Rimani in contatto con noi

ISCRIVITI

Eventi

Villa Bucci al Taormina Gourmet

La possibilità di partecipare a delle manifestazioni enogastronomiche è sempre un’opportunità da non farsi scappare perché si possono conoscere nuovi prodotti, magari fare una comparazione e tanto altro ancora. Per gli appassionati del vino c’è la possibilità di partecipare a  degustazioni  particolarmente interessi, in special modo le verticali!
La verticale di un vino, da un “quadro” su come evolve nel tempo e come fra un’annata ed un’altra lo stesso vino abbia delle differenze da quasi impercettibili o banali, a sostanziali.

Nel Taormina Gourmet si è svolta la verticale del Verdicchio dei Castelli di Jesi Riserva di Villa Bucci.

villa bucci

Villa Bucci è un’azienda con una superficie vitata a Verdicchio di circa Ha. 25 in zona D. O. C. classico. La produzione per il Verdicchio è di circa q. 700/800 annui. La scelta è di dare un prodotto di qualità, abbassando la produzione a q. 60 per Ha., contro i q. 140 consentiti dal disciplinare. Le botti utilizzate hanno quasi cento anni di vita, che non hanno quindi più cessioni di profumi e sapori, utilizzate per la lenta microssigenazione dei vini e la loro evoluzione e stabilizzazione totalmente naturale. Questo fa si che il prodotto finale conservi principalmente gli aromi primari (si vedrà nelle schede degli assaggi, a seguire). La Vendemmia viene fatta con raccolta manuale con selezione artigianale dei grappoli e con pressatura soffice solo della prima spremitura. Essendo la cantina sottoterra, viene utilizzata il meno possibile la refrigerazione al fine di sviluppare al massimo le diverse personalità intrinseche dei vini.

I vini di Villa Bucci

Le annate che sono state date in degustazione erano il 2012, 2010, 2007, 2005 e 1995. Il valore aggiunto alla degustazione è stata la presenza di Walter Massa che ha dato le spiegazione per la degustazione guidata.

Villa Bucci 2012 Riserva

Un colore giallo scarico. A naso da sentori di erba falciata, mela cotogna, un lieve sentore di pietra focaia. Un buon bilanciamento fra alcolicita’ ed acidità, accompagnato con una nota di sapidità. La retronasale conferma quanto sentito a naso. Buona persistenza.

Villa Bucci 2010 Riserva

Si mostra con un giallo verdolino. Onfattivamente si sentono sentori di pesca, verdura e zenzero e qualche nota di lime di limone. Buon bilanciamento fra alcolicita’ ed acidità. Una spigolosita’ che caratterizza il prodotto. Nella normalità la persistenza.

Villa Bucci 2007 Riserva

Colore giallo paglierino. Odore con sentori di frutta esotica, ananas. Buona acidità che non è invadente. Nel complesso una buona struttura. Bel ritorno in bocca, con una buona persistenza.

Villa Bucci 2005 Riserva

Rispetto al 2007 ha un giallo più carico. A naso, sempre rispetto al 2007 i sentori sono più gentili, ma allo stesso tempo l’ananas è più marcato e si sente una nota di uva sultanina. Un’acidita’ spinta che caratterizza il prodotto. Una persistenza sufficiente.

Villa Bucci 1995 Riserva

Su consiglio di Walter Massa e tramite la sua guida della degustazione ha detto di assaggiare solamente, ma di non prenderlo in considerazione, poiché ormai il vino era ossidato. PECCATO!
Fabio Cristaldi

avatar
Scritto da

Come per tutte le cose importanti si inizia per gioco e poi... si fa sul serio. È dal 2006 che mi sono appassionato e sono stato introdotto nel mondo del vino, GRAZIE a MIO PADRE. Poi per capire qualcosa in più ho seguito un corso e..... nel 2013 ho conseguito il diploma di sommelier. A tutti coloro che sono appassionati di vino, dico che bisogna sempre provare e degustare vini diversi, cercando di capire quello che il vino ci trasmette, perché il vino non va bevuto! Il vino va degustato!!

Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia

COMMENTA

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La classifica dei migliori 10 Panettoni d’Italia del 2019 secondo Vinodabere

News

La classifica degli 8 migliori panettoni d’Italia del 2018 secondo Vinodabere

News

La ricetta della prelibata ciambella al mosto cotto

Cali di Zucchero

Il miele biologico dell'ape nera etnea

Gastronomia

Connect
Iscriviti alla Newsletter

Aggiornamenti continui sul mondo dell'enogastronomia