Rimani in contatto con noi

ISCRIVITI

cocktail ispirati al cinema

Cocktail ispirati al cinema: drink NEVERENDING BOULEVARD (film “La Storia Infinita”) di Alessio Ciucci

Continuiamo il nostro viaggio tra i cocktail ispirati al cinema.

Stavolta vi parliamo del DRINK: NEVERENDING BOULEVARD
(ispirato al film “
La Storia Infinita” di Wolfgang Petersen, 1984)

BARMAN: Alessio Ciucci, bartender del Borgo La Chiaracia Resort & SPA, di Castel Giorgio (Terni)

INGREDIENTI:

4 cl Maker’s Mark bourbon
1 cl Laphroaig 10yo
1 cl genziana
2 cl succo di limone
1 cl shrub al mirtillo
1,5 cl albume d’uovo
3 lamponi
5 chiodi di garofano

Bicchiere: coppetta

PREPARAZIONE:
Con la tecnica dello Shake&Strain si versano tutti gli ingredienti nel Boston e si shakera prima senza ghiaccio e quindi con il ghiaccio. Filtrare e versare nella coppetta cocktail precedentemente raffreddata.


ISPIRAZIONE
Il mondo di fantasia del film ha regalato l’ispirazione per il drink che presenta ingredienti di “bosco” e in qualche modo selvaggi – la genziana, I lamponi e i chiodi di garofano. Il drink prende il via da un classico Boulevardier – con la sua nota amara, in questo caso genziana, con del bourbon americano Maker’s Mark e una parte dolce – e continua con le note del Bramble, nato negli stessi anni del film, incastrandoli con il Clover Club. L’albume all’interno del drink lo rende più soffice, come se si stesse “cavalcando” il dragone del film. Nella “cremina” sopra il drink viene incisa una linea che ricorda proprio il dragone. In abbinamento vengono portate delle meringhe alla camomilla.

Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia

Scritto da

Giornalista enogastronomico, una laurea cum laude in Economia e Commercio all'Università La Sapienza di Roma, Responsabile per l'Italia del Concorso Internazionale Grenaches du Monde, Giudice del Concorso Mondiale di Bruxelles e Giudice del Concorso Mondiale del Sauvignon, docente F.I.S.A.R.. Ha una storia che comprende collaborazioni con Guide di settore. Cito solo le ultime : Slow Wine (Responsabile per la Sardegna edizioni 2015 e 2016), I Vini de L'Espresso (vice-curatore e coordinatore nazionale edizioni 2017 e 2018), I Ristoranti d'Italia de L'Espresso (edizioni dalla 2010 alla 2018). Collabora con le testate: www.lucianopignataro.it , www.repubblica.it/sapori ed Epulae. Ha scritto alcuni articoli sul quotidiano "Il Mattino" e su www.slowine.it. Ha una passione sfrenata per quel piccolo continente che prende il nome di "Sardegna", per le sue terre e per la sua gente.

COMMENTA

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La classifica degli 8 migliori panettoni d’Italia del 2018 secondo Vinodabere

News

Il miele biologico dell'ape nera etnea

Gastronomia

La viticoltura eroica della Valtellina: l'azienda Gianatti Giorgio

Aziende

Ma è giusto pagare l'acqua del rubinetto al ristorante?

News

Connect
Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia