testimoni della migliore qualità altoatesina. Ed il tutto avviene nel rispetto della natura e dell’ecosistema.

15

Alto Adige Pinot Nero Riserva Exclusiv 2018 – Weingut Plonerhof  98,8/100  (territorio/zona vigneti: Marlengo, Alto Adige) prezzo a scaffale enoteca 43 euro circa.

 

 

L’Exclusiv matura 2 anni in tonneau e affina un anno in bottiglia. Tipico il suo colore rubino con riflessi granati.  Al naso sfoggia profumi variegati di cuoio, muschio, sottobosco, bacche, ribes, ciliege e note minerali. All’assaggio scorre morbido e seducente: i tannini fitti e setosi, uniti a una delicata acidità, donano grande eleganza, profondità e piacevolezza alla beva. Standing Ovation strameritata.

Weingut  Plonerhof 

Via Tramontana 29

39020 Marlengo (BZ)

Tel. +39 0473 490525

Email info@weingut-plonerhof.it

La Cantina Plonerhof, fondata nel 2004, si trova a Marlengo, sulle colline circostanti la piana di Merano, su terreni composti di argilla sabbiosa, granito, schegge di rovere e gneis. Erhard Tutzer ne é il creatore. Esperto vivaista di barbatelle e cloni di Pinot Nero in particolare, Erhard ha sfruttato le sue conoscenze per impiantare al meglio i suoi 5 ettari di vigne, degradanti a valle e piantati a rittochino, modalità che permette lo sfruttamento ottimale delle correnti d’aria che scendono e risalgono da e verso la valle, inducendo freschezza e complessità nelle uve.

14

Alto Adige Pinot Nero Mazon 2019 – Azienda Vinicola Castelfeder  98,9/100   (territorio/zona vigneti: Mazon, Alto Adige) prezzo a scaffale enoteca 25 euro circa.

 

Nel calice si presenta di un bel rosso rubino. E poi emoziona per l’ottimo livello del ventaglio di sentori che regala al naso: fruttato, ciliegia, mora, cassis, ma anche agrume e peperone crusco, nota di cenere e leggera sensazione ematica e di spezia. Al palato inizialmente predomina il fruttato maturo, con accenni di arancia sanguinella a rinfrescare, e sensazioni speziate e balsamiche a seguire. Vino d’impatto, insomma, complesso e persistente. Di bel sostegno al corpo l’equilibrio tra acidità e sapidità, con tannino presente ma non invasivo. Punto di forza qui, senza dubbio, è l’eleganza che ci ha spinto ad assegnare la nostra Standing Ovation.

Azienda Vinicola Castelfeder  

Via F.-Harpf 15

39040 Cortina s.s.d.Vino (BZ)

Tel. +39 0471 820 420

Email info@castelfeder.it

La Castelfeder è stata fondata nel 1969 da Alfons Giovanett ed è condotta oggi dai nipoti Ines (addetta marketing) e Ivan (enologo). I 60 ettari di vigneti si estendono dal comune di Salorno a Bolzano, tra i 450 e i 790 metri di altezza, su terreni di conglomerato calcare-porfido, con diversi microclimi. Il Pinot Nero gioca, con diverse etichette, il ruolo più importante nella produzione aziendale, che comprende anche altri vitigni locali e internazionali.

13

Pinot Nero Neròt 2020 – Cantine Cavallotti   99/100   (territorio/zona vigneti: Cicognola, Oltrepò Pavese) prezzo a scaffale enoteca 10 euro circa.

 

Tutta l’espressività del frutto e del territorio in questo assaggio di grande intensità ed eleganza, capace di catturare già all’impatto olfattivo. Intense percezioni floreali e di frutti rossi, toni speziati e accenni balsamici anticipano un sorso pieno, armonico, scorrevole, invitante, di lunga progressione fresco-sapida e contornato da incisivi tannini ben integrati. Garbato e davvero lungo il finale su intensi ritorni fruttati che conquista la nostra Standing Ovation. Il Neròt affina solo in acciaio e poi in bottiglia.

Cantine Cavallotti 

 

 

 Via Europa, 9/A,

20080 Bubbiano MI

Tel: 02.90848829

Email    info@cantinecavallotti.it

Una delle più rappresentative ed espressive realtà vitivinicole dell’Oltrepò Pavese quella delle Cantine Cavallotti, nate nel 1944 in Valle Scuropasso nel Comune di Cigognola grazie all’intuito e alla visione di Ferdinando Cavallotti. Oggi è la terza generazione di famiglia, con i fratelli Elena e Cesare, a portare avanti con passione, tecnica, cura del dettaglio e lungimiranza la filosofia aziendale che da oltre 70 anni guida la produzione di vini del territorio. Organizzata su due sedi operative, la cantina ha un’unità aziendale in quel di Cigognola, dove vengono svolte le fasi di vendemmia e prima lavorazione del vino, mentre a Bubbiano, alle porte di Milano, una seconda sede viene utilizzata per l’imbottigliamento, la distribuzione e la vendita. In cantina, sintetizzando proficuamente tecnologia e tradizione, si persegue con estrema cura, l’obiettivo di valorizzare ed esaltare ciò che la stagione e il territorio sono stati in grado di donare al frutto. Dal 2007 l’azienda con crescente incisività ha puntato sul Pinot Nero, fortemente convinta delle potenzialità di quest’uva in questo areale.

11 ex aequo

Alto Adige Pinot Nero Riserva Hausmannhof 2008 – Az. Agricola Haderburg  99,1/100 (territorio/zona vigneti: Hausmannhof a Pochi/Salorno, Alto Adige) prezzo a scaffale enoteca 55 euro circa.

 

Un vero fuoriclasse, frutto di vigne di età tra i 20 e 50 anni piantate a 350/550 metri su terreni di natura calcarea e argillosa. Affinato per due anni in barrique nuove e usate, il vino ha bella integrità olfattiva (frutti di bosco, terra bagnata, sigaro, cannella, pesca) e non risente affatto dell’età. Tannino fitto e perfettamente levigato, struttura imponente che fa venire in mente i Borgogna più potenti, come il Pommard o gli Chambertin. Scattante e persistente, vira al palato su note di fragole, ciliegie, prugne mature, spezie piccanti, vivissimo e reattivo. Lo stile è moderno, interpretato con classe ed eleganza: il risultato, anche in termini di longevità, lo dimostra. Standing Ovation senza esitazioni.

Az. Agricola Haderburg 

 

 

Via Albrecht Dürer 3,

Fr. Pochi, 39040 Salorno (BZ)

Tel. +39 0471889097

Email  info@haderburg.it

Il maso Hausmannhof della famiglia Ochsenreiter, che dà vita ai vini Haderburg, è datato 1578. Si trova sopra Salorno, in località Pochi, non lontano dal confine col Trentino e dalle vigne della Piana Rotaliana, una delle zone viticole più a sud dell’Alto Adige. Qui da più di 40 anni si producono vini fermi e bollicine (le prime in regione) da viti su terreni argillosi ben esposti e situati a circa 400 metri di quota. Tre ettari dedicati alle varietà bianche si trovano più a nord, in Val d’Isarco. Tredici ettari e mezzo sono in certificazione biologica, ma in realtà gestiti da tempo in biodinamica e con fermentazioni spontanee. Centomila le bottiglie prodotte annualmente (70 mila circa di Metodo Classico).

11 ex aequo

Il Chiuso 2019 – Castello di Ama   99,1/100 (territorio/zona vigneti: colline tra Gaiole e Radda in Chianti, Toscana) prezzo a scaffale enoteca 27 euro circa.

Questo 2019 nasce a un decennio dalla prima annata prodotta. Le vigne però sono ben più vecchie e risalgono al 1984, ottenute da cloni provenienti dalla Borgogna impiantati su terreni calcarei con alta percentuale di galestro. Il vino che ne deriva è di grande finezza, con le note tipiche del vitigno ben rappresentate: frutti rossi e neri, mirtillo, mora, violetta, e un refolo di spezie ad arricchire un quadro olfattivo di indubbio fascino. In bocca il vino è fresco e pimpante, colpisce per dinamismo e chiude con un finale lungo e persistente dove torna prepotente il frutto. Una Standing Ovation strameritata.

Castello di Ama 

 

 

Località Ama 53013 –

Gaiole in Chianti (Siena)

Tel. +39 0577 746069

Email  info@castellodiama.com

Cosa raccontare di Castello di Ama? Parla la storia dei luoghi, di assoluta vocazione agricola e paesaggistica nota già da fine Settecento, quando a tesserne le lodi era il Granduca Pietro Leopoldo di Lorena, allora Governatore di Toscana. Siamo a Gaiole in Chianti, provincia senese, nel cuore del Chianti Classico. Negli anni Settanta vengono reimpiantati buona parte dei vigneti e si costruisce una moderna cantina di fermentazione divenuta modello innovativo per tutto il territorio. Dalle storiche vigne aziendali nascono alcuni dei Chianti Classico più autentici e longevi in circolazione. Oggi l’azienda è stata rinnovata e, mantenendo il fascino degli antichi fasti, moderne tecniche di cantina si affiancano a una coltivazione più consapevole e specializzata, che porta ad ottimi risultati su tutte le linee aziendali, come dimostra il Pinot Nero premiato nella nostra Guida.

 

10

Alto Adige Pinot Nero Donà Noir 2015 – Hartmann Donà    99,2/100 (territorio/zona vigneti: Alto Adige) prezzo a scaffale enoteca 60 euro circa.

 

Dall’unico vigneto di proprietà, 22 anni di età e 0,650 ettari, senza alcuna irrigazione di soccorso e trattamenti meno invadenti possibili (rame e zolfo), nasce un vino che rappresenta appieno il territorio che lo accoglie. Una fermentazione spontanea per 3 – 4 settimane in tini di legno, poi un affinamento in barrique in parte nuove e in parte usate per circa 20 – 22 mesi poi dopo l’imbottigliamento, altri 24 mesi prima di essere posto in commercio. Profumi di amarena, marasca, frutti di bosco, anticipano accenni speziati, un sorso ricco, armonico e profondo, accompagnato da tannini eleganti ed un lungo finale di sottobosco. La conseguenza è la nostra Standing Ovation.

Hartmann Donà 

Industriezone 1-5

39011 Lana (BZ),

Tel. +39 329 26 10 628

Emal info@hartmanndona.it

Un’azienda costruita interamente sulla personalità del suo proprietario, Hartmann Donà, appena 0,65 ettari di proprietà e uve provenienti da 12 conferitori seguiti per altri 7 ettari di vigneti. Poche parole ma tanti fatti, con l’intento di interpretare e rappresentare le tre caratteristiche che danno vita ad un vino: il suolo, il vitigno e il clima. Lavorazioni naturali in cantina e nelle vigne con l’obiettivo di esprimere al massimo l’annata per esaltare un frutto proveniente da terreni di natura glaciale morenica, di medio impasto, ricchi di limo e privi di argilla e calcare.

9

Alto Adige Pinot Nero Patricia 2019 – Cantina Kellerei Girlan  99,3/100   (territorio/zona vigneti: Girlan, Alto Adige) prezzo a scaffale enoteca 22 euro circa.

Finezza ed eleganza in cattedra per quest’assaggio di grande emozione, ottenuto da uve provenienti da tre sottozone di Pinot Nero: «Girlan», «Mazon» e «Pinzon», e vigneti tra i 380 e i 530 metri di quota. Il naso è incentrato su note di ciliegia, marasca, richiami agrumati e minerali, ritorni fumé. Vellutato e armonico in bocca, il Patricia sorprende per la pienezza del sorso, l’incisiva freschezza agrumata e la pregevole espressione tannica. Il lungo e appagante finale su ritorni di frutti rossi è da Standing Ovation. Il vino affina per 12 mesi in grandi botti di rovere (50 ettolitri) e 6 mesi in bottiglia.

Cantina Kellerei Girlan 

 

 

St. Martinstrasse 24,

I-39057 Girlan (BZ)

Tel. +39 0471 662403

Mail info@girlan.it

Una storia di successo e di tradizione quella della cantina Girlan, nata nel 1923 in un maso storico del XVI secolo, in località Cornaiano, non lontano da Bolzano e dal Lago di Caldaro, grazie alla visione di 23 viticoltori. Oggi dopo anni di lavoro, sempre all’insegna della stessa filosofia produttiva, i soci sono diventati 200, per un totale di 220 ettari di proprietài dislocati tra i migliori appezzamenti dell’Oltradige e della Bassa Altesina. Il lavoro aziendale è da sempre stato ispirato alla valorizzazione degli antichi vitigni atesini (Vernatsch, Pinot Bianco e Pinot Nero) cui si è aggiunto nel tempo il desiderio di creare vini di carattere con vitigni internazionali (Chardonnay e Sauvignon), conferendo agli stessi, comunque, un’impronta marcatamente territoriale. L’intera filiera produttiva si fonda su una profonda scelta di agricoltura sostenibile, in armonica simbiosi tra il rispetto dell’ambiente e l’esaltazione del terroir di appartenenza.

8

Pinot Nero Frazesca 2019 – Soc. Agricola Val de Pol   99,4/100 (territorio/zona vigneti: Alpago – Dolomiti Venete) prezzo a scaffale enoteca 35 euro circa.

 

 

Il vino proviene da un vigneto lavorato esclusivamente a mano. Le note olfattive sono di grande eleganza: sentori balsamici, di violetta, di frutti rossi, leggeri richiami di frutta sotto spirito. Finezza e piacevolezza sono confermate al sorso e nel finale, con un bel frutto in evidenza accompagnato da una speziatura ben dosata e un tannino raffinato. Un totale che vale la nostra Standing Ovation.

Soc. Agricola Val de Pol 

 

 

via Cavour 35

Codenzano Chies d’Alpago (BL)

Email valdepolvigne@gmail.com

Val De Pol è una azienda veneta totalmente dedicata al Pinot Nero. Di fatto il sogno divenuto realtà di Katja Zanon e Gianluca De Min. Un sogno partito dall’amore per la terra e che ha portato Katja e Gianluca ad aprire una cantina per la lavorazione delle uve, con la ferma volontà di confrontarsi con i grandissimi Pinot Noir di Borgogna. È forte e diretto infatti il legame con la Borgogna, che è il luogo di nascita e di attività di Lorenzo Zanon, cugino di Katja, affermato winemaker a livello mondiale ed ovvio interlocutore per preziosi confronti.

6 ex aequo

Alto Adige Pinot Nero Pigeno 2019 – Stroblhof Weingut  99,5/100 (territorio/zona vigneti: Appiano-Pigeno, Alto Adige) prezzo a scaffale enoteca 24 euro circa.

Straordinaria versione di Pinot Nero atesino che guarda alle migliori tipologie d’Oltralpe e merita una Standing Ovation tutta italiana. Il debutto al naso, e poi al palato, è su toni erbacei di macchia mediterranea ed eucalipto per proseguire in successione verso arancia sanguinella e chiodi di garofano e una chiusura sapida e marcata da richiami salmastri. Lo aspetta una vita lunga ed evolutiva.

Stroblhof Weingut  

 

 

Pigenoer Weg 25

39057 San Michele/Appiano (BZ),

​​​​Tel.  +39 0471 66 22 50

Email  hotel@ stroblhof.it 

Nella moderna cantina di Stroblhof, minerali naturali come creta e argilla, assieme alla quercia, creano il gusto ambiente per il vino e un’atmosfera accogliente. L’amore per la natura, per la viticoltura e per questo meraviglioso angolo di terra sono, assieme alla qualità dell’uva, parti integranti e inconfondibili della produzione. Le vigne di proprietà producono vini bianchi vivaci, dal sapore minerale-fruttato, e l’elegante ed espressivo Pinot Nero. Fermentazione e conservazione in tradizionali botti di legno di quercia e a un’equilibrata temperatura ambiente in cantina conferiscono ai vini la loro unicità.

6 ex aequo

 Pinot Nero SANCABA 2019 – Vini Franchetti   99,5/100 (territorio/zona vigneti: San Casciano dei Bagni, Toscana) prezzo a scaffale enoteca 52 euro circa.

 

 

Un vero e proprio fuoriclasse. Un assaggio di gran carattere ed eleganza che decisamente lascia il segno per la spiccata precisione del frutto. Ottenuto da uve allevate sulle alture che circondano San Casciano dei Bagni, a 650 metri di altezza, caratterizzate dalle grandi escursioni termiche tra il giorno e la notte, si concede al naso con intensi e intriganti sentori di ciliegia, frutti rossi, toni speziati, nuance agrumate e rimandi minerali. In bocca è materico, setoso, di incisiva freschezza e dalla lunghissima progressione iodata. Il finale quasi interminabile su ritorni fruttati merita la nostra Standing Ovation. Affinato in botte grande e barrique di secondo passaggio e successivamente in vasche di cemento.

Vini Franchetti 

 

 

 

Via Val d’Orcia, 15

53047 – SARTEANO (Siena)

Tel.  +39 0578-267110

Email  info@vinifranchetti.com

Intuitivi e poetici sono i vini targati Andrea Franchetti, da poco scomparso, capaci di sintetizzare l’esatta espressione di quella che è stata da sempre la sua filosofia e visione del vino e della vita. I due progetti vitivinicoli molto diversi tra loro, quello di Tenuta di Trinoro e l’altro sulle pendici del monte Etna, ma accomunati da un unico filo conduttore: portare nel calice le caratteristiche dell’annata, le specificità del territorio e il pieno potenziale del varietale. Nel 2012 Carlo Franchetti inizia a produrre vini dalle uve di Pinot Nero allevate sulle alte quote delle colline circostanti San Casciano Bagni e l’anno successivo nasce il Sancaba e la prima collaborazione con il cugino, finalizzata a valorizzare la ricchezza, profondità e unicità espressa da questo vitigno in questo particolare terroir. Nel 2014 i due cugini riuniscono le loro aziende e danno vita ad una nuova società, la Vini Franchetti.

5

Alto Adige Pinot Nero Riserva 2019 – Cantina San Michele Appiano   99,6/100 (territorio/zona vigneti: San Michele Appiano, Alto Adige) prezzo a scaffale enoteca 22 euro circa.

 

Standing Ovation per quest’assaggio di pura emozione che fa dell’eleganza il suo timbro di riconoscimento.  Naso raffinato caratterizzato da intense note di frutti rossi, erbe aromatiche, toni speziati, accenni minerali. Sorso ricco, materico, succoso, appagante, in perfetta corrispondenza con l’impronta olfattiva, capace di sorprendere per l’incisiva progressione fresco-sapida e una trama tannica di rara finezza. Davvero lunghissimo il finale su rimandi iodati.

Cantina San Michele Appiano 

Via Circonvallazione 17-19

I-39057 Appiano sulla Strada del Vino

Tel. +39 0471 66 44 66

Email  office@stmichael.it

Appiano, alle porte delle Dolomiti, con oltre 1.000 ettari di vigna, è il più grande comune vitivinicolo dell’Alto Adige nel cuore della provincia di Bolzano. Qui 330 viticoltori, animati da una grande passione tramandata da generazioni, gestiscono 385 ettari di vigneti rappresentando in pieno un esempio di cooperativismo ispirato alla qualità produttiva. La maggior parte delle vigne di Pinot Bianco, Sauvignon e Pinot Nero si trova sui pendii ai piedi del massiccio della Mendola, zona nota come Appiano Monte, da 400 a 700 metri di quota. La qualità delle uve portate in cantina e il sapere e la dedizione di chi le lavora fanno sì che ogni bottiglia, dal Gewürztraminer al Müller Thurgau, dal Sauvignon al Riesling, dal Pinot Bianco al Lagrein e al Pinot Nero, rappresenti una perfetta sintesi tra territorio e varietale. La nuova cantina gravitazionale di 30.000 metri cubi, completata nel 2020, permette di garantire un conferimento ed una lavorazione delle uve moderni ed efficaci capaci di conservare la qualità del frutto.

4

Alto Adige Pinot Nero Riserva Puntay 2019 – Ernst + Neue   99,7/100 (territorio/zona vigneti: Caldaro, Alto Adige) prezzo a scaffale enoteca 20 euro circa.

Vino di estrema pulizia ed eleganza, in cui a colpire a primo impatto è il varietale ben espresso e immediatamente riconoscibile. Ciliegia, frutti di bosco, fragoline mature, e quel pizzico di humus e selvaticità che si ricollegano perfettamente al Pinot Nero. Bouquet ampio, arricchito da spezie e un tocco boisé che non stona. Il sorso poi è perfettamente bilanciato fra trama tannica e lunghezza di frutto, a completare un quadro di grande armonia complessiva. La nostra Standing Ovation è la naturale conseguenza.

Ernst + Neue

Via delle Cantine 12

39052 Caldaro (BZ)

Tel. +39 0471 963 149

Email  info@erste-neue.it

Siamo nella zona attorno al Lago di Caldaro, a pochi chilometri da Bolzano, una delle più vocate alla viticoltura di tutto l’Alto Adige. Fondata nel 1986, Erste+Neue è il risultato della fusione fra la Cantina Sociale “Erste” con la Nuova Cantina Sociale “Neue”, entrambe realtà storiche del territorio, operative sin dai primi anni del ‘900; è poi seguita la lungimirante unione con “Cantina Kaltern” avvenuta nel 2016. Oggi oltre 400 soci conferitori lavorano un totale di circa 230 ettari, formando una di quelle realtà cooperative che hanno fatto dato fama al “modello Alto Adige” come esempio di organizzazione e affidabilità. Tante le linee prodotte, come è tipico delle cooperative altoatesine, tutte estremamente pulite, precise e con grande rispetto del territorio e del varietale.

 

2 ex aequo

Alto Adige Pinot Nero Riserva 2018 – Az. Vitivinicola Josef Brigl   99,8/100 (territorio/zona vigneti: Cornaiano, Alto Adige) prezzo a scaffale enoteca 25 euro circa.

 

Uve provenienti da vigne locate a Cornaiano a 450 metri di quota. Il vino matura un anno in barrique e affina in botte grande e/o acciaio. Al naso si presenta con profumi floreali, di sottobosco, sentori fruttati (prugne e bacche nere) e nuance tostate e di tabacco. In bocca è elegante, equilibrato, con ricordi di piccoli frutti di bosco. Il finale è succoso e salino, di lunga persistenza. Vino di grandissima armonia e piacevolezza che vale la nostra Standing Ovation.

Az. Vitivinicola Josef Brigl 

 

 

Via Madonna del Riposo 3

I- 39057 San Michele/Appiano, (BZ)

Tel.  +39 0471 662419

Email  brigl@brigl.com

La cantina Brigl può vantare come anno di fondazione il lontanissimo 1309.  Situata nei pressi di San Michele Appiano, ha 50 ettari di vigneti nelle zone Windegg, Haselhof e Rielerhof, piantati su suoli a prevalenza di calcare e ghiaia, insieme a sabbie e argilla. Vengono coltivati sia vitigni locali (Gewürztraminer, Lagrein, Schiava) che internazionali. Tra questi ultimi spicca il Pinot Nero.

2 ex aequo

Piemonte Pinot Nero Palo Alto 2016 – Colle Manora   99,8/100 (territorio/zona vigneti: Monferrato, Piemonte) prezzo a scaffale enoteca 25 euro circa.

 

Pinot Nero coltivato sui colli del Monferrato. Vendemmia manuale, pigiatura a grappoli interi, illimpidimento naturale del mosto, fermentazione in tini di acciaio inox termo controllati, délestage. Dopo la chiarifica il vino riposa in barrique di rovere francese per 12 mesi, poi due anni in vetro prima della commercializzazione. Ha naso di fiori rossi, spezie dolci e frutti di bosco di bella maturità. Il sorso è centratissimo, l’evoluzione da manuale, a sei anni dalla vendemmia sembra il suo momento: i tannini, vellutati, fitti e corposi, si sciolgono in un sorso goloso e avvolgente, profondo e di lunga persistenza. Una vera sorpresa da un terroir noto finora solo per la Barbera. Una Standing Ovation ultrameritata.

Colle Manora

 

 

Via Bozzola, 5

15044 Quargnento (AL)

Tel.  +39 0131219252

Email  info@collemanora.it

Fondata nel 1981 da Eleonora Limonci, dopo vent’anni nella proprietà è subentrato Giorgio Schön, figlio della stilista Mila, insieme a Marina Orlandi Contucci, realizzando una profonda trasformazione dell’azienda, che consta di una superficie di circa 75 ettari di cui 21 a vigneto, circondati a nord e a est da boschi d’acacia, querce e ciliegi selvatici. Protagonista, naturalmente, la Barbera; poi la rara Albarossa, incrocio di Barbera e Nebbiolo, e i vitigni internazionali, Cabernet Sauvignon, Merlot, Pinot Nero, e i bianchi Sauvignon, Chardonnay e Viognier. Completa la gamma una limitatissima produzione di Barolo, Piangalardo, da una vigna acquistata nella Docg.

1

Alto Adige Pinot Nero 2019 – MarinusHof  – Enrich Pohl  100/100 (territorio/zona vigneti: Val Venosta, Alto Adige) prezzo a scaffale enoteca 47 euro circa (la foto si riferisce alla 2018 ma l’annata assaggiata è la 2019).

È ottenuto da vigne di età variabile – le più vecchie hanno quasi 50 anni –  piantate a 650 metri di quota in Val Venosta, con rese di 50 quintali/ettaro. Fermenta in acciaio, matura in barrique di rovere francese per il 20% nuove. Color rubino chiaro, è un vino di affascinante eleganza e perfetto equilibrio, un autentico Pinot Nero “di montagna”; il frutto è fresco e croccante (mirtilli e arancia rossa in prevalenza), la speziatura sottile (con un fondo appena accennato di tabacco), l’uso del legno magistrale. Al palato svela grande bevibilità e un tannino setoso. La dinamica del sorso è irresistibile e l’allungo finale conquista definitivamente il cuore. Ecco spiegati i cento centesimi e la nostra meritatissima Standing Ovation.

MarinusHof  – Enrich Pohl

 

 

Strada Vecchia 9b

39020 Castelbello (BZ)

Tel. +39 335420136

Email  info@marinushof.it

Il Maso Marinushof è stato fondato nel 2005 da Heinrich Pohl e da sua moglie Sabrina a Castelbello, in Val Venosta. Qui Pinot Nero, Zweigelt, Rosato, Pinot Bianco, Pinot Grigio e Riesling si fanno ambasciatori del terreno Venostano, sabbioso e derivato dalla decomposizione glaciale, e del suo clima secco e soleggiato, ma fresco. Altro punto di forza dell’azienda sono le acquaviti: mele (prodotto di eccellenza della Valle), albicocche, pere, prugne – tutte coltivate in proprio – e vinacce vengono fatte fermentare e poi sottoposte a doppio passaggio di distillazione. Il Marinushof è anche agriturismo.

avatar
Scritto da

Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia

La classifica dei migliori 10 Panettoni d’Italia del 2019 secondo Vinodabere

News

NELLA CLASSIFICA DEI 10 CAFFÈ PIU’ COSTOSI AL MONDO 4 DERIVANO DALLA MASTICAZIONE DEGLI ANIMALI

News

La classifica dei migliori 20 Panettoni d’Italia del 2021 secondo Vinodabere

News

La Classifica dei migliori Cannonau della Piccola Guida della Sardegna di Vinodabere – Seconda Edizione (assaggi effettuati nel 2019)

News

Connect
Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia